AIPD ospite a “Fuori TG3”

Mercoledì 24 aprile 2019 la trasmissione “Fuori TG”, in onda alle 12,25 su Rai 3,  ospita il presidente di AIPD Nazionale Paolo Virgilio Grillo, e il professor Stefano Vicari, primario presso Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e membro del nostro Comitato Scientifico. Con loro anche Carolina Raspanti, l’attrice protagonista del film “Dafne

Sostieni AIPD con il 5×1000

Come puoi aiutarci: dona il tuo 5×1000 all’AIPD


Tempo di dichiarazione dei redditi e tempo di 5X1000.

Sul “Bilancio sociale AIPD 2018” troverai tutte le informazioni dedicate a quanto realizzato dall’Associazione Italiana Persone Down lo scorso anno. Puoi contribuire a finanziare le attività e i servizi promossi da AIPD devolvendo il 5×1000 con la prossima dichiarazione dei redditi.

E anche chi non è tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi e riceve solo la Certificazione Unica (CU), può donare il 5×1000, utilizzando l’apposito modello predisposto dall’Agenzia delle Entrate che va compilato, firmato e consegnato in busta chiusa a un ufficio postale, a uno sportello bancario o a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (CAF, commercialisti, ecc.), che lo ricevono gratuitamente.

Per scegliere di destinare il 5×1000 all’AIPD ONLUS devi solo ricordarti di:
1. firmare nel riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c 1, lettera a) del D.Lgs. n.460 del 1997”
2. inserire il codice fiscale dell’Associazione Italiana Persone Down ONLUS, e cioè 96198380584 quando compili il modello integrativo CU, il modello Unico o il modello 730 per la Tua dichiarazione dei redditi.

GRAZIE!

“Un master buono per davvero”

L’Associazione Italiana Chef continua a sostenere l’AIPD. In occasione della santa Pasqua ha messo a disposizione un uovo di cioccolato che è stato donato per essere utilizzato in una riffa che si è conclusa nel pomeriggio di giovedì 18 aprile, con l’estrazione del biglietto vincente.

L’uovo è stato realizzato nel corso del master di cioccolato, dagli studenti partecipanti sotto la guida del maestro pasticciere Lucio Fiorino, campione italiano AIC. Oltre l’AIPD, hanno ricevuto le altre due uova realizzate l’ospedale pediatrico Bambino Gesù e l’associazione Dress for Success.

Chi trova un lavoro trova un tesoro, rinnovato un tirocinio per AIPD Bergamo

Davide Zanchi di AIPD Bergamo, impegnato dall’ottobre scorso in un tirocinio presso il punto vendita Decathlon di Seriate, ha avuto rinnovato per ulteriori 6 mesi il periodo formativo (fino a settembre 2019).

L’esperienza è parte delle azioni previste dalla linea 3 del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“, promosso da AIPD Nazionale con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – art. 72 del Codice del Terzo Settore, D. Lgs N. 117/2017 – annualità 2017 ma anche frutto dell’accordo sottoscritto nel febbraio 2018 da AIPD-AGPD con la catena Decathlon.

 

Chi trova un lavoro trova un tesoro, ancora un tirocinio per AIPD Brindisi

Antonio Gioia, di AIPD Brindisi, è impegnato per un periodo di tre mesi in un tirocinio presso il Dolce Forno di Torre Santa Susanna come aiuto panificatore.
Il tirocinio è parte delle azioni previste dalla Linea 2 del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro” promosso da AIPD Nazionale con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – art. 72 del Codice del Terzo Settore, D. Lgs N. 117/2017 – annualità 2017, ed è stato realizzato nell’ambito del programma Garanzia Giovani.

Chi trova un lavoro trova un tesoro, nuovo tirocinio per AIPD Termini Imerese

Da lunedì 8 aprile 2019 Alessandro Lercara di AIPD Termini Imerese è impegnato in un tirocinio formativo come commesso presso AIREST RETAIL BAPA SRL nell’aeroporto di Palermo.
Il tirocinio durerà 6 mesi, è parte delle azioni previste dalla “Linea 2” del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“, ed è stato realizzato grazie al protocollo d’intesa sottoscritto da AIPD con LAGARDERE TRAVEL RETAIL.

Chi trova un lavoro trova un tesoro, incontro di AIPD Catania

L’AIPD Catania aderisce al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro” – promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – con azioni legate alla Linea 2 “Imparare a lavorare”.
Le attività previste dalla Linea 2 intendono coinvolgere giovani adulti (23-35 anni) con sindrome di Down, che avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo del lavoro attraverso percorsi di orientamento/confronto sul tema e stage/tirocini.

Per presentare il progetto al territorio, la sezione ha organizzato  il convegno “Chi trova un lavoro trova un tesoro”, tenuto mercoledì 3 aprile 2019 presso la sede Fisascat di Catania, in via Gabriele D’Annunzio 162.

Valueable alla conferenza EHMA

Sabato 6 aprile 2019 Paola Vulterini ha presentato l’esperienza di Valueable Network, la rete europea di imprese inclusive e attive nel settore dell’ospitalità, alla riunione primaverile della European Hotel Managers Association che si è svolta a Rapallo.
EHMA è uno dei partner della rete promossa con l’iniziativa AIPD, è composta da dirigenti di alberghi di alto livello e conta oltre 400 soci provenienti da 29 paesi europei.

Chi trova un lavoro trova un tesoro, “tirocinio fuori città” per AIPD Termini Imerese

AIPD Termini Imerese realizza uno dei “tirocini fuori città”, annunciati con il comunicato stampa del 25 gennaio scorso, nell’ambito della sua partecipazione al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro“, promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ai sensi dell’art. 72, D.Lgs 117/2017 – Anno 2017.

Da lunedì 8 aprile 2019 Antonio Onizzi e Fabio Sorintano, sono impegnati, accompagnati dall’operatore Giuseppe Cusimano, per una esperienza formativa di una settimana presso il servizio cucina del Quirinale.

La loro esperienza si inserisce all’interno della ventennale collaborazione tra AIPD e Presidenza della Repubblica che ha coinvolto fino ad oggi più di 200 persone con sindrome di Down inserite presso il Servizio Cucine, i giardini, la Biblioteca, Villa Rosebery e la tenuta di Castelporziano del Quirinale.

 

Chi trova un lavoro trova un tesoro, nuovo tirocinio per AIPD Venezia-Mestre

Monica Costantini, di AIPD Venezia-Mestre, sarà impegnata per sei mesi i n un tirocinio finalizzato all’assunzione presso il punto vendita Decathlon di Mestre, nel reparto fitness. L’esperienza rientra tra le attività della linea 3 del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“promosso da AIPD Nazionale con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – art. 72 del Codice del Terzo Settore, D. Lgs N. 117/2017 – annualità 2017.

Con questa nuova esperienza, grazie al protocollo siglato tra AIPD-AGPD e Decathon nel gennaio 2018, ad oggi sono 8 i progetti di inserimento realizzati nelle sezioni locali di AIPD (avviati a Roma, Bergamo, Caserta, Prato, Venezia e in avvio a Reggio Calabria e Mantova). A questi si aggiungono gli altri 6 tirocini realizzati con giovani soci delle associazioni  CEPS a Bologna e AGPD a Milano.

 

Chi trova un lavoro trova un tesoro, nuovo tirocinio per AIPD Catanzaro

Dal 3 aprile 2019 Ester Maria Ciacci, di AIPD Catanzaro, sarà impegnata in un tirocinio di 6 mesi finalizzato all’assunzione presso l’azienda Seta srl di Settingiano, azienda che si occupa di sistemi informatici. Le sue mansioni saranno di sistemazione e scansione documenti.

 

L’inserimento di Ester Maria rientra tra le attività del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro”, promosso da AIPD Nazionale e finanziato con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, cui AIPD Catanzaro aderisce partecipando alla Linea 3 “Imparare un lavoro”.

Chi trova un lavoro trova un tesoro, tirocinio fuori città al Quirinale per AIPD Brindisi

Da lunedì 25 marzo 2019 due giovani di AIPD Brindisi, Michele Maggi e Daniele Della Pasqua, sono impegnati in un “tirocinio fuori città”, tra quelli annunciati dal comunicato stampa del 25 gennaio 2019, previsti dalla Linea 2 del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“.

Esperienza inserita all’interno della ventennale collaborazione tra AIPD e Presidenza della Repubblica che ha coinvolto fino ad oggi più di 200 persone con sindrome di Down inserite presso il Servizio Cucine, i giardini, la Biblioteca, Villa Rosebery e la tenuta di Castelporziano del Quirinale.

Dafne, il film. Proseguono le proiezioni

Proseguono le proiezioni nelle sale italiane del lungometraggio “Dafne”, realizzato dal regista Federico Bondi, cui AIPD e Comitato Siblings Onlus – Fratelli e sorelle di persone con disabilità hanno dato il loro patrocinio.

Come noto, dopo l’anteprima nazionale avvenuta lo scorso 16 marzo alla Casa del Cinema, in occasione dell’evento celebrativo dei 40 anni di AIPD Nazionale, il film è uscito nelle sale il 21 marzo; oltre alle diverse città dove sono previste le proiezioni del film, “Dafne” sta “seguendo” il Down Tour 2019, organizzando, laddove possibile, serate in contemporanea al passaggio del camper, in molti casi con la presenza del regista e della protagonista Carolina Raspanti.

QUI trovate le date. Il calendario delle proiezioni è in costante aggiornamento.


Il film. La protagonista, Dafne, interpretata da Carolina Raspanti, è una giovane donna con sindrome di Down che si trova ad affrontare la perdita della madre e le conseguenze che questo porta sugli equilibri familiari e in particolare nel padre.  Insieme si troveranno a condividere un viaggio verso il paese natale della madre, che diventerà occasione per mettersi in gioco e scoprirsi reciprocamente.

Il lungometraggio è una produzione Vivo film con Rai Cinema, con il contributo di MIBAC – Direzione Generale Cinema, realizzato nel Programma Sensi Contemporanei – Toscana per il Cinema, con il sostegno di Regione Lazio e Unicoop Firenze. Il film ha conquistato il Premio Fipresci (Fédération Internationale de la Presse Cinématographique, il premio dei critici internazionali) nel corso della 69/a edizione del Berlinale, il Festival di Berlino che si è chiuso il 16 febbraio 2019.

 

WDSD2019, il flashmob

EDSA, European Down Syndrome Association propone di celebrare la WDSD 2019, la Giornata Mondiale delle Persone con sindrome di Down, con un flashmob che si terrà giovedì 21 marzo alle ore 16.00, in contemporanea in moltissime città europee.

L’obiettivo è richiamare l’attenzione sulla presenza delle persone con sindrome di Down, sul loro diritto ad essere riconosciuti cittadini come tutti e a non lasciare indietro nessuno. La campagna sarà diffusa in modo particolare attraverso i social con l’hashtag “#citizenlikeyou”, che apparirà, al termine del ballo condiviso (sulle note del brano “U Are Cool”, offerto gratuitamente da Philip Abussi di Mokamusic) sul cartellone che andrà a comporsi tra i partecipanti all’evento.

AIPD, in rappresentanza dell’Italia, ha aderito all’invito e sta organizzando, attraverso le sue sedi locali, il flashmob in varie città d’Italia (l’elenco di tutte le città è disponibile e in costante aggiornamento nella pagina dedicata sul sito EDSA).
Un video-tutorial è disponibile online, per permettere a chiunque voglia partecipare all’evento, di arrivare preparato.

Qui sotto l’elenco (in costante aggiornamento) delle città e delle piazze italiane in cui si svolgerà il flashmob:

Giovedì 21 marzo, ore 16.00:
– AIPD Arezzo, Arezzo
– AIPD Castelli Romani, Albano Laziale (RM), Piazza san Pietro
– AIPD Belluno Belluno, Piazza Martiri
– AIPD Campobasso Campobasso, Piazza Vittorio Emanuele
– AIPD Cosenza Cosenza, Istituto Nitti
– AIPD SudPontino Formia (LT), Piazza Aldo Moro
– AIPD Latina, Latina, Piazza del Popolo
– AIPD Livorno, Livorno
– AIPD Versilia Lido di Camaiore (LU), Porto
– AIPD Napoli Napoli, presso Ansa San Carlo, Piazza Trieste e Trento
– AIPD Potenza Potenza, Piazza Matteotti
– AIPD Roma Roma, Piazza del Popolo
– AIPD Trentino Trento, Piazza Duomo

Il 21 marzo, altri orari:
– AIPD Trentino Cles (TN), corso Dante (ore 10.00)
– AIPD Caserta Caserta, Piazza Vanvitelli (ore 11.00)
– AIPD Siracusa Siracusa, Urban Center (ore 12.00)
– AIPD Lecce Lecce, Piazza Salandra (ore 16.30)
– AIPD SBT San Benedetto del Tronto (AP), Bar Sciarra (ore 15.00)
-AIPD Reggio Calabria Reggio Calabria, Piazza Italia (ore 17.00)
– AIPD Alcamo-Trapani Alcamo (TP), Piazza Ciullo (ore 18.00)
– AIPD Brindisi Brindisi, Piazza Vittoria (ore 18.00)
– AIPD Vulture Melfi (PZ), Centro Commerciale Arcobaleno (ore 18.30)
– AIPD Bari Bari, Via Sparano, (ore 20.00)

Altre date:
– Avezzano, Piazza Risorgimento (il 24 marzo, alle ore 11.00)
– Cosenza, Istituto Pezzullo, (il 22 marzo)

21 marzo 2019, WDSD

WDSD 2019 – Giornata Mondiale delle Persone con Sindrome di Down
Il 21 marzo 2019 sarà la quattordicesima Giornata mondiale della sindrome di Down (World Down Syndrome Day – WDSD). Il tema di quest’anno è “Leave no one behind!” (Nessuno resti indietro).

Oltre all’appuntamento con il flashmob, promosso da EDSA e in programma in moltissime città europee (per l’Italia vedi qui gli appuntamenti AIPD), molteplici sono gli eventi organizzati per celebrare la giornata.

Rai Scuola ha realizzato uno speciale con interviste a professionisti, educatori e persone con sindrome di Down, registrate nel corso del convegno “Sono Adulto”, svolto l’8 e il 9 marzo scorso, organizzato da Erickson a Rimini. Tra loro Marta Alfani e Mauro Ursella, coniugi con sindrome di Down, Andrea Canevaro, Anna Contardi, Francesco Cadelano e Carlotta Leonori:

 

wdsd19-raiscuola

Sono previsti passaggi televisivi e radiofonici su media nazionali di rappresentanti AIPD con interviste e servizi:
– Rai 3, “Tutta salute“, ore 10,45. Qui la puntata
Radio Vaticana, ore 13,45. Qui il poadcast
Radio DeeJayore 17,00, intervento di Anna Contardi e del gruppo di AIPD Catania impegnato nel tirocinio fuori città a Milano per il progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro”
Rai 2 Tg, ore 18,00. Qui il video
Telepace, Notiziario ore 19,00 e in replica alle 22.30
Rai Uno, Tg ore 20,00. Qui il video
Canale 5, Tg ore 20,00. Qui il video

AIPD Nazionale, aderendo alla campagna di Down Syndrome International “Leave No One Behind”, ha contribuito, per il video dedicato alla Giornata, WDSD Global Video Event, con la storia di Alice Rampioni, raccontata nel film “Buone prassi crescono“:

e promuove, mercoledì 20 marzo, a Roma, incontro alla libreria Erickson Roma (viale Etiopia 20) per presentare il volume “Informarsi, capire, votare: l’importante è partecipare”.

L’evento più importante e significativo resta l’avvio del #DownTour2019 a Piazza del Popolo a Roma.
Sedi locali: oltre al flashmob, organizzano:
Bari:  evento “Parliamo di diritti”, 21 marzo, ore 18 presso il caffè letterario PORTINERIA 21, in via Cairoli 137. 5 persone con sindrome di Down si racconteranno al pubblico toccando i temi cari ad ognuno: Renata tratterà il tema del diritto alla cittadinanza attiva, Nicola affronterà il tema del diritto al lavoro ed allo sport, Roberto parlerà del diritto a contribuire alla società, Michele e Piera parleranno del diritto all’amore.
Cosenza: incontri di sensibilizzazione nelle scuole di ogni ordine e grado, dalla scuola dell’infanzia fino arrivare all’Università della Calabria, dal 20 marzo al 1° aprile; il 22 marzo incontro con Luca Trapanese e presentazione del libro “Nata per te”, ore 16.30 presso il Salone degli Specchi – Palazzo della Provincia.
Roma: distribuzione di finger food ad opera dello chef Andrea Golino,  21 marzo, Piazza del Popolo alle ore 19; il 22 marzo alle ore 21 tavolo informativo al Nuovo Cinema Aquila in occasione della proiezione del film “Dafne”; 23 marzo, ore 15-18:30, Piazza del Popolo, tavolo informativo e presentazione del camper del #DownTour2019. Il camper stazionerà anche ad Acilia domenica 24 dalle ore 10, presso la Parrocchia di San Maurizio Martire
Catania: spettacolo teatrale “BLU Una storia di vita e di mare”, 21 marzo, ore 20, teatro Istituto S.Vincenzo Casa della Carità; le ragazze impegnata a Milano col “tirocinio fuori città” del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro” parteciperanno alla trasmissione radiofonica “Pinocchio”, in programma su Radio DeeJay il 21 marzo alle ore 17
Lecce: mostra di opere pittoriche su tela eseguite da persone con sindrome di Down, 21 marzo, ore 17,30 a Nardò presso il Chiostro dei Carmelitani
Siracusa: convegno per le scuole e Laboratorio Creativo, diretto da Città Educativa ed i suoi amici, 21 marzo, presso Urban Center, ore 8.30. Intervista FM Italia.
Campobasso: presentazione del libro “Nata per te”, storia di Alba, bambina con la Sindrome di Down, adottata da Luca Trapanese, autore del libro insieme a Luca Mercadante. 21 marzo, ore 10.30 presso l’Auditorium Pertini e alle ore 17 presso la Sala della Costituzione
Catanzaro, proiezione del film “Up&Down”, 21 marzo, ore 18.30, Cinema Teatro Comunale.

lecce.wdsd19

siracusa-wdsd19

catania-wdsd19

cosenza-wdsd19

catania-wdsd19-radiodeejay

Assemblea dei soci AIPD 2019, eletto il nuovo CDA

Nel corso dell’Assemblea dei Soci 2019, svolta a Roma il 16 e 17 marzo 2019, si sono rinnovati tenute le elezioni per il rinnovo degli organi istituzionali AIPD.

Confermato alla presidenza Paolo Virgilio Grillo, di Roma; eletti come consiglieri Emily Amantea di Cosenza, Maria Teresa Calignano di Nardò (Lecce), Simona Corsico di Siracusa, Tiziana Grilli di Ravenna, Grazia Liddi di Bari, Stefano Menghini di Roma, Paolo Rebecchi di Trento, Norma Rondini, Mantova.

Revisori dei conti sono: Angelo Chiocchi, Catello Vitiello e Paolo Benedetti, tutti di Roma.

Incontro alla libreria Erickson Roma per “Informarsi, capire, votare”

Mercoledì 20 marzo 2019 alle ore 18,00 presso la nuova libreria Erickson di Roma, in viale Etiopia 20, è in programma la presentazione del nuovo volume “Informarsi, capire, votare: l’importante è partecipare”, Erickson editore, e scritto da Carlotta Leonori e Francesco Cadelano.
Il volume, recentemente presentato a Rimini nel corso del convegno “Sono Adulto!”, è l’ottavo prodotto edito nella “Collana per le autonomie” a cura di operatori AIPD, tutti libri in alta comprensibilità.
L’incontro sarà introdotto da Anna Contardi, coordinatrice attività AIPD nazionale e co-direttrice della collana Erickson.

Chi trova un lavoro trova un tesoro, tirocinio fuori città per AIPD Campobasso

Ancora “tirocini fuori città”, annunciati dal comunicato stampa del 25 gennaio 2019, previsti dalla Linea 2 del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“.

Dal 18 marzo al 7 aprile 2019 due giovani di AIPD Campobasso, Domenico Cornacchione e Marco Di Ianni, saranno impegnati presso il Crowne Plaza di Amburgo, albergo che per la prima volta collabora con AIPD nell’ospitare esperienze formative per giovani con disabilità intellettiva.

 

Vado all’estero per lavorare

Dal 17 marzo all’8 aprile 2019 Stefano e Renato della sezione AIPD di Napoli e Martina e Stefano della sezione AIPD di Oristano, accompagnati da due educatori, sono a Barcellona per svolgere un’esperienza di lavoro di tre settimane, nel settore alberghiero, presso l’ostello Inout.

L’attività è parte dell progetto “Vado all’estero per lavorare”, finanziato dal programma comunitario Erasmus Plus nell’ambito dell’azione Ka1 Learning Mobility of Individuals (Mobilità ai fini di apprendimento); si tratta del secondo degli 8 tirocini previsti dall’iniziativa, che coinvolgerà complessivamente 26 giovani con sindrome di Down, di età compresa tra i 18 e 25 anni, provenienti da 13 sezioni AIPD (qui la notizia dedicata alla prima esperienza, che ha coinvolto i giovani dell’AIPD Reggio Calabria).

Inserimento lavorativo per AIPD Lecce

Marianna Brocca è una giovane di AIPD Lecce che da venerdì 1 marzo 2019 è stata assunta, con contratto a tempo determinato (sei mesi) presso un supermercato di Casamassella. Sarà impegnata come addetta alla sistemazione scaffali. L’inserimento è stato seguito dalla AIPD Lecce.

“Da 40 anni in viaggio”

16 marzo, iniziano i festeggiamenti.
Si è svolto sabato 16 marzo l’evento per festeggiare i 40 anni di attività dell’associazione e lanciare ufficialmente il #DownTour2019.


Qui lo spot realizzato da Frognroll con Lino Guanciale:


Tantissime famiglie, giovani, adulti, bambini, amici dell’associazione, hanno voluti ritrovarsi per condividere questo traguardo; è stata una grande festa, bellissima e partecipata. Per questo grazie a tutti coloro che sono stati con noi fisicamente, ma anche a tutti coloro che, volendolo, non hanno potuto esserci! e grazie a Neri Marcorè, Enzo Razzano, Paolo Baraldi, Federico Cappellani, Anna Chiara Paolini, Diego Puntel, Claudio Canepari, Lino Guanciale, Livia Turco, Bruno Dallapiccola, Pierpaolo Mastroiacovo, Andrea Canevaro, Giovanna Cau, Marina Fanfani, Alessandro Andreotti, David Romano, Carmela de Vivo, Laura Tonini, Ignazio Cusimano, Anna Puntel, Giovanni Bevilacqua, Viola Berardi, Giovanni Fatucchi, Carolina Raspanti Federico Bondi, Simona Canu; e un grazie speciale al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha voluto donare per l’occasione una targa all’associazione.

Il video realizzato da AIPD per celebrare i 40 anni:

20190314_120433
0a99cc68-80da-4e33-be0f-5b32e4b3f0ebb9d023f5-61a0-4fd1-890c-e210929f76b7
7d0ea5fd-7e9f-4b74-84d6-4b0326c24974 75512866-c8c9-452f-89d9-d96058bb46eb
052d75eb-9005-47ea-ad74-99d71f6dbdc1
8dcb5f69-2c61-4756-8789-4d26ff8f910f
881943bf-9da7-4f86-b3bd-5abf3f9ae0bb
211c6501-107e-4aef-a129-ea4bb4fc36a7
aa3794c7-eaa0-4658-aa95-3459f74f3b98
f62c35d6-7703-43d2-aed0-6e6ed2f6ee2f
2c5f0840-4d36-4cda-9869-45ccdc15e0e7
5f5f64cc-a238-412f-8fcf-fcb5f0c2b01d
eccde98a-06b9-4b04-abd2-7f1eb78b906e
fanfani
canevaro
0aa1ba61-429c-4c0c-94b7-551af6e657c4
5e61c2a4-318c-4c55-b3be-d16718bd3490
284d1e0b-20a8-4d83-87d4-ce577d2cdd78
91adf164-120a-4f79-add4-0d2af61c0a89
93f2c33b-9731-4597-b4da-9ac0959230be
dbf6db7b-52ac-46a3-8cc7-a5e3303aaf8d
0bdbc238-3597-4e5a-bae8-a003792ffe32

Chi trova un lavoro trova un tesoro, nuovo tirocinio per AIPD Potenza

Proseguono i “tirocini fuori città”, annunciati dal comunicato stampa del 25 gennaio 2019, previsti dalla Linea 2 del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“.

Dopo Annarita e Claudia, di AIPD Caserta,  Aqualux Hotel Spa Suite & Terme di Bardolino (Verona) ospita Nicolas Torraca e Pierpaolo La Banca della sezione AIPD di Potenza che da lunedì 11 al 30 marzo 2019 saranno impegnati  in cucina nel reparto spa. Ad accompagnarli l’operatore Roberto Pisano.

DownTour, gli equipaggi si preparano. Il 21 marzo si parte

DownTour, gli equipaggi si preparano. Il 21 marzo si parte

L’iniziativa, promossa dall’Associazione Italiana Persone Down in occasione del suo 40° anniversario, partirà da piazza del Popolo, a Roma, con il flash mob europeo.
In programma incontri, mostre, eventi e anteprime.
37 tappe, un unico obiettivo: continuare una storia di conquiste e cittadinanza
Mancano due settimane alla partenza del DownTour: mentre si preparano i ragazzi dei vari equipaggi e le sezioni territoriali di AIPD sono al lavoro per mettere a punto gli ultimi dettagli sugli eventi in programma nei diversi territori, è arrivata dal Quirinale la Targa del presidente della Repubblica, conferita ai quarant’anni dell’associazione.

16 marzo, iniziano i festeggiamenti.
Il tour sarà infatti presentato ufficialmente a Roma il prossimo 16 marzo, presso NH Hotel Vittorio Veneto (Corso d’Italia, 1), con un pomeriggio di testimonianze, interventi e riconoscimenti, condotto da Neri Marcorè. Alle 19 anteprima del film “Dafne” di Federico Bondi, prodotto e distribuito da Vivo film con Rai Cinema, distribuito in Italia dall’Istituto Luce Cinecittà e patrocinato da AIPD: una proiezione che sarà dedicata e riservata alle famiglie dell’associazione. Vincitore del Premio FIPRESCI nella sezione Panorama dell’ultima Berlinale, il film racconta la storia di Dafne, una ragazza con sindrome di Down, interpretata da Carolina Raspanti, che si trova ad affrontare sfide e ostacoli e riesce con tenacia a superarli. Il film uscirà nelle sale il 21 marzo: a Roma sarà proiettato al Nuovo Cinema L’Aquila (21-27 marzo). Inizierà poi, anche il film, il suo “giro d’Italia”, incontrandosi in alcune tappe con il DownTour di AIPD.

21 marzo, si parte
Il 21 marzo il camper inizierà a marciare per l’Italia: partirà da Roma, dove stazionerà a piazza del Popolo. Qui, alle 16, è previsto il flash mob (“#citizenlikeyou”) che si svolgerà nelle principali città europee in occasione della Giornata mondiale delle persone con sindrome di Down. Il camper resterà nella capitale fino al 24 marzo, proponendo iniziative di sensibilizzazione, incontri. Faranno parte dell’equipaggio romano un papà e la figlia con sindrome di Down. La tappa successiva sarà a Viterbo (29-30 marzo), dove un nuovo equipaggio salirà a bordo mentre la sezione AIPD Viterbo proporrà una “Mostra delle nostre conquiste”.

QUI tutte le tappe del #DowoTour2019

Lo spot
In occasione del suo 40° anniversario, l’AIPD ha realizzato un video spot, in cui ripercorre sinteticamente le principali “conquiste” che le persone con sindrome di Down hanno fatto in questi 40 anni, uscendo sempre più allo scoperto nella società, nella scuola e nel mondo del lavoro. Conquiste che AIPD ha accompagnato, sostenuto e favorito con il suo quotidiano impegno al fianco dei bambini, dei ragazzi, degli adulti e delle famiglie. Lo spot è presentato in anteprima a Rimini, in occasione del Convegno Erickson “Sono Adulto!” (Palacongressi, 8-9 marzo): un evento per riflettere sull’inclusione delle persone con disabilità, smettere di considerarli “eterni ragazzi”, mettere da parte i pregiudizi, rafforzare il diritto di scelta sul proprio futuro.


Qui lo SPOT RADIOFONICO

Sempre durante il convegno è stato presentato il libro “Informarsi, capire e votare: l’importante è partecipare”, edito da Erickson e scritto per AIPD da Carlotta Leonori Francesco Cadelano.

Albert Einstein affermava che è più facile spezzare un atomo che un pregiudizio’ – ricorda Dario Ianes, co-fondatore di Erickson – Se davvero vogliamo invitare le persone ad andare oltre le apparenze e i pregiudizi nei confronti delle persone con Sindrome di Down bisogna partire dai più giovani. Crediamo che l’iniziativa del Down Tour spingerà molti giovani e non solo a incontrare e conoscere le storie di molte persone con Sindrome di Down. Un primo passo concreto per superare gli stereotipi, e promuovere una vera inclusione”.

In tutti questi anni abbiamo scoperto che il vero modo di conoscere è guardarsi negli occhi – dichiara Anna Contardi, coordinatrice nazionale di AIPD – Ci auguriamo che molti sguardi si incrocino intorno al nostro camper: giovani e vecchi, professionisti, rappresentanti delle istituzioni, del mondo della scuola e del lavoro, perché solo insieme possiamo costruire una società più attenta ai bisogni di tutti e di ciascuno”. E’ questa la vera “meta” del DownTour, che terminerà il suo giro d’Italia il 13 ottobre, in occasione della Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down, dopo aver ospitato a bordo più di 30 equipaggi, tutti composti da persone con sindrome di Down, familiari e accompagnatori.

Hanno offerto il proprio sostegno al DownTour:
Cuorenero, la casa editrice Erickson e l’Associazione Italiana Chef, che aiuterà le sezioni AIPD ad organizzare eventi gastronomici nelle diverse tappe del tour.
Testimonial dell’iniziativa è Lino Guanciale, che per il Downtour e il 40° anniversario di AIPD ha registrato gli spot video e l’audio in allegato, entrambi prodotti gratuitamente per l’associazione da Frognroll.net

Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti

Un altro tirocinio per AIPD Roma, realizzato nell’ambito del progetto nazionale “Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti“, promosso da AIPD nazionale e finanziato dal Dipartimento per le Pari opportunità.

Dopo Giulia Fastelli, impegnata all’università della Rufa, Chiara Brizzolari ha iniziato un tirocinio presso l’ostello Roma Hello, che conta tra i suoi dipendenti un altro giovane con sindrome di Down, Luca di Franco.
Chiara lavorerà come aiuto cameriera ai piani, per 6 mesi.

Nella foto Chiara con Mikalay il direttore dell’ostello e Lorenzo Busi legale rappresentante dell’azienda

“Informarsi, capire, votare”

Pubblicato l’ottavo volume Erickson nella Collana “Laboratori per le autonomie” in alta leggibilità prodotto da operatori AIPD.

Informarsi, capire, votare: l’importante è partecipare“, è il libro dedicato al tema del diritto di voto e mirato a promuovere la partecipazione attiva delle persone con sindrome di Down e con altre disabilità intellettive. Gli autori, Carlotta Leonori e Francesco Cadelano presenteranno il volume al convegno “Sono Adulto!“, in programma l’8 e 9 marzo 2019 a Rimini (QUI le informazioni sull’evento). L’incontro è fissato per venerdì 8 alle ore 13.30.

 

Chi trova un lavoro trova un tesoro, nuovo tirocinio per AIPD Pisa

Da venerdì 1 marzo 2019, Simona Marchi, giovane socia dell’AIPD di Pisa,  ha iniziato il tirocinio presso la piscina comunale di Volterra “Virtus Buoncovento”. Simona sarà impegnata dal martedì al sabato, dalle 8 alle 12.

L’inserimento rientra tra le attività del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro”, promosso da AIPD Nazionale e finanziato con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, cui AIPD Pisa aderisce partecipando alla Linea 3 “Imparare un lavoro”.

Si tratta della seconda esperienza avviata dalla Sezione di Pisa nell’ambito del progetto, avendo già avviato, lo scorso novembre, il tirocinio di Davide Antonelli.

“Sereno Variabile”

La trasmissione di Rai 2 “Sereno Variabile” ospita l’AIPD Venezia-Mestre, nella puntata in programma sabato 2 marzo 2019 alle ore 17,20. La redazione ha preso contatto con l’associazione, incuriosita dalla guida turistica in alta leggibilità della città – di cui si parlerà nell’incontro registrato in piazza San Marco – realizzata nel corso del progetto internazionale “Turisti non per caso“.

Altre guide turistiche in alta leggibilità sono attualmente disponibili sul sito “Smart Tourism Guide“, che raccoglie i prodotti dei due progetti AIPD “Turisti non per caso” e “Smart Tourism“.

“La comunità generativa”

In programma a Sacrofano (Roma), dal 25 al 27 aprile 2019, il convegno nazionale “La Comunità generativa, l’accompagnamento della persona con disabilità alla vita cristiana”, promosso dalla CEI, Conferenza Episcopale Italiana.

Ci si può iscrivere – fino all’8 aprile, online attraverso il link
www.iniziative.chiesacattolica.it/convegnocatechesidisabili2019

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Ufficio Catechistico Nazionale
Tel. 06 66398275 email: ucn@chiesacattolica.it

Assemblea Soci AIPD 2019

L’Assemblea nazionale dei soci AIPD è fissata a Roma, presso il Roma Scout Center, largo dello Scautismo 1, in prima convocazione, alle ore 06,00 del 17 marzo 2019 e in seconda convocazione alle ore 9,00 del 17 marzo 2019.

Quest’anno è particolarmente importante la presenza del maggior numero dei nostri Soci per due ragioni: ci saranno le Elezioni per il rinnovo di tutti gli organi statutari (Presidente, Consiglio di Amministrazione, Collegio dei Revisori dei Conti, Collegio dei Probiviri); è prevista anche la modifica dello Statuto secondo le indicazioni della Legge Riforma del Terzo Settore.

Quest’anno inoltre l’Associazione festeggia i suoi 40 anni e nel pomeriggio e sera di sabato è previsto l’importante evento presso NH Hotel Vittorio Veneto.

I Soci che intendono partecipare devono inviare la scheda di iscrizione e l’eventuale prenotazione alberghiera allegata entro il 6 marzo 2019 via email a aipd@aipd.it. Anche i soci che NON pernottano devono comunicare la propria partecipazione.

PROGRAMMA
Sabato 16 marzo
NH Hotel Vittorio Veneto/Casa del Cinema – DA QUARANT’ANNI IN VIAGGIO
Roma, Corso d’Italia/Largo Marcello Mastroianni 1 – Villa Borghese
h.15,30 – 21,00

Domenica 17 marzo ASSEMBLEA ORDINARIA
Ore 8,30-9,30 registrazione
Ore 9,30 Nomina segretario Assemblea; Presentazione dei candidati per il nuovo Consiglio di Amministrazione, Presidenza, Collegio dei Revisori e Collegio dei Probiviri; Nomina degli scrutatori
Ore 10 Modifica Statuto AIPD Nazionale
Ore 10,30 Pausa per le votazioni per il rinnovo delle cariche sociali (spoglio)
Ore 11,30 Presentazione Bilancio Sociale 2018 e Programma delle attività 2019, Bilancio Consuntivo 2018 e Preventivo 2019, discussione e votazioni
Ore 12,30 Proclamazione degli eletti
Ore 13,00 Chiusura dei lavori
Quest’anno, date le numerose attività previste per i 2 giorni e la scarsa affluenza dello scorso anno, non saranno organizzate le attività collaterali per bimbi e ragazzi e adulti con sindrome di Down e non.

40 anni di AIPD. “Masterchef Italia 8” li festeggia con noi

Emanuele Raffaelli, Giacomo Cannucciari, Giovanni Grillo, Luca Di Franco, Federico Cappellani, Martina Mencuccini, Tommaso Tirone, Benedetta Menghini, Giulia Smacchi, Nicolò Manfredi e Simone Ippoliti sono i giovani con sindrome di Down protagonisti, insieme ai cuochi, della puntata di Masterchef Italia in onda giovedì 21 febbraio 2019 alle ore 21,15, con un’esterna dedicata al quarantennale dell’Associazione Italiana Persone Down

DS Leisure, quarto incontro del gruppo di lavoro

Proseguono le attività del progetto europeo promosso dall’associazione rumena ASOCIATIA LANGDON DOWN OLTENIA CENTRUL EDUCUL EDUCATIONAL TEODORA ALDO-CET e al quale AIPD in qualità di partner.
Dopo l’incontro che si è tenuto il 24 e martedì 25 settembre 2018 in Olanda, è in corso in questi giorni, da lunedì 18 a mercoledì 20 febbraio 2019, il quarto incontro, a Salonicco, ospiti dell’Università Aristotele. Presenti per AIPD, Monica Berarducci e Carlotta Leonori.

DS LEISURE si propone di accrescere le competenze in termini di attitudini, abilità e conoscenze delle persone con sindrome di Down e delle persone che le circondano, familiari, professionisti e volontari, su come sviluppare il tempo libero inclusivo, attraverso un innovativo programma di formazione.
Il progetto ha un sito dedicato che è www.dsleisure.eu e una pagina Facebook

Premio Fipresci al film “Dafne”

Prestigioso riconoscimento al film “Dafne“, di cui avevamo parlato qualche settimana fa su questo sito e al quale AIPD e Comitato Siblings Onlus – Fratelli e sorelle di persone con disabilità hanno dato il loro patrocinio.

Il film di Federico Bondi conquista il Premio Fipresci (Fédération Internationale de la Presse Cinématographique, il premio dei critici internazionali), assegnato nel corso della 69/a edizione del Berlinale, il Festival di Berlino che si è chiuso il 16 febbraio 2019. Motivazione: “Per il ritratto toccante e profondamente umano di una figlia coraggiosa e del suo amorevole padre che cerca di superare il dolore e per le indimenticabili interpretazioni di Carolina Raspanti e Antonio Piovanelli”.

Il film è prodotto da Vivo film con Rai Cinema e sarà nelle sale dal 21 marzo. Protagonista è Carolina Raspanti, giovane donna con sindrome di Down.

 

Valueable Network

L’esperienza “Valueable Network“, promossa da AIPD Nazionale attraverso il progetto omonimo, ha dato vita ad una rete europea di imprese attive nel settore dell’ospitalità che ad oggi conta più di 100 realtà.
Alberghi, ristoranti, bed&breakfast, fast-food… in Italia, Spagna, Portogallo, Germania, Ungheria e Turchia che stanno ospitando tirocini, stage, o che, avendone riconosciuto il valore professionale, hanno ospitato tirocini o assunto persone con sindrome di Down o con altre disabilità intellettive.

La rete si basa sulla costruzione di una forte alleanza tra il mondo delle imprese e quello di chi cura la formazione in situazione e l’inserimento lavorativo per implementare quest’ultimo..

Invitiamo chi conosce esperienze già realizzate o in corso a sollecitarle ad entrare nella rete Valueable.

La rete è aperta e in continua espansione. A chi aderisce, rispettando alcuni criteri inderogabili (adottando comportamenti contro la discriminazione e in favore dell’inclusione) è riconosciuta la certificazione internazionale “Valueable – Handing opportunities”:
– bronzo, a chi ha promosso contratti di tirocinio;
– argento, a chi ha assunto con contratti di lavoro a tempo determinato o indeterminato;
– oro, a chi ha assunto con contratti di lavoro a tempo determinato o indeterminato e ha agito in qualità di ambasciatore del marchio Valueable.
I membri della rete ricevono il sostegno da parte delle organizzazioni esperte di inclusione lavorativa, attraverso la messa in rete di strumenti di lavoro, video, formazione online per colleghi e manager. Inoltre, accrescono la loro visibilità.

Come entrare nella rete Valueable
– l’azienda interessata invia la domanda al Comitato Internazionale Valueable (omoaipd@gmail.com)
– il Comitato internazionale valuta la domanda e, se del caso, invia il certificato all’azienda, che sarà inserita nel Catalogo Valueable
– l’azienda ha diritto all’uso del marchio per 2 anni, nel rispetto del Regolamento Valueable.

DOWNTOUR

“DownTour”, dal 21 marzo al 13 ottobre il camper di AIPD attraversa l’Italia

Una “staffetta”in 37 tappe, in cui si avvicenderanno altrettanti equipaggi composti da due persone con sindrome di Down, un operatore e un familiare. Un viaggio che inizierà con la Giornata mondiale e finirà con la Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down.
Così AIPD celebra i suoi 40 anni

Roma, 5 febbraio 2018 – Partirà il 21 marzo (Giornata mondiale delle persone con sindrome di Down) da Roma e attraverserà l’Italia in 37 tappe, per concludersi il 13 ottobre (Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down), sempre nella capitale: un camper con un equipaggio che ad ogni tappa cambierà, ma che sempre sarà composto da due persone con sindrome di Down, un operatore e un familiare. Si chiama “DownTour” ed è una delle iniziative principali organizzate dall’AIPD in occasione del suo 40° anniversario. Un viaggio per “mostrarsi”, innanzitutto, visto che in 40 anni soprattutto questo è cambiato: se prima la sindrome di Down non si vedeva, perché le persone restavano chiuse in casa, oggi queste si incontrano facilmente nelle strade, sui mezzi pubblici, a scuola e anche nei luoghi di lavoro. Perché le persone “con un cromosoma in più” non devono avere neanche un’opportunità in meno, ma devono poter esercitare la propria autonomia e le proprie potenzialità. E’ quello che AIPD ripete da 40 anni e che oggi vuole ribadire, in occasione di questa importante ricorrenza, portando in giro per l’Italia questo camper dell’inclusione.

Il DownTour: come. Ogni tappa sarà un incontro e uno scambio di informazioni e di esperienze, ma anche un momento di socialità e convivialità. In ogni città in cui sosterà, il camper con il suo equipaggio animerà almeno un evento sul territorio: una dimostrazione sportiva, un evento gastronomico, una conferenza, una testimonianza di vita. Le persone con sD della località ospitante, sostenute dalla sede AIPD di riferimento, integreranno con propri interventi l’azione degli ospiti e li porteranno a conoscere la propria città ed il territorio circostante.

Il DownTour: dove. Il camper stazionerà in zone centrali e molto frequentate, dove distribuirà materiale informativo e sarà a disposizione di chi volesse conoscere più da vicino questo mondo. Sarà anche un’occasione per raccogliere fondi a sostegno dell’associazione: a fronte di una libera donazione, sarà distribuito un gadget ricordo del tour.

Il DownTour al Quirinale. I diversi equipaggi che si avvicenderanno sul camper, tappa dopo tappa, terranno un diario di testi e immagini, che alla fine del viaggio sarà consegnato al presidente della Repubblica Mattarella, al Quirinale che da ormai venti anni accoglie i ragazzi dell’associazione per tirocini di formazione al lavoro.

Perché il DownTour. Questo viaggio in camper lungo sei mesi vuole promuovere la piena inclusione sociale delle persone con sD e la loro partecipazione alla cittadinanza attiva, ma anche favorire una maggiore consapevolezza e capacità di autorappresentarsi delle persone con sD e delle loro famiglie. Intende inoltre sensibilizzare l’opinione pubblica, sia attraverso le iniziative locali sia attraverso la campagna mediatica nazionale che accompagnerà il tour. Infine, questo viaggio servirà a mostrare i volti, le storie e le capacità delle persone con sindrome di Down, in coerenza con l’impegno e il lavoro che da 40 anni AIPD porta avanti. «Oggi molte persone con sindrome di Down sono in grado di autorappresentarsi, di lavorare, di esprimere la loro opinione, ma esistono ancora tanti stereotipi. Vogliamo che il tour dia loro spazio per incontrare la gente e condividere risate, scoperte, tempo per conoscersi meglio. Sicuramente in questi 40 anni abbiamo fatto tanta strada, ma ci sono ancora situazioni tali per cui non si ha la stessa disabilità se si ha la sindrome di Down in un luogo o nell’altro», spiega Anna Contardi, coordinatrice nazionale AIPD.

Hanno già offerto il proprio sostegno al DownTour  l’azienda Papa Dolce-amaro, la casa editrice Erickson, la Frognroll.net, l’Associazione Italiana Chef

40 anni di AIPD. L’Associazione Italiana Persone Down nasce il 2 gennaio 1979 a Roma da un piccolo gruppo di famiglie con il nome di Associazione Bambini Down (A.B.D.). Nel 1982 a Viterbo si forma la prima Sezione territoriale. Oggi le sezioni di AIPD sono 52, estese su tutto il territorio nazionale, dal Trentino Alto Adige alla Sicilia. L’ultima è stata aperta all’inizio di febbraio a Tempio Pausania. La sede nazionale si trova a Roma. Fin dall’inizio, obiettivo dell’associazione è “portare allo scoperto” la sindrome di Down, che negli anni in cui l’AIPD nacque era ancora per lo più nascosta e invisibile. Sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti ma anche sulle potenzialità delle persone con sindrome di Down è il filo conduttore di questa storia lunga 40 anni. Accompagnare queste persone nello sviluppo di queste potenzialità, offrendo strumenti, capacità e opportunità è il lavoro che ogni giorno si svolge dentro le 52 sedi dell’associazione. «E’ grazie allo sforzo delle famiglie, dei volontari, degli operatori, ma soprattutto delle persone con sindrome di Down che siamo arrivati fin qui. Ma ancora vediamo di fronte a noi molti obiettivi possibili e necessari. E penso soprattutto ai bisogni degli adulti, dei più gravi e degli stranieri che rappresentano le nostre emergenze oggi» dice Paolo Virgilio Grillo, Presidente nazionale di AIPD.

Chi trova un lavoro trova un tesoro

Proseguono gli inserimenti previsti dalla linea 3 del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“promosso da AIPD Nazionale con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – art. 72 del Codice del Terzo Settore, D. Lgs N. 117/2017 – annualità 2017.
L’11 febbraio 2019 è iniziato il tirocinio di Lorenzo Mazza, 25 anni con sindrome di Down di Ostia, socio di AIPD Roma, impegnato come commesso presso l’area Cross e fitness del punto vendita Decathlon di Fiumicino.

Si tratta del secondo tirocinio attivato dal SIL di AIPD Roma nell’ambito del progetto nazionale (il primo è stato quello di Matteo Girotta presso il Mercato Centrale) ma anche la seconda esperienza romana promossa grazie all’accordo siglato tra AIPD Nazionale e la catena Decathlon nel febbraio 2018, volto a favorire la realizzazione di inserimenti al lavoro di persone con sindrome di Down (il precedente tirocinio di Nicolas Confaloni, è sfociato poi nella sua assunzione  con contratto a tempo indeterminato).

“Nuovi Eroi” racconta la storia di Valerio Catoia

Ricorderete la storia di Valerio Catoia, il giovane con sindrome di Down che nell’estate 2017 si rese protagonista di un salvataggio in mare di una bambina in difficoltà tra le onde del mare di Sabaudia (Latina). Un gesto dettato non solo da generosità ma anche dalle competenze che Valerio possiede, essendo un nuotatore qualificato e soprattutto avendo frequentato un corso di salvataggio in mare.

Quel gesto è valso a Valerio  il titolo di Alfiere della Repubblica, insignito dal Presidente Sergio Mattarella. Istituito dal 2010 l’“Attestato d’Onore”, che attribuisce il titolo, premia quei giovani minorenni che, per comportamento o attitudini, rappresentano un modello di buon cittadino. I premiati si sono distinti nello studio, in attività culturali, scientifiche, artistiche, sportive, nel volontariato oppure hanno compiuto atti o adottato comportamenti ispirati a senso civico, altruismo e solidarietà.

