Voglio che il Primo Maggio sia anche la mia festa!

Voglio che il Primo Maggio sia anche la mia festa!

“Voglio che il Primo Maggio sia anche la mia festa”. A dirlo e a ricordarcelo in questi giorni sono stati i ragazzi protagonisti di Hotel 6 stelle attraverso i loro video-messaggi pubblicati su questo sito e condivisi attraverso il nostro profilo Facebook e Twitter.
Ha iniziato Martina, bravissima nel fare le pulizie, poi Benedetta e i suoi cappuccini, Edoardo, il mago del cacciavite, Emanuele, cuoco affidabile, Nicolas, fiero della sua divisa da lavoro, e infine Livia, che con il suo entusiasmo verso la vita ci chiede “E tu?”.

Anche due imprenditori hanno raccontato la loro esperienza di datori di lavoro di due ragazzi con sindrome di Down, Monica che lavora in un MacDonald’s e Federico che lavora presso il prestigioso negozio Bulgari di Roma. Storie diverse di persone con sindrome di Down diverse tra di loro, ciascuna con le proprie caratteristiche, indole, abilità, limiti.
Oggi è il Primo Maggio, la festa dei lavoratori. Anche oggi il messaggio continuerà ad essere comunicato, e il palco più importante sarà quello del concertone di Piazza San Giovanni a Roma: Livia e il suo tutor in Hotel 6 Stelle Paolo, andranno sul palco e porteranno lì lo slogan ormai familiare a molti: “Voglio che il Primo Maggio sia anche la mia festa!”.

Print Friendly