Rai Tre ha dedicato la trasmissione “Nuovi Eroi“, in onda tutti i giorni alle 20,25, ai cittadini che hanno ricevuto riconoscimenti al Merito della Repubblica Italiana, raccontando in ogni puntata la storia di ciascuno di loro. La puntata di mercoledì 13 febbraio 2019 racconterà la storia di Valerio Catoia.

#ROMANTICA FemalCut

A febbraio #ROMANTICA, l’appuntamento mensile promosso dall’associazione di donne FemaleCut, al Queen Mab – Burger & Spirits, il cocktail bar del ristorante Romeo Chef&Baker, sarà dedicato all’AIPD Nazionale.

Un appuntamento speciale per contrastare ogni forma di pregiudizio e stereotipo e sostenerci in occasione della celebrazione dei nostri 40 anni.
A Roma, Piazza dell’Emporio venerdì 8 febbraio, dalle 19,00 in poi, con ingresso gratuito (per la cena si consiglia la prenotazione).

Mondiali Parataekwondo 2019

La Nazionale italiana di ParaTaekwondo rientra dai Mondiali 2019 con tre medaglie, un argento e due bronzi.
L’argento lo conquista Riccardo Zimmermann (categoria P32), i due bronzi arrivano da Giovanni Sunseri (P33) e Michele Cianciotto (P20);
Michele è un giovane con la sindrome di Down, socio di AIPD Bari, alla sua prima partecipazione internazionale.
Gli altri atleti sono: Antonino Bossolo, Federico Fricano, Stefano Guglielmi (socio di AIPD Roma), Davide Spinelli, Matteo Tosoni.

Chi trova un lavoro trova un tesoro, avviato tirocinio da AIPD Bari

Da lunedì 4 febbraio 2019 e per i successivi 12 mesi, Marco Carella, giovane con sindrome di Down di AIPD Bari, sarà impegnato in un periodo di tirocinio presso il negozio “Leroy Merlin” di Santa Caterina.
Marco sarà operativo nel reparto “accessori bagno” svolgendo attività di riordino dei prodotti sugli scaffali.

L’inserimento rientra tra le attività del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro”, promosso da AIPD Nazionale e finanziato con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, cui AIPD Bari aderisce partecipando alla Linea 3 “Imparare un lavoro”.

Chi trova un lavoro trova un tesoro

Come preannunciato dal comunicato stampa del 25 gennaio 2019, sono in avvio le esperienze di tirocinio “fuori casa”, previsti dalla Linea 2 del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“.

Annarita e Claudia, di AIPD Caserta, insieme all’operatore Gianfrancesco, saranno impegnate per 3 settimane (dal 4 al 24 febbraio 2019) presso l’ Aqualux Hotel Spa Suite & Terme di Bardolino (Verona). Claudia sarà assegnata alla cucina o sala, Annarita alla reception e spa.

Chi trova un lavoro trova un tesoro

Francesca Sciatà, Francesca Tringale, Verdiana Barrica e Flavia De Melio sono le 4 giovani con sindrome di Down dell’AIPD di Catania che dal 29 gennaio 2019 sono impegnate presso il ristorante Agricolab in un’esperienza di formazione al lavoro.
Per due mesi ogni giovane frequenterà il ristorante tre volte a settimane occupandosi del servizio colazione, dalle 8 alle 10.
Al termine dell’esperienza per una di loro sarà avviato un tirocinio finalizzato all’assunzione.

Questo inserimento è parte delle attività previste dalla Linea 2 del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“.

Chi trova un lavoro trova un tesoro

Come preannunciato dal comunicato stampa del 25 gennaio 2019, sono in avvio le esperienze di tirocinio “fuori casa”, previsti dalla Linea 2 del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“.

I primi giovani a partire sono Luca e Stefania, di AIPD Potenza, che, insieme all’operatrice Giovanna, saranno impegnati per 3 settimane (dal 25 gennaio al 16 febbraio) presso l’INOUT Hostel di Barcellona (Spagna).

Il gruppo di AIPD Potenza è in Spagna insieme ai giovani di AIPD Reggio Calabria, impegnati in un tirocinio di tre settimane presso l’ostello per il progetto “Vado all’estero per lavorare

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”

L’ASSOCIAZIONE ITALIANA PERSONE CON SINDROME DI DOWN AVVIA TIROCINI IN TUTTA ITALIA E ALL’ESTERO PER SCOPRIRE IL MONDO DEL LAVORO

Roma, 25 gennaio 2019 – Partono in questi giorni da Potenza, Brindisi e Siracusa i primi tirocini (dei 68 previsti), in Italia e all’estero, per giovani con sindrome di Down (sdD) della rete AIPD. Questi fanno parte di un contingente complessivo di 98 persone con sindrome di Down, coinvolte nel progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro”, promosso da AIPD, l’Associazione Italia Persone Down Onlus. Un progetto avviato nel luglio 2018 e della durata di 18 mesi, con il contributo del Ministero Del Lavoro E Delle Politiche Sociali (art. 72 del Codice del Terzo Settore, D. Lgs N. 117/2017 – annualità 2017), che ha l’obiettivo di accompagnare i giovani con sdD verso il lavoro, tramite la costruzione di condizioni e competenze.

Nell’ambito di “Imparare a lavorare”, che è uno dei tre percorsi previsti dal progetto, dopo una lunga fase di orientamento al lavoro (realizzata tramite 10 incontri locali per sede e 1 seminario nazionale a Roma di 5 giorni) verranno avviate, da fine di gennaio per tutto l’anno, due esperienze di tirocinio per ognuno dei 34 partecipanti: una sul proprio territorio, una in altre realtà (in Italia o all’estero). I giovani con sindrome di Down si metteranno alla prova in esperienze intensive nel settore dell’accoglienza e ristorazione per i tirocini fuori città, ma anche in altri settori per quelli nelle proprie realtà territoriali. Partecipano a questa linea del progetto 9 sedi territoriali: ArezzoBrindisiCampobassoCasertaCataniaCatanzaroPotenzaSiracusa Termini Imerese.

Per quanto riguarda i tirocini “fuori città”, in base alle loro competenze e all’esperienza finora maturata, i partecipanti con sdD si sperimenteranno in esperienze da un minimo di 1 ad un massimo di 3 settimane fuori, presso diverse realtà. Nel dettaglio:
– 10 persone con sdD lavoreranno per 1 settimana a Roma, presso il Servizio Cucina e Tavola del Quirinale;
– 10 persone con sdD lavoreranno 2 settimane consecutive presso il Sunrise Accessible Resort di Battipaglia (SA), l’hotel Meliá Genova e l’Hotel ME Milan Il Duca di Milano;
– 8 giovani lavoreranno per 3 settimane consecutive presso l’ Inout Hostel Barcelona di Barcellona e il Crowne Plaza di Amburgo;
– 6 persone con sdD saranno impegnate per 2 o 3 settimane consecutive presso l’ Aqualux Hotel Spa Suite & Terme di Bardolino (VR).

Tutti i tirocini “fuori città” saranno realizzati con lo stesso modulo di lavoro: 2 persone con sdD e 1 operatore AIPD (con ruolo di tutor) della stessa sezione. Le 34 esperienze saranno realizzate in momenti diversi dell’anno.
«Speriamo che questo intenso percorso di orientamento e formazione, vissuto da tutti i giovani con sdD con serietà e motivazione“- spiega Monica Berarducci, responsabile dell’Osservatorio sul Mondo del Lavoro di AIPD nazionale – “sia utile a far trovare loro quanto prima il proprio posto nel mondo del lavoro. Le positive risposte finora pervenute dalle aziende ci fanno pensare che sarà così, se non per tutti, almeno per la maggior parte».

Simone Indellicato, un ragazzo di AIPD Sezione Siracusa, che il prossimo 3 febbraio partirà per Roma, si racconta così: «Sono contento di questa nuova avventura, l’idea di lavorare per la prima volta al Quirinale mi emoziona. Ho capito quanto è importante per me lavorare, essere adulto e responsabile. Voglio continuare a diventare grande e vedere mamma e papà fieri di me.»

Un nuovo tirocinio per AIPD Roma

Da martedì 22 gennaio 2019 Andrea Corradi, giovane con sindrome di Down di 25 anni, è impegnato presso il Camping Village, gestito dall’azienda Quarta Srl, in un tirocinio finalizzato all’assunzione della durata di 6 mesi. Svolgerà la mansione di cameriere.

Andrea non è alla sua prima esperienza di tirocinio, ha svolto nel 2015 un’esperienza presso l’hotel Melia per 3 mesi come cameriere, e tra il 2017 e il 2018 un anno presso l’ateneo della cucina Coquis come aiuto chef.
Tutti i suoi inserimenti sono stati supportati e gestiti dal SIL, Servizio di inserimento lavorativo dell’AIPD sezione di Roma.

“Vado all’estero per lavorare”

Dal 25 gennaio al 16 febbraio 2019 Matteo e Nicola della sezione AIPD di Reggio Calabria, accompagnati da un educatore, sono a Barcellona per svolgere un’esperienza di lavoro di tre settimane, nel settore alberghiero, presso l’ostello Inout.

L’attività è parte dell progetto “Vado all’estero per lavorare”, finanziato dal programma comunitario Erasmus Plus nell’ambito dell’azione Ka1 Learning Mobility of Individuals (Mobilità ai fini di apprendimento); si tratta del primo degli 8 tirocini previsti dall’iniziativa, che coinvolgerà complessivamente 24/26 giovani con sindrome di Down, di età compresa tra i 18 e 25 anni, provenienti da 12 sezioni AIPD.

Reddito di cittadinanza e cittadini con disabilità

Comunicato stampa FISH

Roma, 18 gennaio 2019 «Uno degli impegni più severi nelle prossime ore sarà quello di spiegare alla nostra gente come – al di là degli annunci e dei giochi con i numeri e le parole – la disabilità sia stata ignorata nel decreto sul reddito di cittadinanza.»

Così commenta Vincenzo Falabella, Presidente FISH, il testo del decreto legge approvato ieri sera in Consiglio dei Ministri e su cui FISH aveva chiesto con decisione emendamenti volti a migliorarne i contenuti che non sono stati accolti nemmeno in minima parte.
“Alle moltissime persone che già ci contattano in queste ore andrà innanzitutto spiegato che l’annunciato aumento delle pensioni di invalidità non trova alcuna concretezza nella misura approvata dal Governo.”

Ma non è tutto: per come è articolato il testo, i nuclei in cui sono presenti persone con disabilità, titolate di pensione di invalidità civile, verranno inequivocabilmente trattati meno favorevolmente delle famiglie in cui non sia presente una persona non autosufficiente o con disabilità. E questo a identica situazione di povertà assoluta.
«Perché? Il gioco è molto semplice: – prosegue Falabella – vengono considerate alla stregua di un reddito le stesse pensioni di invalidità, criterio che avevamo chiesto fosse espunto dal decreto. Inoltre nessun coefficiente aggiuntivo considera la presenza di una persona disabile nel nucleo.» L’apparente contrasto sul “nodo disabili” fra le due forze di maggioranza non ha prodotto alcuna modificazione sostanziale alla bozza del decreto.

Il Ministro Di Maio però ha dichiarato che il reddito di cittadinanza riguarda anche circa 250mila nuclei in cui sia presente una persona con disabilità. «Si gioca con i numeri: in Italia, e ce lo dice ISTAT, esistono 1.700.000 nuclei in condizione di povertà assoluta. Questi rappresentano, per dichiarazione dello stesso Governo, la platea dei beneficiari del reddito e della pensione di cittadinanza. All’interno di quei nuclei poveri assoluti vi sono anche persone con quella disabilità che è una delle prime cause di impoverimento. Quando il Governo, in tutte le sue componenti, è stato messo alle strette dalle nostre serrate critiche, il Ministero del Lavoro ha effettuato un sommario controllo sulla banca dati ISEE scoprendo che vi è un numero consistente di famiglie sotto la soglia di 9.360 euro con una persona con disabilità al loro interno. Appurato tardivamente ciò, invece di elaborare risposte congruenti, ha usato il dato a fini propagandistici lasciando inalterati quei criteri che trattano meno favorevolmente proprio quei nuclei.»
I risultati sono quindi evidenti: nessun propagandato aumento delle pensioni di invalidità e l’importo del reddito di cittadinanza sarà, in tutti i casi, più basso quando in famiglia c’è un disabile, un titolare di pensione sociale, un giovane che percepisce una borsa lavoro.

«Di fronte a queste evidenze – conclude il presidente Falabella – non ci resta che chiamare a raccolta le nostre associazioni e tutte le organizzazioni dell’impegno civile e chiedere con forza al Parlamento di censurare e modificare quel testo visto che il Governo ha pedissequamente ignorato ogni ragionevole richiesta di emendamento!»

“Sono adulto!”

In programma l’8 e 9 marzo 2019 il convegno internazionale “Sono adulto! DISABILITÁ. Diritto alla scelta e progetto di vita“, organizzato da Erickson presso il Palacongressi di Rimini.

Il Convegno si rivolge principalmente a coordinatori e dirigenti di servizi sociali e sanitari che si occupano di persone con disabilità;
educatori, assistenti sociali, psicologi e altri operatori sociali e sanitari che lavorano nell’ambito della disabilità adulta.

Tra i relatori, per AIPD, Anna Contardi, coordinatrice nazionale, che terrà il giorno 9 marzo, il workshop “Lascia fare a me! Come favorire le autonomie personali” (insieme a Francesca Fanelli, di AIPD Roma) e un colloquio-intervista con Luigi Alfani, papà di Marta, nell’incontro “Mia figlia è diventata grande”.

Marta Alfani e suo marito Mauro Ursella, due coniugi con sindrome di Down, sono presenti al convegno dove interverranno, l’8 marzo, all’incontro “Vita indipendente: per pochi, per molti o per tutti?”.

Carlotta Leonori e Francesco Cadelano presenteranno, venerdì 8 marzo alle ore 13,30, il volume “Informarsi, capire, votare: l’importante è partecipare”, ottavo libro realizzato in alta leggibilità da operatori AIPD e pubblicato da Erickson nella collana “Laboratori per le autonomie”.

Molti altri i relatori e gli incontri da segnalare, tra tutti Andrea Canevaro, professore emerito dell’Università di Bologna (da sempre membro del Comitato Scientifico AIPD).

 

Invalidità civile, importi per il 2019

L’INPS ha pubblicato la circolare n. 122, 27 dicembre 2018, “Rinnovo delle pensioni, delle prestazioni assistenziali e delle prestazioni di accompagnamento alla pensione per l’anno 2019”, contenente, tra gli altri, gli importi delle pensioni e delle indennità riconosciute agli invalidi civili (alla pag. 30 dell’allegato 2, nella Tabella M.3).

– Indennità di accompagnamento
per invalidi civili (minori e maggiorenni, 100% di invalidità e necessità di assistenza continua):
€ 517,84

– Pensione di invalidità
(maggiorenni, 100%):
€ 285,66. Il limite di reddito è fissato in € 16.814,34

– Assegno mensile
(maggiorenni, invalidità compresa tra il 74 e il 99%):
€ 285,66. Il limite di reddito è fissato in € 4.906,72

– Indennità di frequenza
(minori con difficoltà a svolgere i compiti e le funzioni della propria età che frequentano nido, scuola e/o svolgono terapie continuative presso ASL o centri convenzionati):
€ 285,66. Il limite di reddito è fissato in € 4.906,72.

Gli importi per il 2019 resteranno indicati su questo sito in “Diritti”, nella pagina dedicata.

2019. AIPD COMPIE 40 ANNI, FESTEGGIAMOLI INSIEME!

2019. AIPD COMPIE 40 ANNI, FESTEGGIAMOLI INSIEME!

Il 2 gennaio 1979 si costituiva formalmente la nostra associazione. Allora il suo nome era “Associazione Bambini Down”.
Un articolo pubblicato sulla nostra rivista “Sindrome Down Notizie”, a firma di uno dei soci fondatori dell’associazione, Enzo Razzano, ne ripercorre i primi passi.

Con la “Tombola di Natale” iniziamo questo nuovo anno per tutti noi così speciale. Alle ore 20 mercoledì 2 gennaio, il ristorante Artesfizio, in via Sistina 14/A a Roma, ospita una serata con cena e tombolata per sostenere l’associazione. Per avere informazioni e prenotare: 06 42016314

Evento
Associazione Italiana Persone Down: da 40 anni in viaggio“, sabato 16 marzo a Roma

Spot
realizzato da Frognroll con Lino Guanciale; location: Romeo Chef Baker, Vivai Le Mura, Libreria Testaccio, scuola primaria G.G. Badini

Down Tour. Un viaggio itinerante lungo la penisola.
Un camper farà sosta in 37 città per incontrarci e scambiare idee, con l’entusiasmo per essere arrivati e la smania di ripartire. Dal 21 marzo (Giornata Mondiale delle Persone con sindrome di Down) al 13 ottobre (Giornata Nazionale delle Persone con sindrome di Down). Con il sostegno di Papa Dolce-amaro, la casa editrice Erickson, la Frognroll.net, l’Associazione Italiana Chef
Segui il viaggio, sali a bordo!

Auguri ai 40enni!
AIPD compie 40 anni e tanti suoi soci con lei. Nel 2019 li festeggeremo insieme, inviando loro auguri speciali

Masterchef Italia 8
Nel 2019 una puntata speciale della fortunata trasmissione in onda su SKY vedrà protagonisti giovani con sindrome di Down mettersi ai fornelli insieme ai concorrenti. Giovedì 21 febbraio, ore 21.15

DAFNE, lungometraggio su una trentenne con sindrome di Down
AIPD e Comitato Siblings Onlus hanno dato il loro patrocinio al film realizzato dal regista Federico Bondi (produzione VivoFilm con Rai Cinema) che sarà presentato, in anteprima mondiale, al Festival Internazionale del Cinema di Berlino in programma dal 7 al 17 febbraio 2019. Una serata-evento sarà organizzata anche in Italia, prevista in occasione dell’evento a Roma sabato 16 marzo (ore 21.00, Casa del Cinema) cui presenzieranno Carolina Raspanti, la protagonista, e il regista Federico Bondi.

Siamo sempre di più!
Almeno due nuove sezioni nasceranno nel 2019, a Benevento e a Tempio Pausania. E’ tutto pronto!

Tombola di Natale

Il ristorante Arte&Sfizio ospita a Roma, mercoledì 2 gennaio 2019, una cena e una serata con Tombolata per sostenere le attività di AIPD Nazionale.

In via Sistina 14, alle ore 20,00. Per prenotare: 0642016314

 

BUON NATALE E BUONE FESTE

aipd-buonnatale
Ti auguriamo un Buonissimo Natale e uno Splendido 2019! Grazie per essere stato con noi per tutto questo tempo.

Ci auguriamo che saremo ancora insieme nel 2019, un anno per noi particolarmente significativo… continua a seguirci sul sito e sui nostri canali social Facebook e Twitter, scoprirai perché!

 

 

 

 

Dafne, lungometraggio su una trentenne con sindrome di Down

Il Festival Internazionale del Cinema di Berlino in programma dal 7 al 17 febbraio 2019, ospiterà l’anteprima mondiale del lungometraggio “Dafne”, realizzato dal regista Federico Bondi.

La protagonista, Dafne, interpretata da Carolina Raspanti, è una giovane donna con sindrome di Down che si trova ad affrontare la perdita della madre e le conseguenze che questo porta sugli equilibri familiari e in particolare nel padre.  Insieme si troveranno a condividere un viaggio verso il paese natale della madre, che diventerà occasione per mettersi in gioco e scoprirsi reciprocamente.

Il lungometraggio è una produzione Vivo film con Rai Cinema, con il contributo di MIBAC – Direzione Generale Cinema, realizzato nel Programma Sensi Contemporanei – Toscana per il Cinema, con il sostegno di Regione Lazio e Unicoop Firenze.

AIPD e Comitato Siblings Onlus – Fratelli e sorelle di persone con disabilità hanno dato il loro patrocinio.

 

Inclusione scolastica, la nuova guida AIPD

GuidaInclusioneScolastica

L’Osservatorio Scolastico dell’AIPD Nazionale ormai da vent’anni offre una consulenza specifica sul tema dell’inclusione scolastica degli alunni con sindrome di Down o anche con altre disabilità, sia dal punto di vista normativo-giuridico che psico-pedagogico.

Negli anni ha partecipato attivamente al dibattito politico e culturale, ha realizzato diverse opportunità informative e formative e ha prodotto molteplici e diversi strumenti per contribuire a realizzare un’inclusione scolastica di qualità.

Questa Guida vuole essere un ulteriore strumento, completo e di facile consultazione, innanzitutto per le famiglie, ma anche per gli operatori della scuola, degli enti locali e per tutti coloro che possono essere interessati a sapere ciò che la normativa italiana prevede per l’inclusione scolastica degli alunni con disabilità.
Il formato elettronico di questa guida permetterà un rapido e costante aggiornamento del testo sulla base delle nuove norme che verranno emanate e della più recente giurisprudenza sull’argomento.

Conoscere e condividere le norme vuol dire sapere quali sono i ruoli di ciascuno, cosa è previsto e cosa deve essere garantito, senza pensare di dover chiedere o concedere “favori”.
Tutto questo pone le basi per una reale collaborazione scuola-famiglia, elemento indispensabile per un’inclusione scolastica che sia efficace ed utile per tutti gli attori coinvolti, primi fra tutti gli alunni con disabilità.

Speriamo di apportare un contributo utile, affinché l’inclusione scolastica aumenti sempre più in qualità e diventi realmente premessa per una più ampia inclusione sociale delle persone con disabilità.

Per qualunque segnalazione, osservazione, suggerimento, confronto o chiarimento su quanto abbiamo scritto potete contattare l’Osservatorio Scolastico AIPD all’indirizzo scuola@aipd.it o al numero 06/3723909.

La Guida è on-line e scaricabile gratuitamente dalla pagina Scuola del nostro sito. Eventuali contributi a fronte della fruizione del materiale sono graditi e possibili accedendo alla pagina “Donazioni” di questo sito.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, incontro di AIPD Milazzo-Messina

L‘AIPD Milazzo-Messina aderisce al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro” – promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – con azioni legate alla Linea 1 “Verso il lavoro”.
Le attività previste dalla Linea 1 intendono coinvolgere giovanissimi (15-22 anni) con sindrome di Down in un percorso intensivo di educazione all’autonomia.

La sezione organizza, per domenica 16 dicembre 2018, un incontro per presentare al territorio le attività; dalle ore 17 presso la sede in Via San Marco 154 a Milazzo.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, tirocinio per AIPD Castelli Romani

Proseguono gli inserimenti di giovani con sindrome di Down in aziende per periodi di tirocini finalizzati all’assunzione, previsti dal progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro”.
Anna Rita, di AIPD Castelli Romani, è impegnata da giovedì 6 dicembre 2018 presso il locale MacDonald’s di Anzio, in un tirocinio di inclusione sociale di tre mesi che dovrebbe poi trasformarsi, da qui a qualche mese, in un tirocinio secondo la L. 68/99.
Le mansioni sono di organizzazione, pulizia e servizio ai tavoli, preparazione alimenti, aiuto cucina e servizio bibite.
L’inserimento è seguito dal SIL attivo presso la sezione AIPD.

AIPD Castelli Romani partecipa al progetto, promosso da AIPD Nazionale e finanziato con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, con azioni inerenti alla Linea 3 “Imparare un lavoro”.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, incontro di AIPD Arezzo

L’AIPD Arezzo aderisce al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro” – promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – con azioni legate alla Linea 2 “Imparare a lavorare”.
Le attività previste dalla Linea 2 intendono coinvolgere giovani adulti (23-35 anni) con sindrome di Down, che avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo del lavoro attraverso percorsi di orientamento/confronto sul tema e stage/tirocini.

Per presentare il progetto al territorio, la sezione organizza il convegno “Verso il lavoro. Le persone con disabilità intellettiva da problema a risorsa”, in programma giovedì 13 dicembre 2018 alle ore 17,00 presso la Sala dei Grandi, Palazzo della Provincia.
Per AIPD Nazionale sarà presente Anna Contardi.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, incontro di AIPD Catanzaro

L’AIPD Catanzaro aderisce al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro” – promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – con azioni legate alla Linea 2 “Imparare a lavorare”.
Le attività previste dalla Linea 2 intendono coinvolgere giovani adulti (23-35 anni) con sindrome di Down, che avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo del lavoro attraverso percorsi di orientamento/confronto sul tema e stage/tirocini.

Per presentare il progetto al territorio, la sezione organizza per martedì 11 dicembre 2018 un incontro alle ore 16,30 presso la Sala Blu della Cittadella Regionale, località Germaneto.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, incontro di AIPD Campobasso

L’AIPD Campobasso aderisce al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro” – promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – con azioni legate alla Linea 2 “Imparare a lavorare”.
Le attività previste dalla Linea 2 intendono coinvolgere giovani adulti (23-35 anni) con sindrome di Down, che avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo del lavoro attraverso percorsi di orientamento/confronto sul tema e stage/tirocini.

Per presentare il progetto al territorio, la sezione organizza un convegno lunedì 10 dicembre 2018 alle ore 17.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Campobasso.

Un nuovo lavoratore per AIPD Mantova

Lunedì  12 novembre 2018, Filippo Molani, 20 anni socio di AIPD Mantova, il cui SIL ha curato l’inserimento, ha iniziato a lavorare, con un contratto a tempo determinato di 1 anno, presso l’azienda OPTO ENGENERING. Assunto con la qualifica di metalmeccanico, sarà impegnato come magazziniere e addetto alla ricezione e spedizione merci.

Valueable: Valore per l’Hotellerie. L’inclusione come strumento di crescita del settore

Alberghi Confindustria ha organizzato l’evento “Valueable: Valore per l’Hotellerie. L’inclusione come strumento di crescita del settore.” in programma mercoledì 12 dicembre 2018, alle ore 10.30 a Roma, presso Palazzo Wedekind.

L’incontro vuole dare visibilità all’esperienza “Valueable Network“, promossa da AIPD Nazionale attraverso il progetto omonimo, che ha dato vita ad una rete europea di imprese attive nel settore dell’ospitalità (alberghi, ristoranti,fast food…) che ad oggi conta più di 100 realtà. Nel corso della mattina saranno presentate le esperienze di inserimento già attive di persone con sindrome di Down da parte dei diretti interessati e dei datori di lavoro.

La partecipazione è libera ma occorre registrarsi.

“Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti”. Nuovo tirocinio per AIPD Roma

AIPD Roma annuncia l’avvio di un tirocinio realizzato nell’ambito del progetto nazionale “Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti“, promosso da AIPD nazionale e finanziato dal Dipartimento per le Pari opportunità.
Giulia Fastelli, giovane con sindrome di Down socia della sezione, ha iniziato lunedì 3 dicembre 2018, un periodo di 6 mesi presso RUFA, Rome University of Fine Arts.

L’inserimento è stato curato dal SIL della sezione in collaborazione con il Centro per l’Impiego.

Inclusione scolastica: gli impegni delle Federazioni FISH e FAND

COMUNICATO STAMPA FISH-FAND

INCLUSIONE SCOLASTICA: GLI IMPEGNI DELLE FEDERAZIONI

Il 3 dicembre, Giornata internazionale delle persone con disabilità, è stato l’occasione non tanto per una celebrazione, ma per confronti operativi che hanno visto protagoniste la FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità) e la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) in un importante confronto al Ministero dell’Istruzione.

L’Osservatorio permanente per l’inclusione scolastica, previsto e istituito da un decreto applicativo (66/2017) della legge sulla Buona Scuola, è un luogo importante per l’elaborazione e la condivisione di analisi, monitoraggi e azioni su quel tema così rilevante per i bambini e le bambine, gli alunni e le alunne con disabilità.

Un luogo, l’Osservatorio, praticato con impegno e convinzione anche dalle due maggiori federazioni, la FAND e la FISH, che sul fronte dell’inclusione scolastica negli ultimi anni hanno cercato sempre posizioni unitarie e di mettere in campo le migliori professionalità ed esperienze. E ieri appunto c’è stata una seduta di particolare rilievo, viste le aspettative e le urgenze espresse dalle Federazioni con maggiore forza negli ultimi mesi, ancor più dopo i disagi variamente segnalati e denunciati all’inizio del nuovo anno scolastico. Ma sul tavolo vi sono anche attesi provvedimenti in materia di sostegno, di valutazione della condizione di disabilità e altri impegni che discendono dalla concreta applicazione della normativa di più recente approvazione.

Fra i numerosi aspetti affrontati nella seduta, le Federazioni hanno accolto con favore il recepimento di alcune proposte già espresse e relative proprio al decreto legislativo 66/2017 (Norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità).
Questo atto sarà oggetto di sostanziali rettifiche e modificazioni che il Ministero ha avuto modo di presentare alle Federazioni. Le più importanti riguardano alcune precisazioni sui Gruppi di lavoro, non espressamente previsti dalla nuova normativa, ma invece ritenuti essenziali per operare sull’inclusione scolastica. Il loro ruolo verrà confermato ed espresso in sede di modificazione del decreto 66/2017. Al pari, e questo è molto importante per alunni e famiglie, verrà reinserito nel Piano Educativo Individualizzato (PEI) l’obbligo di indicare espressamente il monte ore di sostegno e di assistenza all’educazione e alla comunicazione.

Altri dettagli importanti, anche se forse ancora da raffinare, utili a ridisegnare il sistema e le responsabilità, riguardano gli altri ambiti di progettazione e applicazione dei PEI, ad esempio i Gruppi per l’Inclusione Territoriale (GIT).

Su tutti gli aspetti le Federazioni hanno indicato correzioni e aggiustamenti specifici che il Ministero si è dichiarato disponibile a integrare nello schema di disegno di legge.

Tecnicamente il decreto 66/2017 entra in vigore il 1° gennaio 2019, ma ciò impedirebbe di introdurre le modifiche in via di elaborazione.
L’ipotesi è quindi di prorogarne l’entrata in vigore a settembre 2019.

Per il MIUR erano presenti sia il Ministro Marco Bussetti che il sottosegretario Salvatore Giuliano che al termine della seduta ha dichiarato:”Sono davvero orgoglioso che, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, siamo riusciti a promuovere un vero e proprio cambio di passo nel campo dell’inclusione scolastica. Abbiamo lavorato, tutti insieme, per modificare i concetti di fondo con cui guardiamo agli alunni con disabilità, abbiamo voluto,
concretamente, promuovere la crescita della cultura inclusiva della scuola.”

Analoga soddisfazione quella espressa dai due presidenti delle Federazioni, Franco Bettoni (FAND) e Vincenzo Falabella (FISH), che comunque manterranno la consueta vigile attenzione sui dettagli
applicativi degli atti successivi.

 

ndr: AIPD Nazionale è tra i membri dell’Osservatorio Permanente per l’Inclusione Scolastica operativo presso il MIUR. All’incontro è stato presente  il dott. Nicola Tagliani, dell’Osservatorio Scolastico AIPD

 

Donne con disabilità, violenze e abusi: basta silenzi!

Comunicato stampa FISH

Donne con disabilità, violenze e abusi: basta silenzi!
11 dicembre 2018, ore 10-13:30
Senato della Repubblica
Sala dell’Istituto di Santa Maria in Aquiro
Piazza Capranica 72, Roma

Anche le donne con disabilità subiscono abusi, molestie e violenze. Secondo ISTAT circa il 36% delle donne con disabilità ha subìto violenze fisiche o sessuali; le stesse corrono il doppio del rischio di subire violenza rispetto alle altre donne: il 10% contro il 4,7%.
Dietro questi freddi dati numerici ci sono migliaia di storie di vita, ancora poco note e conosciute.

Alzare il sipario e puntare i riflettori sul fenomeno è l’obiettivo di VERA (acronimo per Violence Emergence, Recognition and Awareness), un’iniziativa di FISH – Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap e di Differenza Donna. Come? Chiedendo alle stesse donne con disabilità di raccontare le loro esperienze attraverso un agile questionario anonimo.
A due mesi dal lancio dell’indagine (che prosegue nel sito http://www.fishonlus.it/vera/), è il momento propizio per un confronto.
Lo faremo nell’incontro pubblico “Donne con disabilità, violenze e abusi: basta silenzi!” che si terrà a Roma il giorno 11 dicembre (ore 10-13:30). Grazie al sostegno della Senatrice Annamaria Parente, l’incontro si terrà presso il Senato della Repubblica, Sala dell’Istituto di Santa Maria in Aquiro, Piazza Capranica 72.

Sarà l’occasione per evidenziare i primi risultati dell’indagine, per presentare un breve docufilm (“Silenzi interrotti”, regia di Ari Takahashi) realizzato in queste settimane ma anche per iniziare un confronto di riflessione, condivisione e azione.
Oltre a rappresentanti del movimento delle donne con disabilità (e non), sono stati invitati ad intervenire parlamentari e rappresentanti delle istituzioni. L’invito a partecipare è rivolto a tutti. L’incontro sarà sottotitolato.

Si tenga presente che la capienza della sala è limitata e gli accessi potranno avvenire solo per le persone precedentemente accreditate. Gli accrediti vanno richiesti a presidenza@fishonlus.it entro il giorno 7 dicembre.

Per maggiori informazioni:
presidenza@fishonlus.it
Via Filippo Corridoni, 13 – 00195 Roma
Tel. 06.78851262

Ancora un tirocinio per AIPD Caserta

Solo pochi giorni fa era stata diffusa la notizia dell’avvio di due tirocini realizzati da AIPD Caserta presso due negozi della catena Decathlon. Dopo Andrea Scialla e  Nicola Antoniciello, lunedì 3 dicembre 2018 è stata la volta di Monica Margheron, impegnata in un tirocinio retribuito di 6 mesi presso il reparto nuoto del negozio Decathlon di Casoria.

Gli inserimenti sono il frutto dell’accordo, stipulato nello scorso mese di febbraio da AIPD-AGPD con la catena.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, incontro con AIPD Pisa

AIPD Pisa partecipa al progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“, promosso da AIPD Nazionale e finanziato con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, con azioni inerenti alla Linea 3 “Imparare un lavoro”. La Linea 3 del progetto coinvolgerà nel territorio nazionale 18 adulti (tra i 23 e i 40 anni) già protagonisti di azioni di orientamento che saranno inseriti nel mercato del lavoro attraverso tirocini finalizzati all’assunzione.

La sezione AIPD ha presentato le attività del progetto nazionale partecipando lunedì 3 dicembre 2018 ad un evento organizzato dal Comune di Pisa per celebrare la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità

*L’immagine è stata presa dal profilo Fb del Comune di Pisa

Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità

Il 3 dicembre è la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, un giorno per riflettere, per conoscere una realtà che qualcuno può pensare “non mi riguarda” ma che invece coinvolge tutti.

Ogni volta che invadiamo un passaggio con la nostra auto e aggraviamo la condizione di disabilità di qualcuno “ci riguarda”; ogni volta che riusciamo a passare con il carrello della spesa più agevolmente sullo stesso passaggio creato per favorire la mobilità e l’inclusione di una persona con un’invalidità motoria, “ci riguarda”.

Ogni volta che siamo scorbutici e frettolosi quando una persona con disabilità cognitiva ci chiede un’informazione e le rendiamo più difficile capire come orientarsi “ci riguarda”; ogni volta che riusciamo a capire meglio una ricetta di cucina perché qualcuno l’ha scritta in alta comprensibilità per una persona con disabilità intellettiva, “ci riguarda”.

AIPD celebra la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità incontrando 34 giovani con sindrome di Down impegnati in un percorso di orientamento al lavoro.
A Roma, da domenica 2 a mercoledì 5 dicembre 2018, presso il Centro di Formazione Erickson, si terrà infatti il seminario congiunto (rivolto cioè agli operatori e ai giovani con sindrome di Down aspiranti lavoratori) dedicato agli aderenti alla Linea 2 del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“, promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – art. 72 del Codice del Terzo Settore, D. Lgs N. 117/2017 – annualità 2017.

Al seminario parteciperanno i referenti delle sezioni AIPD di Arezzo, Brindisi, Campobasso, Caserta, Catania, Catanzaro, Potenza, Siracusa e Termini Imerese: 34 ragazzi con sindrome di Down e 17 operatori che stanno svolgendo nei loro territori un percorso di orientamento/confronto sul tema e stage/tirocini per avvicinarsi al mondo del lavoro

I temi trattati al seminario saranno: mestieri, ruoli e mansioni, comportamenti sul posto di lavoro, le parole del lavoro, i colloqui di lavoro; sono previste visite in luoghi di lavoro dove sono impegnati giovani con sindrome di Down. Gli operatori avranno occasione di approfondire temi riguardanti l’impostazione dei progetti di tirocinio, il tutoraggio e il lavoro con le aziende.

La giornata del 3 dicembre sarà dedicata alla riflessione su che cosa vuol dire essere adulti e alla redazione del curriculum vitae per inviarlo poi ai potenziali datori di lavoro. E’ lo sguardo sul futuro di questi giovani il nostro modo di far festa e costruire giorno dopo giorno una società più inclusiva per tutti.

Accordo Loco Card – AIPD

Loco Card è un circuito solidale formato da 280 Associazioni, 730 Negozi Solidali, shopping online e 120.000 tesserati che utilizzando la Card della propria Associazione donano il 3% di ogni scontrino effettuato nei Negozi Solidali.
AIPD ha sottoscritto un accordo che sarà attivo a partire da sabato 1 Dicembre 2018 e permetterà alle nostre sedi locali di accedere alle donazioni.

Le sezioni che aderiscono all’iniziativa avranno a disposizione le tessere personalizzate AIPD che potranno distribuire ai propri soci, sostenitori, simpatizzanti, amici e che potranno essere utilizzate sia nei Negozi Solidali che nei Negozi on-line aderenti.
Una volta abilitata la card, per ogni acquisto effettuato presso gli esercizi convenzionati, verrà generata la donazione a favore della sede AIPD di riferimento; tutte le transazioni sono visibili in tempo reale in modo trasparente, il titolare della card può verificare, accendendo al gestionale del portale www.lococard.org il proprio flusso di spesa/donazioni.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, avviato un tirocinio da AIPD Cosenza

Proseguono gli inserimenti di giovani con sindrome di Down in aziende per periodi di tirocini finalizzati all’assunzione, previsti dal progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro”.
Davide Principato, di AIPD Cosenza, è impegnato da oggi, giovedì 29 novembre 2018 presso Cadis di San Marco Argentano, in un tirocinio retribuito di 13 mesi come addetto alla produzione di tubi e scatole.

AIPD Cosenza partecipa al progetto, promosso da AIPD Nazionale e finanziato con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, con azioni inerenti alla Linea 3 “Imparare un lavoro”.

In avvio nel prossimo mese di gennaio un secondo tirocinio.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, incontro di AIPD Bari

AIPD Bari partecipa al progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“, promosso da AIPD Nazionale e finanziato con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, con azioni inerenti alla Linea 3 “Imparare un lavoro”. La Linea 3 del progetto coinvolgerà nel territorio nazionale 18 adulti (tra i 23 e i 40 anni) già protagonisti di azioni di orientamento che saranno inseriti nel mercato del lavoro attraverso tirocini finalizzati all’assunzione.

Lunedì 3 dicembre 2018 presenta al territorio le attività dell’iniziativa, con una conferenza stampa alle ore 11, presso la Sala Giunta del Comune di Bari.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, incontro di AIPD Bergamo

L’AIPD Bergamo aderisce al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro” – promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – con azioni legate alla Linea 3 “Imparare un lavoro”.
Le attività previste dalla Linea 3 intendono coinvolgere giovani (tra i 23 e i 40 anni) con sindrome di Down, già protagonisti di azioni di orientamento che saranno inseriti nel mercato del lavoro attraverso tirocini finalizzati all’assunzione.

Per presentare il progetto al territorio, la sezione organizza un incontro per lunedì 3 dicembre 2018 all’interno dell’evento, organizzato dal Comune di Bergamo, “Bergamo Inclusiva: oggi e domani”. Alle ore 17 presso IISS “Giulio Natta”

 

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, incontro di AIPD Napoli

L‘AIPD Napoli aderisce al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro” – promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, con azioni legate alla Linea 1 “Verso il lavoro”.
Le attività previste dalla Linea 1 intendono coinvolgere giovanissimi (15-22 anni) con sindrome di Down in un percorso intensivo di educazione all’autonomia.

La sezione organizza, per sabato 1 dicembre 2018, alle ore 9,30, un incontro presso il Teatro Colosimo

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, incontro per AIPD Brindisi

L’AIPD Brindisi aderisce al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro” – promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – con azioni legate alla Linea 2 “Imparare a lavorare”.
Le attività previste dalla Linea 2 intendono coinvolgere giovani adulti (23-35 anni) con sindrome di Down, che avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo del lavoro attraverso percorsi di orientamento/confronto sul tema e stage/tirocini.

Per presentare il progetto al territorio, la sezione organizza per venerdì 30 novembre 2018,  un incontro pubblico, che si terrà a partire dalle ore 11 presso la Sala Conferenze del Museo Archeologico Ribezzo.

“Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti”, incontro di AIPD Frosinone

AIPD Frosinone presenta al territorio le attività di “Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti“, promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità e al quale la sezione AIPD aderisce. L’evento è fissato per venerdì 30 novembre alle ore 10.00, presso la ASL di Frosinone.

All’incontro sarà presente, per AIPD Nazionale, Andrea Sinno, del Telefono D e consulente per gli aspetti normativi dell’Osservatorio sul mondo del Lavoro.

AIPD Oristano incontra il territorio

AIPD Oristano organizza l’incontro “Lavoriamo”!, per presentare i due progetti, promossi da AIPD Nazionale cui partecipa, “Chi trova un lavoro trova un tesoro” e “Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti“, realizzati rispettivamente con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e del Dipartimento per le Pari opportunità.

L’evento si terrà venerdì 30 novembre 2018 alle ore 9.00, presso il Mistral Hotel

AIPD Potenza incontra il territorio

AIPD Potenza organizza l’incontro “Imprese socialmente responsabili” per presentare i due progetti, promossi da AIPD Nazionale cui partecipa, “Chi trova un lavoro trova un tesoro” e “Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti“, realizzati rispettivamente con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e del Dipartimento per le Pari opportunità.

L’evento si terrà mercoledì 28 novembre 2018 alle ore 17.00, presso il Comin Center.
All’incontro sarà presente, per AIPD Nazionale, Andrea Sinno, del Telefono D e consulente per gli aspetti normativi dell’Osservatorio sul mondo del Lavoro.

“Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti” incontro di AIPD Grosseto

AIPD Grosseto è una delle nove sezioni AIPD che partecipa al progetto “Lavoratori con Sindrome di Down, da assistiti a contribuenti“, promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Dipartimento per le Pari opportunità. Per presentare al territorio le attività la sezione organizza il convegno “Anche io lavoro”, in programma mercoledì 28 novembre 2018 dalle ore 10 presso la sede di Confartigianato Grosseto in viale Monterosa 26.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, incontro di AIPD Caserta

AIPD Caserta organizza, per mercoledì 28 novembre 2018, un incontro pubblico, che si terrà a partire dalle ore 10 presso la Sala Convegni del Centro per l’Impiego, per presentare il progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro” al territorio,

L‘AIPD Caserta aderisce al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro” – promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – con azioni legate alla Linea 2 “Imparare a lavorare”.
Le attività previste dalla Linea 2 intendono coinvolgere giovani (23-35 anni) che avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo del lavoro attraverso percorsi di orientamento/confronto sul tema e stage/tirocini.

Valueable Network, lo stato dell’arte

Dal 19 al 23 novembre 2018 Oporto, in Portogallo, ha ospitato le attività del progetto “Valueable Network”, promosso da AIPD Nazionale e co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Erasmus+, azione chiave 2, Partenariati Strategici nel settore Istruzione e Formazione, scambio di buone pratiche.

La settimana di lavoro ha previsto:
Study Visit: 2 giorni di formazione sull’inclusione lavorativa di persone con disabilità intellettiva, rivolta a 7 manager del settore dell’ospitalità, esterni alla rete Valueable. Obiettivo: sensibilizzazione, illustrazione dei benefici conseguenti all’inserimento di persone con disabilità, contatto diretto e osservazione dei ragazzi al lavoro con successive riflessioni e dibattiti, presentazione e-learning.
Coordination Meeting: incontro semestrale (il terzo su 4) per coordinamento tra partner, punto della situazione, risultati raggiunti e da raggiungere, confronto e allineamento sulle strategie di comunicazione, sviluppo e auto-finanziamento.
Internship abroad: settimana conclusiva del quarto dei 6 tirocini previsti, con protagonisti due giovani tedeschi (Linda e Luis) al lavoro per 3 settimane presso Axis Porto (per l’Italia, nel febbraio scorso, hanno svolto un periodo di tirocinio due giovani di AIPD Latina).

Gli aggiornamenti sul progetto si possono seguire sulla pagina Facebook “Valueable Network”, sul profilo Twitter e sul sito www.valueablenetwork.eu; contatti con i referenti anche su Linkedin.

A questo link, le strutture alberghiere e della ristorazione aderenti alla rete europea (elenco in costante aggiornamento), che sono arrivate a più di 100 in sei Paesi.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, incontro di AIPD Marsica

L‘AIPD Marsica aderisce al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro” – promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – con azioni legate alla Linea 1 “Verso il lavoro”.
Le attività previste dalla Linea 1 intendono coinvolgere giovanissimi (15-22 anni) con sindrome di Down in un percorso intensivo di educazione all’autonomia.

La sezione organizza, per martedì 27 novembre, l’incontro per presentare al territorio le attività legate al progetto. alle ore 18 presso la sede dell’associazione, in via A. Diaz 13, ad Avezzano.

Educazione all’autonomia: 2° seminario AIPD 2018

Archiviato il 1° seminario di formazione sui temi dell’educazione all’autonomia, realizzato gli scorsi 12 e 13 settembre e rivolto ai nuovi operatori, è in arrivo il secondo appuntamento dedicato agli operatori con esperienza su tali progetti.
Da lunedì 26 e fino a mercoledì 28 novembre 2018 a Roma, presso il Roma Scout Center, gli operatori interessati e iscritti saranno impegnati in tre giornate di confronto, condivisione e approfondimento sulle esperienze attive nei territori. QUI la scheda di iscrizione.

Sulla base delle positive esperienze degli ultimi anni, anche quest’anno il 2° seminario sarà articolato in 3 moduli successivi: il modulo 1 sarà rivolto ai coordinatori dei percorsi di autonomia, il 2 agli operatori dei corsi di autonomia e delle esperienze degli adolescenti e dei preadolescenti, il 3 agli operatori di Agenzia del tempo libero e a tutti gli altri progetti di tempo libero e avvio alla residenzialità per adulti.

Lavoratori con sindrome di Down, si può fare!

AIPD Roma organizza il convegno “Lavoratori con sindrome di Down, si può fare!” in programma lunedì 26 novembre 2018 alle ore 15 presso il Centro di Formazione Erickson, in viale Etiopia 20.
L’evento è occasione per presentare, a cura del Servizio di Inserimento Lavorativo della sezione, la situazione degli adulti con sindrome di Down e del loro inserimento lavorativo a Roma e le attività svolte nell’ambito dei progetti nazionali, promossi da AIPD Nazionale cui la sezione partecipa, “Chi trova un lavoro trova un tesoro” e “Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti“, realizzati rispettivamente con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e del Dipartimento per le Pari opportunità.

AIPD Belluno incontra il territorio

AIPD Belluno organizza l’incontro per presentare i due progetti, promossi da AIPD Nazionale cui partecipa, “Chi trova un lavoro trova un tesoro” e “Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti“, realizzati rispettivamente con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e del Dipartimento per le Pari opportunità.

L’evento si terrà sabato 24 novembre 2018 alle ore 10.00, presso l’Aula Magna dell’IISS “G. Segato” di Belluno.
La sezione ha aderito con due operatori e 5 giovani con sindrome di Down al progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro” che sono impegnati nelle attività previste dalla Linea 1 “Verso il lavoro”.

Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza Contro le Donne

comunicato stampa FISH

Donne con disabilità in piazza il 24 novembre

Anche le donne con disabilità saranno in piazza il 24 novembre a Roma. Parteciperanno alla manifestazione in occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza Contro le Donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Lo rende noto la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap che al tema della specifica condizione della “disabilità al femminile” tiene in modo particolare.

La manifestazione rappresenta infatti un’occasione per denunciare la condizione di discriminazione multipla che vivono le donne con disabilità: come donne condividono la mancanza di pari opportunità che prevale nella nostra società e come persone con disabilità soffrono di restrizioni e limiti alla partecipazione sociale, non potendo godere di pari opportunità né rispetto alle altre donne, né rispetto agli uomini con disabilità.

Anche questa iniziativa è in linea con gli intenti espressi nella mozione particolare approvata nell’ultimo Congresso FISH che prevede azioni specifiche per la promozione dei diritti delle bambine, ragazze e donne con disabilità. Vi sta lavorando uno specifico Gruppo Donne FISH (gruppodonne@fishonlus.it) a cui possono aderire tutte le persone interessate al tema.

E merita di essere ricordata anche un’altra iniziativa in corso promossa da FISH e da Differenza Donna: VERA (Violence Emergence, Recognition and Awareness) che intende approfondire e portare alla luce appunto il fenomeno della violenza sulle donne con disabilità, tanto diffuso quanto taciuto. Raccogliere informazioni è fondamentale ed è per questo motivo che VERA propone un questionario – disponibile online all’indirizzo http://www.fishonlus.it/vera/ – a tutte le donne con disabilità, anche quelle che ritengono di non aver subito violenze o abusi. (ne abbiamo dato diffusione su questo sito: https://aipd.it/vera-indagine-su-violenze-abusi-e-molestie-subiti-dalle-donne-con-disabilita/, ndr). La compilazione del questionario impegna circa 10 minuti; le informazioni raccolte sono indispensabili per raggiungere quell’obiettivo comune e resteranno anonime.

Per ulteriori informazioni: gruppodonne@fishonlus.it

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, incontro con AIPD Siracusa

L’AIPD Siracusa aderisce al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro” – promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – con azioni legate alla Linea 2 “Imparare a lavorare”.
Le attività previste dalla Linea 2 intendono coinvolgere giovani adulti (23-35 anni) con sindrome di Down, che avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo del lavoro attraverso percorsi di orientamento/confronto sul tema e stage/tirocini;

La sezione organizza, per giovedì 22 novembre 2018, l’incontro pubblico “La persona con sindrome di Down, un valore per le imprese” per presentare il progetto al territorio, che si terrà a partire dalle ore 17,30 presso Urban Center.

“Molto più di una firma, molto più di un lavoro”

AIPD Matera organizza l’evento per presentare al territorio le esperienze lavorative di cinque giovani con sindrome di Down – Isabella, Massimo, Nicola, Nicolò e Rosanna – che stanno per firmare il loro contratto di lavoro con la Cooperativa Oltre l’Arte. L’incontro si terrà mercoledì 21 novembre 2018 alle ore 17 presso Palazzo degli Stemmi, Curia Arcivescovile.

All’incontro sarà presente, per AIPD Nazionale, Andrea Sinno, del Telefono D e consulente per gli aspetti normativi dell’Osservatorio sul mondo del Lavoro.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, incontro per AIPD SBT

L‘AIPD San Benedetto del Tronto-Ascoli Piceno aderisce al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro” – promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – con azioni legate alla Linea 1 “Verso il lavoro”.
Le attività previste dalla Linea 1 intendono coinvolgere giovanissimi  (15-22 anni) con sindrome di Down in un percorso intensivo di educazione all’autonomia.

La sezione organizza, per venerdì 16 novembre 2018, un incontro pubblico per presentare il progetto al territorio, che si terrà a partire dalle ore 17 presso la Sala consiliare Galiè dell’Istituto Alberghiero di San Benedetto del Tronto.

TOWARDS WORK Verso il lavoro

AIPD Latina organizza il convegno “Towards Work – verso il lavoro” per presentare i due progetti, promossi da AIPD Nazionale cui partecipa, “Chi trova un lavoro trova un tesoro” e “Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti“, realizzati rispettivamente con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e del Dipartimento per le Pari opportunità.

L’evento si terrà giovedì 15 novembre 2018 alle ore 18.00, presso la Sala Consiliare di Villa Sarsina di Anzio. Per AIPD Nazionale sarà presente Monica Berarducci, responsabile Osservatorio AIPD sul mondo del lavoro e responsabile nazionale dei due progetti.

La sezione ha aderito con due operatori e 7 giovani con sindrome di Down al progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro” (i giovani coinvolti saranno impegnati nelle attività previste dalla Linea 1 Verso il lavoro). Riguardo “Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti” la partecipazione è di 1 operatore e due giovani.

“BIBLIOT-EQUA-MENTE” con AIPD Perugia

Si terrà lunedì 12 novembre 2018, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, in Piazza Ermini, 1 a Perugia, il convegno “BILIOT-EQUA-MENTE. Una buona pratica per un Ateneo inclusivo”.
L’evento è organizzato da AIPD Perugia con l’Università degli Studi, il Centro Servizi Bibliotecari, la Fondazione Cassa di Risparmio e lo Sportello informativo Disabili C’eral’acca, e sarà occasione per presentare l’esperienza del centro di documentazione “C’eral’acca”, iniziativa ormai consolidata presso l’ateneo perugino portata avanti da AIPD Perugia dal 2015.

Anna Contardi sarà presente per AIPD Nazionale.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, avviato un tirocinio da AIPD Pisa

Proseguono gli inserimenti di giovani con sindrome di Down in aziende per periodi di tirocini finalizzati all’assunzione, previsti dal progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro”.
Dopo un periodo di inserimento socio-terapeutico Davide Antonelli, di AIPD Pisa, è impegnato presso il locale McDonald’s di via Oristano a Cascina, con un tirocinio GiovaniSi.

AIPD Pisa partecipa al progetto, promosso da AIPD Nazionale e finanziato con il contributo del Ministero del Lavoro  e delle politiche sociali, con azioni inerenti alla Linea 3 “Imparare un lavoro”.

Due nuovi tirocini per AIPD Caserta

AIPD Caserta annuncia l’avvio a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro di due tirocini che coinvolgeranno giovani con sindrome di Down soci della sezione che saranno impegnati presso negozi della catena Decathlon.

Il primo ad iniziare è Andrea Scialla – da lunedì 12 novembre presso il negozio Decathlon di Marcianise -, poi toccherà a Nicola Antoniciello – da lunedì 19 novembre presso il deposito Decathlon di Maddaloni.

Gli inserimenti sono il frutto dell’accordo, stipulato nello scorso mese di febbraio da AIPD-AGPD con la catena.

Contro il linguaggio dell’odio e del pregiudizio

COMUNICATO STAMPA AIPD

Un video in cui vengono usate parole inaccettabili, reso ancora più virale perché ne è protagonista l’attuale portavoce del Presidente del Consiglio, è solo l’ultimo episodio che alimenta e legittima il linguaggio del pregiudizio che non va più tollerato.

Roma, 9 novembre 2018. Nel condividere appieno il contenuto del comunicato stampa pubblicato ieri dalla FISH (Federazione Italiana Superamento Handicap) di cui AIPD è membro, l’Associazione Italiana Persone Down intende porre l’attenzione sul tema della corretta comunicazione e dell’uso, irresponsabile e sempre più frequente, di concetti-metafore-terminologie, a dir poco, inadeguati.

Tra poco AIPD celebrerà 40 anni di attività, anni preziosi nel corso dei quali tanto è stato fatto per far conoscere chi sono le persone con sindrome di Down e cosa possono fare. Da persone totalmente dipendenti a persone in grado di autodeterminarsi, da eterni bambini a lavoratori, da peso per la società a risorsa. Di pari passo abbiamo lavorato nei confronti della corretta comunicazione: le persone hanno la sindrome di Down, non ne sono affette (la sdD non è una malattia!), le persone hanno una disabilità, non sono disabili… la nostra ultima campagna per la Giornata Nazionale delle Persone con sindrome di Down, celebrata lo scorso ottobre, affermava “Non guardarmi solo a metà, oltre la sindrome di Down c’è una persona intera”.
Oggi però occorre riprendere con forza il tema della “buona comunicazione” per andare oltre i pregiudizi che continuano ad avere cittadinanza, a maggiore ragione se veicolati da realtà che hanno grande visibilità e seguito nei media e sui social.

«Crediamo fortemente che i pregiudizi si combattono con la conoscenza; in Italia esistono oggi 51 sezioni AIPD che, da Belluno a Termini Imerese, sono impegnate quotidianamente sul territorio. 51 realtà a disposizione di chi ha voglia di conoscerle e lavorare al loro fianco – afferma Paolo Virgilio Grillo, presidente AIPD Nazionale – Invitiamo le persone impegnate nella comunicazione, nello spettacolo e nella politica, a contattarci e a partecipare ai tanti incontri, eventi, attività in programma nei territori delle nostre sedi, dove possono verificare come i programmi di autonomia rivolti alle persone con sindrome di Down stiano portando le stesse ad una vita realmente partecipata in tutti gli ambiti. Aiutateci a non rendere vana l’azione che l’Associazione e le famiglie stanno svolgendo da anni per modificare una visione non più attuale della sindrome di Down».

Qui sotto il testo del comunicato stampa FISH
Contro il linguaggio dell’odio e del pregiudizio

Uno sgradevole video, in circolazione in queste ore, ritrae il portavoce del Presidente del Consiglio, Rocco Casalino, proferire considerazioni gravissime sulle persone anziane e sulle persone con sindrome di Down.

Poco rileva il fatto che quelle affermazioni siano datate e, ancor meno, che si tenti ora di relativizzarle o, peggio, minimizzarle: producono un effetto pesante in termini di comunicazione e di diffusione di quello stigma che da anni tentiamo di contrastare in tutti i modi.

Non è solo una mera rivendicazione di un linguaggio “politicamente corretto”, che peraltro sarebbe più che giustificata. In realtà, il linguaggio tradisce un pregiudizio, se non addirittura un rigetto verso la diversità, verso le differenze, verso le minoranze e i più deboli, atteggiamenti che poi non possono che concretizzarsi in gesti, azioni, omissioni profondamente contrari ad ogni sforzo inclusivo se non allo stesso diritto di cittadinanza e ai diritti umani.

Questi episodi e queste dichiarazioni sono sempre gravi, ma lo sono ancora di più quando provengono da personaggi pubblici, politici e non, e alimentano quel linguaggio di odio che purtroppo è sempre più diffuso, pervasivo e violento.

La Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, oltre ad esprimere la propria indignazione di fronte a questi specifici fatti, che sembrano essere tutt’altro che infrequenti, chiede un impegno politico, bipartisan e corale, intervenendo, anche con provvedimenti normativi, contro il linguaggio dell’odio e del pregiudizio, a prescindere da chi ne sia il latore o da quali canali usi.

VERA: indagine su violenze, abusi e molestie subìti dalle donne con disabilità

dal sito FISH
Donne con disabilità: indagine su violenze, abusi e molestie

VERA – Violence Emergence, Recognition and Awareness
C’è bisogno dell’aiuto di tutte le donne con disabilità per documentare e contrastare gli episodi, ancora troppo poco noti, di abusi, molestie, violenze che esse subiscono come donne e come persone con disabilità.

È l’appello che lancia VERA (acronimo per Violence Emergence, Recognition and Awareness), un’iniziativa di FISH – Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap e di Differenza Donna che intende approfondire e portare alla luce appunto il fenomeno della violenza sulle donne con disabilità, tanto diffuso quanto taciuto.

Raccogliere informazioni è fondamentale ed è per questo motivo che VERA propone un questionario – disponibile online all’indirizzo http://www.fishonlus.it/vera/ – a tutte le donne con disabilità, anche quelle che ritengono di non aver subito violenze o abusi. La compilazione del questionario impegna circa 10 minuti e le risposte resteranno anonime.

Le informazioni raccolte sono indispensabili per raggiungere quell’importante obiettivo.

La FISH opera per l’inclusione, l’affermazione dei diritti di cittadinanza, le pari opportunità e la non discriminazione di tutte le persone con disabilità con particolare attenzione alle donne, ragazze e bambine con disabilità. Nel 2018 la Federazione ha inoltre costituito un proprio Gruppo Donne aperto alla collaborazione di chiunque sia interessata a questi temi.

Differenza Donna opera al fine di modificare la tradizionale percezione culturale nei confronti del genere femminile, rafforzare i diritti delle donne tutte e supportarle nel loro personale percorso di liberazione dalla violenza.

Sono due realtà attive che si sono incontrate con il comune intento di promuovere la consapevolezza e contrastare quindi la violenza di genere in tutte le sue variegate manifestazioni.

VERA si rivolge anche a tutti i gruppi, organizzazioni, associazioni che si occupino di disabilità o di violenza di genere (o di entrambi i temi) affinché supportino la diffusione dell’iniziativa e la compilazione dei questionari.

Per segnalazioni o richieste: gruppodonne@fishonlus.it

Un nuovo tirocinio per AIPD Prato

Lunedì 5 novembre 2018 Valentina Iaria, 20 anni, socia di AIPD Prato, ha iniziato un periodo di tirocinio di tre mesi, ai sensi della 68/99, retribuito e finalizzato all’assunzione, presso il negozio Primark.
Valentina è impegnata come commessa nel reparto casa, con un orario part time di 24 ore a settimana.

“Picture Equality”, la foto di AIPD Lecce è una delle 10 immagini selezionate

European Disability Forum (EDF) ha lanciato nelle settimane scorse,  il concorso fotografico “Picture Equality“, il cui tema era “l’inclusione e l’uguaglianza delle persone con disabilità”.
L’AIPD di Lecce ha partecipato e si è qualificata tra i primi dieci. La foto sarà esposta durante vari eventi e in altri paesi europei, tra cui la Giornata Europea delle Persone con disabilità e la Mostra fotografica di Bruxelles.

La didascalia che accompagnava la foto è stata: ” We are all equal but different. Difference is richness in a civil society which is able to include and integrate”. “Tutti uguali ma tutti diversi. La differenza è una ricchezza in una società civile che è in grado di includere e integrare”.

Non è la prima volta che AIPD di Lecce partecipa e viene premiata a concorsi fotografici: nel recente contest #InstaErasmusPlus, ha presentato una foto che si è classificata quarta.

AIPD Reggio Calabria: partono i lavori di sistemazione della sede assegnata

COMUNICATO STAMPA AIPD Reggio Calabria

Partono i lavori di pulizia dell’ex emeroteca comunale

Reggio Calabria 04/11/2018. Sono iniziati ieri mattina i lavori di pulizia dell’ex emeroteca comunale di via Palmi. Un gruppo di volontari e amici di AIPD Reggio Calabria, si è riunito dalle ore 8 di ieri, sabato mattina, per iniziare la pulizia dei locali circostanti lo stabile, ancora duramente segnato dai danni dei due incendi dolosi verificatisi negli scorsi mesi (qui la notizia riportata da questo sito sull’accadimento, ndr). Mamme, papà, amici e volontari, armati di cesoie, pale e rastrelli, hanno lavorato dalle prime ore del mattino, fino al tardo pomeriggio, per restituire dignità a quel luogo, sito in un cortile condominiale ma ormai reso inagibile. Tantissime le associazioni che hanno deciso di collaborare e dare una mano e che saranno coinvolte durante questi mesi per riportare alla luce un bene di tutta la comunità. Nascerà infatti, da quel cumulo di macerie, un centro di riferimento per le persone con Sindrome di Down e le loro famiglie, che sarà simbolo di accoglienza e unione, punto di incontro per associazioni e tutti coloro che hanno lo scopo di far emergere la parte bella e pulita della nostra città. Diverse sono state le reazioni dei condomini. Dalla diffidenza di qualcuno, alla curiosità di altri, allo spirito di collaborazione. Tutti però accomunati da un unico desiderio: far di nuovo proprio quel luogo. Ed è proprio questo il progetto AIPD Reggio Calabria.
I lavori proseguiranno in questi mesi e saranno annunciati sui social dell’Associazione. “I sogni non vanno in fumo”, era lo slogan. Ed ecco che, un passo alla volta, questo grande sogno sembra finalmente diventare realtà.

Qui il link alla notizia dello scorso mese di luglio, sull’assegnazione della sede all’AIPD Reggio Calabria.

A teatro per sostenere l’AIPD

Proseguono le attività di reperimento fondi a favore dell’Associazione Italiana Persone Down, promosse grazie all’agenzia Media Ticket, che propone la vendita di biglietti per spettacoli teatrali in tutto il territorio nazionale.

Sabato 10 novembre 2018, a Roma, presso  l’Auditorium S.Leone Magno, in scena lo spettacolo “Che bella idea…andare all’Ikea”, di U.Giangavino, compagnia teatrale “I sani da legare”; ore 17.00 e ore 21.00. Il ricavato di questo spettacolo sarà devoluto in parte all’AIPD Nazionale e in parte all’AIPD Sezione di Roma.

Altri appuntamenti del 2018 sono stati:
12 luglio 2018, Reggio Emilia. Teatro S.Prospero, spettacolo “L’uomo, la bestia e la virtù” di L. Pirandello, compagnia teatrale “Nuovo Teatro S.Prospero”; ore 17.00 e ore 21.00.

18 luglio 2018, Macerata. Teatrino di Villa potenza, spettacolo “Un mondo di errori” di G.Poggi, compagnia teatrale “CTR”; ore 16.00 e ore 21.00.

19 luglio 2018, Ancona. Teatro Dorico, spettacolo “Storie di paese” di G.Poggi, compagnia teatrale “CTR”; ore 16.oo e ore 21.00.

 

“Sicuramente Abili”

E’ online il video “Sicuramente Abili“, realizzato nell’ambito dell’omonimo progetto del CSV Belluno, finanziato dalla Fondazione Aifos, Fondazione Associazione italiana formatori e operatori della sicurezza sul lavoro, che prevede la diffusione di materiali educativi su come operare in caso di emergenza, in ogni condizione fisica o psichica. Oltre il video sono disponibili anche delle carte illustrate.

Il video è pensato per le persone con disabilità intellettiva, è stato realizzato da Roberto Bristot, e spiega, attraverso una voce narrante e vignette come agire in caso di rischio incendio, elettrico, chimico, e come leggere la segnaletica e comportarsi in caso di emergenza.

Anna Contardi, coordinatrice AIPD Nazionale, ha fornito la consulenza per i testi ad alta comprensibilità, e i giovani e gli operatori di AIPD Belluno hanno testato il video e le carte.

“Scacco al bullo”, al via un nuovo concorso FISH

comunicato stampa FISH
Scacco al bullo, al via un nuovo concorso

«Le colonne dei giornali troppo spesso riportano angosciose vicende di violenza e di bullismo. Sovente riguardano anche persone con disabilità e, a rendere ancora più inquietanti questi fatti, sono investiti minori. C’è una linea comune che unisce questi episodi: l’aggressione contro chi appare diverso o più debole
Così il Presidente Falabella introduce i temi dell’ultima iniziativa della FISH. La Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap si rivolge in questo caso alle ragazze e ai ragazzi che frequentano le scuole superiori di secondo grado per proporre loro il concorso “Scacco al bullo”.

Il concorso è realizzato all’interno del più ampio progetto “SOS Bulli! Coinvolgere i ragazzi è sempre la soluzione migliore”, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.
Ma l’iniziativa conta anche sulla collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni (UNAR).

«Ci rivolgiamo volutamente ai giovanissimi sia per incentivare e premiare la loro creatività che per favorire al più presto la consapevolezza attorno ad aspetti di grande rilevanza sociale e convivenza civile

Il concorso “Scacco al bullo” infatti raccoglie opere (foto, racconti brevi, cortometraggi) incentrate sulla consapevolezza e sul contrasto al bullismo in tutte le sue forme, a prescindere dagli ambiti in cui si manifesti (scuola, società, social, web) e di chi siano le vittime.
Le migliori creatività per ogni categoria verranno premiate dopo attenta valutazione di una apposita giuria.
Tutte le indicazioni per partecipare al concorso sono disponibili nel sito www.scaccoalbullo.it

C’è tempo fino al 16 novembre prossimo.

Assemblea Generale EDSA

In corso a Madrid, l’annuale riunione dei membri di EDSA, Europea Down Syndrome Association.
Dal 26 al 28 ottobre 2018 i rappresentanti delle associazioni aderenti alla federazione europea si incontrano per discutere dei temi e delle attività in agenda per il 2019. Presente in qualità di vicepresidente Anna Contardi. Nella giornata di sabato 27 in programma un seminario sull’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down nel corso del quale Contardi presenterà l’esperienza AIPD.

Due tirocini e un convegno per AIPD Livorno

AIPD Livorno organizza per la serata di lunedì 29 ottobre 2018 il convegno “Chi trova un lavoro trova un tesoro”, che si terrà presso il Parco del Mulino.
L’evento è occasione per presentare al territorio il  progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro“ cui la sezione partecipa e nell’ambito del quale ha già avviato i tirocini di Giulia Violani e Martina Volpe presso la stessa struttura del Parco del Mulino.

AIPD Livorno ha aderito all’iniziativa con 1 operatrice e le due giovani con sindrome di Down che saranno impegnate nelle attività previste dalla Linea 3 (Imparare un lavoro).

Una nuova lavoratrice per AIPD Napoli

Emmanuela Nuzzolese di Napoli, ha iniziato a lavorare il 22 ottobre 2018, presso il locale McDonald’s di Pompei, con un contratto a tempo indeterminato.
La giovane, 28 anni, negli anni scorsi ha partecipato, insieme all’AIPD Napoli, a due progetti di AIPD Nazionale dedicati all’inserimento al lavoro (“Lavoriamo in rete“, finanziato da Fondazione CONILSUD,  e “Lavoratori a 6 stelle“, finanziato da EBITEMP), e la sua tenacia e quella della sua famiglia è stata determinante per arrivare a questo risultato.

 

“Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti”, il seminario

Dal 22 al 26 ottobre 2018 si svolgerà, a Roma presso il Roma Scout center, il seminario di orientamento al lavoro per i futuri lavoratori del progetto “Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti“.

L’iniziativa di AIPD Nazionale è finanziata dal Dipartimento per le Pari Opportunità, Avviso per il finanziamento di interventi per la “promozione delle pari opportunità nel campo dell’impresa privata, dell’arte, della cultura e dello sport a favore delle persone con Disabilità”, linea 1. Sono coinvolte 9 sezioni locali: Belluno, Cosenza, Frosinone, Grosseto, Latina, Oristano, Potenza, Roma, Vulture, che partecipano con un totale di 21 giovani con sindrome di Down e  10 operatori.
Il progetto, avviato a giugno, finora ha previsto un lavoro con le famiglie e i partecipanti (che hanno già realizzato 5 dei 10 incontri di orientamento locale in programma). Dal mese di settembre è stata avviata la sensibilizzazione finalizzata a trovare posti di lavoro (avvio tirocini da gennaio/febbraio) nei territori delle sezioni AIPD coinvolte.

I temi trattati al seminario sono: che vuol dire essere adulti e lavoratori, mestieri, ruoli e mansioni, comportamenti sul posto di lavoro, le parole del lavoro, curriculum vitae e colloqui di lavoro; sono previste visite in luoghi di lavoro dove sono impegnati giovani con sindrome di Down. La formazione riguarderà anche gli stessi operatori che avranno occasione di approfondire temi riguardanti l’impostazione dei progetti di tirocinio, il tutoraggio e il lavoro con le aziende.

Questo seminario segue il primo realizzato nello scorso mese di giugno.

“Talkitt: Beta project”, un’app per bambini con sindrome di Down

L’Unità di Neuropsichiatria Infantile dell’IRCCS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, avvierà a breve il progetto “Talkitt: Beta project”: grazie ad un’applicazione mobile, suoni scarsamente comprensibili del parlato vengono tradotti in tempo reale in modo chiaro per favorire la comunicazione.

L’applicazione, installabile su Tablet o Smartphone, utilizza un sistema di intelligenza artificiale per il riconoscimento vocale e la sua traduzione.

Il progetto “Talkitt Beta Project” si propone di far utilizzare questo dispositivo innovativo di Comunicazione Aumentativa ed Alternativa a bambini/ragazzi con Sindrome di Down che abbiano difficoltà di produzione del linguaggio a partire dai 5 anni di età. L’ospedale Bambino Gesù sta selezionando partecipanti volontari al progetto, chi fosse interessato o volesse maggiori informazioni:
– dott.ssa Deborah Ruà: deborahrua@opbg.net
– dott.ssa Cristina Caciolo: cristina.caciolo@opbg.net
– dott.ssa Floriana Costanzo: floriana.costanzo@opbg.net

Sostegno a scuola. I risultati del sondaggio FISH

dal sito fishonlus.it

Due settimane fa, in concomitanza con l’inizio dell’anno scolastico, Fish, Federazione italiana superamento handicap, ha lanciato un sondaggio presso le famiglie con bimbi e ragazzi con disabilità, per comprendere al meglio quale fosse la qualità dell’inclusione scolastica. Già le precedenti segnalazioni apparivano infatti piuttosto inquietanti: ritardi nell’assegnazione di insegnanti di sostegno, assenza di assistenti all’educazione o alla comunicazione, lacune nell’assistenza igienica e materiale e altri elementi che impattano negativamente sulla frequenza scolastica.

Ora sono arrivati i primi dati, che Fish diffonde oggi.
Hanno risposto 1.600 famiglie. Di queste, il 41% denuncia la mancanza della figura del sostegno e fra queste il 30% dichiara pure di essere stato invitato a non portare a scuola il proprio figlio o a ridurne la frequenza.
Altro dato preoccupante è quello relativo alla reale specializzazione degli insegnanti di sostegno assegnati: solo il 30% risulta in possesso, secondo le famiglie, dei relativi titoli.

«Lo scenario è più preoccupante di quanto già non temessimo – sottolinea Vincenzo Falabella, presidente della Federazione –. Ciò impone la necessità di un confronto immediato con il ministro dell’Istruzione anche alla luce di vari ‘rumors’, che ci auguriamo infondati, che riportano intenti circa un possibile intervento per la mobilità degli insegnanti di sostegno che sarebbe causa di ulteriore disagio per migliaia di studenti e studentesse con disabilità, un altro ostacolo al diritto allo studio sancito dalla nostra Costituzione. Continueremo a sollecitare l’attuazione dei decreti applicativi della legge sulla ‘buona scuola’, rimarcando che i diritti dei docenti sono finalizzati alla realizzazione e tutela dei diritti degli studenti con disabilità».

“Una persona con sindrome di Down può/deve lavorare?”

AIPD Termini Imerese ha organizzato un incontro che si terrà sabato 13 ottobre 2018 alle ore 17.00 presso la Casa del Volontariato del comune siciliano.
L’evento è occasione per presentare al territorio le attività che la sezione metterà in atto nell’ambito della sua partecipazione al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro“. AIPD Termini Imerese ha aderito all’iniziativa con due operatori e 4 giovani con sindrome di Down che saranno impegnati nelle attività previste dalla Linea 2 (Imparare a lavorare).

“Let’s work together”

AIPD Cosenza organizza il convegno “Let’s work together” per presentare i due progetti, promossi da AIPD Nazionale, cui partecipa, “Chi trova un lavoro trova un tesoro” e “Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti“, realizzati rispettivamente con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e del Dipartimento per le Pari opportunità.

Per ciascuna iniziativa, la sezione ha aderito con una operatrice e due giovani con sindrome di Down. Al progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro” i giovani coinvolti saranno impegnati nelle attività previste dalla Linea 3 (Imparare un lavoro).

L’evento si terrà a Rende, venerdì 12 ottobre 2018 alle ore 18, presso l’Hotel San Francesco. Presente, per AIPD Nazionale, Andrea Sinno del “Telefono D“.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, avviato il secondo tirocinio

E’ Davide Zanchi, giovane con sindrome di Down di AIPD Bergamo, il secondo tirocinante del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“, realizzato da AIPD Nazionale con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – art. 72 del Codice del Terzo Settore, D. Lgs N. 117/2017 – annualità 2017.
L’iniziativa, avviata a luglio 2018, prevede l’avviamento/inserimento al lavoro di almeno un centinaio di persone con sindrome di Down nel corso di 18 mesi nei territori delle 26 sedi AIPD coinvolte.

Dopo il primo tirocinio realizzato da AIPD Roma, è AIPD Bergamo a segnalare l’avvio del tirocinio di Davide, impegnato da lunedì 8 ottobre 2018 presso il negozio Decathlon di Seriate per sei mesi, con un orario di 20 ore settimanali.
Operatrice dell’AIPD di Bergamo impegnata nel progetto è Francesca Marinelli.

Ci piace evidenziare il fatto che il tirocinio di Davide è frutto della sinergia messa in campo tra le risorse disponibili grazie al progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro” e la rete di collaborazione con le aziende attivata dall’Osservatorio sul Mondo del lavoro AIPD: con la catena Decathlon infatti, AIPD ha siglato lo scorso mese di febbraio un protocollo di intesa volto a favorire la realizzazione di inserimenti al lavoro di persone con sindrome di Down.

 

Mondiali Basket IBA21, oro alla Nazionale Azzurra

La Nazionale azzurra di atleti con sindrome di Down, già campioni europei, si è laureata campione del mondo ai recenti Mondiali di Basket IBA21. La manifestazione sportiva si è svolta a Madeira, in Portogallo, dal 1° all’8 ottobre 2018.
Complimenti a tutta la squadra, di cui una parte è formata da giovani di AIPD Oristano: Leocata, Silesu, Spiga, Ciceri, Lafornara, Venuti. A guidarli l’allenatore Mauro Dessi e il tecnico Giuliano Bufacchi.

Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down 2018

LE PIAZZE CON I PUNTI INFORMATIVI AIPD

Gli eventi delle sezioni AIPD nel territorio


COMUNICATO STAMPA GIORNATA NAZIONALE DELLE PERSONE CON SINDROME DI DOWN

AIPD LANCIA LA CAMPAGNA
“NON GUARDARMI SOLO A METÀ. Oltre la sindrome c’è una persona intera”
INFORMAZIONI E CIOCCOLATO SOLIDALE IN OLTRE 35 CITTA’ ITALIANE

gnpd18397x561Roma, 2 Ottobre 2018. Ancora oggi nell’immaginario comune si tende a leggere le persone con sindrome di Down solo attraverso la loro condizione genetica e sono ancora comuni molti stereotipi: tutti affettuosi, amanti della musica, eterni bambini…. Ma le persone con sdD sono Martina, Giovanni, Luigi… persone che assomigliano ai loro genitori, con passioni e competenze diverse e con in comune un cromosoma in più.
Quest’anno, con la campagna “NON GUARDARMI SOLO A METÀ”, realizzata in collaborazione con gli studenti della RUFA (Rome University of Fine Arts), l’AIPD torna a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla realtà delle persone con sindrome Down in occasione della Giornata Nazionale delle Persone con la sindrome di Down che si celebra il 14 ottobre. «Sicuramente le persone con sdD sono oggi più conosciute di un tempo – spiega il presidente dell’Associazione Italiana Persone Down Paolo Virgilio Grillo lanciando la campagna AIPD 2018 – ma c’è bisogno di maggiore conoscenza e di scoprire che molte cose sono cambiate, oggi le sfide maggiori riguardano la vita adulta, oltre il 60% di queste persone sono adulte e va data risposta al loro bisogno di casa, di affetti, di occupazione».

La campagna “NON GUARDARMI SOLO A METÀ” ha come obiettivo quello di invitare le persone ad andare al di là delle apparenze e dei pregiudizi e di promuovere l’incontro e la conoscenza. Non si chiede di distogliere lo sguardo, ma anzi di guardare e conoscere le persone interagendo con loro per quello che sono, non per quello che sembrano. Per questa ragione saranno proprio le persone con sdD le protagoniste degli eventi previsti per la Giornata e cureranno in prima persona i punti informativi e di raccolta fondi.

A partire dal 13 ottobre, in più 100 piazze site in oltre 35 città italiane, l’Associazione Italiana Persone Down sarà presente con materiale informativo ed offrirà, a fronte di una donazione minima di 5 euro, tavolette di cioccolato biologico (fondente al 70%) per sostenere i progetti dell’AIPD sul territorio. Le tavolette di cioccolato, saranno disponibili anche presso gli hotel Melià (partner dell’iniziativa) di Roma, Genova e Milano e presso il ristorante Romeo in Piazza dell’Emporio, 28 a Roma.

Sostegno a scuola: un sondaggio per le famiglie

FISH ha deciso di avviare un sondaggio alla luce delle denunce che stanno pervenendo da tutte le Regioni (direttamente al ministero, alle associazioni, agli organi di stampa o sui social) non solo da parte delle famiglie, ma anche dagli stessi docenti e dirigenti scolastici riguardo la carenza degli insegnanti di sostegno e delle figure professionali necessarie all’inserimento e inclusione scolastica degli studenti con disabilità.
Per facilitare il lavoro di raccolta dei casi e la loro trasmissione successiva al Ministero dell’Istruzione, il questionario è online e può essere compilato al seguente link:
https://angsalazio.typeform.com/to/q2cnMa

Il questionario è anonimo e la sua compilazione molto veloce.
Sarebbe importante avere un consistente numero di dati quanto prima in quanto, pur non avendo velleità di attendibilità statistica, i risultati verranno presentato durante l’incontro urgente che la FISH sta richiedendo al MIUR per rivendicare il diritto allo studio delle persone con disabilità, perché la scuola inizia lo stesso giorno per tutti.

Continuità didattica dei docenti per il sostegno

L’Osservatorio Scolastico AIPD ricorda che la legge n° 107/15 della “buona scuola”, al comma 181 lett. c) punto 2, ha espresso il principio di garantire la continuità del diritto allo studio degli alunni con disabilità, in modo da rendere possibile allo studente di fruire dello stesso insegnante di sostegno per l’intero ordine o grado di istruzione.

In verità l’art. 14 del D.Lgs. n° 66/17, applicativo di tale legge, non ha soddisfatto in pieno questo principio, in quanto non può ancora garantirsi in concreto la continuità di un docente da un anno al successivo, mancando un decreto ministeriale che regolamenti questa possibilità.

Però, il comma 4 dell’art. 14 garantisce da subito almeno la continuità di un solo docente nel corso dello stesso anno scolastico, richiamando espressamente l’articolo 461 del Testo Unico (D.Lgs. n° 297/94) che recita testualmente:

“1. Non si dà luogo a spostamenti di personale dopo il ventesimo giorno dall’inizio dell’anno scolastico (1 settembre, n.d.r.), anche se riguardano movimenti limitati all’anno scolastico medesimo e anche se concernenti personale delle dotazioni organiche aggiuntive.
2. I provvedimenti che comportino movimenti di personale già in attività di insegnamento, adottati dopo il ventesimo giorno dall’inizio dell’anno scolastico, salvi gli effetti giuridici, sono eseguiti, per quanto riguarda il raggiungimento della nuova sede, dopo l’inizio dell’anno scolastico successivo.”

Ciò significa che i docenti di sostegno che hanno iniziato ad insegnare in una scuola non possono essere spostati in altra sede dopo il 20 settembre.
Questa norma evita l’avvicendarsi di più di un docente di sostegno nel corso dello stesso anno scolastico, cosa che invece avviene in maniera frequente, specie nei primi mesi di ogni anno scolastico.

Si raccomanda alle associazioni di ricordare e diffondere questa norma tra le famiglie, le scuole e gli Uffici Scolastici Regionali, in modo da far valere il diritto alla continuità almeno durante lo stesso anno scolastico.


Per approfondimenti vedi la scheda n° 554. Più luci che ombre nel decreto legislativo sull’inclusione scolastica (DLgs 66/17), nella parte che riguarda l’art. 14 o contatta l’Osservatorio Scolastico all’indirizzo scuola@aipd.it.

AIPD Viterbo presenta le sue attività

Un apericena presso il Bar Grandori Porta Romana di Viterbo è l’occasione per conoscere le attività che l’AIPD di Viterbo sta per avviare nella nuova stagione. L’appuntamento è alle 18.30 di domenica 30 settembre 2018.

Nel corso della presentazione, AIPD Viterbo parlerà anche della sua partecipazione al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro“: la sezione ha aderito all’iniziativa con due operatrici e sei giovani con sindrome di Down che saranno impegnati nelle attività previste dalla Linea 1 (Verso il lavoro).

“Giornata della Rosa” con l’AIPD Belluno

comunicato stampa AIPD Belluno

“GIORNATA DELLA ROSA-ALLE SPONDE DEL VESES”
Marcia non competitiva, a favore dell’Associazione Italiana Persone Down di Belluno. Domenica 30 settembre a Santa Giustina.
Santa Giustina 21 settembre 2018. Domenica 30 settembre Santa Giustina ospiterà la tradizionale marcia non competitiva “Giornata della Rosa-Alle sponde del Veses”. Tradizionale perché la manifestazione è nata nei primi anni ’90, su iniziativa dell’AIPD Belluno, portando ad animare, con centinaia di persone, le vie del centro e delle frazioni di S. Giustina, con percorsi adatti agli atleti come a chi ama solo passeggiare, anche con un tracciato privo di barriere architettoniche. Essa ha sempre avuto l’appoggio delle Amministrazioni comunali che si sono succedute e delle numerose Associazioni di volontariato del paese, che collaborano nei vari aspetti organizzativi. Da qualche anno, poi, la manifestazione, grazie all’iniziativa della “Polisportiva I Geveri di S. Giustina”, congiunta con l’AIPD Belluno, rappresenta la fusione tra “Giornata della Rosa” e “Alle sponde del Veses”, altro storico evento podistico locale. Come al solito son previsti due percorsi: uno di 5 Km, privo di barriere architettoniche, adatto a camminatori ed alle famiglie, facile anche per spingere carrozzine con bambini piccoli; l’altro di 11 Km per corridori, presenta quest’anno delle novità: è più lungo, e, nella sua prima parte, è molto caratteristico perché si snoda lungo le sponde del torrente Veses (che viene attraversato sei volte) e della Roggia, che ne deriva; ha un dislivello, in salita, di 150 metri, il punto più alto, che “sconfina“ nel comune di S. Gregorio, permette (per chi non ha fretta!), uno sguardo panoramico sulla ValBelluna.
La partenza della 11 Km sarà alle 11.00, e quella della 5 Km. alle 11.15.
Dalle 13 pranzo, con pastasciutta, sotto il tendone in piazza Maggiore. Seguiranno le premiazioni e l’estrazione, a sorteggio, di vari premi tra gli iscritti alla gara, mentre la Scuola di Musica “Arca Sonora” intratterrà il pubblico.
La quota di partecipazione (per concorrenti sopra i 3 anni di età) è di 7 euro comprensiva del pranzo, di omaggio-ricordo e dei ristori. Gli organizzatori ringraziano i numerosi esercizi commerciali ed aziende del luogo e della provincia che hanno dato il loro supporto alla manifestazione.

“Sindrome di Down, dalla diagnosi alla terapia”

L’Università di Napoli “Federico II” organizza il II convegno “Sindrome di Down, dalla diagnosi alla terapia“, in programma a Napoli (Aula Grande Ed. 6 Scuola di Medicina e Chirurgia, via Pansini 5) il 19 e 20 ottobre 2018.

Scopo di questo II convegno  (QUI IL PROGRAMMA) è l’aggiornamento e la divulgazione delle più recenti acquisizioni sulla diagnosi precoce non invasiva di anomalie cromosomiche e degli approcci terapeutici volti a prevenire e/o contrastare le principali manifestazioni cliniche della sindrome di Down, con particolare riferimento alla disabilità intellettiva in età pediatrica.
Nella prima giornata verranno illustrati gli attuali orientamenti sullo screening non invasivo nel primo trimestre di gravidanza con particolare riferimento al test combinato (translucenza nucale + test biochimici) e alle tecniche high throughput per l’analisi del DNA fetale libero e delle cellule fetali nel sangue materno. La sessione dedicata alla diagnosi si concluderà con una tavola rotonda in cui verranno discussi protocolli attuativi, percorsi diagnostici e linee guida in relazione alla diagnosi prenatale di aneuploidie.
Nella seconda giornata verranno illustrate le attuali conoscenze sui protocolli terapeutici che in modelli della sindrome di Down hanno mostrato di attenuare il deficit neurale e contrastare la disfunzione mitocondriale che si pone alla base di anomalie sia congenite che acquisite nella sindrome di Down con una finestra su metodi e risultati dei primi trial clinici. Questa sessione si chiuderà con una tavola rotonda dal titolo ‘Scienza e Società’.
Tra i relatori, il prof. Stefano Vicari, Ospedale Bambino Gesù di Roma, membro del Comitato Scientifico AIPD (tra i patrocinanti dell’evento).

Per i familiari di persone con sindrome di Down e studenti è prevista la partecipazione gratuita fino al raggiungimento di n. 80 partecipanti. Farà fede l’ordine cronologico di arrivo delle schede di iscrizione che, solamente per familiari e studenti dovranno essere inviate all’indirizzo mail: infocitogen@unina.it

L’ evento è accreditato con il Provider MP srl Congressi e Comunicazione (N. 1263).
Evento n° 237891 Crediti ECM n° 12 per 100 partecipanti
Medico Chirurgo:
DISCIPLINE:Cardiologia; Endocrinologia; Genetica Medica; Geriatria; Malattie Metaboliche e Diabetologia; Medicina fisica e riabilitazione; Medicina Interna; Neonatologia; Neurologia;Neuropsichiatria Infantile; Pediatria; Psichiatria; Cardiochirurgia; Chirurgia pediatrica; Ginecologia e Ostetricia; Biochimica Clinica; Laboratorio di Genetica Medica; Medicina Trasfusionale; Neurofisiopatologia; Patologia Clinica (Laboratorio Di Analisi Chimico-Cliniche e Microbiologia); Medicina Generale (Medici di Famiglia); Continuità Assistenziale; Pediatria (Pediatri di libera Scelta); Organizzazione dei Servizi Sanitari Di Base; Scienza dell’ alimentazione; Audiologia e foniatria
Biologo;Assistente sanitario; Logopedista ;Fisioterapista; Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva
Educazione professionale; Infermiere; Infermiere pediatrico; Ostetrica/o; Tecnico della riabilitazione psichiatrica; Tecnico di neurofisiopatologia; Tecnico Sanitario di laboratorio biomedico, Psicologo(Psicologia e Psicoterapia)
Tecnico Sanitario di laboratorio biomedico.

Maggiori informazioni: e-mail: mpcongressi@gmail.com, web site: www.mpcongress.it

 

 

DS Leisure, terzo incontro del gruppo di lavoro

Proseguono le attività del progetto europeo promosso dall’associazione rumena ASOCIATIA LANGDON DOWN OLTENIA CENTRUL EDUCUL EDUCATIONAL TEODORA ALDO-CET e al quale AIPD in qualità di partner.
Dopo l’incontro ospitato presso la nostra sede lo scorso mese di aprile, il gruppo di lavoro si confronta nuovamente lunedì 24 e martedì 25 settembre 2018.

DS LEISURE si propone di accrescere le competenze in termini di attitudini, abilità e conoscenze delle persone con sindrome di Down e delle persone che le circondano, familiari, professionisti e volontari, su come sviluppare il tempo libero inclusivo, attraverso un innovativo programma di formazione.
Il progetto ha un sito dedicato che è www.dsleisure.eu e una pagina Facebook

AIPD Marca Trevigiana e AIPD Belluno a “Pordenonelegge”

Le sezioni AIPD di Marca Trevigiana e Belluno saranno ospiti della manifestazione “Pordenonelegge“, in realizzazione in questi giorni – dal 19 al 23 settembre 2018 – nella città friulana.
Le due sezioni AIPD interverranno domenica 23 settembre all’evento “Fuori menù“, in programma presso Palazzo Klefisch alle ore 11.30. All’aperitivo letterario con i giovani di AIPD Belluno e Marca Trevigiana saranno presentati i volumi, entrambi  promossi da Ascotrade, “In cucina con..”, dedicato a ricette di cucina, realizzato da AIPD Belluno e gli chef stellati di AltoGusto, e il Libretto dell’Energia, realizzato da Ascotrade con la partecipazione di AIPD Marca Trevigiana.

Un incontro sullo sport con AIPD Roma

Venerdì 21 settembre 2018 alle ore 18, presso la sala parrocchiale della Chiesa Argentina a Via Tagliamento 4, è previsto un INCONTRO INFORMATIVO SULLO SPORT organizzato dall’AIPD Sezione di Roma.
Durante l’incontro le famiglie avranno l’opportunità di conoscere le Associazioni Sportive che accolgono i giovani con sindrome di Down con un approccio attento alle loro peculiarità e avranno la possibilità di parlare, raccogliere informazioni con i loro rappresentanti e prendere contatto diretto con loro.

AIPD Reggio Calabria presenta le sue attività

COMUNICATO STAMPA AIPD Reggio Calabria

Festa di apertura
AIPD, al via le attività di educazione all’autonomia 2018/2019

Reggio Calabria, 10/09/2018 L’Associazione Italiana Persone Down di Reggio Calabria è lieta di annunciare, come ogni anno, la grande festa di apertura che si svolgerà domenica 23 settembre alle ore 17.30 presso la sala Pio X , attigua al Duomo di Palmi. L’evento vuole essere non soltanto un momento di accoglienza e convivialità, per dare il benvenuto ai nuovi iscritti ed il bentrovato ai vecchi soci, ma sarà una vera e propria presentazione delle attività, dei metodi e degli strumenti che saranno utilizzati durante l’anno. La scelta di svolgere questo incontro presso la sala Pio X a Palmi è dettata dalle numerose nuove richieste di iscrizione nella zona tirrenica, dove, dalla seconda metà di settembre, partirà un nuovo corso di educazione all’autonomia rivolto ai ragazzi con sindrome di Down dai 9 ai 14 anni.

Ad aprire l’assemblea saranno il presidente della sezione AIPD di Reggio Calabria, Bruno Arichetta e la coordinatrice Maria Giuffrida. Seguiranno poi gli interventi degli operatori Serena Pensabene, Angela Casile, Samuele Dara e Antonio Piromalli, che illustreranno tutti i corsi, i principi ed i metodi dell’associazione. L’incontro si chiuderà con un aperitivo offerto e preparato dalle famiglie, per concludere, come sempre al meglio, la grande festa iniziale targata AIPD Reggio Calabria.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, avviato il primo tirocinio

E’ Matteo Girotta, giovane con sindrome di Down di Palidoro, socio di AIPD Roma, il primo tirocinante del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“, realizzato da AIPD Nazionale con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – art. 72 del Codice del Terzo Settore, D. Lgs N. 117/2017 – annualità 2017.

L’iniziativa da poco avviata, prevede l’avviamento/inserimento al lavoro di almeno un centinaio di persone con sindrome di Down nel corso di 18 mesi nei territori delle 26 sedi AIPD coinvolte.
A distanza di pochissimi giorni dal seminario di formazione degli operatori delle sedi locali coinvolte, arriva la notizia del primo tirocinio avviato (Linea 3 del progetto, “Imparare un lavoro”).
Il ventiduenne Matteo Girotta lunedì 17 settembre 2018 ha iniziato il suo tirocinio presso il Mercato Centrale all’interno della Stazione Roma Termini; si tratta di un tirocinio extracurriculare – finalizzato all’assunzione – della durata di sei mesi (terminerà il 16 marzo 2019) con un impegno di 20 ore settimanali. Matteo svolgerà attività di aiuto cameriere di ristorante.
Operatore dell’AIPD di Roma impegnato nel progetto è Dino Pansino.

Scuola: ancora emergenza disabilità

Comunicato stampa FISH

18 settembre 2018 – Con uno specifico dossier diffuso qualche giorno fa, il Ministero dell’Istruzione ha segnalato l’iscrizione nella scuola statale di 245.723 alunni con disabilità, in crescita rispetto allo scorso anno. Di questi, 21.434 frequentano la scuola dell’infanzia, 89.029 la primaria, 66.823 la secondaria di I grado, 68.437 la secondaria di II grado.

Il Ministero riporta anche i dati sugli insegnanti di sostegno: in quest’anno scolastico ne sono previsti 141.412. In linea teorica ogni insegnante di sostegno segue mediamente poco meno di due studenti.

«Da sempre sosteniamo che l’azione di sostegno deve essere assunta dall’intero gruppo classe e coinvolgere attivamente gli insegnanti curricolari oltre a quelli di sostegno, tutti però con adeguata formazione e aggiornamento», sottolinea Vincenzo Falabella, presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap. «La recente stabilizzazione di circa 13.000 insegnanti di sostegno – prosegue Falabella – è un intervento positivo e che si aspettava da tempo, ma non sufficiente a garantire la continuità didattica e a fare in modo che tutti gli alunni con disabilità possano, ogni giorno, seguire proficuamente le lezioni. Secondo nostre stime, circa l’80% degli alunni ha cambiato due insegnanti di sostegno nel corso dell’anno, il 48% ne ha cambiati tre, il 15% ne ha cambiati quattro e il 6% addirittura cinque. E per questo anno scolastico non sembra vi siano segnali in controtendenza.»

Ma c’è un aspetto ancora più grave: «Solo una parte degli insegnanti di sostegno è in possesso di specifica abilitazione e quindi dimostrata formazione. Questo è un problema che persiste anche in questo anno scolastico. Accettereste che l’insegnante di inglese di vostro figlio non conosca quella lingua?»

Ed in ogni caso già in questi giorni si segnalano i consueti ritardi nell’assegnazione degli insegnanti di sostegno, ma anche degli altri supporti all’inclusione scolastica e all’apprendimento.

Il fronte è ancora quello dell’assistenza all’educazione, alla comunicazione e al trasporto scolastico, affidati agli Enti locali.

«Paghiamo ancora lo strascico della riforma che ha soppresso le Province e dei conseguenti coni d’ombra, incertezza di risorse, ricadute operative e organizzative che ancora influenzano fattivamente la reale inclusione. Di fatto un numero significativo di alunni con disabilità inizia l’anno scolastico senza quei sostegni

E un ultimo dato riguarda le barriere presenti in troppe scuole. Secondo la Corte dei Conti, per l’anno scolastico 2017-2018, su un totale di 39.847 edifici attivi, più di 10.000 non erano in regola con la normativa sulle barriere architettoniche. Non a norma, in particolare, risultavano le scale e i servizi igienici, soprattutto nelle scuole del Mezzogiorno, oltre ad una generale scarsa presenza di segnali visivi, acustici e tattili nelle scuole di tutto il territorio nazionale.

«Queste ed altre emergenze che comprimono in modo irricevibile il diritto allo studio devono essere affrontate tempestivamente e con determinazione. Chiediamo al Ministro dell’Istruzione la convocazione immediata dell’Osservatorio per l’inclusione scolastica. Alle famiglie chiediamo di segnalare lacune, ritardi e violazioni perché solo grazie ad un’azione diffusa e condivisa si può accelerare il cambiamento.»

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, concluso il seminario di avvio

Conclusi i lavori del seminario del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“, realizzato da AIPD Nazionale con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – art. 72 del Codice del Terzo Settore, D. Lgs N. 117/2017 – annualità 2017 (qui il comunicato stampa dello scorso 26 luglio, pubblicato in occasione dell’avvio delle attività).

Da martedì 11 a venerdì 14 settembre 2018 a Roma, gli  operatori provenienti dalle 26 sedi AIPD partecipanti all’iniziativa (ArezzoBariBellunoBergamoBrindisiCampobassoCasertaCastelli RomaniCataniaCatanzaroCosenzaLatinaLivornoMarsicaMilazzo-MessinaNapoliOristanoPisaPotenzaRomaSan Benedetto del Tronto-Ascoli PicenoSiracusaTermini ImereseTrentinoVenezia-MestreViterbo) hanno avuto occasione di formarsi sui temi dell’avviamento/inserimento nel mondo delle persone con sindrome di Down e riportare nei propri territori le sollecitazioni e le indicazioni raccolte.

Ora si torna a casa con l’obiettivo di condividere quanto appreso e avviare il vero e proprio lavoro di disseminazione e sensibilizzazione. Primo step per tutti l’organizzazione di un evento-lancio dell’iniziativa nella città sede delle sezioni AIPD coinvolte e, a seconda della linea di lavoro cui si è aderito, la predisposizione delle attività previste.

Nuovi tirocini per AIPD Roma

Avviati, per l’AIPD di Roma, due nuovi tirocini di giovani con sindrome di Down.
Sabato 8 settembre 2018 Daniela Cotogni, 26 anni, ha iniziato il tirocinio, della durata di sei mesi, all’interno della boutique Nespresso in via Cola di Rienzo. Sarà impiegata come commessa, addetta all’informazione e all’assistenza dei clienti, per un impegno di 18 ore settimanali.
Lunedì 10 settembre è stata la volta di Matteo Palamara, 28 anni, con un tirocinio presso lo Scout Center di Roma, anche per lui della durata di 6 mesi. Il tirocinio è realizzato presso l’azienda Fiordaliso SBC con mansioni di operatore della ristorazione e servizio Bar, per un impegno di 20 ore settimanali.

Entrambe le esperienze sono finalizzate all’assunzione e sono state realizzate grazie all’impegno del SIL di AIPD Roma e ai referenti delle due strutture, Morena Strollo di Nespresso e Massimo Galimi dello Scout Center.

“Picture Equality”

European Disability Forum (EDF) lancia il concorso fotografico “Picture Equality“, il cui tema è l’inclusione e l’uguaglianza delle persone con disabilità.

Il concorso è aperto a tutti (singoli cittadini, non le organizzazioni) e non è prevista la tassa di iscrizione. Le immagini devono essere inviate a Lucia D’Arino – lucia.darino@edf-feph.org entro lunedì 1° ottobre 2018.
Ogni foto inviata deve essere accompagnata da una breve descrizione (in inglese) e dal nome dell’autore, luogo (città e paese) in cui è stata scattata la foto. Altre indicazioni sono contenute sul sito dedicato.

I finalisti (scelti sulla base dei seguenti criteri: qualità dell’immagine, innovazione, creatività e pertinenza al tema del concorso) saranno 20 e tra questi la giuria selezionerà i 3 candidati finali.
Le 20 foto saranno esposte durante vari eventi e in altri paesi europei, tra cui la Giornata europea delle persone con disabilità e la Mostra fotografica di Bruxelles.
I 3 finalisti saranno invitati a Bruxelles per partecipare alla Giornata europea delle persone con disabilità organizzata dalla Commissione europea il 4-5 dicembre 2018 a Bruxelles.

Il nome del vincitore sarà reso noto il 2 novembre. I primi tre riceveranno:
1° classificato: 500 euro
2° classificato: 300 euro
3° classificato: 200 euro

Seminario di formazione sull’educazione all’autonomia

Come preannunciato nelle scorse settimane, tornano anche quest’anno  le consuete occasioni di formazione sui temi dell’educazione all’autonomia e più specificatamente sulle esperienze dei vari percorsi di educazione all’autonomia.

I seminari saranno 2:
– 1° seminario: 12 e 13 settembre 2018, rivolto a nuovi operatori;
– 2° seminario: 26, 27 e 28 novembre 2018, rivolto ad operatori con esperienza su tali progetti.

Il 1° seminario vuole offrire una formazione mirata alla conoscenza della metodologia AIPD, il secondo invece sarà occasione di confronto e approfondimento tra chi già ha lavorato nei percorsi di educazione all’autonomia.

Le adesioni al 1° seminario sono ancora aperte, chi fosse interessato può contattare la segreteria AIPD (QUI la scheda di iscrizione per operatori esterni all’associazione).

I seminari sono un’iniziativa dell’AIPD Nazionale per migliorare la qualità dei progetti di autonomia e condividere le esperienze condotte nei vari territori. Sono rivolti agli operatori delle sedi locali ma sono aperti anche ad operatori di altre associazioni o enti che svolgono attività di autonomia per persone con sindrome di Down o anche altra disabilità intellettiva.

Per maggiori informazioni:
– sui contenuti del seminario: ragazzingamba@aipd.it
– sull’organizzazione e iscrizioni: aipd@aipd.it

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”

Da martedì 11 a venerdì 14 settembre 2018 si svolgerà il seminario di formazione degli operatori delle sezioni AIPD che hanno aderito e partecipano al progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“, realizzato da AIPD Nazionale con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – art. 72 del Codice del Terzo Settore, D. Lgs N. 117/2017 – annualità 2017 (qui il comunicato stampa dello scorso 26 luglio, pubblicato in occasione dell’avvio delle attività).

Il seminario coinvolgerà tutti gli operatori delle 26 sedi AIPD partecipanti (ArezzoBariBellunoBergamoBrindisiCampobassoCasertaCastelli RomaniCataniaCatanzaroCosenzaLatinaLivornoMarsicaMilazzo-MessinaNapoliOristanoPisaPotenzaRomaSan Benedetto del Tronto-Ascoli PicenoSiracusaTermini ImereseTrentinoVenezia-MestreViterbo) e proporrà gli argomenti previsti da tutte le tre linee su cui si struttura il progetto (linea 1 Verso il lavoro – linea 2 Imparare a lavorare – linea 3 Imparare un lavoro).

I lavori inizieranno nel pomeriggio di martedì 11 settembre e si terranno presso il Roma Scout Center.
QUI il programma del seminario.

#InstaErasmusPlus

L’Agenzia Nazionale per i Giovani (agenzia governativa che gestisce i progetti Gioventù del Programma Europeo Erasmus+ ed altre iniziative rivolte alle nuove generazioni) ha promosso nei mesi scorsi il contest fotografico #InstaErasmusPlus, lanciato in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale sul proprio profilo Instagram.

La sede AIPD di Lecce ha partecipato inviando l’immagine che ritrae Federica e Italia, due giovani con sindrome di Down, a Barcellona. L’immagine è stata scattata dall’operatrice Alessandra che ha accompagnato le due donne nella città spagnola in occasione dello stage realizzato nel novembre 2017 nell’ambito del progetto “Trabajadores en camino”.

Ebbene, questa immagine si è classificata quarta e sarà (essendo tra le prime 5 foto ad aver ricevuto il maggior numero di cuori)  esposta e presentata nel corso del consueto evento annuale dell’Agenzia e poi utilizzata per allestire la sede dell’Agenzia di Via Sabotino in Roma.
Inoltre, le prime 10 foto del contest saranno utilizzate per la cover social dell’Agenzia, inserite nel video che l’Agenzia realizzerà a fine anno sul tema dell’Anno Eurlecce-fotoIVclassificataAgenziaGiovani2018opeo del Patrimonio Culturale 2018, e utilizzate per le news/approfondimenti che verranno pubblicati sul sito dell’Agenzia.

Linee guida per l’accessibilità nei musei e nei luoghi di interesse culturale

Lo scorso 6 luglio 2018  è stata approvata la stesura delle “Linee guida per la redazione di un Piano di eliminazione delle barriere architettoniche (P.E.B.A.) nei musei, complessi monumentali, aree e parchi archeologici”; il documento è stato realizzato dal Gruppo di lavoro per la redazione di provvedimenti, anche a livello normativo, inerenti il superamento delle barriere culturali, cognitive e psicosensoriali nei luoghi di cultura di competenza del MIBACT, Ministero per i beni e le attività culturali, aperti al pubblico. Il Gruppo – di cui fa parte per l’AIPD Anna Contardi –  operativo presso il ministero, ha tra i suoi intenti quello di attuare le finalità della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

Fanno parte integrante dell’elaborato:
– “Piano Strategico – PEBA
– “Fruizione e accessibilità: profili giuridici e strumenti di attuazione“;
– “Glossario“;
– “Checklist da progetto “A.D. Arte”.

Il Ministero ha diffuso i documenti prodotti presso i suoi uffici territoriali attraverso l’invio della circolare 26/2018, sollecitando gli stessi ad attenersi ai criteri e alle indicazioni in essi contenuti.

A teatro con l’AIPD Perugia

L’AIPD di Perugia propone lo spettacolo teatrale “Lavoro è vita. Viaggio avventuroso alla ricerca della dignità” che si terrà giovedì 2 agosto 2018 in Piazza del Melo alle ore 22.30.
La rappresentazione è curata dalla compagnia “Elisa di Rivombrosa“, costituita da attori con sindrome di Down, in collaborazione con Fontemaggiore, che ne cura la direzione artistica. Regia Giampiero Frondini.

Seminari AIPD 2018 sui percorsi di educazione all’autonomia

Anche quest’anno AIPD realizza in autunno le consuete occasioni di formazione sui temi dell’educazione all’autonomia e più specificatamente sulle esperienze dei vari percorsi di educazione all’autonomia.

I seminari saranno 2:
– 1° seminario: 12 e 13 settembre 2018, rivolto a nuovi operatori;
– 2° seminario: 26, 27 e 28 novembre 2018, rivolto ad operatori con esperienza su tali progetti.

Il 1° seminario vuole offrire una formazione mirata alla conoscenza della metodologia AIPD, il secondo invece sarà occasione di confronto e approfondimento tra chi già ha lavorato nei percorsi di educazione all’autonomia.

Le adesioni al 1° seminario devono arrivare entro e non oltre il 1° settembre prossimo, inviando alla segreteria AIPD la scheda di iscrizione (QUI la scheda per operatori esterni all’associazione).

I seminari sono un’iniziativa dell’AIPD Nazionale per migliorare la qualità dei progetti di autonomia e condividere le esperienze condotte nei vari territori. Sono rivolti agli operatori delle sedi locali ma sono aperti anche ad operatori di altre associazioni o enti che svolgono attività di autonomia per persone con sindrome di Down o anche altra disabilità intellettiva.

Per maggiori informazioni:
– sui contenuti del seminario: ragazzingamba@aipd.it
– sull’organizzazione e iscrizioni: aipd@aipd.it

Nuova sede per l’AIPD Latina

L’AIPD di Latina ha avuta assegnata, dalla Regione Lazio, la casa cantoniera di Borgo Piave, sulla Pontina al km 69+500.
Per i prossimi 6 anni, con un contratto di locazione stabilito e rinnovabile, la sezione avrà a disposizione i locali per utilizzarli nello svolgimento delle sue attività nel territorio.
L’attribuzione deriva dall’iniziativa della Regione Lazio di assegnare le case cantoniere in disuso attraverso il bando dedicato,  (ex  DGR 540/2016), cui la nostra sede locale ha partecipato.

Congresso mondiale sulla sindrome di Down

Congresso mondiale sulla sindrome di Down. Glasgow, 24-27 luglio 2018
La 13ma edizione del congresso, organizzato dalla Down Syndrome International, si svolge presso il Scottish Exhibition and Conference Centre della città scozzese, ospitato dalla associazione Down’s Syndrome Scotland.

Mercoledì 25 luglio, per AIPD, Giorgia Scivola presenterà un intervento  (dal titolo “The ValueAble European network of intellectual disability – friendly hospitality employers”) dedicato alla realtà “Valueable”, rete europea di aziende che operano nel settore dell’ ospitalità che offrono stage o impiego a persone con sindrome di Down e altre disabilità intellettive, nata dai progetti internazionali “On my own… at work” e “A Valueable Network”.

Sito dedicato al congresso: http://www.wdsc2018.org.uk – pagina Fb: @WorldDSCongress

Continuità del Progetto educativo e didattico. Segnalazioni cercasi

AIPD fa suo l’invito promosso dalla FISH che chiede a chiunque sia a conoscenza di casi di discontinuità didattica a discapito di alunne o alunni con disabilità, di procedere alla compilazione di un questionario (anonimo, online) per segnalare il caso, affinché la FISH possa sostenere col MIUR la necessità di inviare urgentemente una circolare a tutte le scuole.

Durante i recenti scambi avuti con il MIUR e tra i vari punti evidenziati dalla FISH, è emerso l’importanza di riuscire a far applicare correttamente in tutte le scuole, l’articolo 14 comma 4 del D.Lgs 66/17 in materia di continuità del Progetto educativo e didattico.
Questo comma recita infatti che «al fine di garantire la continuità didattica durante l’anno scolastico si applica l’articolo 461 del testo unico di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994 n. 297».
Questo ultimo dispone «1. Non si dà luogo a spostamenti di personale dopo il ventesimo giorno dall’inizio dell’anno scolastico, anche se riguardano movimenti limitati all’anno scolastico medesimo e anche se concernenti personale delle dotazioni organiche aggiuntive. 2. I provvedimenti che comportino movimenti di personale già in attività di insegnamento, adottati dopo il ventesimo giorno dall’inizio dell’anno scolastico, salvi gli effetti giuridici, sono eseguiti, per quanto riguarda il raggiungimento della nuova sede, dopo l’inizio dell’anno scolastico successivo

Sarebbe importante avere un consistente numero di dati prima della fine del mese di luglio, in modo da poterli portare nella prossima riunione dell’Osservatorio ministeriale permanente per l’inclusione scolastica.

AIPD Reggio Calabria avrà la nuova sede, accordo con il Comune

comunicato stampa AIPD Reggio Calabria

Firmato il patto di collaborazione per l’ex emeroteca comunale
La sezione AIPD di Reggio Calabria avrà una nuova sede

Reggio Calabria, 12/07/2018 – L’Associazione Italiana Persone Down di Reggio Calabria, con la presenza del Presidente della sezione Bruno Arichetta, ha firmato questa mattina, presso gli uffici del Settore Risorse Umane e Patrimonio Collettivo del CE.DIR, il patto di collaborazione per l’ex emeroteca comunale di Via Palmi, soggetta negli ultimi mesi a due atti vandalici che ne hanno causato il danneggiamento degli interni.
Il bene di cui sopra, che già dallo scorso giugno 2017 era stato richiesto dall’AIPD, attraverso il portale dei Beni Comuni dell’ Amministrazione Comunale, sarà adesso riqualificato ad opera dell’Associazione stessa, con l’aiuto di tutte le realtà associative ed i singoli che, lo scorso 24 Marzo, si sono riuniti per un Sit-in proprio davanti l’ex emeroteca, per dichiarare solidarietà e collaborazione all’AIPD di Reggio Calabria. Tanti, tantissimi amici disposti a dare una mano concreta per il bene dell’Associazione e dell’intera comunità. La struttura, una volta rigenerata, sarà infatti destinata allo svolgimento di corsi di formazione e di educazione all’autonomia per persone con la sindrome di Down di ogni età e disporrà anche di servizi di informazione e consulenza rivolti alle famiglie.
Giornata molto importante, dunque, non solo per i soci e collaboratori dell’Associazione ma per tutta la città di Reggio Calabria.
«E’ la prima volta che consegniamo un bene pubblico – afferma la dott.ssa Carmela Stracuzza, dirigente del Settore Risorse Umane e Patrimonio Collettivo – siamo veramente felici che questo venga affidato a voi».
Manca ancora il verbale di consegna ed altri piccoli dettagli da concretizzare ma l’Associazione Italiana Persone Down di Reggio Calabria, oggi, con questa importantissima firma, porta a casa uno dei risultati più significativi ed importante della sua storia.

Manifesto delle donne con disabilità facile da leggere

Dal sito http://www.informareunh.it/il-manifesto-europeo-delle-donne-con-disabilita-facile-da-leggere/
Articolo a firma di Simona Lancioni, responsabile Centro Informare un’H di Peccioli (Pisa):

Dopo la traduzione in lingua italiana, realizzata nel 2017, arriva la versione facile da leggere del “Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea”, un documento approvato dal Forum Europeo sulla Disabilità nel 2011. Non vi è infatti alcun dubbio circa il fatto che un documento del genere dovesse essere reso accessibile anche alle persone – ed in particolare alle ragazze e alle donne – con disabilità intellettiva. Prova ne sia che nello stesso, tra le altre cose, si può leggere la seguente indicazione: «I documenti relativi alle donne ed alle ragazze con disabilità ed ai loro diritti devono essere comprensibili e disponibili nelle lingue locali, nella lingua dei segni, in Braille, in formati di comunicazione aumentativa e alternativa, e in tutti gli altri modi, mezzi e formati di comunicazione accessibili, compresi quelli elettronici» (capitolo 3, paragrafo 3.13).

Le persone con disabilità intellettiva sono molto diverse tra loro, e diversa è anche la capacità di comprendere il linguaggio comune, tuttavia possiamo concordare sul fatto che il linguaggio utilizzato nel Secondo Manifesto non è accessibile per la maggior parte di loro. Gli elementi di complessità sono tantissimi. Per una persona con disabilità intellettiva, ad esempio, settanta pagine di testo sono davvero troppe. La circostanza che il testo sia giustificato da entrambi i lati rende irregolare la spaziatura tra le parole, una caratteristica che ad alcune persone rende la lettura faticosa. Inoltre in esso è possibile trovare periodi lunghi, incisi e subordinate, numerose parole difficili e molti altri elementi che possono creare problemi a chi trova difficile leggere il linguaggio comune. Pertanto, l’unico modo per rendere accessibile il Secondo Manifesto è stato quello di semplificarlo.

Per procedere in tal senso è stato utilizzato il manuale “Informazioni per tutti. Linee guida europee per rendere l’informazione facile da leggere e da capire per tutti”, pubblicato da Inclusion Europe in collaborazione con l’Anffas – Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale (un testo che si basa sui risultati del progetto “Percorsi di educazione permanente per persone con disabilità intellettiva”, realizzato nel periodo 2007-2009).

Ma in concreto, cosa vuol dire semplificare? Semplificare non vuol dire, come qualcuno poco addentro in tali questioni potrebbe pensare, distinguere tra temi “adatti” alle persone con disabilità intellettiva, e temi “non adatti” per loro. Non ci sono temi “non adatti” alle persone con disabilità intellettiva adulte. Si tratta piuttosto di lavorare per abbassare l’asticella del linguaggio stando ben attenti a tenere più alta possibile quella dei contenuti. Poi è ovvio che qualche persona recepirà tutto, qualche altra recepirà solo alcune cose, e altre ancora non recepiranno nessun contenuto. Ma non è questo il punto. Il punto è che una persona adulta è una persona adulta anche se ha una disabilità intellettiva, e da adulta va trattata. La qual cosa implica che dobbiamo fare tutto ciò che è in nostro potere per mettere questa persona in condizione di accedere a qualsiasi tipo di informazione, senza una selezione preventiva, che sarebbe inevitabilmente discrezionale e potenzialmente discriminante. La stessa Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità (ratificata dall’Italia con la Legge 18/2009) stabilisce che alle persone con disabilità deve essere garantito l’accesso all’informazione e alla comunicazione su base di uguaglianza con le altre persone (art. 9), senza distinguere tra persone con diversi tipi di disabilità, né, tanto meno, tra diversi contenuti.

Pertanto, semplificare, nel nostro caso, ha semplicemente voluto dire che – non potendo scrivere un documento troppo lungo (perché la lunghezza è solitamente un fattore di inaccessibilità per queste persone) – abbiamo dovuto distinguere tra temi portanti e temi secondari dell’opera, dando più spazio ai primi e meno ai secondi. Il tutto utilizzando un linguaggio più semplice possibile, e cercando di mantenere inalterato il senso complessivo e lo spirito del documento originale.

Applicando questi criteri è stata realizzata una prima bozza. Tale bozza è stata supervisionata dall’Associazione Italiana Persone Down (AIPD), che ha proposto diverse modifiche formali (tutte accolte), e che, a sua volta, l’ha sottoposta alla verifica di sette donne con sindrome di Down. Dall’Associazione ci hanno riferito che le donne coinvolte hanno apprezzato il fatto di leggere un documento che le riguardasse, e che la lettura è stata occasione di confronto al loro interno. Il loro contributo è stato fondamentale per testare e migliorare l’accessibilità del testo. A queste donne, ed alle operatrici che le hanno supportate, va un caloroso ringraziamento. Un grazie particolare va ad Anna Contardi, coordinatrice nazionale dell’AIPD, per l’aiuto concreto e la disponibilità a fare da tramite con le donne che hanno collaborato alla verifica. L’AIPD, è opportuno ricordarlo, è una delle associazioni impegnate nel settore della disabilità che hanno ratificato il Secondo Manifesto.

Moltissime persone con disabilità intellettiva, formate all’autonomia e adeguatamente supportate, riescono a raggiungere importanti risultati nello studio, nel lavoro e nell’integrazione sociale. In alcuni casi riescono anche a formarsi una famiglia propria e ad avere figli e figlie. Le donne con disabilità intellettiva, essendo esposte alla discriminazione multipla ingenerata dall’essere simultaneamente donne e persone con disabilità, incontrano maggiori ostacoli nei loro percorsi di autonomia e di emancipazione. Uno degli aspetti maggiormente penalizzanti per le persone con disabilità intellettiva, rispetto alle persone con altri tipi di disabilità, è il limitatissimo accesso alle informazioni. Esistono pregevoli progetti realizzati con l’impiego del linguaggio facile da leggere, progetti portati avanti per lo più per iniziativa di soggetti di terzo settore, ma siamo ben lontani dall’avere un servizio pubblico che garantisca a queste persone un accesso indiscriminato all’informazione. In questo contesto, la versione facile da leggere del Secondo Manifesto mira a mettere a disposizione delle donne e delle ragazze con disabilità intellettiva informazioni alle quali ben difficilmente avrebbero acceso attraverso altri canali, e a fornire loro alcuni elementi utili ad acquisire una maggiore consapevolezza di sé stesse e dei propri diritti.

Se osserviamo con attenzione le donne con disabilità intellettiva che hanno raggiunto buoni livelli di autonomia personale, e confrontiamo i loro percorsi, scopriamo che queste donne hanno qualcosa in comune. Esse sono circondate da persone (i genitori, ma non solo) che hanno creduto ed investito nelle loro potenzialità. Ecco, il Secondo Manifesto è un invito a credere ed investire nell’emancipazione di tutte le donne con disabilità, anche di quelle con disabilità intellettiva. Poiché solo imparando a pensare anche a queste ultime come a donne libere ed adulte, potremmo dare loro l’opportunità di divenire tali.

ANFFAS lancia la consultazione pubblica per il progetto “Capacity”

Martedì 10 luglio 2018 Anffas ha lanciato, nel corso del convegno dedicato e svolto a Roma, la consultazione pubblica prevista nell’ambito del progetto “Capacity: la legge è eguale per tutti – Modelli e strumenti innovativi di sostegni per la presa di decisioni e per la piena inclusione sociale delle persone con disabilità intellettive” (co-finanziato dal Ministero del Lavoro ex art.12 co.3 legge 383/00 e presentato al pubblico nel dicembre 2017).

L’iniziativa intende sperimentare “modelli innovativi di sostegno al processo decisionale per le persone con disabilità, in particolare intellettive e disturbi del neuro-sviluppo, in attuazione dell’art.12 della Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità (Eguale riconoscimento di fronte alla Legge) per individuare i possibili assi di miglioramento della normativa e di redigere delle raccomandazioni per i decisori politici così da adeguare la vigente normativa alle previsioni della citata Convenzione Onu“.
E’ possibile partecipare alla consultazione attraverso un questionario online redatto in due versioni, una delle quali in  linguaggio altamente comprensibile e dunque rivolta direttamente alle persone con disabilità intellettiva.

La consultazione è aperta a tutti e vuole, tramite il diretto coinvolgimento di persone con disabilità, famiglie, esperti ed istituzioni, giungere all’elaborazione, il più possibile condivisa, di proposte innovative e di nuove risposte al tema del sostegno alla presa di decisioni per le persone con disabilità andando ad evidenziare anche temi importanti come gli strumenti di tutela giuridica (e quindi interdizione, inabilitazione, amministrazione di sostegno), l’esercizio del diritto di voto, la scelta di dove come e con chi vivere, il consenso informato, privacy, ecc.

E’ possibile accedere alla consultazione tramite internet seguendo il link: HTTPS://IT.SURVEYMONKEY.COM/R/CAPACITYANFFAS

e per la versione in facile da leggere, dedicata alla persone con disabilità intellettive, seguendo il link:
HTTPS://IT.SURVEYMONKEY.COM/R/CAPACITYETR

“Un goal per la solidarietà” a favore di AIPD Lecce

Domenica 15 luglio 2018 lo stadio di Nardò (Lecce) “Giovanni Paolo II” ospiterà, a partire dalle ore 18.00, il torneo di calcio “Un goal per la solidarietà”, organizzato dal consigliere comunale delegato allo Sport Antonio Tondo e dal direttore marketing dell’AC Nardò Tony De Paola con la collaborazione dello stesso club.
L’ingresso è gratuito, i fondi raccolti saranno devoluti all’AIPD di Lecce a sostegno delle sue attività nel territorio.
Parteciperanno i neocampioni provinciali Allievi dell’AC Nardò guidati dal tecnico Enzo Giumentaro, i campioni regionali di basket Under 18 Élite della Frata “Andrea Pasca” Nardò, condotti dal coach Michele Battistini, i ragazzi del settore giovanile della Esseti Pallavolo Nardò di Sandra Torchia e la squadra Gioventù Neretina allenata da Jacopo Francone.

“Cena in bianco” 2018 con l’AIPD di Pisa

Sabato 7 luglio 2018 torna per la quarta edizione la “Cena in bianco“, l’evento di solidarietà e incontro organizzato dall’AIPD di Pisa, le cooperative sociali “Alzaia” e “Il Simbolo” e il Comune.
Piazza dei Miracoli ospiterà 1500 persone (posti già tutti prenotati) che parteciperanno alla serata la cui caratteristica sono il colore bianco, che ricorre nelle apparecchiature delle tavole (che ciascun partecipante porterà da casa) nei tavoli, nelle sedie, nei vestiti, e il rispetto dell’ambiente: bandita la plastica e obbligatorio lasciare la piazza pulita e in ordine.
Un’occasione di incontro tra persone che non conoscendosi ceneranno sedute vicine. Tutti vestiti di bianco, dunque tutti uguali, ma tutti diversi.
Grande mobilitazione sul territorio da parte di tante realtà locali che hanno offerto il proprio contributo per la riuscita dell’evento.

AIPD Belluno presenta la nuova tappa di “Slow-Down”

Comunicato stampa AIPD Belluno

IL PROGETTO “SLOW-DOWN” VERSO LA NUOVA TAPPA: IN VAL DI ZOLDO DOMENICA 8 LUGLIO
Alla scoperta delle bellezze naturali del Parco, progetto nato dalla collaborazione tra AIPD Belluno e Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Feltre, 2 luglio 2018. Domenica 8 luglio la Val di Zoldo accoglierà, precisamente nella zona del Pramperet, i partecipanti al progetto “Slow Down”, progetto nato dalla collaborazione tra AIPD Belluno ed Ente Parco (che lo finanzia interamente) allo scopo di rendere fruibili le risorse naturali del territorio del Parco a tutte le persone. Questo avendo studiato e valutato percorsi adatti anche a persone con varie disabilità.
Nel progetto sono stati coinvolti anche il Centro Diurno di Via Medaglie d’Oro, Feltre, della ULSS 1 Dolomiti e l’Associazione provinciale ASSI.
Esso ha uno sviluppo biennale (2017-2019); le uscite nel territorio hanno cadenza bimestrale, e sono coordinate, sul campo, dalle Guide del Parco, Cooperativa “Mazarol”, con la responsabile Flora Rossi ed alcuni suoi colleghi; a documentare le passeggiate c’è un operatore con il supporto di un drone.
Si è iniziato a settembre con la gita in Val Canzoi, lungo il sentiero che fa capo al Centro Educazione Ambientale “la Santina”; a novembre tutti a Col dei Mich Sovramonte, a percorrere il circuito che si diparte da “L’Antica Torre”. Nell’ultima domenica di febbraio era programmata la passeggiata con le”ciaspole”, sul Monte Avena, che ha avuto il battesimo della neve, essendosi svolta sotto una fitta nevicata.
Tutte le uscite hanno avuto oltre cinquanta partecipanti: i più piccoli, infatti, potevano invitare anche fratelli e compagni di scuola; erano accompagnati da genitori e familiari, che seguivano il percorso, a “debita distanza” dai propri figli e con altra guida. La passeggiata di primavera si è svolta lungo il percorso ciclo-pedonale che da Pian di Vedoia scende verso Ponte nelle Alpi, partendo a ridosso di un antico mulino.

Ogni uscita, poi, è seguita nei giorni successivi, da incontri di riflessione ed elaborazione: i giovani adolescenti ed adulti si ritrovano con Flora Rossi e le Operatrici AIPD per discutere sugli aspetti naturalistici ambientali dell’esperienza fatta, oltre a visionare foto e video, che costituiranno la base di una nuova guida turistica.
I più piccoli, coi loro fratelli o coi loro amici, già coinvolti nelle escursioni, svolgono questo tipo di elaborazione con laboratori artistici, che uniscono attività musicale e pittorica. Le guide di questi laboratori sono due artisti, che da anni collaborano con l’AIPD Belluno: Giovanni Sogne, pittore e decoratore, e, come tale, restauratore e creatore di meridiane, e Nelso Salton, musicista eclettico e fantasioso nell’uso di strumenti originali.

Un nuovo tirocinio per l’AIPD Versilia

AIPD Versilia segnala l’avvio di un nuovo tirocinio che vede impegnata, da martedì 26 giugno 2018, Jessica Genovesi, giovane con sindrome di Down. L’esperienza è avviata grazie al programma “GiovaniSì” e durerà tre mesi; Jessica lavorerà 20 ore alla settimana come commessa presso la Conad di Capezzano.

Lo “Stephen Thomas Award 2018” a Giuseppe Caccamese

Giuseppe Caccamese ha vinto, come fotografo internazionale, lo “Stephen Thomas Award 2018“, un premio di fotografia, selezionato tra 300 foto realizzate da persone con sindrome di Down da tutto il mondo. La cerimonia di premiazione si è svolta a Londra lo scorso 21 giugno 2018 con la consegna della riproduzione su tela della foto e un certificato; insieme a lui gli altri 25 finalisti, ospiti della Down’s Syndrome Association.

L’immagine vincitrice è la copertina del piccolo libro di poesie scritte da Giuseppe Caccamese “Il mio cuore è una nuvola che viaggia” pubblicato nel 2014, alcune delle quali riportate nel nostro sito, nella pagine “Riflessioni e testimonianze” (“Scala di nuvole“, “Polo Nord“, “Pensieri“,  “La montagna della vita“.

La FISH incontra il ministro della Famiglia e delle Disabilità

dal sito www.superando.it

Guidata dal proprio presidente Vincenzo Falabella, una delegazione della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) ha incontrato Lorenzo Fontana, ministro per la Famiglia e le Disabilità, affiancato dal viceministro Vincenzo Zoccano.
«Quello di oggi – ha dichiarato Falabella – va considerato come un incontro di mutue presentazioni cui ne seguiranno senza dubbio altri di carattere operativo, vista l’ampiezza delle sfide e delle istanze che riguardano le persone con disabilità e le loro famiglie».

«Dal canto nostro – prosegue il Presidente della FISH – abbiamo richiamato la centralità del Programma di Azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità, risultato di un convergente impegno del movimento delle persone con disabilità e di molti esperti e referenti istituzionali. Il Programma, che investe moltissimi àmbiti della vita, va attuato con metodo e impegno. È uno strumento programmatico ormai formalizzato da mesi. Abbiamo inoltre voluto evidenziare l’urgenza di agire sull’inclusione scolastica e lavorativa, oltreché sulla revisione dei criteri di riconoscimento della disabilità».

«In una prospettiva di mutua e leale collaborazione – conclude Falabella – il luogo ideale di confronto e di costruzione è senza dubbio l’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità, che va rilanciato e praticato per individuare le migliori soluzioni ascoltando le parti sociali di cui la FISH e le altre organizzazioni sono parte qualificante, anche nella prospettiva di redigere un nuovo Programma di Azione. Sulla necessità di un dialogo, il ministro Fontana ha confermato come esso sia un’occasione e un modalità di lavoro che si basa sul mutuo e rispettoso riconoscimento».

Progetto “Lavoratori con sindrome di Down: da assistiti a contribuenti”

COMUNICATO STAMPA

AL VIA NUOVO PROGETTO AIPD PER L’INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE CON LA SINDROME DOWN

Il progetto “Lavoratori con sindrome di Down: da assistiti a contribuenti” è finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità

Roma, 18 giugno 2018. Creare lavoro attraverso la formazione di operatori specializzati negli inserimenti lavorativi, aumentare la consapevolezza delle persone con sindrome di Down sulle proprie potenzialità di futuri lavoratori e sensibilizzare le aziende presenti sul territorio. È questo il senso del nuovo progetto “Lavoratori con sindrome di Down: da assistiti a contribuenti”, della durata di 12 mesi, realizzato dall’Associazione Italiana Persone Down ONLUS e finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità.

Il progetto coinvolge 9 operatori, 18 persone con sindrome di Down e loro famiglie di 9 sezioni AIPD di 6 regioni italiane (Belluno, Cosenza, Frosinone, Grosseto, Latina, Oristano, Potenza, Roma, Vulture).

Secondo un’indagine condotta da AIPD nel 2017 su 51 delle proprie sezioni, su 1.374 persone con sindrome di Down maggiorenni aderenti alla rete, solo 168 (il 12% circa) lavora con un regolare contratto.
Il progetto AIPD prevede una serie di azioni previste: consulenza, informazione e formazione in presenza (incontri di formazione per familiari, percorsi di orientamento e formazione per giovani con sindrome di Down) e a distanza (tramite corso online e telefono), azioni di sensibilizzazione del mondo aziendale/istituzionale e monitoraggio e tutoraggio in situazione e l’avvio di nuovi servizi di inserimento lavorativo (SIL) presso le sezioni che ne sono sprovviste. «Tali azioni – spiega Monica Berarducci, responsabile dell’Osservatorio sul mondo del Lavoro di AIPD nazionale – coinvolgeranno direttamente le organizzazioni partecipanti rendendole protagoniste, con l’obiettivo di scardinare il pregiudizio che consiste nel pensare che l’inserimento lavorativo delle persone con sindrome Down è solo un’opportunità “occupazionale” o terapeutica, quindi un peso per l’impresa e non un contributo alla produttività aziendale. Importante anche il lavoro sulle famiglie, che talvolta concepiscono ancora il proprio figlio come un bambino o il suo inserimento lavorativo come un modo per occupare il ‘tempo’, con un atteggiamento assistenziale ed iperprotettivo che limita l’acquisizione dell’identità adulta/lavorativa e l’emancipazione in generale».
Ufficio Stampa Associazione Italiana Persone Down
www.aipd.it
Via Fasana 1/B-C, 00195 Roma
Tel .06 3723909

AIPD cambia sede

Da lunedì 7 maggio 2018 AIPD Nazionale cambia sede e gli uffici si trasferiscono in Via Fasana 1/B-C, 00195, Roma.
Restano invariati i recapiti telefonici e le e-mail. Nei giorni immediatamente successivi al trasloco potrebbero esserci difficoltà con le linee telefoniche, in questo caso sarà possibile utilizzare i cellulari 392/2453818 oppure 329/3550725. Raggiungibile il numero 06 3723909.

Lunedì 23 aprile molte persone hanno accolto l’invito a condividere l’addio a viale delle Milizie 106, partecipando alla serata organizzata per salutare la sede che dal 1983 ha accompagnato la vita dell’Associazione.

traslocoparty-23aprile2018   23aprile-serataAIPD (3)  23aprile-serataAIPD (1)

 

Dedicato a questo passaggio, l’Editoriale del n. 1/2018 della rivista “Sindrome Down Notizie”, a firma di Anna Contardi, che si riporta di seguito:

Scrivo queste righe in mezzo agli scatoloni del prossimo trasloco della sede nazionale di AIPD che a fine aprile lascerà viale delle Milizie 106 per trasferirsi in via Fasana 1.
La scelta di cambiare sede, vendendo la sede storica e comprando un appartamento più piccolo, nasce dalla necessità di contenere i costi e “fare cassa” per fare fronte alle molte spese di questi anni e ai non certi finanziamenti.
Come qualcuno ha detto nell’assemblea 2017 che ha deliberato tale scelta questo non ci deve preoccupare perché AIPD è nei suoi progetti e nelle sue persone ed è sempre più grande e impegnata per il futuro delle persone con sindrome di Down. Ciononostante vorremmo salutare con gratitudine queste pareti che hanno fatto da sfondo a tanti avvenimenti in questi anni e che, se potessero parlare, ne avrebbero tante da raccontare.

Avvicinando infatti l’orecchio alle pareti sentiamo il rumore dei mobili che entrano, siamo nel 1983 e grazie al primo finanziamento pubblico ottenuto dalla Associazione Bambini Down, l’allora Presidente Enzo Razzano e la sua vice Maria Devoto col Cda hanno comprato la prima sede AIPD che inizialmente ospiterà la sede nazionale e quella di Roma…
Da molti anni una cornice inquadra nella sala d’attesa il manifesto della 1° giornata nazionale delle persone con sindrome di Down, 1987 e il ricordo va alla foto scattata a Villa Pamphili e allo slogan “Tu lo chiami mongoloide, noi lo chiamiamo down, i suoi amici lo chiamano Paolo” rubato (con autorizzazione) agli amici inglesi fotografando in vacanza un loro manifesto. Nell’angolo un NONTISCORDARDIME: non ci siamo dimenticati niente e nessuno e il manifesto ci seguirà nella nuova sede!…
In salone c’è rumore, è il 1989 e sono i primi ragazzi del Corso di educazione all’autonomia, il club dei ragazzi, e stanno preparandosi ad uscire. Erano 16 quell’anno, nel 2017 in tutte le sezioni i partecipanti ai percorsi di autonomia sono stati oltre 900.
Nella mia stanza sulla parete c’è un lungo quadro fatto a collage da una scuola materna che ha trovato il suo finale alla favola del Brutto anatroccolo che non è diventato cigno. Campagna di sensibilizzazione nelle scuole, siamo negli anni ’90 e vogliamo insieme scoprire la bellezza di tanti brutti anatroccoli…
Nel corridoio un quadro di foto di lavoratori in fast food e un titolo “Io lavoro”: sono i primi inserimenti lavorativi seguiti da Aipd, il primo è del 1992.

Sopra un armadio in sala riunioni trovo coppe e premi: dal Key award allo spot “I bambini Down diventano adulti”, che ha accompagnato il cambio di nome, al premio de Il Giullare per “Hotel 6 stelle”, alle pareti le foto di persone con SdD con Enzo Biagi, Montella, Fiorello, Raoul Bova, la Pausini e tanti altri VIP che hanno partecipato ai primi calendari, ma anche tante altre foto di bambini, giovani e adulti impegnati nelle più varie attività…
All’angolo della stanza dell’ufficio internazionale le foto dei primi scambi all’estero…
Sul muro del corridoio c’è una scalfittura per le tante volte che il tavolo della sala riunioni è entrato e uscito per fare posto a ospiti più numerosi del solito… e sul divano la macchia di cioccolato dell’ultima merenda dei ragazzi…. Dallo sportello del soppalco fa capolino il ventilatore comprato nell’ultima torrida estate romana… e sul tavolo della biblioteca si ammucchiano i libri raccolti negli anni che tante tesi hanno accompagnato.

Chiudo la porta con un sorriso….la Storia continua!
Anna Contardi

“Lavoratori con sindrome di Down: da assistiti a contribuenti”

Da lunedì 18 a mercoledì 20 giugno 2018 in svolgimento a Roma il seminario introduttivo del progetto “Lavoratori con sindrome di Down: da assistiti a contribuenti“, promosso da AIPD e finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità.

L’evento è rivolto agli operatori delle 9 sezioni AIPD coinvolte: Belluno, Cosenza, Frosinone, Grosseto, Latina, Oristano, Potenza, Roma, Vulture. Ciascuna sezione sarà impegnata nel progetto svolgendo azioni nel territorio volte all’inserimento lavorativo di 2 persone con sindrome di Down di età compresa tra i 18 e i 35 anni: rafforzamento della propria rete a livello regionale, sensibilizzazione verso le aziende e le istituzioni dei territori, percorsi di orientamento e formazione al lavoro rivolto ai giovani interessati.

Ana Peláez Narváez, prima donna con disabilità nel Comitato ONU CEDAW

Il CEDAW (Convention on the elimination of all forms of discrimination against women) è l’organismo che ha il compito di verificare l’attuazione della convenzione ONU, adottata nel 1979, sull’eliminazione di ogni forma di discriminazione della donna. Ana Peláez Narváez è vicepresidente dell’EDF (European Disability Forum), organizzazione europea nata nel 1996 per garantire che le decisioni prese a livello europeo riguardanti le persone con disabilità siano prese con e da persone con disabilità. Lo scorso 7 giugno, Ana Peláez Narváez è entrata a far parte del gruppo di esperti del CEDAW, prima donna con disabilità tra i membri del comitato. Nelle sue prime riflessioni successive all’elezione, Ana ha ricordato che nel mondo sono 600 milioni le donne con disabilità, rappresentando così il 20% della popolazione totale delle donne, tra le più povere e sottoposte costantemente a forme di discriminazione multipla.

Accordo AIPD-Lagardere, avviato il primo tirocinio anche a Roma

E’ Ilaria Manna, di AIPD Roma, la prima giovane inserita in un tirocinio presso l’aeroporto “Leonardo da Vinci”, grazie all’accordo, sottoscritto lo scorso mese di aprile, tra AIPD e Lagardere Travel Retail, multinazionale che opera in Italia in particolare negli scali delle principali città italiane. L’accordo prevede la realizzazione di esperienze di inserimento lavorativo di giovani con sindrome di Down, presso le business line Duty Free, Foodservice e Travel Essential dei propri negozi negli aeroporti Roma e Venezia .

Il 20 maggio 2018 Ilaria ha iniziato la sua esperienza di un anno (finalizzata all’assunzione) presso il duty free del terminal voli internazionali dell’aeroporto “Leonardo da Vinci” di Fiumicino.

Accordo AIPD-Lagardere, avviato il primo tirocinio

E’ Mattia Volpato, di AIPD Venezia-Mestre, il primo giovane inserito in un tirocinio grazie all‘accordo, sottoscritto lo scorso mese di aprile, tra AIPD e Lagardere Travel Retail, multinazionale che opera in Italia in particolare negli aeroporti delle principali città italiane. L’accordo prevede la realizzazione di esperienze di inserimento lavorativo di giovani con sindrome di Down, presso le business line Duty Free, Foodservice e Travel Essential dei propri negozi negli aeroporti Roma e Venezia .

Lunedì 4 giugno 2018 Mattia ha iniziato la sua esperienza (finalizzata all’assunzione) presso l’Emporio del Grano dell’aeroporto “Marco Polo” di Venezia

 

 

5×1000: forse non tutti sanno che…

Tempo di dichiarazione dei redditi e tempo di 5X1000.
Ma non tutti sanno che anche chi non è tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi e riceve solo la Certificazione Unica (CU), può donarci il suo 5×1000!
Esiste un modello appositamente predisposto dall’Agenzia delle Entrate che va compilato, firmato e consegnato in busta chiusa a un ufficio postale, a uno sportello bancario o a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (CAF, commercialisti, ecc.), che le ricevono gratuitamente.
QUI si può scaricare il modello il cui riquadro “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c. 1, lett. A), del D.Lgs. n. 460 del 1997” è già compilato con il numero di codice fiscale di AIPD Nazionale (96198380584).

Per maggiori informazioni:
telefona all’Associazione – 06/3723909 – o scrivi a aipd@aipd.it.

Maryanne e Tommy

Qualche giorno fa sulla pagina FB “Maryanne and Tommy” è stato condiviso il video pubblicato un anno fa, in occasione dei 22 anni del loro matrimonio. Sono due persone con la sindrome di Down. Oggi gli anni insieme sono diventati 23 e la loro storia continua.
I due, inglesi, raccontano il loro matrimonio, molto probabilmente il primo tra due persone con sindrome di Down, dagli inizi ad oggi. La pagina FB dedicata a loro è gestita dalla sorella di Maryanne, che insieme alla madre, ha rappresentato ed è ancora oggi il supporto comunque necessario alla realizzazione della vita autonoma della coppia.

maryanne-tommy-fotovideo

L’AIPD di Potenza compie 25 anni

La Sezione AIPD di Potenza festeggia 25 anni di attività e per festeggiare questa importante ricorrenza ha organizzato varie iniziative.
La prima è prevista per domenica 27 maggio 2018, i giovani della sezione prepareranno una merenda per tutti i bambini presenti in piazza Mario Pagano, a partire dalle ore 10.
Sabato 9 giugno 2018 è previsto il convegno “Verso l’autonomia. 25 anni di storie di vite in viaggio”, alle ore 16 presso il Museo Archeologico Provinciale. Saranno presenti per l’AIPD Nazionale il presidente Paolo Virgilio Grillo e Anna Contardi.
Infine domenica 17 giugno un pranzo solidale presso il ristorante “Fattoria Sotto il cielo“, in località Pantano di Pignola, in cui cuochi e camerieri saranno gli stessi giovani della sezione.

FISH ha eletto le proprie cariche direttive

comunicato stampa FISH

FISH ha eletto le proprie cariche direttive

4 giugno 2018. La scorsa settimana si è svolto il Congresso dei delegati FISH che, oltre a discutere ed approvare la mozione generale e quelle specifiche che orientano l’attività delle Federazione per il prossimo anno, ha provveduto a rinnovare i propri organi istituzionali.

Ha quindi individuato i 15 componenti della Giunta, il Collegio dei Revisori dei Conti e il Comitato dei Garanti.

Oggi la nuova Giunta, convocata per la nomina delle cariche, ha provveduto ad eleggere presidente, vicepresidenti, segretario e tesoriere.

Conserva la presidenza Vincenzo Falabella (FAIP) che verrà affiancato da Roberto Speziale (ANFFAS), vicepresidente vicario, e da Silvia Cutrera (DPI Italia), altra vicepresidente, entrambi riconfermati nelle loro cariche.

Antonio Cotura (FIADDA), precedentemente segretario, diviene il terzo vicepresidente mentre il quarto è Paolo Virgilio Grillo (AIPD).

La tesoreria è affidata all’esperienza e alla competenza di Mario Alberto Battaglia (AISM), già ripetutamente membro di Giunta.

Infine, Daniele Stavolo (FISH Lazio), nuovo ingresso in Giunta, assume la carica di segretario nazionale.

Ricordiamo per completezza gli altri componenti della Giunta: Luisella Paola Bosisio (FISH Lombardia), Annunziata Coppedè (FISH Calabria), Francesco Diomede (AISTOM), Marco Espa (ABC), Alberto Fontana (UILDM), Giampiero Licinio (FISH Friuli Venezia Giulia), Donata Grazia Pagetti (FISH Toscana), Germano Tosi (ENIL Italia).

A tutti l’augurio di un buon lavoro

“TVT21 Community”

Martedì 5 giugno 2018 a Zagabria si terrà un incontro di coordinamento per il progetto internazionale “TVT21 Community“, promosso dall’Istituto Politecnico di Santarem (Portogallo), al quale AIPD partecipa in qualità di partner.
Per l’associazione sarà presente Giorgia Scivola. Il progetto è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito programma Erasmus+, azione chiave 2, Partenariati Strategici per la gioventù.

Lo scorso aprile giovani di AIPD Brindisi e AIPD Roma hanno preso parte a un evento organizzato nell’ambito del progetto.

Sito internet dedicato è: http://t21.ese.ipsantarem.pt/index.html – pagina FB: @t21community

“Trabajadores en camino”, in corso l’ultimo stage del progetto

Domenico e Maria Antonietta di AIPD Campobasso insieme a Jacopo e Filippo di AIPD Mantova sono a Barcellona per uno stage di tre settimane presso l’INOUT Hostel, dal 20 maggio all’11 giugno 2018.
L’attività è parte del progetto AIPD “Trabajadores en camino”, finanziato dal programma comunitario Erasmus Plus nell’ambito dell’azione Ka1 Learning Mobility of Individuals (Mobilità ai fini di apprendimento).

Si tratta dell’ultimo stage dei sei previsti dal progetto, il primo si è svolto dal 15 gennaio al 5 febbraio 2017 e ha coinvolto giovani delle sezioni AIPD di Caserta e di Potenza, il secondo si è svolto dal 5 al 26 marzo 2017 e ha coinvolto giovani delle sezioni AIPD di Cosenza e Latina, il terzo si è svolto dal 29 maggio al 20 giugno 2017 ed ha coinvolto giovani delle sezioni AIPD di Catania e Pisa, il quarto dal 4 al 26 novembre 2017 e ha coinvolto giovani delle sezioni AIPD di Castelli Romani e Lecce, il quinto dal 3 al 25 marzo 2018 e ha coinvolto giovani delle sezioni AIPD Reggio Calabria e Roma.

Congresso FISH. AIPD di nuovo nella giunta nazionale

fonte www.fishonlus.org:
Si è concluso, dunque, il Congresso 2018 della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, all’insegna dello slogan “Liberi di scegliere, liberi di vivere, liberi, fra donne e uomini liberi”. Una due-giorni aperta molto intensa in cui si sono alternate sessioni dedicate ai diritti umani, al contrasto alla discriminazione e alla segregazione, ma anche con una forte attenzione al contesto istituzionale e politico e spazi riservati alla discussione e al confronto fra i delegati delle organizzazioni, nazionali e territoriali, che aderiscono alla FISH.

Ed è proprio il Congresso dei delegati che ha approvato l’articolata Mozione Generale che impegna l’azione politica e culturale di FISH a tutti i livelli per l’anno a venire. Gli ambiti e le prospettive di azione investono moltissimi aspetti della quotidianità dei milioni di persone con disabilità, ma investono anche strategie organizzative interne nella direzione di rendere la Federazione un luogo sempre più partecipato e connesso con altre organizzazioni della società civile. Oltre a questo ponderoso documento di indirizzo, oggetto di ampia discussione, il Congresso ha approvato a larghissima maggioranza anche una Mozione particolare su bambine, ragazze e donne con disabilità emersa come istanza forte dalla sessione del giorno precedente dedicata proprio a questi aspetti. Discriminazione multipla e ripensamento di tutti i servizi e le politiche anche in una prospettiva di genere, contrasto alla violenza e agli abusi sulle donne con disabilità sono gli elementi portanti di una mozione che merita di essere letta e diffusa.

Altre tre mozioni particolari sono indirizzate al tema della videosorveglianza, a quello dei concorsi pubblici e dei rischi di discriminazione per le persone con disabilità, ed infine alla proposta di modifiche statutarie funzionali ad una possibile maggiore incidenza di FISH nelle relazioni con enti pubblici e privati.

Ma il Congresso dei delegati era anche chiamato al rinnovo degli organi statutari e segnatamente della Giunta Nazionale, del Collegio dei Revisori dei conti e del Comitato dei Garanti.

Circa la Giunta, il Congresso ha deliberato che nel novero dei componenti (15), al fine di garantire una più ampia partecipazione dei territori, sia prevista la presenza di 5 rappresentanti delle federazioni regionali. I risultati delle votazioni sono quelli riportati di seguito.

Per la componente delle organizzazioni nazionali

Vincenzo Falabella 89
Silvia Cutrera 61
Antonio Cotura 55
Roberto Speziale 47
Paolo Virgilio Grillo 47
Mario Alberto Battaglia 36
Marco Espa 35
Alberto Fontana 30
Francesco Diomede 30
Germano Tosi 27
Benedetta Demartis 24
Giovanni Battista Pesce 21
Vincenzo Soverino 16
Ivana Cannoni 16

Per la componente di rappresentanza regionale

Daniele Stavolo 54
Giampiero Licinio 44
Annunziata Coppedè 38
Donata Grazia Pagetti 36
Luisella Paola Bosisio 35
Daniele Romano 30
Pericle Farris 12
Ermelinda Delogu 11

I componenti della nuova Giunta FISH conseguentemente risultano: Vincenzo Falabella, Silvia Cutrera, Antonio Cotura, Roberto Speziale, Paolo Virgilio Grillo, Mario Alberto Battaglia, Marco Espa, Alberto Fontana, Francesco Diomede, Germano Tosi, Daniele Stavolo, Giampiero Licinio, Annunziata Coppedè, Donata Grazia Pagetti, Luisella Paola Bosisio.

Nel corso della prima seduta la Giunta provvederà alla nomina del presidente, dei vicepresidenti, del segretario e del tesoriere.

Rinnovato anche il Collegio dei Revisori dei conti, composto da tre membri e due supplenti: Franco Giona (66 voti), Dino Barlaam (54), Francesco Marconetti (34), Andrea Tonucci (30), Antonio Sacco (24).

E infine anche l’esito delle votazioni per il Comitato dei Garanti che ha visto l’elezione di Salvatore Nocera (80 voti), Generoso Di Benedetto (48), Paolo Giuseppe Fogar (47); i membri supplenti, Guido Trincheri (36), Carlo Hanau (11).

Consulta:

Mozione Generale del Congresso
Mozione particolare sulle donne, ragazze e bambine con disabilità
Mozione particolare per la costituzione di una “Commissione permanente per la tutela dei diritti delle persone con disabilità intellettiva” nei processi di regolamentazione delle strutture socio sanitarie
Mozione particolare su discriminazione nei bandi di concorso (ENIL)
– Mozione particolare su proposta di modifiche statutari (FISH Sardegna) [non ancora disponibile]

“Liberi di scegliere”

Sabato 26 maggio 2018 si terrà il Congresso “Liberi di scegliere, liberi di vivere, liberi, fra donne e uomini liberi” organizzato dalla Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap presso l’Hotel Aran Mantegna di Roma. I lavori proseguiranno anche nella giornata di domenica ma saranno riservati ai delegati FISH, chiamati al rinnovo delle cariche e a delineare, con specifiche mozioni congressuali, le linee politiche di maggiore impegno per il prossimo anno.

Molte le sessioni di lavoro previste e i relatori invitati.
Si comincerà con la tavola rotonda “Per un’alleanza civile contro discriminazione e segregazione”, coordinata da Pietro Barbieri, cui parteciperanno esponenti delle istituzioni nazionali e locali, del terzo settore, dei sindacati.
La seconda sessione “Per una nuova prospettiva parlamentare sull’inclusione”, coordinata da Toni Mira, caporedattore di Avvenire, vedrà la partecipazione di  una delegazione di parlamentari.
La terza sessione – “Per una protezione sociale fondata sui diritti umani” – sarà moderata da Carlo Giacobini, affronterà i temi dell’assistenza, contrasto alla povertà, trasferimenti monetari, nuove politiche e servizi di protezione sociale.

Il Congresso proseguirà con un deciso accento sulla discriminazione e sulla segregazione. “La doppia discriminazione delle donne con disabilità” evidenzia la condizione di discriminazione multipla che le persone subiscono come donne e come disabili, aspetti su cui si confronteranno i membri della sessione dedicata e coordinata da Stefania Dondero.
L’ultima sessione di sabato 26 è dedicata al tema “Contrastare ogni forma di segregazione”, nel corso della quale sarà presentata la pubblicazione “La segregazione delle persone con disabilità – I manicomi nascosti in Italia”, edita in aprile 2018 per i tipi di Maggioli Editore e curata da Giovanni Merlo (moderatore dell’incontro) e Ciro Tarantino.
Il pomeriggio si conclude con la presentazione della collaborazione di FISH con Airbnb, con gli interventi di Srin Madipalli (Founder e CEO di Accomable) e Alessandro Tommasi (Public Policy Manager di Airbnb Italia).

Nella giornata di domenica 27 i delegati di FISH

Concerto solidale per l’AIPD Reggio Calabria

COMUNICATO STAMPA AIPD sezione di Reggio Calabria Onlus

Tout Ensemble
Concerto solidale per la rigenerazione dell’ex emeroteca di Via Palmi

Reggio Calabria, 21/05/2018. Il Comune di Reggio Calabria, con la partecipazione degli Istituti Comprensivi Alvaro-Gebbione, Carducci-V. da Feltre, Catanoso-De Gasperi, Falcomatà-Archi, Galluppi-Collodi-Bevacqua, Lazzarino, Nosside-Phytaghoras, Radice-Alighieri, Vitrioli-Principe di Piemonte, ha organizzato un un concerto solidale a favore dell’Associazione Italiana Persone Down di Reggio Calabria Onlus.
L’iniziativa è promossa dall’Assessore alla Pubblica Istruzione Anna Nucera, in collaborazione con l’Assessore alle Politiche Sociali, Welfare e Politiche della Famiglia Lucia Anita Nucera e con l’Assessore alla Programmazione Economica e Finanze, Tributi, Valorizzazione del patrimonio storico-artistico-archeologico-paesaggistico, Partecipazione e Cittadinanza attiva Irene Calabrò.
Il concerto si svolgerà Venerdì 25 Maggio alle ore 20.30 presso il Teatro Comunale “Francesco Cilea”.
L’idea è nata durante il sit-in, svoltosi lo scorso 24 Marzo con la presenza del Sindaco e della Giunta Municipale, dopo i due incendi dolosi verificatisi a danno dell’ex emeroteca comunale sita in Via Palmi. La stessa era destinata a diventare un centro per lo svolgimento di attività educative e servizi per persone con sindrome di Down. Lo scorso Giugno 2017 il Comune aveva deliberato il cambio di destinazione d’uso della struttura, dando seguito alla richiesta avanzata dall’Associazione Italiana Persone Down di Reggio Calabria attraverso il portale dei Beni Comuni dell’Amministrazione comunale.
“Si vuole coinvolgere il più possibile gli studenti impegnati nell’attività musicale” sostiene l’Assessore Anna Nucera, “in modo da trasmettere loro il reale senso dell’iniziativa: che non è quello di effettuare una mera raccolta fondi ma, più che altro, di stimolare negli alunni sentimenti di accoglienza e cittadinanza attiva.” Per questo motivo, nei giorni precedenti il concerto, lo staff dell’AIPD Reggio Calabria si è recato presso i diversi Istituti Comprensivi, per parlare agli alunni di solidarietà, accoglienza, inclusione e cittadinanza attiva.
L’appuntamento, dunque, è per Venerdì 25 Maggio alle ore 20.30 presso il Teatro Comunale “Francesco Cilea”. L’ingresso è libero. Ogni contributo in forma di offerta volontaria sarà infinitamente gradito e sarà utilizzato dall’Associazione Italiana Persone Down di Reggio Calabria per far fronte ai costi per la ristrutturazione della struttura. Durante la prima parte si esibiranno in concerto i premiati del concorso Giovani in …Musica III edizione, organizzato dall’Istituto Comprensivo Catanoso-De Gasperi; durante la seconda parte della serata si esibirà in concerto l’Orchestra Scuola Media Indirizzo Musicale della Città di Reggio Calabri. Dirigeranno l’Orchestra i Maestri: Roberto Filippo Caridi, Demetrio Labate, Vittorio Musarra, Dario Siclari.

“I diritti dei bambini 0-6 anni”

L’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare (INPEF) organizza a Roma, dal 25 al 28 maggio 2018, le giornate di studio “I DIRITTI DEI BAMBINI 0-6 ANNI. Per un approccio rispettoso dei diritti umani e degli affetti familiari “…arriviamo prima del lupo cattivo!”.

L’iniziativa, articolata in seminari tematici e sessioni laboratoriali, diversamente da quanto indicato nelle prime comunicazioni, si svolgerà presso la sede INPEF di Via dei Papareschi, 11 nelle giornate dal 26 al 28 maggio, mentre l’evento di apertura si svolgerà venerdì 25 maggio alle ore 16.30 presso la Casa dell’aviatore Circolo Ufficiali dell’A.M. in Viale dell’Università, 20.
Per informazioni sull’iscrizione obbligatoria gratuita al solo evento di lancio vedi l’apposito invito, mentre per l’iscrizione a tutte le giornate occorre inviare questo modulo compilato.

Tra i relatori sarà presente anche il dott. Nicola Tagliani, psicologo dell’Osservatorio Scolastico dell’AIPD Nazionale, sabato 26 alle 14.30, anzichè il 28 come indicato nel programma.

21 maggio – Giornata mondiale della diversità culturale

Comunicato stampa dell’organizzatrice
21 MAGGIO – GIORNATA MONDIALE DELLA DIVERSITA’ CULTURALE
Per la prima volta il 21 maggio professionisti, manager, membri di associazioni nazionali e internazionali si danno appuntamento al workshop “Diversamente uguali: il vantaggio competitivo che fa la differenza“, per uno scambio inter-multiculturale concreto e pratico di esperienze e sfide quotidiane per dare valore alla diversità culturale e integrare le fasi della biodiversità negli
ambienti quotidiani come scuola, università, lavoro, famiglia, associazione.
Dalle 17.00 alle 20.00 presso il Centro Congressi Courtyard by Marriot Rome Central
Park – Via Giuseppe Moscati 7.

Il 21 maggio – in occasione della “Giornata Mondiale della diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo” istituita nel 2002 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite – si svolgerà dalle 17.00 alle 20.00 al Courtyard by Marriot Park Hotel Roma in Via Giuseppe Moscati 7, il workshop
Diversamente uguali: il vantaggio competitivo che fa la differenza“, ideato e organizzato da Olimpia Ponno Consultancy Lab con il supporto di professionisti, manager e soci di AIPD (Associazione Italiana Persone Down), BNI (Business Network International), InterNations , MPI (Meeting Professionals International), PWA (Professional Women’s Association), SITE (Society for Incentive Travel Excellence).
Tra i protagonisti del workshop: Arvedo Arvedi , artista esperto di linguaggi diversi e creativi, che per l’occasione ha dipinto l’opera simbolo di questa giornata “Together in cultural diversity”; Caterina Caput, avvocata di diritto antidiscriminatorio, socia BNI; Anna Contardi, coordinatrice nazionale Associazione Italiana Persone Down; Paola Devescovi, business coach, fondatrice di Project Prosperity, membro del Global Power Team BNI; Valter Delle Donne, giornalista, sceneggiatore cinematografico e teatrale; Antonella Ferro, general manager del Courtyard by Marriot Rome Central Park, social MPI ed E.H.M.A. (European Hotel Managers Association); Mara Granata, naturopata, esperta di medicina cinese, insegnante di Taijiwuxigong; Olimpia Ponno, consulente d’impresa, esperta di biodiversità, Past President MPI Italia, socia BNI e InterNations; Annamaria Ruffini, presidente SITE Global, Ceo Events In & Out, socia MPI; Marco Sabatini Scalmati, responsabile Media Relations di SOGIN e papà di figlio autistico. ​
Contribuiranno dall’estero Claus D. Hagenhof CEO ITM GmbH 13 e presidente Global Power Team diBusiness Network International e Jo Anne White PHD, autrice del libro “More Heaven”, radio e TVproducer.
Obiettivi principali dell’incontro:
1. diffondere e sviscerare il valore della diversità come vantaggio competitivo per aziende, persone, professionisti, membri di associazioni, in grado di garantire welfare e salute, nuovi sbocchi professionali, regole d’ingaggio preventive e antidiscriminatorie, crescita economica;
2. condividere esperienze nazionali e internazionali sulla cultura della diversità, per superare sfide di vita quotidiane e non solo per le persone svantaggiate e diversamente abili;
3. attivare riflessioni per realizzare iniziative pratiche, concrete, sinergiche, risolutive;
4. avviare una serie di progetti, collaborazioni, appuntamenti di medio lungo periodo. Da questo primo appuntamento partirà un ponte di dialogo e scambio internazionale, che porterà una rappresentanza del workshop del 21 maggio al convegno che si terrà in Israele dal 1 al 5 ottobre 2018 organizzato Global Power Team di Business Network International, in cui 13 nazioni, Italia inclusa, si scambieranno relazioni, referenze, business grazie alla multiculturalità e multidisciplinarietà di imprenditori e professionisti.

L’evento, per questa prima esclusiva edizione a ingresso gratuito grazie alla sensibilità e all’ospitalità della General Manager della location e del suo staff – ci spiega l’ideatrice Olimpia Ponno – nasce non solo da 26 anni di confronto e di esperienza personale e professionale con persone e ambienti diversi, ma da sinergie e rapporti coltivati costantemente, ispirata da una frase guida di Martin Luther King con cui concordo pienamente e che cito con piacere “Gli uomini si odiano tra loro, perché si temono, esi temono tra loro perché non si conoscono”!

Link utili correlati:
www.unesco.it
www.aipd.it www.aipdroma.it
www.bni.orgwww.bni-italia.com/it
www.internations.org
www.marriott.com/hotels/travel/romcp-courtyard-rome-central-park/
www.mpiweb.orgwww.mpiweb.it
www.pwarome.org
www.siteglobal.comwww.site-italy.com/en/

Per informazioni
D.ssa Olimpia Ponno
Viale dell’Università 11 – 00185 Roma IT
Tel 06 33249466 – Cell 3351019494
info@olimpiaponno.com – @olimpiaponno
C.F. PNNLMP67S62H501P – P.IVA 09411331003

AIPD – Nespresso

Mercoledì 16 maggio 2018 si è svolta una giornata di formazione, tenuta da Monica Berarducci, responsabile Osservatorio sul Mondo del Lavoro AIPD, con manager e responsabili risorse umane di vari negozi della catena Nespresso, che nei prossimi mesi prevede di avviare tirocini a Roma e a Milano che saranno seguiti rispettivamente da AIPD Roma e AGPD.
Dopo una mattina trascorsa presso il NH Hotel di Via Virgilio, le ore del pomeriggio sono state spese per permettere una conoscenza tra i manager e alcuni giovani con sindrome di Down (in particolare con i partecipanti ai Circoli Off e al Club dei Ragazzi dell’AIPD di Roma).

Due tirocini per l’AIPD di Oristano

L’AIPD di Oristano ha attivato due tirocini di sei mesi che impegneranno Martina e Francesca fino a metà novembre 2018.
Martina lavorerà presso il Museo Antiquarium Arborense, con profilo professionale di operatore turistico
Francesca sarà impegnata presso la biblioteca di Marrubiu, un paese vicino a Oristano, con profilo professionale di bibliotecario.

Entrambi i tirocini nascono nell’ambito al progetto “Down in Progress“, promosso dalla sezione AIPD e finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Rinnovato il tirocinio per Fabio Zaccaria di AIPD Brindisi

Lo scorso ottobre Fabio Zaccaria aveva iniziato un periodo di tirocinio presso l‘Ostuni Palace Hotel; si è trattato della prima esperienza avviata dall’AIPD di Brindisi grazie al progetto “Lavoratori a 6 stelle” cui la sezione  aveva aderito (insieme all’AIPD di Catania, Reggio Calabria, Napoli e Foggia).
Con grande soddisfazione AIPD Brindisi comunica che la struttura alberghiera ha rinnovato il tirocinio di Fabio per ulteriori 6 mesi. Il rinnovo arriva in un periodo di piena attività di ricettività turistica e dunque è carico di stima e fiducia per il lavoro che Fabio sta svolgendo.

Un nuovo lavoratore per l’AIPD Latina

Da lunedì 14 maggio 2018 e per i successivi 12 mesi, Lorenzo, giovane con sindrome di Down dell’AIPD Latina, lavorerà presso un locale della catena Mc Donald’s della città.

L’inserimento è stato seguito e sarà monitorato dal SIL della sezione.

Stage presso la biblioteca del Quirinale

Dal 6 al 11 maggio 2018, Giulia Abiusi e Stefania Votta della sezione AIPD Potenza, di 26 e 29 anni, saranno impegnate nello stage presso la Biblioteca del Quirinale. Tutte le mattine, dalle 9 alle 13 svolgeranno operazioni di:
– scansione delle riviste ai fini della realizzazione di un bollettino speciale realizzato dai giovani con sindrome di Down;
– cartellinatura, messa a scaffale, inventariazione dei libri.

Si tratta del secondo stage realizzato nel 2018 (il primo si è tenuto presso le cucine nel mese di marzo con giovani di AIPD Oristano), grazie alla pluriennale collaborazione tra l’associazione e la Presidenza della Repubblica, operativa ininterrottamente dal 2000, che ha coinvolto, complessivamente più di 200 persone con sindrome di Down provenienti da tutta Italia.

“La normativa inclusiva nella Buona Scuola”

VolantinoPresentazioneLibroDecretiBessoMercoledì 16 maggio 2018, alle ore 15:30

presso la sede della Fondazione “Ernesta Besso”
Largo di Torre Argentina, 11 – Roma

un incontro con gli autori, Salvatore Nocera e Nicola Tagliani (referenti dell’Osservatorio Scolastico AIPD Nazionale), del libro “La normativa inclusiva nella “Buona Scuola”. I decreti della discordia“. Il volume è stato pubblicato da Erickson.

La partecipazione è gratuita fino ad esaurimento posti, è richiesta l’iscrizione inviando una e-mail a segreteria@fondazioneernestabesso.it.

Invia la mail di iscrizione

Locandina della presentazione   |   Volantino del libro   |   Sfoglia il libro   |   Acquista il libro

AIPD – Decathlon, la collaborazione continua

Oggi, mercoledì 9 maggio 2018 si è svolto a Milano, presso il punto vendita Decathlon Cairoli, un incontro cui hanno partecipato le associazioni che hanno seguito inserimenti al lavoro di persone con sindrome di Down presso i negozi della catena, per la quale è stato presente il responsabile delle risorse umane.
Per AIPD sono stati presenti, per la sede nazionale, Monica Berarducci, responsabile dell’Osservatorio sul Mondo del Lavoro dell’associazione, e il referente del SIL di AIPD Sezione di Roma (che hanno già curato inserimenti presso punti vendita Decathlon) e referenti di AIPD Caserta, Prato e Bergamo (che stanno preparando inserimenti nei loro territori). Altre associazioni coinvolte e presenti sono l’Agpd Milano e il Ceps Bologna.

L’incontro è parte del percorso di inserimenti lavorativi avviati grazie alla collaborazione siglata tra Decathlon-AIPD-AGPD nello scorso mese di febbraio.

Formazione per i volontari dell’AIPD Reggio Calabria

Comunicato stampa AIPD Reggio Calabria
Al via i corsi di formazione AIPD
Educare all’autonomia
Formazione ai volontari per un servizio consapevole

Reggio Calabria, 05/05/2018 – L’Associazione Italiana Persone Down di Reggio Calabria ha organizzato un corso di formazione per la preparazione di nuove figure che vogliono avvicinarsi allo staff AIPD in veste di volontari. L’attività formativa si svilupperà in due incontri, il 10 e 17 maggio dalle ore 15.30 alle ore 17.30 presso la sede del Centro Servizi al Volontariato – CSV Dei Due Mari, sito in Via Frangipane III Trav. Priv, 20.

L’idea di avviare un corso di formazione nasce dalla grande richiesta di collaborazione ricevuta da molti ragazzi e ragazze, studenti e lavoratori, che dopo aver conosciuto in prima persona l’associazione, i ragazzi che ne fanno parte ed i principi che la identificano, vogliono diventarne parte attiva.

Porterà i saluti e presenterà il corso Maria Giuffrida, coordinatrice della sezione. Seguiranno gli interventi degli operatori Angela Casile, Samuele Dara e Serena Pensabene che spiegheranno com’è nata AIPD Reggio Calabria, quali sono e come funzionano i corsi, i servizi di informazione e consulenza ed i servizi di inserimento lavorativo. A seguire, le testimonianze dei volontari Antonio Piromalli ed Elisabetta Scaffidi che riporteranno la loro esperienza in associazione e l’organizzazione di nuovi progetti in fase di avviamento.

Il primo incontro si concluderà con un’attività strutturata “Tutti uguali tutti diversi” che vedrà la partecipazione di tutti i presenti e servirà a far comprendere meglio che, nonostante alcuni tratti comuni tra tutti gli esseri umani, la diversità esiste ed è una cosa preziosa.

Per avere maggiori informazioni sul corso, l’appuntamento è per tutti giovedì 10 maggio alle ore 15.30 presso la sede del CSV Dei Due Mari di Reggio Calabria.

Giulia Sauro, dottoressa

Giulia Sauro, giovane con sindrome di Down, si è laureata con 110 e lode in Scienze politiche all’Università di Napoli “L’Orientale”.
Una tesi impegnativa, quella della neolaureata, sulla Rivoluzione francese redatta con il sostegno dello storico Luigi Mascilli Migliorini e grazie al supporto dello Sportello di Orientamento per gli studenti con disabilità interno all’università che le ha permesso di avere un piano di studio personalizzato.

L’obiettivo della laurea non è un obiettivo proponibile a tutte le persone con sindrome di Down, ma fa piacere poter festeggiare successi come quello di Giulia a cui auguriamo di trovare presto un’occupazione.
Giulia frequenta l’Associazione Italiana Persone Down e il progetto de “I circoli” dell’AIPD di Roma, che il giorno della sua laurea ha voluto essere presente al suo fianco con una folta rappresentanza.

Giulia SauroGiulia Sauro e gli amici de "I Circoli"

Ancora lavoratori per l’AIPD di Roma

Prosegue il lavoro di sensibilizzazione e di inserimento al lavoro del SIL dell’AIPD Sezione di Roma.

Sono di questi giorni le notizie riguardanti tre giovani con sindrome di Down inseriti al lavoro:
– oggi, 2 maggio 2018, Giacomo Caldarelli ha iniziato un tirocinio finalizzato all’assunzione di 6 mesi presso il Burger King nella sede di Via della Pineta Sacchetti, nei pressi del policlinico Gemelli (per il Burger King di Roma si tratta del quarto inserimento, realizzato grazie all’impegno del responsabile della catena BK a Roma, David Romano; le altre persone inserite sono Agnese Bucciarello, Gabriele di Bello e Giovanni Grillo);
– Martina Menguccini, è stata assunta come commessa a tempo determinato (un anno) presso il negozio Skechers nel centro commerciale Eur Roma 2;
– Nicolas Confaloni, dopo un periodo di  tirocinio presso Decathlon, è stato assunto dalla stessa azienda con contratto a tempo indeterminato.

 

Accordo AIPD – Lagardère Travel Retail

Comunicato stampa AIPD

Siglato Protocollo d’Intesa tra la Associazione Italiana Persone Down Onlus (AIPD) e Lagardère Travel Retail, per l’inserimento lavorativo di persone con la sindrome di Down.

Roma 19 aprile 2018. Firmato oggi un nuovo accordo tra AIPD ONLUS e Lagardère Travel Retail, multinazionale che opera anche in Italia ed è presente, in particolare, negli aeroporti delle principali città italiane.
Il Protocollo d’Intesa vuole rendere ufficiale l’impegno dell’azienda in tema di inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down presso le business line Duty Free, Foodservice e Travel Essential dei propri negozi.
Si partirà, tra maggio e giugno 2018, con i primi 2 tirocini: una ragazza con sindrome di Down di Roma lavorerà presso il Duty Free del Terminal 3 dell’Aeroporto di Roma Fiumicino, mentre un giovane di Venezia sarà inserito presso un punto ristoro dell’Aeroporto Marco Polo di Venezia. Ambedue le esperienze avranno durata di 6 mesi, un impegno di 25 ore a settimana e regolare indennità, fino ad arrivare, laddove la valutazione fosse positiva, ad assunzioni a tempo indeterminato.
Le sezioni AIPD di Roma e Venezia-Mestre collaboreranno fattivamente con le aziende locali in tutte le fasi, dalla selezione dei candidati alla formazione al personale aziendale, dall’accompagnamento nella definizione delle formalità burocratiche all’orientamento, al tutoraggio e al monitoraggio dei tirocinanti e delle esperienze nel tempo.

Un chiaro e importante messaggio di inclusione per le persone con sindrome di Down, che avranno finalmente accesso a realtà lavorative di grande visibilità al pubblico, a dimostrazione che i lavoratori con sindrome di Down sono come tutti gli altri. Ci auguriamo che altre aziende seguano il loro esempio” – dice Monica Berarducci, Responsabile dell’Osservatorio sul Mondo del Lavoro di AIPD.
Un impegno preciso del nostro Gruppo – ha aggiunto Lucio Rossetto, Amministratore Delegato di Lagardere Travel Retail Italia – che da sempre si distingue per una fattiva collaborazione con varie associazioni affinché il tema dell’inclusione lavorativa sia patrimonio condiviso e distintivo per i nostri collaboratori ed i nostri clienti”.

Ufficio Stampa AIPD
ufficiostampaaipd@gmail.com

ARTITUDINI, di Pierpaolo Martino

L’AIPD di Campobasso ha organizzato la mostra ARTITUDINI, in programma venerdì 27 aprile 2018 dalle 18,30 presso la Galleria d’Arte Pietrantuono.

L’esposizione, presentata dal Maestro Domenico Fratianni, ospita 21 opere di Pierpaolo Martino, artista con sindrome di Down che così presenta i suoi lavori: «Disegnare e dipingere mi fa stare bene e mi rende felice, attraverso le opere voglio rappresentare che la vita è bella con tutti i suoi colori. Per riuscire a creare e lavorare amo molto il silenzio, per questo spesso lavoro di notte. Sono molto contento quando agli altri piacciono le mie opere perché attraverso i disegni riescono a conoscermi».

“Da qui a un anno” ospita alcuni giovani del progetto “Sani e belli”

Mercoledì 25 aprile alle 13,20 sul canale 31 Real Time Fabrizio, Giorgia e Matteo, 3 giovani dell’AIPD di Roma, saranno alcuni dei protagonisti della puntata di “Da qui a un anno“.

Parleranno del loro obiettivo di perdere peso e tenersi in forma che li ha impegnati l’intero anno passato durante il progetto Nazionale “Sani e belli“.

Qui sotto la puntata disponibile sul web sulla pagina it.dplay.com/realtime:

“C’eral’Acca”, il centro di documentazione di AIPD Perugia

AIPD Perugia ha promosso e realizzato, grazie al finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e l’Università agli Studi di Perugia – che ha messo a disposizione uno spazio espositivo all’interno della Biblioteca Umanistica dell’Università di piazza Morlacchi – il Centro di Documentazione “C’eral’Acca”.

Avviato nel 2015, il progetto ha previsto una stretta collaborazione tra la sezione AIPD e l’università e ha coinvolto otto persone con sindrome di Down, impegnate nella gestione della biblioteca, una psicologa e due tutor.
Sono stati formati gruppi da quattro persone che due volte a settimana hanno frequentato la biblioteca acquisendo le competenze per la sua gestione e organizzazione: cos’è una Biblioteca, a cosa serve, gli elementi distintivi dei libri e delle riviste, la catalogazione dei materiali, la sistemazione negli spazi dedicati, le procedure per il prestito.
Parte del lavoro è stato dedicato alla documentazione dell’esperienza di formazione, materiale fotografico e video che è stato presentato in occasione del convegno di restituzione “DOCUCENTRIAMOCI” svoltosi il 21 Giugno 2016 presso la Facoltà di Scienze della formazione.

Dal 2017 il centro di documentazione dispone del laboratorio di tecnologie inclusive InL@b, spazio attrezzato di tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC), per rispondere ai bisogni di tutti gli studenti e in particolare a quelli degli studenti con disabilità e degli studenti con disturbi specifici di apprendimento (DSA).
Avviata anche l’attività di front-office.

Qui sotto il video che presenta tutto il progetto:

 

 

 

Con AIPD Versilia, gli Special Olympics arrivano a Camaiore

Comunicato stampa AIPD Versilia

La piscina di Camaiore ospita un meeting di Special Olympics
Competizione regionale riservata ad atleti diversamente abili (22 aprile)

Tutti in acqua in attesa della seconda parte delle gare regionali che si svolgeranno a Carrara (29 aprile) e di quelle nazionali di giugno a Montecatini. La Pluriservizi di Camaiore con la sua piscina comunale ospita infatti un meeting regionale di nuoto, il 22 aprile, riservata ad atleti diversamente abili con team affiliati a Special Olympics Italia e propedeutica alle prossime gare. Il tutto grazie all’impegno dell’associazione versiliese Aipd, Associazione Italiana Persone Down, e al Patrocinio del Comune di Camaiore.

La giornata è inserita nel circuito Special Olympics e aperta a tutti gli atleti con disabilità della Regione Toscana. Il via alle gare sarà dato attorno alle 15 con tutte le discipline del nuoto, dallo stile libero al dorso, dalla rana al delfino, suddivisi in batterie per maschi e femmine. Il tutto sarà preceduto dalla sfilata degli atleti a bordo piscina e da un po’ di riscaldamento in acqua. Alle 18 sono in programma le finali mentre dalle 18,30 partono le premiazioni.

Si tratta della prima gara del genere in Versilia – commenta Angela Bertacchi, presidente di Aipd VersiliaL’obiettivo ambizioso sarebbe quello di portare a Camaiore anche gare interregionali o nazionali del circuito Special Olympics”. Il che vorrebbe dire, per Camaiore, smuovere anche un certo indotto, visto che gare del genere vedono di norma dai 100 ai 500 atleti partecipanti, che arrivano e pernottano con famiglie al seguito.

Lo sport – aggiunge Bertacchi – è molto importante per i nostri ragazzi. Non solo per un discorso fisico e di salute, ma anche perché con lo sport i nostri ragazzi si formano come persone, socializzano, stanno a contatto con gli altri, vivono in autonomia certe esperienze”. Non a caso proprio allo sport è teso un progetto di crowdfounding a cui Aipd sta lavorando e che presenterà nei prossimi giorni. Aipd ringrazia tutti gli enti e le persone che a vario titolo hanno contribuito all’evento.

Per info contattare il 3664953047

Giovani di AIPD Brindisi e Roma in Portogallo

In corso a Santarem, in Portogallo, un evento internazionale organizzato nell’ambito del progetto TVT21, promosso dall’Istituto Politecnico di Santarem,  che coinvolge giovani con sindrome di Down delle associazioni aderenti in qualità di partner, AIPD e l’associazione croata di famiglie e persone con sindrome di Down, Hrvatska zajednica za Down sindrom.
Per l’AIPD sono stati coinvolti giovani delle sezioni di Brindisi e di Roma.
L’evento è iniziato lunedì 16 e si concluderà sabato 21aprile 2018; tutti gli aggiornamenti sulla pagina Facebook @t21community

Progetto di formazione lavorativa per AIPD Termini Imerese

UN SOGNO PIENO DI GUSTO” è il nome del progetto realizzato dall’AIPD Termini Imerese in collaborazione con il ristorante “Il Marchese” di Cerda.

L’iniziativa, inserita tra le attività del Servizio Inserimento Lavorativo, prevede otto ore di formazione per giovani con sindrome di Down impegnati nel servizio ai tavoli e in cucina.
Venerdì 20 aprile 2018 una cena presso il ristorante sarà organizzata e gestita dai protagonisti di questa esperienza.

“Integrazione e inclusione scolastica”

L’IC di Ceprano (FR) e l’AIPD di Frosinone hanno organizzato l’incontro formativo “INTEGRAZIONE E INCLUSIONE SCOLASTICA: VALORIZZARE LE DIFFERENZE E PERSONALIZZARE GLI APPRENDIMENTI”, che si terrà mercoledì 18 aprile 2018 dalle ore 15.30 alle 18.30 presso la Sala consiliare del Comune di Ceprano.

Relatori saranno Monica Gabriele e Giovanna Federici, psicologhe dell’AIPD di Frosinone, e Anna Lastella e Nicola Tagliani, psicologi AIPD Roma.

 

“My Perspective, My Life”, 2018

Down’s Syndrome Association promuove il concorso fotografico “My Perspective 2018”, aperto alle persone con sindrome di Down di ogni parte del mondo.

Termine per inviare fotografie è il 4 maggio 2018, in palio viaggio e pernottamenti per due persone a Londra.

Saranno 25 le immagini selezionate,  e la cerimonia di premiazione si svolgerà presso il Kew Gardens a Londra.

Si può partecipare attraverso un modulo di richiesta on-line o inviando le foto via posta ordinaria a:
My Perspective, Down’s Syndrome Association, Langdon Down Centre, 2a Langdon Park, Teddington, TW11 9PS

Tutte le informazioni sono sul sito https://www.downs-syndrome.org.uk/for-people-with-downs-syndrome/my-perspective-2018/

DS Leisure, incontro a Roma con il gruppo di lavoro

AIPD ospita giovedì 12 e venerdì 13 aprile 2018, il secondo incontro tra i partner aderenti al progetto europeo DS LEISURE (il primo incontro si è tenuto il 29 e 30 ottobre  2017 a Craiova).

L’iniziativa è promossa dall’associazione rumena ASOCIATIA LANGDON DOWN OLTENIA CENTRUL EDUCUL EDUCATIONAL TEODORA ALDO-CET;  AIPD è uno degli enti partner.

DS LEISURE si propone di accrescere le competenze in termini di attitudini, abilità e conoscenze delle persone con sindrome di Down e delle persone che le circondano, familiari, professionisti e volontari, su come sviluppare il tempo libero inclusivo, attraverso un innovativo programma di formazione.
Il progetto ha un sito dedicato che è www.dsleisure.eu

Nuovi inserimenti al lavoro per l’AIPD di Roma

Avviati tra martedì 3 e mercoledì 4 aprile 2018, due tirocini per giovani con sindrome di Down dell’AIPD Sezione di Roma e un’assunzione a tempo indeterminato:
Niccolò Manfredi ha iniziato il tirocinio di 1 anno come cameriere di sala presso il ristorante Romeo e Giulietta a Testaccio (il tirocinio è stato attivato grazie ai fondi della Regione Lazio, programma Garanzia Giovani); per Fabrizio Menichelli 2018 si è avviato il tirocinio, di 6 mesi, che lo vedrà impegnato come addetto all’accoglienza, presso l’azienda Daiiky Sankio (il tirocinio è stato attivato in collaborazione con il centro per l’impiego di Roma, ufficio Sild).
Inoltre, mercoledì 4 Aprile è stata assunta Ludovica Vozzi, con contratto a tempo indeterminato, dal Consorzio Nelise, un’azienda che si occupa della gestione e della pulizia di grandi alberghi. Ludovica lavorerà presso l’hotel Domus Helena come cameriera ai piani.

AIPD scrive al MIUR

Il nuovo esame conclusivo del I ciclo d’istruzione (ex terza media) da quest’anno sarà diverso, perchè verranno applicati per la prima volta i provvedimenti previsti dal D.Lgs. n° 62/2017 attuativo della riforma della “Buona Scuola” (L. n° 107/15).
Nel concreto, gli alunni che termineranno il primo ciclo di istruzione nell’a.s. 2017-2018, si troveranno a svolgere nella stessa giornata, in un’unica prova scritta, l’esame delle due lingue straniere previste dal programma. Evidentemente tale modalità, impegnativa per tutti gli alunni, diventa particolarmente gravosa per quelli con disabilità intellettiva o con DSA.
L’Osservatorio Scolastico AIPD aveva già descritto le nuove modalità di esame nelle schede:
n° 555. La valutazione degli alunni nel Decreto Legislativo n° 62/17
n° 560. I nuovi esami conclusivi del primo ciclo (DM 741/17 e CM 1865/17)

A seguito di numerose preoccupazioni raccolte dalle famiglie, l’AIPD ha inviato, nella giornata del 6 aprile  2018, al Ministro dell’istruzione una richiesta per chiedere di migliorare in particolare la somministrazione delle prove di esame per le lingue straniere.

Stage in avvio per l’AIPD Catania

comunicato stampa Associazione Controvento e AIPD Catania

SMA, COOPERATIVA SOCIALE CONTROVENTO E ASSOCIAZIONE ITALIANA
PERSONE DOWN SEZIONE DI CATANIA: FIRMATO PROTOCOLLO DI INTESA PER ESPERIENZE DI INSERIMENTO LAVORATIVO PER GIOVANI CON DISABILITÀ INTELLETTIVA.

Catania, 28 Marzo 2018.
A partire dal mese di Maggio 2018, SMA S.p.A. in collaborazione con la Cooperativa Sociale Controvento Onlus (ente promotore del progetto) e l’Associazione Italiana Persone Down sezione di Catania Onlus, offrirà a 10 giovani con disabilità intellettiva l’opportunità di un “training on the job” nei supermercati di Catania e Provincia.
Il progetto prevederà la realizzazione di 10 esperienze formative della durata di 2 settimane ciascuna presso 5 punti vendita della SMA; i giovani saranno coinvolti in diverse mansioni, affiancati da tutor specializzati.
La selezione dei partecipanti, durerà tutto il mese di Aprile e sarà curata dal SIL (Servizio di Inserimento Lavorativo) della Cooperativa Sociale Controvento e AIPD Catania.
“E’ una grande opportunità di formazione per i nostri ragazzi ed è soprattutto la possibilità di
poter dimostrare il loro valore anche in un contesto lavorativo, a forte impatto sociale, come un supermercato” dichiara Daniele Casella, Presidente della Coop. Soc. Controvento.
“Ringraziamo il Gruppo SMA per essersi mosso come “esempio virtuoso” anche per le altre realtà aziendali locali” commenta Aida Fazio Russo , Presidente di AIPD Catania.

DATI DI CONTATTO
Angelica Mavica (responsabile del SIL) presso:
Coop. Soc. Controvento Onlus 0950973326; comunicazione@controventocatania.it
AIPD Sez. di Catania Onlus 095-414191; comunicazioni@aipdcatania.com

Nuova sede per l’AIPD di Milazzo-Messina

L’AIPD di Milazzo-Messina avrà la disponibilità di una nuova sede per lo svolgimento delle sue attività. La sede è situata a Nizza di Sicilia, e per la sua inaugurazione è stato organizzato, in collaborazione con il Comune, l’evento previsto per venerdì 6 aprile 2018 alle ore 17.30.

Presso il Museo del Risorgimento di Nizza di Sicilia si terrà un incontro, la cui madrina sarà Nicole Orlando, nel corso del quale si esibirà il gruppo folkloristico “Canterini della Riviera Ionica“, accompagnato dai giovani della sezione AIPD.

Sabato 7 aprile a Milazzo, presso la sede dell‘Istituto Tecnico Tecnologico “E. Majorana”, si terrà la presentazione del libro “Vietato dire non ce la faccio”, di Nicole Orlando e Alessia Cruciani.

Un Canto per Voi: concerto a sostegno di AIPD Versilia

comunicato stampa AIPD Versilia
Un Canto per Voi: concerto a sostegno di Aipd
Villa Bertelli, Forte dei Marmi (LU), 7 aprile 2018

“ Un canto per voi”. Si intitola così la serata di lirica organizzata dall’Associazione Italiana Persone Down sezione Versilia a Villa Bertelli di Forte dei Marmi (LU) per sabato 7 aprile, con il patrocinio del Comune di Forte dei Marmi e la collaborazione della Fondazione Villa Bertelli.
Una serata dal sapore speciale grazie ad una serie di artisti che si sono prestati alla serata di beneficenza. Ad esibirsi il tenore Riccardo Lio, il soprano Elena Bologna e la pianista Patrizia Cappuccio.
Durante il concerto saranno proposte arie e liriche di Giacomo Puccini e Benedetto Marcello; il notturno di Chopin verrà suonato al pianoforte.

A presentare la serata dal titolo “Un canto per voi” saranno gli stessi ragazzi di Aipd Versilia onlus a cui andranno le offerte raccolte nella serata.
L’appuntamento è quindi per sabato 7 aprile alle ore 21 a Villa Bertelli a Forte dei Marmi
INGRESSO LIBERO

Per info contattare il 339.7847999

WDSD 2018. L’intervento AIPD alla conferenza di New York

In occasione delle celebrazioni della WDSD 2018, Giornata Mondiale della sindrome di Down, presso la sede ONU a New York, si è tenuta la conferenza “What I bring to the workplace“, nel corso della quale persone con sindrome di Down, membri del CRPD (Comitato sui Diritti delle persone con disabilità) dell’ONU, funzionari governativi e rappresentanti di associazioni, hanno condiviso le esperienze messe in atto nei loro territori sul tema dell’inserimento al lavoro.
AIPD, in rappresentanza di EDSA, ha portato l’esperienza del progetti “A Valueable Network“, con l’intervento della dott.ssa Paola Vulterini, responsabile dell’iniziativa.

Disponibili, sul canale tv dell’ONU, i video dell’intera conferenza.
Nel video dedicato alla prima parte dei lavori, l’intervento AIPD è visibile dal minuto 1:26:00:

valueable-vulteriniNewYorKWDSD2018-2

Qui sotto il video dedicato alla seconda parte dei lavori:

WDSD2018-newyork

“Ragazzi in gamba!”

Realizzato in occasione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down da Centro Studi Erickson e AIPD.
Il video “Ragazzi in gamba!” è dedicato al corso di educazione all’autonomia per adolescenti con sindrome di Down, che l’associazione organizza dal 1989.

Solidarietà all’AIPD di Reggio Calabria

Per la seconda volta, nel giro di pochi mesi, la sede della sezione AIPD di Reggio Calabria  è stata incendiata. L’immobile è oggetto di un patto di collaborazione tra l’AIPD e il Comune, per la realizzazione delle attività dedicate alle persone con sindrome di Down.

AIPD Nazionale è vicina alla sua sede locale, attraverso le parole del presidente Paolo Virgilio Grillo “Siamo vicini alle persone con sindrome di Down, alle famiglie, agli operatori, ai volontari dell’AIPD di  Reggio Calabria;  conosciamo la loro forza di volontà e siamo certi che sapranno mettere in campo le migliori energie per tornare ad avere operativa la loro sede. Per questo accogliamo l’invito della sezione a diffondere l’incontro previsto per il prossimo sabato 24 e contiamo sulla più ampia partecipazione possibile”.

Ecco di seguito il testo dell‘appello promosso dall’AIPD di Reggio Calabria su Facebook:
I sogni non vanno in fumo!
Di fronte al secondo atto vandalico all’ex emeroteca comunale, nel giro di sei mesi, non possiamo rimanere ad aspettare. Il nostro progetto di rigenerazione, approvato dall’amministrazione comunale nel 2017, deve partire! Noi di AIPD Reggio Calabria vogliamo rimboccarci le maniche, iniziando da subito a prenderci cura di questo bene comune. Vogliamo strappare al degrado questo pezzo di città! AIUTATECI TUTTI!

Vediamoci tutti sabato 24 alle ore 10:00 presso l’ex emeroteca, in Via Palmi, per organizzarci ed iniziare a lavorare!

L’esperienza di “Valueable” a New York il 21 marzo 2018

Segui in diretta streaming la conferenzaWDSD18-newyork


Comunicato stampa
L’esperienza di Valueable, rete di strutture dell’hospitality che promuovono l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità intellettiva, presentata a New York il 21 marzo

Roma, 21 febbraio 2018 – Il 21 marzo 2018 sarà la tredicesima Giornata mondiale della sindrome di Down (World Down Syndrome Day – WDSD). Il tema di quest’anno è #WhatIBringToMyCommunity, ovvero come le persone con sindrome di Down possono dare un contributo significativo in ogni ambito della loro vita: scuola, lavoro, comunità, vita politica, cultura, media, tempo libero e sport.
Il 21 marzo nella sede centrale delle Nazioni Unite a New York, si terrà la conferenza internazionale dal titolo “What I bring to the workplace”, (qui il programma) che riunirà persone con sindrome di Down, datori di lavoro, esperti di inclusione lavorativa di persone con disabilità, ecc., che parleranno del contributo che queste persone possono fornire nel campo lavorativo.
Il progetto “A ValueAble network”, promosso dall’Associazione Italiana Persone Down, parteciperà alla conferenza rappresentando l’Europa e la European Down Syndrome Association come esempio buona prassi di inclusione lavorativa di persone con disabilità intellettive (DI). Il progetto, finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Erasmus+, ha l’obiettivo di creare una rete europea di aziende che operano nel settore dell’ ospitalità e sono disposte a offrire stage o impiego a persone con sindrome di Down e altre DI. Oggi la rete ValueAble (www.valueablenetwork.eu) è presente in Italia, Spagna, Portogallo, Germania, Ungheria e Turchia e vanta già 52 aziende aderenti. Altre 43 imprese hanno già sperimentato cosa significa lavorare con persone con DI e stanno valutando di entrare a far parte del network.
Nell’ambito del progetto ValueAble, oltre 100 persone con DI hanno già avuto l’opportunità di lavorare nel proprio Paese e dimostrare che possono dare un contributo significativo alle imprese, come ormai riconoscono i loro datori di lavoro.
Proprio per sottolineare e diffondere tale prassi ora è iniziata la fase di mobilità internazionale del progetto e alcuni stagisti con DI stanno trascorrendo il loro periodo di formazione all’estero, mentre i manager delle imprese possono usufruire di specifici moduli di formazione online su tematiche generali e legate al lavoro, relative alla disabilità intellettiva e di visite negli hotel di Italia e Portogallo dove si svolgono i tirocini.
Spero davvero che la rete si diffonda in tutto il mondo e con essa la consapevolezza che questi lavoratori possono portare un contributo di produttività e un valore aggiunto nelle loro aziende” dice Paola Vulterini (AIPD), responsabile del progetto.

https://twitter.com/ValueableNethttps://www.facebook.com/ValueableNetwork/
https://www.linkedin.com/feed/

 

Ufficio Stampa Associazione Italiana Persone Down
Viale delle Milizie 106, 00192 Roma
06.3723909 – ufficiostampaaipd@gmail.com

WDSD 2018 – Giornata Mondiale delle Persone con Sindrome di Down

WDSD 2018 – Giornata Mondiale delle Persone con Sindrome di Down
Il 21 marzo 2018 sarà la tredicesima Giornata mondiale della sindrome di Down (World Down Syndrome Day – WDSD). Il tema di quest’anno è #WhatIBringToMyCommunity, ovvero come le persone con sindrome di Down possono dare un contributo significativo in ogni ambito della loro vita: scuola, lavoro, comunità, vita politica, cultura, media, tempo libero e sport.

AIPD Nazionale, che ha pubblicato un comunicato stampa sulla Giornata sarà presente a New York, alla conferenza internazionale “What I bring to the workplace”, che si terrà il 21 marzo presso la sede delle Nazioni Unite, dove presenterà l’esperienza del progetto “A Valueable Network”, a cura della dott.ssa Paola Vulterini, responsabile dell’iniziativa (l’evento sarà trasmesso in streaming sul canale http://webtv.un.org; l’intervento di Paola Vulterini è previsto intorno alle ore 16-17, ora italiana).
WDSD18-chitrovaunlavoro

A Roma, mercoledì 21 marzo alle ore 17.30, alla libreria Notebook dell’Auditorium Parco della Musica, Anna Contardi e Monica Berarducci promuoveranno il volume “Chi trova un lavoro trova un tesoro“. Con loro anche una giovane lavoratrice con sindrome di Down, Giulia Smacchi, impegnata in un negozio Tezenis di Roma.



Pubblicati, ancora, un’intervista sul blog “Chi scrive non muore mai” e, insieme a Erickson, il video “Ragazzi in Gamba!”:



WDSD2018 AIPD sarà in piazza con molte delle sue 51 sedi locali, per sensibilizzare ed informare il pubblico offrendo, in cambio di una donazione minima di 5 Euro, una confezione di Girasoli in lattina. Il nostro slogan sarà “Con i Girasoli giriamo soli!” proprio per dare rilevanza al lavoro sull’autonomia delle persone con sindrome Down che AIPD porta avanti da quasi quarant’anni.

Anche le sezioni locali hanno organizzato eventi nel territorio, ecco quelli segnalati (elenco in aggiornamento):

AIPD Catanzaro
Domenica 18 marzo, Convegno “Accompagnare le persone con disabilità cognitiva verso Affettività e sessualità”.
Dalle 9.30 alle 16.30, presso l’agriturismo Santa Cinnara, Soveria Simeri (Catanzaro).
La mattina è previsto l’intervento di Francesco Cadelano (AIPD Nazionale) e nel pomeriggio i lavori di gruppo con le famiglie. Evento rivolto a genitori, docenti, educatori, assistenti sociali e a tutti quanti operano con persone con disabilità cognitiva; prenotazione obbligatoria. Contributo pari a euro 10 per la partecipazione al convegno (esclusi i genitori di figli con disabilità).
Per info: coordinatrice AIPD Catanzaro, Marina 3464161208.

AIPD Cosenza
Domenica 25 marzo, Convegno “Jèrôme Lejeune, la trisomia 21 e i nuovi sviluppi della ricerca”.
Organizzato dalla sezione insieme all’Ordine dei medici di Cosenza.
Presso la sede dell’Ordine dei Medici. Tra i relatori il prof. Pierluigi Strippoli dell’università di Bologna. Iscrizione obbligatoria da formalizzare attraverso la compilazione di questo modulo
La partecipazione è gratuita. Per i medici sono previsti 7 ECM.

AIPD Grosseto
Mercoledì 21 marzo, presso l’Aurelia Antica Shopping Center, giornata di incontro con i giovani della sezione AIPD, che saranno impegnati in diverse attività: imbustare la spesa al supermercato Conad o strappare i biglietti al cinema Aurelia Antica Multisala, dove sarà proiettato lo spot AIPD.

AIPD Lecce
Giovedì 15 marzo, incontro tra gli Ospiti del centro diurno “Casa Nostra” e gli alunni di due classi della Scuola Primaria Don Milani per aiutarli a realizzare alcuni simboli pasquali;
mercoledì 21 marzo, attività di volontariato da parte di alcune persone con sindrome di Down presso la mensa della Caritas per preparare e servire i pasti serali;
22 marzo, attività di volontariato da parte di un gruppo di ragazzi e ragazze con sindrome di Down, accompagnate dalla loro Maestra di Tango Argentino Stefania Filograna e da alcuni allievi della Scuola condotta dall’Associazione Almavels A.S.D., presso la Casa di Riposo “Celestino Galluccio”, Galatina.

AIPD Marca Trevigiana
Mercoledì 21 marzo, serata “Pizza, Amore e Autonomia.
Presso la birreria “Kapuziner Hof” di Colle Umberto (Treviso), a partire dalle ore 19,45. Prenotazione obbligatoria al numero 0438-394567.

AIPD Milazzo-Messina
Mercoledì 21 marzo, presso il supermercato Qui Conviene di Roccalumera, giovani della sezione AIPD affiancheranno nel loro lavoro il personale del supermercato.

AIPD Potenza
mercoledì 21 marzo, ore 17,30, conferenza stampa presso la birreria-pucceria Assurd a Potenza, testimonianze di ragazzi con sindrome di Down e titolari di attività.

AIPD Roma
Mercoledì 21 marzo, cena solidale presso l’osteria MargheRita di Monterotondo. prenotazione obbligatoria.

AIPD Siracusa
Mercoledì 21 marzo, giornata all’aperto in piazza S. Lucia, nella quale alcuni istituti comprensivi della città parteciperanno alle attività ludico – ricreative proposte dalle associazioni di volontariato.
Nei giorni 14, 15 e 16 marzo u.s., Siracusa Città Educativa ha collaborato con la sezione AIPD, incontrando alcuni alunni degli istituti comprensivi Raiti, Elio Vittorini, Paolo Orsi e Costanzo, coinvolti nel progetto di sensibilizzazione sulla sindrome Down. Il 20 marzo l’AIPD sezione di Siracusa, insieme all‘associazione DiversaMente, ha incontrato gli alunni della scuola secondaria di primo grado dell’istituto Sacro Cuore di Siracusa. Due ore di confronto, di scambio di emozioni e di esperienze di vita, raccontate da genitori e familiari di persone con sindrome che hanno avuto l’attenzione e hanno stimolato la curiosità dei ragazzi intervenuti, accompagnati dai loro docenti.

AIPD Taranto
Martedì 20 marzo, dalle ore 19, Cena solidale, presso Casa Madre Teresa. Un buffet preparato dai partecipanti del laboratorio professionalizzante di cucina del Centro socio rieducativo Fieri Potest, e con le creazione realizzate dai giovani del laboratorio artigianale solidale della sezione. Evento promosso insieme a Caritas, associazione “noi e voi”, ristorante Art. 21.

AIPD Termini Imerese
Mercoledì 21 marzo, alle 17.30 presso La casa del Volontariato, incontro per la presentazione del Bilancio Sociale 2017 e dei Progetti del Servizio Inserimento Lavorativo

AIPD Venezia-Mestre
Venerdì 23 marzo, grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione comunale di Venezia, la sezione Aipd e il ristorante “Molo di Venezia”, cena nel locale di via dell’Elettricità

AIPD Versilia
Domenica 25 marzo, evento “Camminata Special”, ritrovo/iscrizione/partenza al Pontile di Lido di Camaiore alle ore 14.30, arrivo previsto presso il terreno dove sorgerà la casa-famiglia in progettazione.

Stage presso il Quirinale

Riparte nel 2018 la collaborazione orma ventennale tra AIPD e Presidenza della Repubblica.

Da lunedì 19 a venerdì 23 marzo 2018,Alessio e Lorenzo, due  giovani con sindrome di Down dell’AIPD di Oristano, con 1 operatore, saranno impegnati per uno stage presso il Servizio Cucine e Servizio Tavola del Quirinale.

Assemblea dei Soci AIPD 2018

L’Assemblea dei soci AIPD è fissata a Roma, presso il Roma Scout Center, piazzale dello Scautismo 1, in prima convocazione alle ore 9.00 del 10 marzo, e in seconda convocazione alle ore 16.00 del 10 marzo 2018, e si svolgerà nel seguente modo:

PROGRAMMA
Sabato 10 marzo
Ore 15.00 Registrazione
Ore 16.00 Saluto del Presidente – Apertura Assemblea
Ore 16.30 L’età adulta
La nostra vita dopo 3 anni di matrimonio – Mauro Ursella e Marta Alfani
Aspetti Medici – Angelo Carfì, policlinico Gemelli
Aspetti assistenziali – Andrea Sinno, Telefono D
I bisogni e le risposte: casa, affetti, occupazione – Anna Contardi Aipd nazionale
Ore 18.00 Dibattito
Ore 19 Chiusura lavori

ore 20.00 Cena presso il Roma Scout Center

Dalle 16 alle 19 è previsto un programma parallelo per bambini, ragazzi e adulti.

Domenica 11 marzo
Ore 09.00 : Assemblea Ordinaria

Ore 10.00 Presentazione Bilancio Sociale 2017 e Programma delle attività 2018
Presentazione Bilancio Consuntivo 2017 e Preventivo 2018
Discussione e Votazioni
Eventuali modifiche statutarie collegate all’approvazione del Codice del Terzo settore (per le quali è autorizzata l’approvazione in assemblea ordinaria)

Ore 13,00 chiusura dei lavori

Dalle 9,30 alle 13,00 è previsto un programma parallelo per bambini, ragazzi e adulti.


A Roma il 10 e 11 marzo 2018 si terrà l’Assemblea Annuale dei Soci AIPD, il momento in cui si definiscono le linee di lavoro dell’anno e che, come ormai consuetudine, prevederà il sabato uno spazio di approfondimento e la domenica la discussione del programma delle attività e dei bilanci (QUI la lettera di convocazione per i soci).
Garantito ancora una volta anche lo spazio per le persone con sindrome di Down che vorranno partecipare e che sono i principali protagonisti della nostra associazione.
L’organizzazione di un evento del genere richiede un certo sforzo organizzativo; si chiede quindi di collaborare inviando la scheda di iscrizione, l’eventuale prenotazione alberghiera e l’iscrizione dei ragazzi alle attività collaterali entro il 20 febbraio 2018 (via fax o e.mail a aipd@aipd.it).

Il programma parallelo sarà organizzato con attività differenziate per età e prevede attività di animazione in loco, visite, ecc. Il programma definitivo sarà stilato in base alle adesioni PERVENUTE ENTRO IL 20 febbraio 2018. DOPO TALE DATA NON POTRA’ ESSERE ASSICURATA LA PARTECIPAZIONE ALLE ATTIVITA’.

L’AIPD di Belluno ha avviato il progetto “Mosaico”

comunicato stampa AIPD Belluno
PROGETTO “MOSAICO”: L’AIPD BELLUNO PER LA CRESCITA IN AUTONOMIA DELLE PERSONE CON SINDROME DI DOWN

Grazie al finanziamento da parte della Fondazione Cattolica Assicurazioni, l’AIPD di Belluno ha avviato il progetto “Mosaico”, che si propone di ampliare i percorsi di semiresidenzialità e gestione del tempo libero, già attivi in Associazione, sempre nell’ottica dell’integrazione sociale e con un occhio di riguardo all’acquisizione e rinforzo di abilità utili ad un possibile inserimento nel mondo del lavoro.

L’iniziativa è rivolta ad undici giovani ed adulti, di età compresa fra i 18 ed i 45 anni. Le attività prevedono la realizzazione di due week-end al mese, organizzati coinvolgendo attivamente i partecipanti nelle decisioni e nelle scelte della vita quotidiana (uso del denaro, dei mezzi di trasporto pubblici…), e due settimane residenziali a piccoli gruppi (due o tre persone) con la presenza di un operatore AIPD, per sperimentare periodi della vita quotidiana al di fuori della propria famiglia. Sede di riferimento è un appartamento situato nel centro della città di Belluno, facilmente accessibile con i mezzi pubblici.
E’ previsto anche uno sportello di consulenza per tematiche legate al lavoro, nell’ambito di una possibile collaborazione con i SIL (Servizio Inserimento Lavorativo) dell’ ULSS provinciale per promuovere e sostenere l’accesso ad un lavoro.

“Trabajadores en camino”, il primo stage 2018 a Barcellona

Dal 3 al 25 marzo 2018 Camilla e Nicolò della sezione AIPD di Roma, Alberto e Martina della sezione AIPD di Reggio Calabria, accompagnati da due educatori, saranno a Barcellona per svolgere un’esperienza di lavoro di tre settimane, nel settore alberghiero, presso l’ostello Inout.
L’attività è parte del progetto AIPD “Trabajadores en camino”, finanziato dal programma comunitario Erasmus Plus nell’ambito dell’azione Ka1 Learning Mobility of Individuals (Mobilità ai fini di apprendimento).

Si tratta del quinto dei sei stage previsti dal progetto, il primo si è svolto dal 15 gennaio al 5 febbraio 2017 e ha coinvolto giovani delle sezioni AIPD di Caserta e di Potenza, il secondo si è svolto dal 5 al 26 marzo e ha coinvolto giovani delle sezioni AIPD di Cosenza e Latina, il terzo si è svolto dal 29 maggio al 20 giugno 2017 ed ha coinvolto giovani delle sezioni AIPD di Catania e Pisa, il quarto dal 4 al 26 novembre 2017 e ha coinvolto giovani delle sezioni AIPD di Castelli Romani e Lecce.

“Guida al voto”, in replica e online la trasmissione “Attraverso lo specchio”

Domenica 25 febbraio 2018, nel corso della trasmissione “Attraverso lo specchio“, in onda sulla rete Gold TV (canale 17) si è parlato delle prossime elezioni politiche e in particolare della “Guida al voto 2018” realizzata da AIPD, ultima iniziativa, in ordine di tempo, della nostra associazione dedicata al tema della cittadinanza attiva delle persone con sindrome di Down. Ad intervenire è stata Carlotta Leonori, già responsabile del progetto AIPD “Diritto ai diritti“, da cui è nato il docu-film omonimo.
Il video con la parte della trasmissione (che sarà interamente replicata sabato 3 marzo 2018 sui canali 71 e 194 del digitale terrestre Lazio) dedicata all’intervento di Carlotta Leonori è disponibile su Youtube:

Protocollo d’Intesa AIPD-AGPD-DECATHLON

COMUNICATO STAMPA

Al via la collaborazione tra DECATHLON Italia, Associazione Italiana Persone Down Onlus (AIPD) e Associazione Genitori e Persone con Sindrome di Down Onlus Milano (AGPD Milano) per l’inserimento lavorativo di persone con la sindrome di Down

28 febbraio 2018. In seguito alle assunzioni di successo di giovani con sindrome di Down presso i negozi Decathlon di Bologna, Roma e Milano, il 15 gennaio 2018 è stata formalizzata la collaborazione tra l’azienda, AIPD nazionale e AGPD Milano.
AIPD nazionale opera con le proprie 51 sedi in tutta Italia, AGPD è presente a Milano e in gran parte della Lombardia.

Il Protocollo d’Intesa vuole rendere ufficiale l’impegno di Decathlon in tale direzione, diffondere a tutti i negozi della catena i metodi, gli strumenti e le esperienze positive già realizzate ed avviare nuove esperienze di inserimento lavorativo su tutto il territorio nazionale.
Si partirà con esperienze di tirocinio che avranno durata di almeno 6 mesi, un impegno massimo di 25 ore a settimana e regolare indennità, fino ad arrivare, laddove la valutazione fosse positiva, ad assunzioni a tempo indeterminato.

Le due associazioni, con esperienza ormai quasi trentennale sul tema, collaboreranno fattivamente alla realizzazione dei progetti in tutte le fasi, dalla selezione dei candidati alla formazione al personale aziendale, dall’accompagnamento nella definizione delle formalità burocratiche all’orientamento e al tutoraggio dei tirocinanti.

Un grande risultato per AIPD e per tutte le Associazioni che sempre più si impegnano ad accompagnare le persone con sindrome di Down nel mondo del lavoro e favorirne l’inclusione lavorativa e sociale.

Le persone con sindrome di Down possono essere lavoratori produttivi se l’inserimento viene seguito adeguatamente e l’esperienza di Decathlon lo dimostra“, ha detto Monica Berarducci, responsabile per AIPD della collaborazione. “Il nostro augurio è che altri possano seguire l’esempio di Decathlon” ha commentato Massimo Rota, referente degli inserimenti lavorativi per AGPD.

Ufficio Stampa AIPD: ufficiostampaaipd@gmail.com
Ufficio Stampa AGPD: ufficiostampa@agpdonlus.it

AIPD e SOLCO srl per l’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down

AIPD E SOLCO SRL PER L’INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE CON SINDROME DI DOWN

Avviata una collaborazione tra AIPD Nazionale e la Solco srl, società che si occupa di formazione, consulenza e mercato del lavoro, operando in particolare nel territorio della Regione Lazio e nel Mezzogiorno.
Solco supporterà le azioni a sostegno del l’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down promosse da AIPD, attraverso:
– promozione dell’associazione verso le imprese;
– consulenza per l’attivazione di tirocini, avviamenti al lavoro, etc.;
– condivisione di approcci e metodologie nell’inserimento nel contesto lavorativo.

Le sedi AIPD che vogliono un supporto concreto per l’attivazione di progetti di inserimento possono contattare la società presso i loro uffici a Roma e a Palermo.

Elezioni 2018. La GUIDA AL VOTO in alta comprensibilità

Comunicato stampa AIPD

ELEZIONI: E’ ONLINE LA GUIDA AIPD IN LINGUAGGIO SEMPLIFICATO, CHE RICORDA COME E PERCHE’ ANDARE A VOTARE IL 4 MARZO

Roma, 13 febbraio 2018 – Un linguaggio semplice che spiega come esercitare il proprio diritto di voto nelle prossime elezioni del 4 marzo. È scritta così la GUIDA che l’Associazione Italiana Persone Down ha realizzato per gli elettori con disabilità intellettiva chiamati a dare il loro VOTO come cittadini attivi.

La Guida è stata realizzata nell’ambito del lavoro che da anni l’Associazione Italiana Persone Down svolge per aumentare la consapevolezza delle persone con sindrome Down sul loro ruolo di cittadini attivi.

Sono ancora molte le persone con disabilità intellettiva che non votano nel nostro Paese perché poco informate dei propri diritti o in difficoltà ad accedere a delle informazioni scritte in maniera comprensibile.

Con questa guida l’AIPD invita anche i partiti a comunicare le proprie proposte in alta comprensibilità e dà la propria disponibilità per una consulenza in tal senso.

GUIDA-voto2018cop-560x593

————————————————

Per informazioni sul diritto di voto delle persone con disabilità, vedi la scheda dedicata o contatta il Telefono D

Terzo Settore, il progetto AIPD tra i finanziati del primo bando

La legge di riforma del Terzo Settore ha previsto un unico bando per il finanziamento di progetti, e lo scorso novembre era stato pubblicato il primo dopo l’entrata in vigore della legge.
Previsti 44,8 milioni di euro disponibili, per progetti di rilevanza nazionale presentati da organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e fondazioni, da sole o in partnership tra loro.
Qualche giorno fa è stata resa nota la graduatoria delle iniziative finanziate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

AIPD ha presentato il progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro” che è stato ammesso al finanziamento. L’iniziativa prevede 3 linee di intervento: verso il lavoro (percorsi di educazione all’autonomia), imparare a lavorare (percorsi di orientamento),imparare un lavoro (percorsi di inserimento) e coinvolgerà 104 persone con sindrome di Down e 26 sezioni AIPD.

 

#BodyPositiveCatwalk, flashmob sulla bellezza al femminile

Si è tenuto a Milano domenica 25 febbraio 2018 il flashmob #BodyPositiveCatwalk, organizzato da Laura Brioschi, modella curvy e influencer. Un evento, svolto non a caso nel corso della Settimana della moda, cui hanno partecipato giovani donne, a rappresentare ciascuna la propria forma di bellezza. Tra queste Valentina Rota, giovane con sindrome di Down, socia di AIPD Bergamo

Elezioni 2018. I giovani dell’AIPD si preparano al voto

Le elezioni 2018 si stanno avvicinando e in molti territori si stanno svolgendo incontri per arrivare al voto in modo consapevole e informato.
AIPD ha realizzato, anche in questa occasione, la “Guida al Voto“, strumento utile per fornire facili informazioni su come si vota, e alcune sezioni dell’associazione stanno organizzando momenti di condivisione e confronto con i giovani che il 4 marzo andranno a votare.
L’AIPD di Potenza ha realizzato un incontro di cui si è parlato in un servizio andato in onda nel corso della trasmissione di Rai Tre “Buongiorno Regione”.

I giovani dell’AIPD Reggio Calabria hanno organizzato un vero e proprio percorso di formazione di 4 incontri. Attività in sede anche per i giovani di AIPD Napoli, e dell’AIPD di Venezia-Mestre.

A Roma, mercoledì 20 febbraio si è svolto un incontro, presso la sede di AIPD Nazionale, che ha coinvolto i giovani maggiorenni che frequentano il “Club dei Ragazzi” dell’AIPD di Roma e, nella settimana precedente il voto, si confronteranno sul tema anche gli adulti che frequentano l’Agenzia del Tempo Libero. Inoltre, su iniziativa di una mamma, Maddalena Casa, un’altra occasione di preparazione alle elezioni, tenuta da due educatori AIPD,  si terrà sabato 24 febbraio presso la Sala parrocchiale della Chiesa argentina in via Tagliamento 4 a partire dalle ore 15.30.

“Diritto ai diritti”, una proiezione a Milano

L’associazione culturale ZONA K ha organizzato per domenica 25 febbraio 2018 la proiezione del docu-film “Diritto ai diritti”, realizzato da AIPD, con la regia di Christian Angeli, nell’ambito dell’omonimo progetto.

Quanto mai attuale in questo periodo pre-elettorale, il docu-film è un racconto sulle riflessioni, le speranze e le difficoltà incontrate dalle persone con disabilità intellettiva nel vedere riconosciuto il proprio diritto di voto ed esprimere le proprie opinioni politiche.

La proiezione si terrà presso la sede dell’associazione in Via Spalato 11, Milano, alle ore 18,00.

“Guida al voto”, se ne parla su Gold TV

Domenica 25 febbraio 2018 alle ore 21,30, nel corso della trasmissione “Attraverso lo specchio tv“, in onda sulla rete Gold TV (canale 17) si parlerà delle prossime elezioni politiche e in particolare della “Guida al voto 2018” realizzata da AIPD, ultima iniziativa, in ordine di tempo, della nostra associazione dedicata al tema della cittadinanza attiva delle persone con sindrome di Down. Ad intervenire sarà Carlotta Leonori, già responsabile del progetto AIPD “Diritto ai diritti“, da cui è nato il docu-film omonimo.

“Safety at work”, delegazione AIPD a Londra

Proseguono le attività del progetto europeo promosso da AIPD “Safety at work”, finanziato dal programma comunitario Erasmus Plus nell’ambito dell’azione Ka1 Learning Mobility of Individuals (Mobilità ai fini di apprendimento).
Nell’ambito dell’iniziativa, che ha l’obiettivo di formare 5 professionisti AIPD sul tema della sicurezza e prevenzione degli infortuni sul posto di lavoro delle persone con disabilità intellettiva, è in corso in questa settimana la formazione della nostra delegazione a Londra, ospite delle due associazioni partner, “BASE” (British Association of Supported Employment) e “Down’s Syndrome Association”.
Per AIPD Nazionale sono presenti Monica Berarducci, Daniele Castignani e Andrea Sinno; per le sezioni, Riccardo Bonfà di AIPD Mantova e Roberta Maullà di AIPD Potenza.

Ci ha lasciato Leda Pasquali

Venerdì 16 febbraio 2018 si è spenta Leda Pasquali. E’ stata presidente della Sezione AIPD di Viterbo dal 1978 al 2007 e rimasta sempre accanto all’associazione. Il presidente Paolo Virgilio Grillo, e tutta l’AIPD,  la ricorda con affetto e si stringe attorno alla sua famiglia.

“II° Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea”

AIPD aderisce al “Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea”, e insieme a lei lo fa anche l’Ufficio Politiche attive per le Disabilità della CGIL Nazionale.
Finora all’importante documento, promosso dal Forum Europeo sulla Disabilità, avevano aderito associazioni che si occupano specificamente di disabilità fisiche o sensoriali; ma il tema della parità di genere riguarda tutte le donne e dunque anche le ragazze e le donne con disabilità intellettiva, anch’esse vittime della discriminazione multipla citata dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità (art. 6).

Il Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea è un documento, promosso dal Forum Europeo sulla Disabilità in seguito ad una proposta del Comitato delle Donne dell’EDF, adottato a Budapest il 28-29 maggio 2011.

Rassegna “Vite Extra-ordinarie” al policlinico Gemelli di Roma

Comunicato stampa Policlinico Gemelli

Al Gemelli presso la sala MediCinema al via “Vite Extra-ordinarie”, rassegna cinematografica sui temi clinici, umani, sociali e relazionali delle persone con disabilità

Da lunedì 12 febbraio a lunedì 7 maggio 2018,  ciclo di sette film promossi dal Centro di Ateneo per la Vita dell’Università Cattolica e dal Centro di Malattie rare e Difetti congeniti del Policlinico Gemelli.

Roma, 9 febbraio 2018 – “La disabilità non è una scelta, la nostra attitudine sì”, questa espressione è alla base del ciclo partirà lunedì 12 febbraio alle ore 17.00 con la proiezione del capolavoro di David Lynch “The Elephant Man” nella Sala MediCinema del Policlinico Gemelli, la rassegna cinematografica “Vite extra-ordinarie”, promossa dal Centro di Ateneo per la Vita dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e nata da un’idea del Centro di Malattie Rare e Difetti congeniti della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli.

Dopo il primo appuntamento del 12 febbraio, i successivi film protagonisti degli incontri saranno “Inside I’m Dancing” di Damien O’Donnell (26 febbraio), “Basta guardare il cielo” di Peter Chelsom (12 marzo), “Qualcosa di buono” di George C. Wolfe (19 marzo), “Misure straordinarie di Tom Vaughan (9 aprile), “L’ottavo giorno” di Jaco van Dormael (16 aprile), “Il mio piede sinistro” di Jim Sheridan (7 maggio).

Ogni film tratterà una condizione legata alla disabilità che sarà presentata, per gli aspetti puramente clinici, da un esperto. Al termine della proiezione seguirà una riflessione sull’aspetto umano, relazionale e sociale della trama, curata da un neuropsichiatra infantile esperto di problematiche relazionali e da un’esperta di problematiche sociali. Si delineeranno così, nel corso degli incontri, le caratteristiche cliniche della sindrome di Proteus, della Distrofia muscolare di Duchenne, della SLA, della sindrome di Pompe, della sindrome di Morquio, della sindrome di Down e della Paralisi Cerebrale, e si rifletterà sulla diversità, sull’amicizia, sull’amore, sulla reciprocità, sulla speranza di guarire, sul confine tra vita e morte.
Le riflessioni saranno guidate da Paolo Mariotti, dirigente medico dell’Unità di Neuropsichiatria Infantile della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli, e da Anna Contardi, Coordinatrice Nazionale dell’Associazione Italiana Persone Down.

“Questa rassegna cinematografica – spiega il professor Giuseppe Zampino, responsabile del Centro di Malattie rare e Difetti congeniti del Policlinico Gemelli – vuole essere un metodo didattico che ha come obiettivo veicolare le informazioni puramente cliniche con il coinvolgimento emotivo suscitato dal film. Questo è specialmente utile nelle malattie rare che, considerate di nicchia, spesso non ricevono particolare interesse o non rimangono nella memoria. L’idea di associare una emozione all’informazione rende il ricordo della condizione più duraturo. Inoltre, capitalizzando sulle problematiche relazionali comuni della disabilità che investono la maggior parte delle numerose condizioni rare disabilitanti, l’approccio a tali condizioni sarà meno preoccupato, poiché a dispetto della rarità vi è una comunanza di vissuti e di problemi da affrontare. La rassegna ha il compito di far entrare lo spettatore nell’intenso mondo della disabilità e attraverso questo indurlo a riflettere sulla propria esistenza”.

L’AIPD di Belluno invita a teatro

L’AIPD di Belluno, in collaborazione con la Cooperativa Società Nuova di Belluno, le parrocchie di Sedico, Roe, Bribano e l’ODAR, ed il patrocinio del Comune di Sedico, ha organizzato lo spettacolo “Anna che sorride alla pioggia”, messo in scena dall’autore dell’omonimo libro (e papà di Anna).
Lo spettacolo, a ingresso libero presso la Sala Teatro Casa della Dottrina a Sedico, prevede anche il coinvolgimento diretto, sul palco, di alcuni giovani dell’AIPD Belluno e l’accompagnamento musicale, al contrabbasso, del musicista Nelso Salton.

“Campagna del mattone” per l’AIPD Versilia

L’AIPD Versilia ha acquistato un terreno a Lido di Camaiore nel quale realizzare il progetto “Dopo di noi”, che prevede la costruzione di un centro polifunzionale, mini-appartamenti, laboratori, ambulatori, aree ludiche e foresteria sociale.

L’operazione ha un costo importante, e per la sua realizzazione la sezione AIPD ha lanciato la “Campagna del mattone” per accogliere, da chiunque lo volesse, anche i più piccoli gesti di solidarietà. La casa famiglia, una volta realizzata, avrà un’intera parete, nell’ingresso, decorata con tanti mattoncini che riporteranno i nomi di chi avrà partecipato con la sua donazione. Hanno già contribuito, ad oggi, più di 130 persone.

Maggiori informazioni sono sul sito web e sulla pagina Facebook di AIPD Versilia.

Gerber, il nuovo “testimonial” ha la sindrome di Down

Dal 2010 la Gerber, rinomata azienda produttrice di alimenti per neonati e bambini, indice un concorso per scegliere il bambino che, per tutto l’anno, sarà il “volto” della casa.
A vincere il concorso quest’anno, tra 140mila foto inviate alla multinazionale, è stata quella che ritrae Lucas: 18 mesi di età, nato a Dalton in Georgia, con la la sindrome di Down.

“Ogni anno scegliamo un bambino che possa rappresentare la lunga eredità Gerber – ha spiegato Billy Partika, presidente della compagnia – che vuole mostrare come ogni bambino sia un bambino Gerber. Oggi la scelta perfetta è stata Lucas”.

Un altro importante messaggio di vera inclusione, che riconosce ai bambini con sindrome di Down il loro essere, prima di tutto, bambini.

Quando i pregiudizi sono presentati come valori

Comunicato stampa FISH
Scuola e disabili: i pregiudizi presentati come valori

È di ieri (8 febbraio 2018) la pubblicazione di un articolo di denuncia de “la Repubblica” dal significativo titolo: “Qui niente poveri né disabili”: le pubblicità discriminatorie dei licei.

L’articolista (Corrado Zunino) ha effettuato una verifica su documenti pubblici e presenti nel portale istituzionale “Scuola in chiaro” del Ministero dell’Istruzione.
In quel sito ogni istituto pubblica il proprio Rapporto di autovalutazione, cioè un documento pensato per orientare ragazzi e famiglie nella scelta della scuola.
Ebbene il pezzo, cui va il merito di aver portato all’evidenza gravi atteggiamenti discriminatori, riporta come troppi licei, di varie città, presentino come propri punti di forza, che favorirebbero “la coesione” e “l’apprendimento”, l’assenza tra gli alunni di ragazzi di origine straniera, poveri e disabili.

“Riteniamo gravissimo che proprio quei luoghi che dovrebbero rappresentare il luogo primario di promozione dell’inclusione e di rigetto della discriminazione siano invece i veicoli del pregiudizio e dello stigma. – stigmatizza Vincenzo Falabella, Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap – Sono episodi che riportano indietro le lancette di decenni, che provocano repulsione non solo per l’ignoranza che non dovrebbe albergare nella scuola, ma anche l’insulto a milioni di persone con disabilità e loro familiari. Sì, molta strada è stata percorsa, ma di fronte a questi rigurgiti discriminatori comprendiamo che ce n’è ancora molta davanti a noi.”
La notizia ha provocato diffusa indignazione non solo nel movimento delle persone con disabilità, ma anche fra chi, all’interno del mondo scolastico, da anni si impegna per contrastare la discriminazione, per favorire l’inclusione di tutti considerando quello delle differenze un valore aggiunto e non un elemento da emarginare o escludere.

“Il retropensiero, subdolo e strisciante, che i bambini con disabilità siano un ostacolo è emerso in modo esplicito. E questo è gravissimo. Bene ha fatto il Ministro Fedeli – prosegue Falabella – a replicare immediatamente con una propria dichiarazione ufficiale di condanna e ad attivare un attento monitoraggio dei Rav in riferimento a questo tipo di episodi.”

La ministra dell’istruzione Valeria Fedeli, è intervenuta con un altro comunicato stampa nel quale oltre a condannare tali posizioni, comunica l’intenzione di mettere in atto una azione di verifica nei confronti dei documenti di autovalutazione delle scuole:
“Non posso dunque che stigmatizzare il linguaggio utilizzato da alcune istituzioni scolastiche, e riportato dalla stampa – prosegue Fedeli -, nella compilazione del Rapporto di autovalutazione (RAV), uno strumento di trasparenza che viene pubblicato e aggiornato sul portale ‘Scuola in chiaro’ per fornire alle famiglie e a chi si iscrive elementi di conoscenza che vanno dal numero di studentesse e studenti, al piano dell’offerta formativa, passando per gli obiettivi di miglioramento che le scuole decidono di darsi, dopo aver analizzato i loro punti di forza e debolezza. Quando, nella sezione dedicata al contesto in cui opera la scuola, si inseriscono, alla voce ‘Opportunità’, frasi che descrivono come un vantaggio l’assenza di stranieri o di studentesse e studenti provenienti da zone svantaggiate o di condizione socio-economica e culturale non elevata, si travisa completamente il ruolo della scuola. Si negano i contenuti dell’articolo 3 della nostra Costituzione. Si fa un passo indietro rispetto a una delle caratteristiche fondanti della scuola italiana: la capacità di inclusione e integrazione. Una peculiarità riconosciuta anche a livello internazionale”.
“Scriverò oggi stesso all’Invalsi, l’Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione, affinché faccia immediatamente un attento monitoraggio dei Rapporti di autovalutazione con riferimento a questo tipo di episodi. L’autonomia nella compilazione da parte delle scuole è sacra. Ma ci sono principi comuni e irrinunciabili a cui tutti dobbiamo ispirarci. A partire da quelli stabiliti nella nostra Costituzione. Leggendo certe espressioni sembra che qualcuno li abbia dimenticati. Alcune frasi appaiono particolarmente gravi, persino classiste. Non sono assolutamente tollerabili e prenderemo provvedimenti specifici a seguito dei dovuti approfondimenti. Il RAV rientra peraltro fra gli strumenti di valutazione delle scuole e dei dirigenti scolastici. Terremo conto anche di questi elementi”, aggiunge Fedeli.
“Il Rapporto di autovalutazione ha rappresentato un’importante innovazione – conclude la Ministra -. Avere uno spazio dove inserire, in totale trasparenza e con un linguaggio semplice, elementi che possono aiutare le famiglie a conoscere meglio l’istituto in cui stanno iscrivendo le proprie figlie e i propri figli è un passo avanti irrinunciabile. Ma non possiamo in nessun modo permettere che in questo spazio di trasparenza vengano indicati come elemento di vantaggio o positività l’assenza di alunne e alunni con difficoltà di apprendimento, la scarsità di stranieri o ‘poveri’. A ottobre abbiamo lanciato con convinzione un Piano nazionale per l’educazione al rispetto dell’altro e delle differenze. Non possiamo chiedere alle studentesse e agli studenti di acquisire questi valori se è la scuola per prima a non riconoscerli come propri”.

Cena di solidarietà per AIPD Versilia

L’Associazione albergatori, balneari e commercianti (Abc) di Lido di Camaiore ha organizzato una cena di solidarietà in favore della Sezione AIPD Versilia, prevista per venerdì 23 febbraio 2018 alle ore 20 presso l’Hotel Joseph di Marina di Pietrasanta.
La location non è casuale: al Joseph infatti l’Abc sta tenendo i corsi di cucina dedicati proprio ai ragazzi dell’AIPD Versilia, lezioni ai fornelli per tutto l’inverno. La cena di solidarietà del 23 febbraio sarà preparata dallo staff dell’hotel con l’aiuto dei ragazzi che hanno preso parte con grande entusiasmo alle lezioni.
Il ricavato della serata, escluse le spese, andrà a finanziare le attività quotidiane della sezione AIPD e un particolare e impegnativo progetto per il centro polifunzionale, che sarà reso noto nei prossimi giorni.

Indagine sull’uso delle tecnologie nella scuola

Il Centro Studi e Ricerche sulla Disabilità e la Marginalità – CeDisMa, Dipartimento di Pedagogia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore promuove una indagine sull’uso delle tecnologie nelle scuole.

L’indagine parte dalla considerazione che sono pochi gli approcci per utilizzare le tecnologie al meglio per gli allievi con disabilità e disturbi specifici dell’apprendimento per aiutarli nel loro processo di apprendimento e garantire il diritto allo studio e l’accesso alle informazioni.
Attraverso questa ricerca si vuole dare voce anche alle famiglie, che possono dare il proprio contributo compilando un brevissimo questionario (disponibile online al seguente indirizzo http://bit.ly/2nLrvT4), totalmente anonimo, che ha l’obiettivo di tradurre i bisogni in reali proposte per includere tutti nella società di tutti.

“A Valueable Network”

Dal 5 al 25 Febbraio 2018, Valerio e Lorenzo della sezione AIPD di Latina accompagnati da un’educatrice, saranno a Oporto, Portogallo, per svolgere un’esperienza di lavoro di tre settimane, nel settore alberghiero, presso Axis Hoteis.
I ragazzi dell’AIPD di Latina sono i primi a partire e a svolgere il loro tirocinio all’estero nell’ambito del progetto “A Valueable Network”, finanziato dal programma comunitario Erasmus Plus nell’ambito dell’azione Ka2 Strategic Partnerships (Partenariati strategici).
Dopo di loro partiranno, nel corso del progetto (che dispone di un sito dedicato), partiranno altri 10 ragazzi provenienti da Spagna, Portogallo, Germania, Ungheria e Turchia.

Due nuovi tirocini per l’AIPD di Latina

L’AIPD di Latina sta avviando 2 nuovi tirocini, realizzati in collaborazione con la Saip (che ha fatto da intermediario) e i fondi della Regione Lazio.
Dal 1° febbraio 2018 Francesca Sarlo sarà impegnata presso la segreteria della ditta Ausilia e Andrea Dell’Isola presso la segreteria della Sezione AIPD. Entrambi svolgeranno un part time di 4 ore per 12 mesi.

“Zoldo is fun”, XI edizione

Comunicato stampa AIPD Belluno

TRE GIORNATE SULLA NEVE IN VAL DI ZOLDO: UNDICESIMA EDIZIONE DELLA “ZOLDO IS FUN”
Manifestazione per giovani con sindrome di Down ed altre disabilità intellettive, promossa da ASD Sci di fondo Zoldana e AIPD Belluno

Val di Zoldo 29 gennaio 2018. Nel recente fine settimana, 25-26 e 27 gennaio la Valle di Zoldo ha ospitato la undicesima edizione della “Zoldo is fun”: la Val Zoldana è stata, anche quest’anno, davvero divertente per i numerosi giovani con sindrome di Down od altre disabilità intellettive partecipanti alla tre giorni di giochi e sport su ghiaccio e neve. La manifestazione, nata inizialmente solo per lo sci di fondo, con gli anni ha visto estendere le attività sportive anche allo sci alpino, alle camminate con “ciaspole”, al pattinaggio su ghiaccio, grazie alla disponibilità fornita da maestri delle rispettive discipline per istruire ed accompagnare anche chi volesse avvicinarsi, per la prima volta, a queste pratiche sportive. Oltre al gruppo di giovani dell’AIPD Belluno c’erano nutrite rappresentanze dell’AIPD Venezia-Mestre e dell’Associazione “Terraglio”, sempre della provincia di Venezia, oltre al concorrente più lontano, Fabio, giunto, con la mamma, in rappresentanza dell’AIPD Roma. Hanno partecipato poi, alle attività di singole giornate, il Centro Diurno Disabili dalla ULSS 1 di Belluno ed un gruppo di studenti, coi rispettivi insegnanti, dell’Istituto professionale “Catullo”, indirizzo Sociale di Belluno.
Pattinaggio su ghiaccio giovedì 25 allo Stadio di Forno di Zoldo ha dato il via alle manifestazioni sportive, continuate il giorno dopo in località Palma, con la prova di slalom o, per chi non se la sentiva di calzare gli sci da discesa, c’era l’alternativa di discesa in slitta o gommone. Sabato 27 c’è stato l’evento conclusivo, con la staffetta di sci di fondo a Palafavera, a squadre di tre atleti, di cui due sono allievi dell’istituto scolastico comprensivo della Val di Zoldo, che precedono e poi accompagnano l’atleta con disabilità. Al pranzo, preparato, come da tradizione, dal vivace gruppo degli Amici della Befana, son seguite le premiazioni delle prime tre fra le oltre venti squadre partecipanti, presenti il Sindaco De Pellegrin ed il Dirigente Scolastico, prof. Pisello.
Anche quest’anno, infine, “Zoldo is fun” ha dedicato a partecipanti ed accompagnatori un contorno di eventi collaterali: dalla cena di accoglienza, offerta ai giovani con disabilità, al Ristorante “All’Insonnia”, allo spettacolo teatrale, alla Sala polifunzionale di Fusine, del venerdì pomeriggio, con l’attrice Paola Brolati, che ha coinvolto il pubblico in alcune improvvisazioni rappresentative della Commedia dell’Arte, alle passeggiate a cavallo in località Palma, per finire con la musica dal vivo ed i giri con la motoslitta della Polizia di Stato, prima e dopo le premiazioni a Palafavera.

“Universo Down: un progetto di vita All Inclusive!”

L’Istituto statale di Istruzione Superiore “Luigi De’ Medici”, di Ottaviano (Napoli, ha organizzato il 1° Convegno “Universo Down: un progetto di vita All Inclusive!” sul tema dell’inclusione scolastica delle persone con sindrome di Down.
Nel corso del convegno sarà lanciato il 1° concorso regionale “Down’s Got Talent 2018”, riservato agli allievi con sindrome di Down di tutte le scuole Professionali per i Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità alberghiera della Campania.

Parteciperanno ai lavori, in veste di relatori, Salvatore Nocera e Nicola Tagliani per AIPD Nazionale, e Raffaella Velotti per l’AIPD di Napoli.

“Fuga di braccia e di cervelli”, intervista a Carlotta Leonori

L’Agenzia Nazionale Erasmus+ INAPP ha realizzato la video intervista “Impariamo dal passato, miglioriamo il futuro. Erasmus+ VET: due buone prassi a confronto” con la quale mette a confronto, utilizzando uno stile informale e divertente, due buone prassi Erasmus+- LLP Leonardo da Vinci.
Una delle buone prassi raccontate è il progetto AIPD “Fuga di braccia e di cervelli“, coordinato da Carlotta Leonori, l’altra è “COSY”, iniziativa promossa dall’I.I.S. Leonardo da Vinci di Roma e raccontata dalla referente Maria Antonietta De Vico:

Medaglie al valore atletico

Si svolgerà giovedì 25 gennaio 2018 la cerimonia di assegnazione, a cura del CONI Lazio, delle Medaglie al Valore Atletico per gli sportivi romani e delle provincia che nel corso del 2016 sono saliti sul podio in manifestazioni nazionali e internazionali.
La premiazione sarà alla Sala Stampa dello Stadio Olimpico, alle ore 17.
Tra i 195 atleti anche Stefano Guglielmi, giovane con sindrome di Down, socio di AIPD Roma, che al Campionato Europeo di Para Taekwondo 2106 ha vinto la medaglia di bronzo.

Martina Marcatini, operatrice shiatsu e ayurveda

“Non un lavoro ma tanti lavori” è un po’ il nostro “mantra” da quando abbiamo iniziato ad occuparci di inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down. Martina Marcatini è un altro emblematico esempio di come le persone con sindrome di Down possono riuscire negli ambiti più diversi.

Operatrice del benessere, a soli 19 anni, Martina ha frequentato tre anni di Accademia Shiatsu Do, ogni lunedì fa pratica e regolarmente partecipa a seminari di aggiornamento. Ha aperto la partita IVA e attualmente lavora a Gallarate presso il salone “MY WAY 9.9“, e a Busto Arsizio presso “Biotè Atelier di estetica e benessere”, proponendo trattamenti shiatsu e ayurvedici.
Di lei aveva raccontato il sito Disabili.com nell’articolo “Storia di una shiatsu speciale“.

Il Comune di Gallarate, in occasione della recente giornata cittadina della riconoscenza, ha conferito a Martina una menzione speciale, con una pergamena, per la sua testimonianza nel mondo del lavoro e per spronarla a dare sempre il meglio ed offrendo uno stimolo in più ad un mercato tutto da scoprire. Qui il video della consegna della pergamena, postato sulla pagina Facebook della Pro loco Gallarate.

ilMioDono 2018

Torna l’ormai tradizionale occasione di finanziamento di progetti e associazioni del Terzo Settore, promossa da Unicredit.
L’iniziativa di quest’anno è “Fai un dono, lascia il segno“, nuovo appuntamento del progetto “1 voto, 200.000 aiuti concreti”, per donare 200.000 € da distribuire tra le Organizzazioni Non Profit iscritte a ilMioDono.
Tra queste, sono presenti le tre sezioni AIPD di:

  • Caltanissetta: vota QUI
  • Catania: vota QUI
  • Termini Imerese: vota QUI

E’ possibile esprimere il proprio voto a favore delle organizzazioni ma anche donare online.

Global Forum

Dal 12 al 14 gennaio 2018 a Roma si svolge il Global Forum, grande evento di formazione, aggiornamento e networking professionale dedicato alla comunità internazionale della meeting industry.

Sede dell’incontro è il Rome Cavalieri Waldorf Astoria.
AIPD sarà presente all’evento supportando lo svolgimento dei lavori attraverso il lavoro di 5 giovani con sindrome di Down che saranno impegnati come hostess/steward.

Un nuovo tirocinio per l’AIPD di Caserta

L’AIPD di Caserta festeggia l’inizio del nuovo anno con l’avvio di un tirocinio lavorativo. Il 4 gennaio 2018 infatti Anna Carmela Terracciano, giovane con sindrome di Down, ha iniziato il suo tirocinio presso la filiale Adecco di Caserta, esperienza che la terrà impegnata per i prossimi tre mesi.
Anna Carmela lavorerà come addetta all’accoglienza e all’informazione dei candidati che entreranno in filiale, oltre che dell’archivio e della catalogazione dei documenti.

Questa opportunità è il risultato di una precedente sinergia nata grazie al progetto MAXs, che ha visto la collaborazione tra AIPD Caserta e Adecco attraverso anche la Fondazione Adecco per le Pari Opportunità, che da più di 15 anni è impegnata nella realizzazione di un mondo del lavoro più inclusivo.

Provvidenze economiche di invalidità civile 2018

L’INPS ha pubblicato la circolare n. 186, 21 dicembre 2017, “Rinnovo delle pensioni, delle prestazioni assistenziali e delle prestazioni di accompagnamento alla pensione per l’anno 2018”, contenente, tra gli altri, gli importi delle pensioni e delle indennità riconosciute agli invalidi civili (alla pag. 30 dell’allegato 2, nella Tabella M.3).

– Indennità di accompagnamento
per invalidi civili (minori e maggiorenni, 100% di invalidità e necessità di assistenza continua):
€ 516,35

– Pensione di invalidità
(maggiorenni, 100%):
€ 282,55. Il limite di reddito è fissato in € 16.664,36

– Assegno mensile
(maggiorenni, invalidità compresa tra il 74 e il 99%):
€ 282,55. Il limite di reddito è fissato in € 4.853,29

– Indennità di frequenza
(minori con difficoltà a svolgere i compiti e le funzioni della propria età che frequentano nido, scuola e/o svolgono terapie continuative presso ASL o centri convenzionati):
€ 282,55. Il limite di reddito è fissato in € 4.853,29.

Gli importi per il 2018 resteranno indicati su questo sito in “Diritti”, nella pagina dedicata.

Calendari 2018

Con l’arrivo del nuovo anno arrivano anche i nuovi Calendari. In alcune sezioni AIPD sono stati realizzati, spesso grazie al coinvolgimento e alla collaborazione di aziende/enti/persone amici.
Sono già disponibili i Calendari 2018 di:

AIPD Caltanissetta
Calendario 2018, con la Real Maestranza

AIPD Catanzaro
Calendario 2018

AIPD Cosenza
Calendario 2018, con la squadra del Cosenza Calcio

AIPD Frosinone
Calendario 2018

AIPD Latina
Calendario 2018, la presentazione lo scorso ottobre, in collaborazione con la Prefettura di Latina, il Comando Artiglieria Contraerei dell’Esercito, il Centro Remiero della Marina Militare e la 4a Brigata Telecomunicazioni dell’Aeronautica Militare

AIPD Roma
Calendario Emozionabili, con il contributo di Melìa e Auchan Casalbertone, disponibile anche presso i supermercati Emmepiù

AIPD Teramo
Calendario 2018

AIPD Versilia
Calendario 2018, con protagonisti i personaggi del mondo dello sport, della musica e dello spettacolo

“Disability Card, per un’Italia ed un’Europa accessibile”

Il Parlamento e il Consiglio europeo, approvando nel dicembre 2013 il Regolamento n. 1381/2013, hanno istituito uno specifico Programma “Diritti, uguaglianza e cittadinanza” per il periodo 2014-2020.
La parte relativa alla promozione dei diritti delle persone con disabilità prevede la realizzazione della “UE Disability Card”, per la cui attuazione è stata investita la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), in partenariato con la FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità).
Nei mesi scorsi la FISH ha condotto una rilevazione propedeutica al progetto, per tentare da un lato di descrivere i benefit più diffusi e i percorsi adottati per riconoscerli, dall’altro per iniziare, assieme a tutti i partner, a delineare il funzionamento e le opportunità della Card europea, le ricadute pratiche, le necessità operative.
È stato anche realizzato uno specifico sito (www.disabilitycard.it) che restituisce il quadro generale dell’avanzamento dei lavori.

Per condividere lo stato dei lavori e delle questioni emerse, FISH organizza l’evento “Disability Card, per un’Italia ed un’Europa accessibile”, previsto a Roma il prossimo 22 dicembre 2017 presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri (ingresso Via Santa Maria in Via, 37) dalle ore 10 alle ore 14 circa.

Indagine internazionale sulle famiglie

EDSA, European Down Syndrome Association, ha ricevuto dalla dott.ssa Anna Lee, Università del North Carolina di Chapel Hill, la richiesta di promuovere una indagine che coinvolge le famiglie di persone con sindrome di Down.

Il sondaggio (in inglese) è rivolto a genitori di bambini-giovani di età compresa tra i 4 e i 21 anni.
Obiettivo dello studio è aiutare gli operatori sanitari e i ricercatori a comprendere in modo approfondito la qualità della vita dei bambini con sindrome di Down e delle loro famiglie.

Per partecipare occorre contattare la dott.ssa Anna Lee alla mail annalee@email.unc.edu che fornirà un link elettronico individuale per l’ indagine online che comprende il modulo di consenso l’accesso ai questionari; per la compilazione si prevede un tempo di circa 30-40 minuti; una volta completati, il link non sarà più attivo.

 

Secondo Programma di Azione sulla Disabilità

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 289 del 12/12/2017 il Decreto Presidente della Repubblica 12 dicembre 2017 “Adozione del secondo programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità

Comunicato stampa FISH
Il Programma di Azione sulla Disabilità finalmente è legge
“Questo è il punto di arrivo, ma ancor più il punto di partenza.” Così inizia il suo commento Vincenzo Falabella, Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, a margine della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale di ieri del secondo Programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità.
“L’adozione del Programma come decreto del Presidente della Repubblica e, finalmente, la formale pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, è il punto finale di uno scrupoloso e appassionato lavoro dell’Osservatorio Nazionale sulla Disabilità. FISH e molti altri hanno partecipato attivamente alla elaborazione di questo documento che vuole rappresentare da un lato la confermata espressione di diritti umani e di cittadinanza, dall’altro essere un riferimento anche organizzativo per il cambiamento delle politiche e dei servizi in una logica inclusiva.”

Da qualche settimana è stato anche ricostituito lo stesso Osservatorio presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Come si combinano i due provvedimenti? “Anche in questo senso il Programma costituisce un nuovo punto di partenza per il Parlamento, il Governo, i Ministeri, le Regioni, i Comuni e vari altri attori istituzionali cui sono indicate specifiche linee di azioni concrete. – conclude Falabella – Ma è anche per noi una cartina di tornasole, uno strumento ulteriore per monitorare e stimolare l’avanzamento dell’applicazione del Programma e dei principi della Convenzione ONU. Lo faremo sia nell’Osservatorio che proseguendo la nostra quotidiana e incessante attività.”

Cittadinanza: per le persone con disabilità non è più richiesto il giuramento

La legge 91/1992 “Nuove norme sulla cittadinanza” prevede la concessione della cittadinanza italiana allo straniero, che (oltre a possedere i requisiti utili a tal fine) è tenuto a prestare giuramento di fedeltà alla Repubblica, osservandone la Costituzione e le leggi. Negli ultimi anni, in cui il numero delle persone con disabilità straniere nel nostro Paese è cresciuto, tale adempimento si è rivelato discriminatorio, in particolare nei confronti di coloro che presentano particolari difficoltà o addirittura impossibilità ad esprimere oralmente tale volontà.

Ricorderete la storia di Christian Ramos, il giovane con sindrome di Down di origine colombiana ma nato in Italia che, nel 2013, si era visto negare la cittadinanza (poi comunque riconosciuta, grazie ad una mobilitazione su più fronti) perché giudicato incapace di prestare il giuramento, necessario per completare l’iter burocratico e diventare italiano a tutti gli effetti (qui l’ultima delle notizie pubblicate su questo sito).

A distanza di alcuni anni da quella storia emblematica, finalmente, arriva una modifica legislativa, ad opera della sentenza della Corte Costituzionale n. 258/2017. La sentenza ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 10 della legge 5 febbraio 1992, n. 91, nella parte in cui non prevede che sia esonerata dal giuramento la persona incapace di soddisfare tale adempimento in ragione di grave e accertata condizione di disabilità.

La sentenza è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Speciale – Corte Costituzionale n. 50 del 13/12/2017, e gli effetti decorrono dal giorno successivo, 14 dicembre 2017.

La Nazionale di basket di atleti con sindrome di Down premiata dal Ministro per lo sport

La Nazionale Italiana di Basket ieri ospite della Presidenza del Consiglio per un incontro con il ministro per lo Sport Luca Lotti e il presidente del CONI, Luca Pancalli. Tre atleti della squadra sono giovani dell’AIPD di Oristano: Fulvio Silesu, Antonello Spiga e Lorenzo Puliga, gli altri sono Alessandro Ciceri, Emanuele Venuti, Gianluca La Fornare, coach Giuliano Bufacchi, assistente Mauro Dessì. Il team si è laureato Campione europeo nei recenti DS International Championship (qui la notizia dedicata pubblicata su questo sito).

Dal sito del Ministero per lo Sport la dichiarazione del ministro Lotti: “Oggi abbiamo ricevuto una squadra di campioni azzurri: la Nazionale Italiana Basket sindrome di Down, che nello scorso ottobre si è aggiudicata l’oro agli Europei. È stata l’occasione per consegnare a questi atleti straordinari un riconoscimento da parte del Ministero per lo Sport, per fargli sapere quanto ci hanno reso orgogliosi di essere rappresentati da loro in campo internazionale”.

Seminario sull’inserimento al lavoro delle persone con sindrome di Down

Comunicato stampa AIPD
Il 13% degli adulti con sindrome di Down lavora, ma potrebbero essere di più. Dall’11 al 14 dicembre operatori di 30 città si confrontano sul tema a Roma.

5 dicembre 2017 – Nel 1992 la ricerca “Un posto per tutti” aveva raccolto in tutta Italia solo 22 storie di lavoratori con sindrome di Down (sdD). Oggi le persone conosciute dall’Associazione Italiana Persone Down (AIPD) che lavorano sono il 13%.
La legge 68 del 1999 ha dato un riferimento normativo importante per l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità, ma le persone con questa condizione che lavorano sono ancora poche, in parte per i pregiudizi che ancora frenano molti datori di lavoro, in parte per la scarsità dei servizi di accompagnamento necessari. Le esperienze però ci dicono che una persona con sdD correttamente inserita secondo il principio del collocamento mirato (la persona giusta al posto giusto) può esprimere una produttività tra il 60 e l’80%, un risultato importante e incoraggiante.
Per questo motivo negli ultimi anni l’AIPD ha cercato di avviare nelle sue 51 sedi Servizi di Inserimento lavorativo che possano preparare e accompagnare questi giovani e le loro famiglie, ma anche offrire consulenza alle aziende. Sono così cresciuti tirocini e inserimenti non solo al Nord Italia, ma anche a Centro e al Sud.
Le tappe fondamentali di questo percorso sono crescita dell’autonomia personale e sociale, imparare a lavorare, imparare un lavoro.
Grazie al sostegno economico del Gruppo LVMH si terrà a Roma dall’11 al 14 dicembre 2017, presso lo Scout Center di Largo dello Scoutismo 1, un seminario di formazione per gli operatori che si occupano di questo delicato tema. Al centro dei lavori aspetti legislativi e pedagogici, ma anche una migliore conoscenza del mondo del lavoro che permetta un’interazione efficace tra il mondo delle aziende e quello del sociale.
Dice Gloria, una lavoratrice con sdD “prendo la busta paga con l’accredito in banca, quando finisco i soldi, li prendo col Bancomat ….da quando lavoro la mia vita è cambiata in meglio..sono diventata una signora”.

Lavorare vuol dire acquisire un ruolo sociale, permettere a questi giovani di essere LAVORATORI con sdD. Non chiediamo ai datori di lavoro di essere più buoni, ma di essere più bravi, di lavorare insieme per permettere a questi giovani di offrire il loro contributo” dice Anna Contardi , coordinatrice nazionale AIPD “E il loro contributo non sarà solo un pavimento pulito o un piatto ben servito, ma luoghi di lavoro più piacevoli e attenti alla diversità di tutti”.

——

Il seminario sul tema dell’inserimento lavorativo è organizzato da AIPD nell’ambito dell’accordo siglato lo scorso giugno con LVMH.

“La cura”

Domenica 3 dicembre 2017, Rai Tre ha messo in onda, nella trasmissione “I dieci comandamenti“, curata da Domenico Iannacone, la puntata “La cura”, nel corso della quale è stata raccontata la storia di Pierpaolo e della mamma. Pierpaolo è un uomo di 53, con la sindrome di Down, la mamma ha ormai più di 90 anni, è malata di Alzheimer, ed è Pierpaolo che si sta occupando della sua vita. Vivono a Campobasso, Pierpaolo frequenta il centro “Casanostra” dell’AIPD locale.
Una storia, raccontata con grande delicatezza che, come è scritto nel profilo Facebook della trasmissione, ribalta il concetto di protezione e cura, in cui i ruoli sono invertiti.
Chi avesse perso la puntata, può rivederla nel video qui sotto e su Rai Play

“Immacolati colori”

Dal 7 al 9 dicembre 2017 presso la Casa Parrocchiale del Giovane, a Romagnano (Massa), sarà possibile visitare la mostra “Immacolati Colori. Rinascere con lo spirito della passione“, dell’artista Carlo Claudio Rivieri, pittore e poeta con la sindrome di Down.

Carlo Claudio Rivieri è nato a Massa nel 1963, ha studiato all’Istituto Statale d’Arte Felice Palma e sta frequentando l’Accademia di Belle Arti di Carrara. Le sue opere sono già state esposte in altre mostre, ricevendo significativi riconoscimenti.

“Secondo il vento faremo le vele”

Comunicato stampa

1 dicembre 2017 – Secondo il vento faremo le vele: un corso e un’esperienza per prepararsi a vivere da adulti
Un vecchio proverbio marinaresco sottolinea la necessità di prepararsi per poi affrontare il mare, metafora della preparazione alla vita adulta. Per navigare bisogna saper alzare le vele e conoscere il vento.

Generosamente finanziato dalla “Stavros Niarchos Foundation” e avviato alla fine di aprile del 2016, il progetto “Secondo il vento faremo le vele” è giunto alla sua conclusione.

24 giovani con la sindrome di Down delle sedi AIPD di Oristano, Pisa e Potenza hanno partecipato alle attività, condividendo l’esperienza della navigazione a vela, metafora di un percorso di crescita nel quale il confronto quotidiano con i propri e altrui limiti e competenze è stato generatore di conoscenza, rispetto e tolleranza.

L’idea di fondo di questa esperienza è stata quella di estremizzare il contesto educativo fornendo al contempo l’elemento dell’avventura, del contatto e della relazione con le forze naturali del mare e del vento. Il corso di vela ha insegnato ai ragazzi a stare al timone, ma anche a condividere e rispettare gli spazi degli altri, a cucinare, a mantenere in ordine le proprie cose, a collaborare in una situazione estrema per tutti. La barca a vela è “generatore” naturale di conflitti; solo imparando a coordinarsi e rispettarsi, si possono superare le difficoltà interpersonali, la barca si muove e si può raggiungere la meta.

Per due anni dopo un corso di vela di 6 giorni, 3 equipaggi composti da 8 giovani con sindrome di Down, 2 educatori AIPD e 2 istruttori, con 3 imbarcazioni di altura hanno navigato in flotta per una settimana nel mar Tirreno. Il progetto si è sviluppato nelle tre sedi AIPD coinvolte grazie alla partnership con i Tetragonauti ONLUS per la sezione di Pisa, Veliamoci per la sezione di Oristano e il Circolo Velico Lucano per la sezione di Potenza.
Sia il corso sia le crociere nell’arcipelago toscano sono stati raccontati da tre mostre fotografiche che si sono tenute nelle città di provenienza dei partecipanti a Oristano presso il Caffe Letterario DriMCafè e a Potenza presso il locale “Assurd” , a Pisa presso il ristorante “I giardini del Colombre” e nello spazio espositivo Sms, in collaborazione con Cena in Bianco Unconventional Dinner Pisa.

“E stata dura, ma siamo soddisfatti – sottolinea il presidente dell’Associazione Italiana Persone Down Paolo Virgilio Grillo – i ragazzi con sdD hanno imparato a portare la barca, ma soprattutto ad “osare”, sono stati timonieri e marinai, hanno imparato ad essere protagonisti ma amche membri di una squadra. Il mare non è iperprotettivo, ci sfida e ci mette alla prova”.
Di “Secondo il Vento faremo le vele” esiste una pagina Facebook che ha raccontato, in un diario virtuale e condiviso, la preparazione dei ragazzi e le crociere in mare; le immagini e i commenti dei protagonisti che sono pubblicati ci dicono che l’obiettivo è stato raggiunto!
Un seminario finale ha presentato a Roma il 24 novembre i risultati del progetto e tutti i materiali predisposti e utilizzati per la formazione, oggi disponibili per gli interessati presso AIPD Nazionale.

La Stavros Niarchos Foudation è una delle principali organizzazioni filantropiche private internazionali leader a livello mondiale, che eroga sovvenzioni nei settori dell’ arte e della cultura, dell’ istruzione, della salute, dello sport e del welfare. Dal 1996, la Fondazione ha impegnato più di 2,4 miliardi di dollari, grazie a oltre 4.000 finanziamenti ad organizzazioni senza scopo di lucro in 115 nazioni in tutto il mondo. La Stavros Niarchos Foundation finanzia organizzazioni e progetti che mirano a raggiungere un impatto ampio, duraturo e positivo per la società nel suo complesso  e mostrano una leadership forte e una gestione sana. La Fondazione sostiene anche progetti che favoriscono la formazione di partenariati pubblico-privato come strumento efficace per il benessere della società.

QUI il comunicato stampa in inglese- English text of the press release

A teatro per sostenere l’AIPD

Proseguono le attività di reperimento fondi a favore dell’Associazione Italiana Persone Down, promosse grazie all’agenzia Media Ticket, che propone la vendita di biglietti per spettacoli teatrali in tutto il territorio nazionale.

Il prossimo appuntamento è per lo spettacolo “Donne in agitazione permanente” di M. Cresta, messo in scena dalla compagnia teatrale “Linea di confine”, che si terrà presso il Teatro San Leone Magno di Roma, il 16 e 17 dicembre 2017 alle ore 17.00 e alle ore 21.00.
Parte del ricavato andrà a sostenere le attività della sede nazionale e dell’AIPD Sezione di Roma.

Giornata Internazionale delle Persone con disabilità 2017

Il 3 dicembre si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale per le Persone con Disabilità, istituita dall’ONU nel 1992 con la risoluzione n. 47/3. Inoltre, nel 1993, la Commissione Europea ha reso il 3 dicembre anche la Giornata Europea delle Persone con Disabilità, rendendola un appuntamento per tutti i cittadini europei.

QUI il comunicato stampa della FISH “3 dicembre e disabilità, una Giornata per impegnarsi negli anni”

Molti gli eventi organizzati in tutta Italia e nel mondo per la celebrazione della giornata, promossi dal mondo associativo e istituzionale.
Il tema scelto quest’anno dalle Nazioni Unite è: “Trasformazione verso una società sostenibile e resiliente per tutti”.

Presso la sede delle Nazioni Unite le celebrazioni iniziano il 1° dicembre 2017, con il messaggio del Segretario generale e lavori su diversi temi. Lunedì 4 dicembre si terrà anche la rappresentazione di Medea di Euripide presentata dal Teatro Patologico.

A Roma si è già tenuto il 29 novembre il convegno “Un lavoro per tutti“, organizzato da Superabile Inail; il 1° dicembre e il 2 dicembre in programma rispettivamente il convegno “Legge 112/16 – dalle parole ai fatti…” e la presentazione del progetto “Capacity: la legge è uguale per tutti”, organizzati da ANFFAS.
Lunedì 4 dicembre il Comune di Roma mette a disposizione il Teatro India per l’happening #unPalcoPerTutti.
La Fondazione Roma Sapienza e l’Area Offerta Formativa e Diritto allo Studio dell’Università La Sapienza hanno promosso per il 2 dicembre una tavola rotonda e la premiazione di tesi di laurea e di dottorato riguardanti il tema della disabilità.

A Milano sono previste fino al 3 dicembre le “Giornate della disabilità“, con eventi sportivi, concerti e teatrali, promossi dall’Assessorato alle Politiche Sociali.

Tantissimi altri gli eventi su tutto il territorio, organizzati dal mondo dell’associazionismo e delle istituzioni.

Job&Orienta 2017

La Fiera di Verona ospita la manifestazione “Job&Orienta“, una mostra-convegno dedicata a orientamento, scuola, formazione e lavoro.

Venerdì 1 dicembre 2017 Anna Contardi interverrà al seminario previsto presso la Sala Puccini, dalle ore 13 alle 15 “LA MOBILITÀ TRANSNAZIONALE DI PERSONE CON BISOGNI SPECIALI. Esperienze europee a confronto e prospettive”, nel corso del quale porterà l’esperienza del progetto europeo AIPD “On my own… at work“.

“Subito Chef. La solidarietà è servita”

Avviato lo scorso 6 novembre 2017, il progetto “Subito Chef. La solidarietà è servità” ha iniziato le sue attività di cucina.
Promosso dall’AIPD di Arezzo in collaborazione con il CESVOT, prevede una serie di incontri, una volta a settimana, fino a gennaio 2018 e coinvolge giovani della sezione e persone con altra disabilità.

Corsi di pasticceria e panetteria per i giovani di AIPD Versilia

Giovedi 30 novembre 2017 sono ripartite le lezioni di cucina (pasticceria e panetteria) organizzate dall’Associazione Albergatori, Balneari e Commercianti (Abc) di Lido di Camaiore  che coinvolgeranno giovani con sindrome di Down dell’AIPD Versilia. Sede dei corsi l’hotel Joseph di Marina di Pietrasanta, in provincia di Lucca.

Come per il corso tenuto nel febbraio scorso, al termine delle lezioni, uno dei partecipanti sarà inserito con contratto di lavoro in uno degli hotel di Lido di Camaiore (qui la notizia dedicata al tirocinio in albergo di Federico Ugolini).

Osservatorio MIUR per l’inclusione scolastica

Lunedì 27 novembre 2017 si è insediato, presso il MIUR, il nuovo Osservatorio permanente per l’inclusione scolastica (previsto dal Decreto Ministeriale n. 686/2017).
Ne fanno parte i rappresentanti delle Associazioni di persone con disabilità e dei loro familiari più rappresentative a livello nazionale, i rappresentanti dell’Amministrazione centrale e periferica del Miur e quelli di altri Ministeri competenti in tema di diritti delle persone con disabilità, oltre ai presidenti delle principali società scientifiche e professionali. Ha presieduto i lavori la Capo di Gabinetto Sabrina Bono.

AIPD è tra i membri dell’Osservatorio, rappresentata dal dott. Nicola Tagliani, referente dell’Osservatorio Scolastico dell’associazione. Il prossimo incontro è previsto per gennaio 2018.

Dal comunicato stampa del MIUR:
“L’Osservatorio sarà uno spazio essenziale e molto operativo di confronto. Abbiamo chiesto ai partecipanti – sottolinea la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli – di lavorare insieme al Ministero in questa fase di attuazione dei decreti della legge 107 del 2015. Come ho più volte ricordato i decreti attuativi rappresentano una delle parti più qualificanti della riforma. Dobbiamo lavorare insieme, ognuno per la propria parte, per consentire una attuazione rapida ed efficace delle norme che metta al centro le nostre ragazze e i nostri ragazzi”. Il Miur, in particolare, ha proposto all’Osservatorio di attivare un gruppo di lavoro per ciascuna delle deleghe della legge 107. L’Osservatorio si darà anche un regolamento interno per coordinare i due organismi nei quali si articola: Comitato Tecnico scientifico e Consulta delle Associazioni. Il regolamento sarà predisposto entro metà dicembre per consentire un veloce avvio dei gruppi di lavoro.”

Due eventi ANFFAS per la Giornata Internazionale delle persone con disabilità

Nell’ambito delle iniziative legate alla Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, che si celebra ogni anno il 3 dicembre, ANFFAS organizza a Roma, presso l’Hotel Eurostars Roma Aeterna, in Via Casilina 125, due importanti momenti:
– Convegno “Legge 112/16 – dalle parole ai fatti… gli atti applicativi delle Regioni a confronto”, venerdì 1 dicembre 2017, dalle 9 alle 18,30;
– evento di presentazione del progetto “CAPACITY: LA LEGGE è EGUALE PER TUTTI – Modelli e strumenti innovativi di sostegni per la presa di decisioni e per la piena inclusione sociale delle persone con disabilità intellettive”, sabato 2 dicembre 2017, dalle 9 alle 13.30.

Convegno “Un lavoro per tutti”

In occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità (celebrata il 3 dicembre di ogni anno), il contact center Superabile Inali organizza il convegno Un lavoro per tutti. Verso la Giornata internazionale delle persone con disabilità.
L’evento si terrà presso l’AUDITORIUM INAIL a Roma, Piazzale Giulio Pastore 6, il prossimo mercoledì 29 novembre 2017.Nel corso dei lavori si terrà anche la premiazione del concorso”Scatto inSuperAbile”.

Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le Donne

comunicato stampa FISH

Ragazze e donne con disabilità, in piazza contro ogni discriminazione e violenza

Domani, 25 novembre, ricorre la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le Donne. A Roma si terrà una grande manifestazione sotto lo slogan “Non una di meno”. La forte partecipazione alla analoga iniziativa del 2016 e il diffuso lavoro di confronto, di promozione, di produzione di documenti, di eventi collaterali, lascia ottimi auspici per replicare il successo.

Quest’anno c’è anche un’altra significativa novità: alla Manifestazione parteciperanno come gruppo, informale ma coeso, e sotto uno striscione senza sigle anche le donne e le ragazze con disabilità per portare il loro sostegno contro la violenza maschile e di genere in tutte le sue forme. Ma non solo.

La partecipazione di tante donne con disabilità sarà importante per fare finalmente emergere la discriminazione plurima da esse subìta, fatta di costrizioni e violenze sia fisiche che psicologiche, di esclusione. Perché donne e perché disabili.

È un messaggio che la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap sostiene con forza, richiamando sia la Convenzione ONU che gli ormai numerosi atti e pronunciamenti UE: la prospettiva delle donne e delle ragazze con disabilità va considerata in tutte le politiche in materia di parità di genere. Ciò che oggi, purtroppo, non avviene nella società, nel lavoro, nei servizi sanitari e in molti altri ambiti da cui ci si attendono invece pari opportunità.

E non sfugge a FISH quanto le ragazze e le donne con disabilità siano ancora più esposte a violenze e molestie, spesso nell’impossibilità di difendersi, denunciare, fuggire.

Anche per questo la prospettiva di genere anche nella disabilità rimane uno dei punti fermi delle rivendicazioni politiche di FISH.

L’appuntamento è dunque a Roma in Piazza della Repubblica il 25 novembre 2017 alle ore 14, per raggrupparci dietro lo striscione “Le donne con disabilità contro ogni discriminazione e violenza”

Handimatica 2017

HANDImatica, XI edizione della mostra-convegno di Fondazione ASPHI dedicata alle tecnologie digitali al servizio delle persone con disabilità, in programma a Bologna dal 30 novembre al 2 dicembre 2017.

L’evento, realizzato in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, la supervisione scientifica dell’Università di Bologna ed il patrocinio di FISH – Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, e FAND – Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità, si svolgerà negli spazi dell’Istituto di Istruzione Superiore Aldini Valeriani.

I lavori della mostra-convegno  si rivolgono alle persone con disabilità e alle loro famiglie, al personale scolastico (dirigenti ed intero corpo docente), agli operatori sociali e sanitari, responsabili di strutture per anziani, mondo del lavoro e della ricerca universitaria, istituzioni, ma anche a tutti quanti siano interessati a conoscere come le tecnologie possano incidere positivamente sulla qualità di vita, indipendenza e inclusione.

Un nuovo tirocinio per l’AIPD di Roma

Lo scorso 30 settembre 2017 Lauro Insardi ha iniziato il suo tirocinio che lo vedrà impegnato per 6 mesi, fino al 30 marzo 2018. Inserito presso il British Council di Via San Sebastianello 16 a Roma (zona Piazza di spagna), la sua mansione è addetto all’accoglienza clienti, dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,00.

L’inserimento di Lauro è stato seguito dal SIL (servizio di inserimento lavorativo) dell’AIPD Sezione di Roma.

 

2° seminario AIPD 2017 di formazione sui temi dell’educazione all’autonomia

Archiviato il 1° seminario di formazione sui temi dell’educazione all’autonomia, realizzato gli scorsi 9 e 10 ottobre e rivolto ai nuovi operatori, si sta svolgendo in questi giorni il secondo appuntamento dedicato agli operatori con esperienza su tali progetti.
Da giovedì 23 e fino a sabato 25 novembre 2017 a Roma, gli operatori delle Sedi AIPD di Arezzo, Bari, Belluno, Campobasso, Cosenza, Frosinone, Grosseto, Latina, Marsica, Napoli, Pisa, Potenza, Prato, Roma, Teramo, Viterbo e gli operatori delle associazioni “Il Sole ADP Pistoia” e “Roda onlus”, sono impegnati in tre giornate di confronto, condivisione e approfondimento sulle esperienze attive nei territori.

Sulla base delle positive esperienze degli ultimi anni, anche quest’anno il 2° seminario sarà articolato in 3 moduli successivi: il modulo 1 sarà rivolto ai coordinatori dei corsi, il 2 agli operatori dei corsi di autonomia e delle esperienze dei preadolescenti, il 3 agli operatori di Agenzia del tempo libero e a tutti gli altri progetti di tempo libero e avvio alla residenzialità per adulti.

“Play with me”, edizione 2017

Il “Special education Centre Janez Levec Ljubljana” e l'”Association of inclusive culture” organizzano per l’undicesimo anno “Play with me”, un concorso artistico internazionale riservato a bambini, che prevede inoltre la realizzazione di una mostra itinerante con i lavori inviati, in Slovenia e all’estero.

Due i temi scelti quest’anno, il primo è il tradizionale “PLay with me”, il secondo tema è “Get to know the world”.

Sono consentite tutte le tecniche su carta, la dimensione non deve superare un foglio di disegno standard.

Il materiale può essere inviato attraverso il sito web www.igrajsezmano.eu, ma poiché è solo in lingua slovena, si può inviare anche tramite posta ordinaria. La scadenza è il prossimo 31 dicembre 2017.

In avvio due tirocini presso Aqualux Hotel

Il 19 novembre 2017, partiranno due tirocini retributi di 3 settimane ad Aqualux Hotel per Martina Sassani dell’AIPD di Foggia e Mattia Volpato dell’AIPD di Venezia-Mestre.

Queste esperienze sono realizzate nell’ambito del protocollo sottoscritto all’inizio del 2016 tra AIPD e l’Hotel Aqualux SPA & Suite Bardolino (VR), che ha deciso di aprire la propria struttura a tirocinanti con sindrome di Down.

Il protocollo prevede due tirocini l’anno della durata di tre settimane per persone con sindrome Down per un periodo di tre anni; dall’inizio della collaborazione sono stati già realizzati,1 tirocinio nel 2015 con AIPD Venezia, 4 tirocini nel 2016 (Simona e Leonardo di AIPD Bari, e Luca e Stefanut dell’AIPD di Belluno); uno dei due giovani dell’AIPD di Belluno è stato poi assunto a tempo determinato nell’estate del 2017).

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”

Pubblicato da Erickson il nuovo volume “Chi trova un lavoro trova un tesoro. Consigli e strumenti per affrontare il mondo del lavoro“, a cura di Anna Contardi e Monica Berarducci.

Attraverso attività e storie illustrate, i personaggi-guida accompagneranno i lettori alla scoperta dei concetti fondamentali del mondo del lavoro e daranno consigli utili per scrivere il curriculum, prepararsi ad un colloquio, conoscere i diritti e i doveri e adottare comportamenti corretti. Allegata al volume, un’agile guida per educatori e genitori.

“Chi trova un lavoro trova un tesoro” è il settimo volume della collana “Laboratori per le autonomie“, nata dall’esperienza dei Percorsi di educazione all’autonomia dell’AIPD e si rivolge sia a giovani adulti con disabilità intellettiva sia a tutti i ragazzi con difficoltà che, al termine del percorso scolastico, sono in cerca di un impiego.

AIPD lancia in Europa il marchio “Valueable”

Comunicato stampa

Roma, 16 novembre 2017

L’Associazione Italiana Persone Down lancia in Europa Valueable: il marchio di chi dà e riconosce valore al lavoro delle persone con disabilità intellettiva

Da alcuni mesi sulle porte di alcuni alberghi, bar, ristoranti in Italia, Spagna e Portogallo è comparso il marchio Valueable, un’iniziativa nata dal Progetto europeo “On my own… at work” per promuovere l’inserimento al lavoro nel settore dell’ospitalità e della ristorazione delle persone con sindrome di Down e più in generale con disabilità intellettiva.
Sono circa 80 gli esercizi che hanno già aderito e da oggi il marchio, grazie ad un nuovo finanziamento europeo, verrà ulteriormente promosso, oltre che in questi Paesi anche in Ungheria, Turchia e Germania.
Aderiscono al progetto Valueable, che è lo sviluppo di On my own (2017-2019):
1 Associazione Italiana persone Down onlus
2 Associacao Portuguesa de Portadores de Trissomia 21 (Portogallo)
3 Down España (Spagna)
4 Axis Hoteis & Golfe (Portogallo)
5 Solmelià Italia srl
6 Down Alapitvany (Ungheria)
7 Hamburger Arbeitassistenz (Germania)
8 Libera Università Maria SS. Assunta
9 Down Sendromu Dernegi (Ungheria)
10 Associazione Italiana Confindustria Alberghi
11 European Hotel Managers Association
12 Ente Bilaterale Industria Turistica (Associato)
13 European Down Syndrome Association (Associato)

Nei prossimi due anni l’impegno dei partner sarà quello di coinvolgere il maggior numero di strutture possibile nell’offrire una opportunità di formazione e, speriamo di assunzione, a giovani con disabilità intellettiva. Il marchio viene infatti assegnato alle strutture che sottoscrivono un codice di condotta che prevede l’assunzione di precise responsabilità tra cui l’impegno alla formazione del proprio personale su tale tema e soprattutto l’accoglienza in tirocinio di persone con disabilità intellettiva (marchio bronzo), l’assunzione (marchio argento) e l’impegno a promuovere tale pratica in altre strutture (marchio oro).

omo-logo-valueable-colorato      omo-logo-valueable-131x130         omo-logo-valueable-argento       omo-logo-valueable-gold
Nei due anni di progetto, ad ulteriore supporto a tale pratica è prevista anche la realizzazione di tirocini all’estero per 12 potenziali lavoratori e la realizzazione di visite di studio per i manager di hotel e ristoranti.
Sappiamo che è possibile per questi giovani esprimere il loro potenziale lavorativo in modo positivo se sono messi in condizione di farlo. E’ importantissima la formazione sui posti di lavoro. Le esperienze lo hanno dimostrato e vogliamo diffondere questa consapevolezza in tutta Europa” ha detto Paola Vulterini, responsabile del progetto.
Molte cose sono cambiate negli ultimi 30 anni, l’aspettativa di vita è cambiata e sono molti i giovani adulti con disabilità intellettiva in cerca di lavoro. Solo il 13% delle persone con sdD in Italia lavora, ma potrebbero essere molte di più. In questo settore ci sono molte mansioni semplici che possono essere svolte in modo efficiente da queste persone” ribadisce Anna Contardi, coordinatrice di AIPD. “Le Associazioni che hanno aderito al progetto sono pronte a fornire l’aiuto necessario per fare inserimenti di qualità e il progetto offre anche strumenti per la formazione dei colleghi di lavoro e un’applicazione per rendere più indipendenti i tirocinanti dai colleghi di lavoro”.

Gli strumenti e un catalogo delle strutture aderenti sono già presenti sul sito http://www.valueablenetwork.eu/

“Sani e belli. Linee guida per una corretta alimentazione e attività fisica”

Il progetto “Sani e belli“, realizzato da AIPD grazie al finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ai sensi della legge 383/2000 (annualità 2015) è terminato lo scorso mese di settembre.

Obiettivo dell’iniziativa è stato quello di migliorare la qualità di vita delle persone con sindrome di Down, con particolare riguardo al benessere dato da una sana e corretta alimentazione e una costante attività fisica. Al centro, il coinvolgimento sempre più consapevole delle persone con la sindrome di Down rispetto a queste tematiche.

Nel corso dell’anno sono stati prodotti e sperimentati vari materiali, si è approfondito il problema (le persone con sdD hanno un rischio maggiore di sovrappeso/obesità rispetto alla popolazione generale, dovuto a fattori biologici ma anche a scelte alimentari non corrette e a una scarsa attività fisica) e verificate modalità educative che sono state raccolte nel volume “Sani e belli. Linee guida per una corretta alimentazione e attività fisica” (quaderno AIPD n. 24,  a cura di Anna Contardi, Monica Berarducci, Francesco Cadelano e Giorgia Scivola). L’intento è quello di mettere a disposizione il lavoro realizzato nella speranza di estendere la sensibilità sul tema al maggior numero di persone possibile.

Il volume è a disposizione delle famiglie in tutte le sedi locali dell’associazione.

“Un canto per voi”

L’AIPD Versilia ha organizzato l’evento “Un canto per voi”, serata di canto lirico e musica che si terrà sabato 11 novembre 2017 dalle ore 21, presso il Teatro dell’Olivo di Camaiore.
Lo spettacolo, presentato dai giovani dell’AIPD, proporrà liriche di Giacomo Puccini e Giuseppe Verdi e musiche di Ennio Morricone; il ricavato andrà a sostenere le attività della sezione.

Un incontro per le famiglie dell’AIPD di Roma

L’AIPD di Roma ha organizzato il seminario “I Gruppi Genitori, una risorsa per la famiglia e per l’associazione“ che si terrà sabato 11 novembre 2017, dalle 9.30 alle 13.30, presso l’Aula Magna dell’Università Pontificia Salesiana, in Piazza dell’Ateneo Salesiano 1.
Scopo della giornata di studi, approfondire la tematica del sostegno alla genitorialità prospettando un confronto tra esperienze realizzate in diversi contesti istituzionali.

Seminario per famiglie dell’AIPD di Termini Imerese

L’AIPD di Termini Imerese ha organizzato il seminario “La famiglia è il luogo privilegiato di educazione e integrazione del figlio con sindrome di Down” che si svolgerà sabato 11 novembre 2017 presso la “La Casa del Volontariato” in Via Giuseppe Romano Battaglia. I lavori saranno condotti dal dott. Giovanni Iannuzzo, consulente volontario per le famiglie dell’AIPD.

“La normativa inclusiva nella “buona scuola”. I decreti della discordia”

Pubblicato dal Centro Studi Erickson, lo scorso 1° novembre 2017, il volume “La normativa inclusiva nella “buona scuola”. I decreti della discordia“, scritto dall’avvocato Salvatore Nocera e dallo psicologo Nicola Tagliani, esperti dell’Osservatorio Scolastico AIPD.
In una prima parte il volume descrive il travagliato iter e le ragioni che hanno spinto il parlamento e il governo a pubblicare gli otto decreti delegati applicativi della legge di riforma della “buona scuola” n° 107 del 2015.
In una seconda parte vengono descritti e commentati i decreti sull’inclusione scolastica degli alunni con disabilità, sulla formazione iniziale dei docenti, sulla valutazione degli alunni e sul sistema integrato 0-6 anni per gli aspetti concernenti l’integrazione scolastica, mettendo in luce gli aspetti positivi e quelli su cui non c’è consenso da parte degli autori. È stato dato spazio anche all’ampio dibattito attualmente ancora in atto tra i favorevoli e i contrari alla riforma e quindi ai decreti delegati.

Il testo è importante per le famiglie, i dirigenti scolastici, i docenti, gli operatori socio-sanitari che intervengono nel processo inclusivo, nonché per gli avvocati che sostengono le famiglie nelle controversie con l’amministrazione scolastica e gli enti locali a causa del mancato rispetto della normativa di tutela dei diritti degli alunni con disabilità. Coordina la normativa preesistente e la più recente giurisprudenza costituzionale e del Consiglio di Stato con le novità introdotte dai decreti e si conclude con un appello al rilancio della pedagogia e della didattica che negli ultimi anni stanno rischiando, a causa di cattive prassi, di essere sopraffatte dai troppi ricorsi alla magistratura.

Il volume è acquistabile on-line dal sito www.erickson.it ad un prezzo promozionale di € 17, per ordini effettuati entro l’8 gennaio 2018; presso le librerie e i principali web store al prezzo di copertina di € 20

Degli stessi autori i volumi “Il diritto alla partecipazione scolastica” e “La normativa inclusiva nella nuova legge di riforma sulla “buona scuola“, Key Editore, 2015.

A Latina continuano le attività promosse da “Sani e Belli”

Sani e belli” è stato un progetto, promosso da AIPD Nazionale e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che ha coinvolto 22 sezioni AIPD con l’obiettivo di migliorare la qualità di vita delle persone con sindrome di Down, con particolare riguardo al benessere dato da una sana e corretta alimentazione e una costante attività fisica.
Il progetto si è concluso lo scorso mese di settembre, ma nei territori continuano a realizzarsi azioni coerenti con esso; in particolare l’AIPD sezione di Latina continua ad utilizzare il programma educativo sperimentato, proponendo azioni nei percorsi di educazione all’autonomia dei preadolescenti, degli adolescenti e degli adulti.

I partecipanti coinvolti si pesano, fanno ginnastica, scelgono con cura i cibi da mangiare e apprendono l’importanza di uno stile di via sano, proseguendo dunque le attività già realizzate nel corso dei mesi precedenti i soggiorni estivi che, tra giugno e luglio 2017, hanno messo alla prova i giovani con sindrome di Down in questo percorso di crescita.

Le persone con sindrome di Down hanno un rischio maggiore di sovrappeso/obesità rispetto alla popolazione generale. Ciò è dovuto a fattori biologici quali, ad esempio, un basso metabolismo basale ed una concentrazione di leptina non normale nel sangue. Tuttavia, le scelte alimentari non corrette e una scarsa attività fisica (fattori ambientali) contribuiscono in maniera significativa all’aumento del rischio di sovrappeso/obesità per le persone con sD, con conseguenze più gravi sulla loro salute e sulla qualità della vita rispetto alla popolazione generale.

Una nuova lavoratrice per l’AIPD Castelli Romani

Valentina Burtone, giovane con sindrome di Down dell’AIPD Castelli Romani, è stata assunta con un contratto part time a tempo determinato per un anno presso l’azienda Magnolia Eventi di Monteporzio Catone. La sua assunzione (Valentina ha firmato il contratto lo scorso 3 novembre 2017) è arrivata dopo un percorso di conoscenza con l’azienda avvenuto tramite un tirocinio di riabilitazione della durata di circa due anni.

castelli-valentinaburtone-lavoro2017-tweetMagnolia

L’AIPD Castelli Romani, dove è attivo il Servizio di Inserimento Lavorativo, ha promosso 5 tirocini nel 2017 e altre due assunzioni, una a tempo indeterminato e una a tempo determinato.

“Lavoratori a 6 stelle”, seminario conclusivo

A un anno dall’avvio, si conclude con il seminario previsto per il 7 e 8 novembre 2017, il progetto “Lavoratori a 6 stelle”, realizzato dall’AIPD con il finanziamento di EBITEMP, Ente Bilaterale per il Lavoro Temporaneo. Il progetto ha coinvolto 5 sezioni locali dell’associazione: Brindisi, Catania, Foggia, Napoli e Reggio Calabria. Il seminario conclusivo è rivolto agli operatori delle sezioni AIPD che hanno partecipato.

Un nuovo tirocinio per l’AIPD di Caserta

Lunedì 6 novembre 2017 si avvia un tirocinio per Gregorio Farina, giovane socio dell’AIPD di Caserta che sarà impegnato per tre mesi presso il gruppo Antolin Italia srl.
Gregorio lavorerà in magazzino con le mansione di aiuto magazziniere, trasporto di scatole con componenti presso la linea di produzione e ritiro di scatole vuote.

Nel 2017 l’AIPD di Caserta ha realizzato 4 inserimenti, di cui 2 tirocini e 2 assunzioni a tempo determinato.

Stage presso le cucine del Quirinale

Ripartono gli stage presso il Quirinale, promossi grazie all’ormai ultradecennale collaborazione tra la Presidenza della Repubblica e l’AIPD Nazionale. Dal 6 novembre 2017 per due settimane Valerio Napoleone e Gabriel Alberto Valente, giovani dell’AIPD Sezione di Roma saranno impegnati presso le cucine del Quirinale, accompagnati da una tutor.
Dal 2002, anno di avvio della collaborazione sotto la presidenza di Carlo Azeglio Ciampi, ininterrottamente per i successivi 15 anni, più di 200 giovani con sindrome di Down di tutta Italia hanno partecipato agli stage (sull’esperienza è stato pubblicato nel 2010, ed è reperibile presso l’AIPD, un volume dedicato).

“Trabajadores en camino”, un nuovo stage a Barcellona

Dal 4 al 26 novembre 2017 Federica e Italia della sezione AIPD di Lecce, Chiara Letizia e Matteo della sezione AIPD di Castelli Romani, accompagnati da due educatori, saranno a Barcellona per svolgere un’esperienza di lavoro di tre settimane, nel settore alberghiero, presso l’ostello Inout.
L’attività è parte del progetto AIPD “Trabajadores en camino”, finanziato dal programma comunitario Erasmus Plus nell’ambito dell’azione Ka1 Learning Mobility of Individuals (Mobilità ai fini di apprendimento).

Si tratta del quarto dei sei stage previsti dal progetto, il primo si è svolto dal 15 gennaio al 5 febbraio scorsi e ha coinvolto giovani delle sezioni AIPD di Caserta e di Potenza, il secondo si è svolto dal 5 al 26 marzo e ha coinvolto giovani delle sezioni AIPD di Cosenza e Latina ed il terzo si è svolto dal 29 maggio al 20 giugno 2017 ed ha coinvolto giovani delle sezioni AIPD di Catania e Pisa.

“Museo per tutti”

dal sito http://lagallerianazionale.com/evento/museo-per-tutti/:

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma aderisce al progetto Museo per tutti ideato e realizzato dall’Associazione l’abilità Onlus con il contributo della Fondazione De Agostini, per promuovere l’inclusione sociale e il pieno accesso alla cultura per le persone con disabilità intellettiva attraverso percorsi e materiali specifici.

Per permettere a tutti di vivere il museo in modo piacevole e soddisfacente, è stata predisposta una guida di lettura facilitata per le persone con disabilità intellettiva e un percorso educativo permanente che aiuteranno le persone con disabilità intellettiva ad avvicinarsi e comprendere le opere d’arte.

La guida di lettura facilitata può essere scaricata qui oppure si può ritirare alla biglietteria.

Scaricandola, i caregiver (genitori, educatori, insegnanti, accompagnatori) potranno utilizzare i diversi materiali educativi, per far familiarizzare la persona, in anticipo sulla visita, con gli spazi del museo e avvicinarla alle opere. Diminuendo lo stress e la difficoltà di comprensione, aumenta il coinvolgimento emotivo e cognitivo in completa autonomia.

Il percorso di visita Museo per tutti per gruppi di persone con disabilità intellettiva, condotta dagli operatori museali della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, ha la durata di circa un’ora e mezza. Durante la visita il gruppo sarà invitato a partecipare attivamente al riconoscimento delle opere nelle sale e al racconto delle stesse.

DS International Championships, gli Azzurri tornano con 5 medaglie

La Nazionale Azzurra torna dallaDS International Championships svolti dall’11 al 16 ottobre 2017 a  Vila Nova de Gaia, in Portogallo con 5 medaglie.
Tra queste  la più significativa è quella che ha laureato la squadra di basket di atleti con sindrome di Down campioni europei. La squadra azzurra /Antonello Spiga, Lorenzo Puliga, Fulvio Silesu, Alessandro Ciceri, Emanuele Venuti, Gianluca La Fornare, guidati dal coach Giuliano Bufacchi e da Mauro Dessì) si è aggiudicata il primo posto superando i padroni di casa del Portogallo per 26-8 nell’incontro finale.

Le altre quattro medaglie sono state conquistate nella disciplina del judo: 1 oro da Tommy Crosara, 1 argento da Davide Migliore e 2 bronzo da Francesco Verrengia e Martina Tomba.

Spettacolo teatrale per l’AIPD di Belluno

L’AIPD di Belluno ha organizzato, in collaborazione con il Comune di Pedavena, uno spettacolo teatrale, ad ingresso libero, per domenica 22 ottobre 2017, ore 16 presso la Sala “Silvio Guarnieri”.
Protagonista sarà l’attore Giorgio Dell’Osta Uzzel, che, con l’accompagnamento musicale di Andrè Kata presenterà «Il bambino che diventò famoso», una divertente e curiosa storia raccontata con la maschera di Arlecchino.
Al termine della rappresentazione si terrà l’estrazione dei biglietti vincenti della Lotteria 2017.

11 persone con sindrome di Down commentano l’adozione della bambina di Napoli

Sul numero in edicola dal 12 ottobre 2017 del settimanale “Panorama” è pubblicato un lungo articolo sulla vicenda della bambina con sindrome di Down di Napoli che, non essendo stata riconosciuta dai genitori e dopo il rifiuto di alcune famiglie di adottarla, è stata affidata dal Tribunale ad un single.

Nell’articolo sono riportate le riflessioni di 11 persone con sindrome di Down (contattate attraverso AIPD e Coordown), donne, uomini, giovani e adulti che sollecitati da questa storia, hanno espresso le loro posizioni e rivolto i loro pensieri all’uomo che ha preso in affido la piccola. Emma, Raffaele, Serena, Ilaria, Marta, Davide, Fabio, Ilaria, Simona, Irene e Guido si rivolgono direttamente all’uomo che ora ha in affido la neonata e che, dopo l’iter previsto, se tutto andrà nel verso giusto, diventerà il suo papà a tutti gli effetti. Dalle loro riflessioni emergono affetto, gratitudine, voglia di essergli di aiuto e di fargli sentire la loro vicinanza; tra i tanti, Guido di Prato dice “Sei stato bravo. La bimba ti dirà grazie un giorno. Intanto te lo dico io”.

 

“Lavoratori a 6 stelle”, il primo tirocinio in avvio all’AIPD di Brindisi

Mercoledì 18 ottobre 2017 parte il tirocinio di Fabio Zaccaria presso l’Ostuni Palace Hotel di Ostuni (BR), che durerà 6 mesi. Le mansioni di Fabio, impegnato per 20 ore settimanali, riguarderanno la sala colazione e il bar annesso all’albergo.
Il suo inserimento e la sua esperienza formativa sono stati attivati grazie al progetto “Lavoratori a 6 stelle” e sono stati seguiti  – e continueranno a svolgersi – con il supporto dell’AIPD di Brindisi.

A Salerno una giornata di aggiornamento per docenti

L’Associazione “Pianeta 21 Salerno” organizza una giornata di aggiornamento per i docenti dal titolo:
“Il Cooperative Learning: introduzione teorica ed esempi di applicazione pratica”.
L’evento si svolgerà giovedì 12 ottobre 2017 dalle ore 14.45 alle ore 17.45 presso il Centro Sociale di Salerno, via Guido Vestuti snc.

Relatori:
dott. Nicola Tagliani, psicologo dell’Osservatorio Scolastico dell’AIPD Nazionale
dott.ssa Anna Lastella, psicologa del Servizio Scuola dell’AIPD sezione di Roma
La partecipazione al corso è gratuita, al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

“Secondo il vento faremo le vele”, mostre fotografiche a Oristano, Pisa e Potenza

24 PERSONE CON SINDROME DI DOWN ALLE PRESE COL VENTO E LE VELE IN UNA MOSTRA FOTOGRAFICA DELL’ASSOCIAZIONE ITALIANA PERSONE DOWN A PISA, ORISTANO E POTENZA

Roma, 27 settembre 2017 – Tre mostre fotografiche raccontano il progetto biennale dell’Associazione Italiana Persone Down “Secondo il vento faremo le vele”. Le sezioni AIPD di  Oristano, Pisa e  Potenza racconteranno attraverso le loro fotografie il percorso di 24 persone con sindrome di Down che hanno imparato ad andare a vela e hanno vissuto insieme una crociera nell’arcipelago toscano nell’ultima estate.
“Secondo il vento faremo le vele” è il titolo del progetto finanziato dalla ‘Stavros Niarchos Foundation’ avviato nell’aprile del 2016. Il nome del progetto, da un vecchio proverbio marinaresco, vuole sottolineare la necessità di prepararsi per poi affrontare il mare, come metafora della preparazione alla vita adulta.
“L’obiettivo raggiunto dal progetto dell’AIPD Nazionale – sottolinea il presidente dell’Associazione Italiana Persone Down Paolo Virgilio Grillo – è stato quello di sviluppare le capacità di adattamento delle persone coinvolte, rinforzando l’autostima attraverso le piccole conquiste che, ogni giorno, si possono fare a bordo: dal saper navigare a convivere insieme in spazi molto stretti, dal saper cucinare a mantenere in ordine le proprie cose”.

Le mostre fotografiche hanno come obiettivo proprio quello di raccontare l’esperienza dei corsi di vela e della crociera finale del progetto. I ragazzi, con 3 imbarcazioni di altura hanno navigato da Porto Ferraio (Elba) fino alla Corsica in flotta, per la durata di una settimana accompagnati da 6 operatori AIPD e 6 istruttori di vela. Il progetto si è sviluppato nelle tre sezioni coinvolte grazie alla partnership con: i Tetragonauti ONLUS per la sezione di Pisa, Veliamoci per la sezione di Oristano e il Circolo Velico Lucano per la sezione di Potenza.

Le esposizioni fotografiche si terranno a Oristano e Potenza dal 6 al 9 ottobre presso il locale “Assurd” a Potenza e il Caffe Letterario DriMCafè di Oristano; a Pisa invece la mostra inizierà il 7 ottobre al ristorante “I giardini del Colombre” per poi trasferirsi, dal 20 al 23 dello stesso mese, allo spazio espositivo Sms, in collaborazione con Cena in Bianco Unconventional Dinner Pisa.

I risultati del progetto “Secondo il Vento faremo le Vele” e i materiali prodotti saranno presentati e discussi nel corso di un evento finale a Roma nel mese di novembre.

L’AIPD di Latina presenta il Calendario 2018

Martedì 10 ottobre 2017 alle ore 17.00, presso il Centro Commerciale “Le Torri” di Latina sarà presentato il Calendario 2018 che l’AIPD di Latina ha realizzato in collaborazione con la Prefettura di Latina, il Comando Artiglieria Contraerei dell’Esercito, il Centro Remiero della Marina Militare e la 4a Brigata Telecomunicazioni dell’Aeronautica Militare. La presentazione avverrà alla presenza del Prefetto di Latina, il Sindaco, delle massime autorità militari presenti sul territorio pontino e del presidente nazionale dell’AIPD.

La bambina con sindrome di Down adottata da un single

E’ di pochi giorni fa la storia di cui è parlato sui media che ha visto coinvolta una neonata con sindrome di Down abbandonata in ospedale e data in adozione ad un single, dopo che altre famiglie avevano rifiutato l’accoglienza.

Riportiamo l’articolo pubblicato su www.redattoresociale.it con le riflessioni di Anna Contardi, coordinatrice AIPD Nazionale:

05 ottobre 2017. ROMA – Nata con la sindrome di Down, abbandonata in ospedale, non riesce a trovare una famiglia adottiva. Alla fine, scatta l’adozione speciale, un meccanismo che permette, grazie a una relativa legge (la n. 184 del 1983, articolo 44), di venir meno ai requisiti richiesti dalla normativa sulle adozioni, estendendo questa possibilità anche ai single. Ed è proprio un single, infatti, a farsi avanti, aprendo le braccia e la porta della propria casa alla piccola. Da tempo, l’uomo aveva chiesto di poter avere in affidamento un bambino con disabilità, senza porre alcuna condizione o restrizione. Di adozioni “speciali” abbiamo già parlato su queste pagine: le storie sono tante, per fortuna più di quanto non si creda. Le famiglie pronte ad accogliere in casa un piccolo con disabilità non mancano. Ma la storia di questa neonata, prima abbandonata e poi letteralmente rifiutata da tanti aspiranti genitori, è particolarmente emblematica, soprattutto nell’imminenza della Giornata nazionale della Sindrome di Down. Abbiamo chiesto ad Anna Contardi, coordinatrice nazionale di Aipd, di commentare questa vicenda.

Anna Contardi, ancora accade dunque che un neonato con la sindrome di Down sia abbandonato?
Premetto che parliamo di casi rarissimi: l’abbandono di questi neonati è un fenomeno limitatissimo. La maggior parte dei bambini con sindrome di Down vengono accolti e vivono in famiglia tranquillamente.

Diminuiscono anche le interruzioni di gravidanza in presenza di sindrome di Down?
Sì, anche se queste continuano ad essere abbastanza frequenti. Ma molto è cambiato, in questi anni, nell’immaginario collettivo: incontro sempre più famiglie che, pur scoprendo la sindrome durante la gravidanza, decidono comunque di portarla a termine. Questo sarebbe stato quasi impossibile, solo 20 anni fa.

Ma c’è anche la difficoltà di trovare una famiglia adottiva, in questa storia che arriva da Napoli
Non posso dire che sia facile trovare coppie disposte ad accogliere bimbi con disabilità in genere, ma posso testimoniare che ci sono, tra i nostri soci, tanti genitori adottivi di bambini e ragazzi con sindrome di Down. Va però considerato un fatto: l’adozione risponde da un lato al bisogno del bambino di avere una famiglia, ma anche spesso al bisogno di una coppia di completarsi con un figlio. E’ in questo caso che, comprensibilmente, l’adozione di una bambino con disabilità fa paura. La nostra esperienza conferma che è più facile che un bambino con sindrome di Down sia adottato da una famiglia che ha già figli naturali. Il fatto che si sia, alla fine di questa storia, trovato un genitore disposto ad accogliere la neonata mi pare una bella notizia: evidentemente il giudice ha riconosciuto la motivazione e la disponibilità di questa persona. 

Cosa ci dice, in sintesi, questa storia, soprattutto mentre ci si prepara alla Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down?
Che bisogna lavorare ancora tanto su conoscenza e informazione: tanto si è fatto, ma molto resta ancora da fare. La paura, l’abbandono, l’interruzione di gravidanza sono tutti temi collegati alla conoscenza. Se si parlasse meglio dei bambini e degli adulti con sindrome di Down, si abbasserebbero anche le paure che a volte portano le famiglie a interrompere una gravidanza o, assai più raramente, ad abbandonare un neonato. (cl)

Spot Mibact con bimbo con sindrome di Down, un grazie da AIPD

Il  Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha lanciato un nuovo spot: “L’arte ti somiglia“. Tra i primi piani della versione in cui sono presenti bambini c’è anche un piccolo con la sindrome di Down. “Ringraziamo sentitamente il Mibact per avere inserito un bimbo con Trisomia 21 insieme ad altri bambini – afferma il Presidente dell’Associazione Italiana Persone Down Paolo Virgilio Grillo  – questo è il modo migliore di fare inclusione, tutti siamo diversi e tutti siamo uguali, il messaggio passa in modo diretto ed efficace. A due giorni dalla Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down questo spot ci consente di sperare in un futuro migliore per i nostri figli, fatto di inclusione e rispetto”.

“A Valueable network”

E’ in corso in questi giorni a Roma, dal 4 al 6 ottobre 2017, la prima riunione di coordinamento del progetto europeo “A Valueable network”, promosso da AIPD Nazionale e nato con l’obiettivo di implementare la rete di aziende solidali nata grazie all’iniziativa “On my own… at work“.

Presenti i rappresentanti degli 11 partner provenienti da 6 paesi europei (Italia, Spagna, Portogallo, Ungheria, Turchia, Germania).

AIPD Roma festeggia 25 anni di attività

«In questi 25 anni il cammino della nostra Associazione non si è mai arrestato. Oggi contiamo su circa 400 soci e siamo una delle oltre 50 Sezioni dell’AIPD Nazionale. La serata del 6 ottobre sarà per noi un’occasione per riflettere su quanto fatto finora, per confrontarsi sull’integrazione delle persone con sindrome di Down nella società, sui rapporti della nostra Aassociazione con l’esterno e, naturalmente, per parlare di sogni e progetti per il futuro».
A dirlo è Catello Vitiello, presidente dell’AIPD di Roma, presentando la serata con cui il 6 ottobre 2017 quest’ultima festeggerà i venticinque anni dalla propria nascita, che data esattamente al 13 marzo 1992. Si è però voluto attendere un po’ di mesi, per aprire in tal modo il fine settimana coincidente con la Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down dell’8 ottobre.

L’iniziativa del 6 ottobre è in programma presso la Sala Congressi del C.A.R. nel Centro Direzionale di Via Tiburtina (ore 20.30), e vi parteciperà anche lo chef stellato Fabio Campoli, consentendo anche ad alcune persone con sindrome di Down di prendere parte a dimostrazioni culinarie.
«Sarà un onore per me e il mio staff – dichiara Campoli – contribuire ai festeggiamenti di un avvenimento così importante e sarà ancor più bello condividere momenti in cucina con i ragazzi dell’Associazione per divertirci e sorridere insieme».

(comunicato stampa AIPD Roma, Ufficio Stampa AIPD di Roma – Alessia Maestà, alessia.maesta@aipd-roma.it)

“Disabile a chi?”

Prende il via a Brindisi una importante iniziativa di cui la sezione Aipd Brindisi si è fatta promotrice; dal 4 ottobre 2017 parte la campagna di sensibilizzazione “Disabile a chi?”, in collaborazione con l’azienda di autotrasporti Stp (Società trasporti Pubblici) di Brindisi e con il supporto della Rete per la Disabilità, promossa sempre da Aipd Brindisi. Con la campagna “Disabile a chi?” gli autobus della Stp che effettuano percorsi giornalieri su Brindisi e Provincia avranno sul retro cartelloni pubblicitari che ritraggono persone con disabilità alle prese con attività di vita quotidiana.
Tra i protagonisti della campagna ci sono due soci dell’Aipd Brindisi, Fabio e Federica, immortalati in abito da sposo e sposa in una posa romantica.

QUI il video di Telebrindisitv sulla presentazione della campagna

Ad Arezzo un corso di formazione per docenti

Al via il corso di formazione per docenti organizzato dal Centro Territoriale di Supporto – CTS – di Arezzo. Il corso prevede cinque incontri che si terranno tra ottobre e novembre 2017.

Giovedì 5 ottobre si terrà dalle ore 15 alle ore 19 il primo incontro che sarà tenuto da Nicola Tagliani, referente dell’Osservatorio Scolastico di AIPD Nazionale. Tema dell’incontro, organizzato insieme alla Sezione AIPD di Arezzo, è “La Buona Scuola e le buone prassi: novità della normativa e riflessione su esperienze di inclusione scolastica”.

 

Sdegno per l’incendio alla nuova sede di AIPD Reggio Calabria

SDEGNO DELL’ASSOCIAZIONE ITALIANA PERSONE DOWN PER L’INCENDIO ALL’EX EMEROTECA DI REGGIO CALABRIA

Roma, 2 ottobre 2017 – Era destinata ai servizi della sezione Reggio Calabria dell’Associazione Italiana Persone Down l’ex emeroteca di via Palmi a Reggio Calabria che è stata distrutta da un incendio doloso nei giorni scorsi. Questa assegnazione avrebbe dato risposta ai bisogni di bambini, giovani e adulti con sindrome di Down del territorio che ora dovranno aspettare ancora una volta per avere risposta ai propri bisogni.

L’ assemblea dei Presidenti delle sezioni Aipd riuniti in Roma con la sede nazionale ha espresso il proprio sdegno per questo terribile episodio e la propria solidarietà alla sezione di Reggio Calabria. “Confidiamo nell’impegno del sindaco per un veloce ripristino della struttura e ci auguriamo che la società Reggina si stringa affianco all’associazione per rispondere con spirito di solidarietà nel dare risposta ai bisogni dei nostri ragazzi – ha affermato il Presidente Aipd nazionale Paolo Virigilio Grillo – purtroppo non è la prima volta che vengono colpite realtà destinate a strutture sociali ed è necessario un impegno di tutti per proteggere e promuovere questo tipo di strutture che rendono la nostra società migliore. Come diceva don Milani ‘Ci riguarda!'”.

Grillo (AIPD) : Assioma mongoloide – incapace non corrisponde a realtà

Paolo Virgilio Grillo, Presidente dell’Associazione Italiana Persone Down, commenta nuovamente l’uso del termine ‘mongoloide’ e il tentativo di sdoganarlo da parte di diversi giornalisti, che si sono sollevati a favore di Travaglio e della sua posizione sostenuta nelle scuse che ha rivolto ad AIPD, Anffas e all’intero mondo delle persone con disabilità intellettiva.

Nel Comunicato Stampa Grillo spiega: “Le persone con sindrome di Down vanno a scuola, lavorano, si innamorano e si fidanzano, vanno a votare. Ci domandiamo se i giornalisti che in questi giorni stanno riflettendo sull’opportunità o meno di sdoganare il termine ‘mongoloide’ conoscano davvero i nostri figli e se si rendano conto che usare questa parola come sinonimo di assolutamente incapace sia non corrispondente alla realtà”. Con queste parole Paolo Virgilio Grillo, presidente dell’Associazione Italiana Persone Down, ritorna sulla discussione in corso sull’uso della parola mongoloide. Diversi giornalisti, tra cui in prima pagina sul quotidiano Libero Melania Rizzoli, stanno infatti rivendicando come diritto quello di potere utilizzare tale termine in modo offensivo come sinonimo di totalmente incapace di comprendere. Non capiscono che non si tratta di una parola come un’altra. “Con scarso rispetto delle persone con sindrome di Down che odiano essere chiamate con questo appellativo – continua Grillo – e con nessun tipo di conoscenza della Trisomia 21 (chiamata ‘malattia’ quando è una condizione genetica, usando il termine ‘affetto’ che si riferisce appunto a patologie e non a condizioni come questa che rimangono tali per tutta la vita) i giornalisti, che hanno il dovere di proteggere e non ledere le categorie più fragili – articolo 6 del testo unico deontologico dei giornalisti – stanno percorrendo una incredibile crociata per sdoganare luoghi comuni, mancanza di rispetto e disprezzo nei confronti delle persone con disabilità. Questo ci ferisce e ci sconcerta”.

A Padova un convegno sul lavoro delle persone con sindrome di Down

AIPD sarà presente al convegno “APP4ALL – Tecnologie per favorire l’inclusione dei lavoratori con sindrome di Down” con un intervento di Giorgia Scivola, che presenterà l’esperienza realizzata col progetto “On my own…at work“, che ha previsto, tra le altre attività, anche la realizzazione di una app volta a sostenere le persone con sindrome di Down nello svolgimento delle loro mansioni.
Il convegno, organizzato dalla Fondazione G.E. Ghilardi si terrà a Villa Contarini, Piazzola sul Brenta (Padova) sabato 30 settembre 2017.

“Diversamente Tipico” con l’AIPD Marca Trevigiana

Si terrà domenica 24 settembre 2017, con inizio alle ore 12, la nona edizione di Diversamente Tipico, la manifestazione gastronomico-solidale della Sezione AIPD Marca Trevigiana.
Presso il Parco Rossi di Vazzola, i volontari dell’associazione prepareranno piatti tipici della tradizione enogastronomica locale. La cucina sarà aperta dalle ore 12 alle ore 14 e non sarà necessario prenotare.
Il pomeriggio è previsto un intrattenimento con i giochi gonfiabili, il pattinaggio, il ballo latino-americano con il maestro Marchito Calvo e il Dj Matias e i giri in quad.
La manifestazione si terrà anche in caso di maltempo nella sala polivalente della Pro Loco di Vazzola.
Per informazioni contattare il numero 3453443955 o scrivere a info@aipdmarcatrevigiana.it.

All’AIPD di Caserta si parla di lavoro

L’AIPD di Caserta prosegue le attività previste dal progetto “MAX’s – laboratori per l’inserimento lavorativo”, avviato nel mese di novembre 2016 e realizzato grazie al finanziamento del Centro Servizi Volontariato Asso.Vo.Ce. di Caserta con il supporto della Fondazione Adecco (ne avevamo parlato su questo sito QUI).

Lunedì 25 settembre 2017 si terrà un incontro sui tema normativi e di prassi che coinvolgerà le famiglie che hanno aderito all’iniziativa. A tenere i lavori saranno Monica Berarducci dell’Osservatorio Lavoro e Andrea Sinno del Telefono D dell’AIPD Nazionale.

Lettera aperta al direttore di Sky Sport

Di seguito la lettera che il presidente dell’Associazione Italiana Persone Down Paolo Virgilio Grillo ha inviato al direttore responsabile di Sky Sport, Federico Ferri

Gentile signor Ferri,

sono Paolo Virgilio Grillo, presidente dell’Associazione Italiana Persone Down, realtà presente in Italia dal 1979 e attiva in tutta la penisola con 51 sedi. Ci occupiamo delle persone con sindrome di Down, i nostri figli, da quasi 40 anni per garantire loro un futuro migliore, sostegno medico adeguato, un’efficace inclusione scolastica, corsi di autonomia che li aiutino a vivere una vita il più possibile indipendente, inserimenti lavorativi, strutture assistenziali adeguate. Molte cose per fortuna sono cambiate e oggi le persone con sindrome di Down vanno a scuola, partecipano, qualcuno lavora e questo grazie al loro impegno e a quello di chi è loro affianco.

Le scrivo perchè con vivo dispiacere abbiamo assistito domenica 17 settembre nella diretta di Sky Sport al Gran Premio di Singapore al commento di un vostro cronista, Davide Valsecchi. Il cronista, come lei ben sa, ha apostrofato con la parola “mongoloide” il pilota di Formula 1 con evidente intento dispregiativo. Ci stupiamo e addoloriamo che ancora oggi – dopo tanto lavoro fatto in questi anni per promuovere una corretta immagine delle persone con sindrome di Down – si sia costretti ad ascoltare commenti del genere, per di più da un professionista della comunicazione.

Con la presente vorrei sollecitare da parte sua, a nome di tutte le famiglie che hanno figli e fratelli con sindrome di Down, delle scuse ufficiali. Sarebbe un gesto significativo da parte vostra accompagnare queste accogliendo in studio una persona con sindrome di Down appassionata di sport come commentatore, offrendo così un messaggio positivo su questa realtà: vi stupirete di quanto gradevole e interessante possa essere questo tipo di esperienza.

Il direttore di Sky Sport Ferri si scusa con l’AIPD

Ieri pomeriggio, 21 settembre 2017, il direttore di Sky Sport Federico Ferri ha risposto con grande tempestività al presidente Grillo sulla questione del commentatore che ha apostrofato con la parola “mongoloide” un pilota nel corso del GP di Singapore. Con le scuse è arrivata anche l’opportunità di una collaborazione tra Sky Sport e l’Associazione Italiana Persone Down; nella sua lettera il direttore scrive a Grillo: “Mi farebbe piacere incontrarla per offrirle, non soltanto via mail, la nostra disponibilità a dare visibilità alle attività della vostra associazione, in ambito sportivo e non solo” e ha anche sottolineato come “Quanto accaduto non è accettabile”.

L’AIPD risponde alle scuse di Travaglio su “mongoloide” a Otto e Mezzo

Ieri mattina il presidente dell’Associazione Italiana Persone Down Paolo Virgilio Grillo ha inviato a Marco Travaglio, direttore del Fatto Quotidiano, una lettera con una richiesta di scuse in forma privata sull’uso del termine “mongoloide” nel corso della trasmissione Otto e Mezzo del 20 settembre 2017 in cui era ospite:

Gentile signor Travaglio,

sono Paolo Virgilio Grillo, presidente dell’Associazione Italiana Persone Down, realtà presente in Italia dal 1979 e attiva in tutta la penisola con 51 sedi. Ci occupiamo delle persone con sindrome di Down, i nostri figli, da quasi 40 anni per garantire loro un futuro migliore sostegno medico adeguato, un’efficace inclusione scolastica, corsi di autonomia che li aiutino a vivere una vita il più possibile indipendente, inserimenti lavorativi, strutture assistenziali adeguate. Molte cose per fortuna sono cambiate e oggi le persone con sindrome di Down, vanno a scuola, partecipano, qualcuno lavora e questo grazie al loro impegno e a quello di chi è loro affianco.

Le scrivo perché con vivo dispiacere ieri abbiamo assistito nel corso della trasmissione Otto e Mezzo ad una sua affermazione in diretta in cui ha pronunciato la parola “mongoloide” con evidente intento dispregiativo. Ci stupiamo e addoloriamo che ancora oggi – dopo tanto lavoro fatto in questi anni per promuovere una corretta immagine delle persone con sindrome di Down – si sia costretti ad ascoltare commenti del genere, per di più da un professionista della comunicazione. Questo modo di parlare per offendere ci ferisce in un modo che lei forse non riesce ad immaginare.

Con la presente vorrei sollecitare da parte sua, a nome di tutte le persone con sindrome di Down e delle loro famiglie delle scuse ufficiali.

Il giornalista ha risposto nel pomeriggio con delle scuse che riportiamo qui sotto:

Gentile dottor Grillo,
se avrà la bontà di riascoltare la trasmissione, vedrà che il mio intento era tutt’altro, come quando si dice a qualcuno “lei mi sta dando del matto”, non si intende screditare i malati psichiatrici.  Tra l’altro ho alcuni casi molto vicini di ragazzi down dai quali so di avere soltanto da imparare. Mi sono limitato a dire che trattare 8 milioni di elettori da handicappati come ha fatto lo scrittore Carofiglio mi pare un’assurdità; se però con queste parole (…) ho offeso qualcuno, me ne scuso dal più profondo del cuore

un caro saluto, Marco Travaglio

Questa la risposta del presidente Grillo inviata stamattina:

Gentile dottor Travaglio,

Vorrei entrare nel merito delle sue considerazioni per farle capire meglio la nostra indignazione. Il problema a mio avviso è nell’uso stesso della parola “mongoloide”, cosi come di “handicappato” o “ritardato mentale” a prescindere dal loro contesto. Sono parole che venivano ampiamente utilizzate fino agli anni ’80 , ma da allora lunga strada è stata percorsa perché potessero essere utilizzati termini nuovi, piu’ autenticamente legati alla condizione e rispettosi della dignità delle persone che cosí venivano definite. Il loro uso infatti, e lei lo dimostra oggi, è nel tempo diventato un insulto sinonimo di totale e assoluta incapacità di comprendere . Ma oggi è persone con sD hanno dimostrato di avere capacita’ e di poter avere un ruolo nella nostra società se se ne da’ loro l’opportunità.Questo è il motivo per cui – pur sembrando una questione di lana caprina – ieri il telefono dell’associazione ha suonato tutto il pomeriggio con soci indignati dall’uso pubblico di “mongoloide”, un termine che è indissolubilmente legato ai tratti somatici dei nostri figli è che non vorremmo sentire ne’ in strada ne’ ancor più sui media. Lei è un giornalista, direttore di una testata, opinionista di alto livello: in bocca a lei “mongoloide” pesa come il piombo.

Spesso atti di bullismo sui nostri figli iniziano con insulti del genere, capisce bene quindi che la forma diventa, in alcuni casi, sostanza. Credo che sia un problema deontologico: chiamare “mongoloide” qualcuno vuol dire ledere l’immagine e la dignità delle persone con sindrome di Down e le loro famiglie, cosa che – ne sono certo – non aveva alcun desiderio né intenzione di fare.

Sperando di avere spiegato il nostro punto di vista nel modo più chiaro possibile le rinnovo il ringraziamento per le sue scuse e la invito a venirci a trovare, per conoscere altre persone, oltre ai suoi amici, con sindrome di Down e scoprire così che l’assioma down-imbecille non è così reale come la gente crede. Ci auguriamo che in futuro lei ci aiuti a portare una cultura nuova nelle case degli italiani dove rispetto e tolleranza abbiano spazio più degli insulti.
Grazie

Giulia ed Anna, le loro storie occasione di riflessione

GRILLO (AIPD): BISOGNA GARANTIRE RISPOSTE ADEGUATE AD OGNI TIPO DI PERSONA CON SINDROME DOWN CON LE SUE DIVERSE ESIGENZE

Roma, 14 settembre 2017 – “All’interno del mondo delle persone con sindrome di Down c’è una grande variabilità, quindi se da una parte troviamo – per fortuna – sempre più persone che sono autonome e si inseriscono nel mondo del lavoro, è anche vero che esistono alcune persone con difficoltà particolarmente gravi come la sorella della signora di cui oggi è stata pubblicata la lettera su Repubblica nella rubrica della giornalista Concita De Gregorio”.

Paolo Virgilio Grillo, presidente dell’Associazione Italiana Persone Down coglie l’occasione delle due lettere pubblicate negli ultimi giorni su Repubblica per riflettere sulla necessità di risposte adeguate a ciascun tipo di bisogno delle persone con trisomia 21. Nella sua lettera Francesco, papà di Giulia, racconta l’esperienza di vita con una figlia con sindrome di Down, complessa ma entusiasmante, per la sorella di Anna la vita è più difficile date le maggiori difficoltà della 34enne.

“In questo momento in Italia – ha affermato Grillo – viviamo una carenza di servizi per l’età adulta, sia per i gravissimi sia la promozione dell’inserimento lavorativo. Chiediamo quindi che siano garantite a tutti risposte ai loro bisogni. Di fronte ad una realtà come quella della disabilità che esprime tante diverse necessità noi dobbiamo trovare risposte per tutti, sempre lavorando al massimo perché i nostri familiari con sindrome di Down possano esprimere il massimo del loro potenziale umano e intellettivo”.

Un nuovo tirocinio per l’AIPD di Roma

Martedì 12 settembre 2017 Alice de Carlo ha iniziato il suo tirocinio presso BNL Paribas di Roma Tiburtina. L’esperienza, di orientamento e formazione ai sensi della legge 68/99, durerà 6 mesi e prevede un impegno di 5 giorni a settimana e l’erogazione di una indennità mensile. Alice, tra i protagonisti della seconda serie di “Hotel 6 stelle”, lavorerà come addetta alla segreteria.
L’inserimento e il tirocinio sono seguiti dal SIL dell’AIPD Sezione di Roma.

“SlowDown”, un nuovo progetto di AIPD Belluno

Comunicato stampa AIPD Belluno
PROGETTO «SLOWDOWN»: AIPD BELLUNO E PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI PROMOTORI DI UN NUOVO APPROCCIO ALLA CONOSCENZA DEL TERRITORIO
Coinvolti anche ASSI e Centro Diurno ”Medaglie d’oro” , di Feltre, della ULSS 1 Dolomiti.

Feltre 31 agosto 2017
L’AIPD (Associazione Italiana persone Down) della provincia di Belluno, sulla scorta del progetto “Senza frontiere – Sport, alimentazione, salute e benessere”, terminato ad agosto, ha trovato piena collaborazione dell’Ente Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi per un successivo progetto, denominato “SlowDown – rallentare per osservare, conoscere e crescere”, una tipologia di turismo “lento”, appunto, indirizzato ad una conoscenza del territorio e delle sue risorse, e non al suo “consumo”, in un’ottica ecosostenibile. D’altro canto il progetto si propone di promuovere la qualità di vita di tutte le persone attraverso una garanzia di fruibilità delle risorse naturali del territorio del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi. Per questo motivo “SlowDown” prevede la realizzazione di escursioni che coinvolgono persone con varie disabilità, e di varie fasce d’età. Alle uscite parteciperanno, oltre all’AIPD Belluno, anche altre persone di altre realtà provinciali che operano nel campo della disabilità: ASSI Belluno e Centro Diurno “Medaglie d’oro” Feltre, della ULSS 1 “Dolomiti”, e anche coetanei dei partecipanti con sindrome di Down di età dai 6 ai 12 anni.
Il Progetto, di durata biennale, è stato presentato ai genitori e familiari delle persone con sindrome di Down nel corso di una apposita riunione tenutasi alla Biblioteca di Santa Giustina lo scorso 2 agosto. Era presente il Direttore del Parco, Antonio Andrich, che ha puntualizzato l’importanza del concetto di ecosostenibilità connaturato al progetto, che rientra nel Piano di Azione della “Carta europea per il turismo sostenibile nelle aree protette (CETS)”: un riconoscimento che il Parco ha ottenuto nel 2015. La CETS prevede la realizzazione di oltre 50 attività, alcune curate direttamente dal Parco altre, come in questo caso, frutto della collaborazione tra area protetta e Associazioni o altri soggetti privati locali.
La Coordinatrice dell’AIPD Belluno, Maria Paolina De Nale, ha sintetizzato gli obiettivi dell’Associazione con questo nuovo progetto indirizzato al benessere psico-fisico delle persone con sindrome di Down di tutte le età.
Di seguito Flora Rossi, presidente della Cooperativa “Mazarol” – le Guide del Parco, ha illustrato il programma, che si realizzerà nell’arco di due anni, dal settembre 2017 al settembre 2019. Sono previste: 10 escursioni domenicali per persone con disabilità e non, con pranzo in struttura inserita nel Circuito Carta Alta qualità del Parco nazionale dolomiti bellunesi. Nel pomeriggio dopo la camminata verranno svolte attività di condivisione, approfondimento, prendendo spunto sia da esperienze estemporanee vissute durante l’escursione, sia dai vari aspetti di paesaggio, arte e cultura tipici del territorio del Parco.
Ci saranno inoltre, a breve distanza da ciascuna uscita, incontri dedicati alla rielaborazione delle gite con l’aiuto di fotografie e schede di valutazione ad alta comprensibilità (coinvolti adulti con sindrome di Down).
A chiudere gli interventi della serata ha parlato Giovanni Sogne, artista, che insieme a Nelso Salton, condurrà i laboratori per bambini con sdD e coetanei. Attraverso l’espressione musicale e plastica i bambini esprimeranno il proprio vissuto riprendendo quanto sperimentato e raccolto nel corso delle uscite al Parco.

Il Progetto prevede inoltre l’organizzazione, nell’arco dei due anni di due “campus” week-end per famiglie, all’interno del Parco.

Infine, a lasciar traccia duratura del Progetto stesso sono previsti: la realizzazione di una Guida dal titolo “SlowDown-per un turismo slow, dolce e accessibile”, realizzata con i materiali e documenti raccolti in occasione delle gite, integrati dalle informazioni che il Parco fornisce su tradizioni popolari e prodotti tipici del territorio.
E non mancherà l’intervento di un drone, che seguirà le escursioni, per realizzare un filmato dall’alto ad ulteriore diffusione e promozione del Progetto e del Territorio del Parco Dolomiti Bellunesi.
Dopo alcuni interventi, con richieste di chiarimento, da parte dei genitori, la riunione si è conclusa con le considerazioni finali della presidente AIPD, Ines Mazzoleni Ferracini, che ha ringraziato, tramite il Direttore, l’Ente Parco Dolomiti Bellunesi, finanziatore del Progetto. Un particolare ringraziamento è stato rivolto alla Cooperativa “El Mazarol”, le Guide del Parco, con cui l’AIPD aveva già condiviso nei primi anni 2000 il progetto “Naturalmente”. Diamo un arrivederci a tutti per la prima escursione, domenica 17 settembre, in Val Canzoi, con punto di ritrovo al Centro di Educazione Ambientale del Parco “La Santina” alle ore 10.

Seminari di formazione AIPD 2017 sui temi dell’autonomia

Anche quest’anno AIPD realizza in autunno le consuete occasioni di formazione sui temi dell’educazione all’autonomia e più specificatamente sulle esperienze dei vari percorsi di educazione all’autonomia.

Per rispondere in modo adeguato alle diverse esigenze di offrire una prima formazione a operatori nuovi e un luogo adeguato di confronto a chi già da tempo opera attivamente anche quest’anno, come già sapete, i seminari saranno 2:
– 1° seminario: 9 e 10 ottobre 2017, rivolto a nuovi operatori;
– 2° seminario: 23, 24, 25 novembre 2017, rivolto ad operatori con esperienza su tali progetti.

I seminari sono un’iniziativa dell’AIPD Nazionale per migliorare la qualità dei progetti di autonomia e condividere le esperienze condotte nei vari territori. Sono rivolti agli operatori delle sedi locali ma sono aperti anche ad operatori di altre associazioni o enti che svolgono attività di autonomia per persone con sindrome di Down o anche altra disabilità intellettiva.

Le adesioni al 1° seminario devono arrivare entro e non oltre il 10 settembre prossimo, inviando alla segreteria AIPD (aipd@aipd.it) la scheda di iscrizione (QUI la scheda di iscrizione).

La scissione dei due seminari vuole offrire nel 1° una formazione mirata alla conoscenza della metodologia AIPD e dedicare il 2° ad un confronto e un approfondimento tra chi già ha lavorato nei Percorsi di educazione all’autonomia.
Proprio per questo il 1° è all’inizio di ottobre per anteporlo all’inizio delle attività. La programmazione dei contenuti del 2° invece nel mese di novembre verrà definita sui bisogni espressi da tutti gli operatori in servizio che fin d’ora possono inviare le proprie esigenze e riflessioni allo scopo.

Sulla base delle positive esperienza degli ultimi anni, anche quest’anno il 2° seminario sarà articolato in 3 moduli successivi: il modulo 1 sarà rivolto ai coordinatori dei corsi, il 2 agli operatori dei corsi di autonomia e delle esperienze dei preadolescenti, il 3 agli operatori di Agenzia del tempo libero e a tutti gli altri progetti di tempo libero e avvio alla residenzialità per adulti.
In questo modo pensiamo di poter focalizzare meglio l’attenzione degli operatori su temi di interesse del proprio progetto invitando gli operatori ad aderire alla giornata di riferimento. Il modulo 1 è dunque riservato ai coordinatori, gli altri possono essere seguiti da chi lo desidera. Laddove possibile, è auspicabile che i coordinatori partecipino a tutte le giornate come qualcuno ha già fatto negli scorsi anni.
Più avanti verrà inviato il programma e l’articolazione di queste giornate.

Per maggiori informazioni:
– sui contenuti del seminario: ragazzingamba@aipd.it
– sull’organizzazione e iscrizioni: aipd@aipd.it

Invalidità civile e minori: novità sul certificato medico introduttivo

Al via nei prossimi giorni (entro il mese di settembre 2017) il “Certificato Specialistico Pediatrico”, un documento che semplificherà l’iter sanitario cui i bambini con disabilità devono sottoporsi per avere il riconoscimento dell’invalidità civile e della legge 104.
Tale novità è stata introdotta con la sottoscrizione nei mesi scorsi di un protocollo d’intesa (tra INPS e i tre maggiori ospedali pediatrici d’Italia: il Bambino Gesù di Roma, il Gaslini di Genova e il Meyer di Firenze) che per 18 mesi (questo è il tempo previsto dalla sperimentazione) garantirà alle famiglie dei bambini in cura presso tali strutture di ottenere direttamente da queste il certificato medico introduttivo necessario per avviare l’istanza di invalidità civile e/o 104.
Dunque non sarà più necessario richiedere tale certificazione al pediatra di base con vantaggi per le famiglie di non poco conto: oltre ad essere gratuito, questo certificato, essendo rilasciato dalla struttura ospedaliera, conterrà già le indicazioni esaustive della condizione sanitaria del bambino. Non essendo più prevista la necessità di eventuali ulteriori accertamenti, i tempi di definizione dell’iter saranno verosimilmente più brevi e soprattutto verranno risparmiati a bambini e famiglie gli inevitabili disagi legati alla produzione di ulteriori test sanitari.

Addio al principe Fabrizio Alliata di Montereale

Dopo lunga malattia, ci ha lasciato il Principe Fabrizio Alliata di Montereale.
E’ stato uno degli artefici principali della nascita e della vita dell’AIPD e della Fondazione Italiana Verso il Futuro. Socio Fondatore di entrambi gli organismi, è stato uno dei primi Soci Benemeriti e Presidente del Collegio dei Revisori sia dell’AIPD, sia della Fondazione, per alcuni decenni.
AIPD lo ricorda con affetto e gratitudine, e invia alla sua famiglia le più sentite condoglianze.

A Viterbo un barista davvero in gamba

Dal 1° settembre 2017, Andrea Cenci  lavora presso l’Amaris Caffè di Viterbo come barista. E’ stato assunto con un contratto di Garanzia Giovani. La sua storia è particolarmente significativa, resa nota un paio di giorni fa sulle pagine online del quotidiano “Il Messaggero”, la particolarità sta nel modo con cui Andrea ha trovato il suo lavoro: ha preparato il suo curriculum (ha studiato presso la scuola alberghiera) e si è presentato al proprietario del bar, il quale ha accettato la proposta e lo ha messo in prova. Il titolare dice al Messaggero: “Quando si è presentato ha detto che voleva lavorare e fare i cappuccini. Perché non avrei dovuto provare? In lui ho visto il potenziale, è un ragazzo carino ed educato. Sono io fortunato ad averlo trovato, non viceversa”.

Ad Andrea, socio dell’AIPD di Viterbo, un grande in bocca al lupo!

Alunni con disabilità: garanzie per il nuovo anno scolastico

Comunicato stampa FISH – 3 agosto 2017

Alunni con disabilità: garanzie per il nuovo anno scolastico
I mesi estivi non fanno certo placare le preoccupazioni per il prossimo anno scolastico, soprattutto nelle famiglie con figli con disabilità. Per questi, troppo spesso l’effettiva e piena partecipazione alle attività scolastiche non inizia certo a settembre: la nomina degli insegnanti di sostegno avviene mesi dopo, l’assistenza educativa non viene attivata da subito, il trasporto non sempre è garantito dal primo giorno. Storie che negli ultimi anni si sono ripetute e sono state denunciate.

FISH ha chiesto un incontro al Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, che lo ha rapidamente concesso, proprio per quanto ci è ormai noto e per le istanze forti delle associazioni, delle reti territoriali: la scuola deve iniziare a settembre per tutti.” Così Vincenzo Falabella, Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, anticipa i contenuti dell’incontro presso il MIUR in cui sono stati richiesti impegni e rassicurazioni.

Il Ministro Fedeli ci ha innanzitutto informato dell’imminente emanazione di una specifica circolare a tutti i dirigenti scolastici che mira a contenere il rischio di ritardi nelle nomine e all’attivazione dell’assistenza alla comunicazione e all’autonomia, proprio per garantire la piena e immediata inclusione degli alunni con disabilità. La circolare preciserà anche le indicazioni del recente decreto legislativo 66/2017 (Norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità) che entrano in vigore dall’anno 2019.

Analoghe rassicurazioni sono state espresse rispetto al trasporto scolastico, oggetto – come si ricorderà – di gravi disagi negli anni scorsi. Su questi servizi sarà cura del Ministero richiamare i più recenti specifici stanziamenti mirati proprio alla loro garanzia.

Sono state formulate anche garanzie circa il rispetto del numero di studenti (massimo 22) nelle classi in cui sia presente una alunno con disabilità grave, contenendo così il fenomeno delle cosiddette classi pollaio.”

FISH, come di consueto, ad inizio anno scolastico avrà cura di raccogliere e segnalare i disagi o le violazioni riportate dalle famiglie e dalle organizzazioni territoriali.


Preoccupazioni circa l’avvio del nuovo anno scolastico erano state espresse anche da Salvatore Nocera, Osservatorio Scolastico AIPD,  in un recente articolo pubblicato su Redattoresociale.it

 

Telefono D. L’informazione che cambia

Dal mese di settembre 2017 e per i successivi 12 mesi, AIPD promuoverà l’iniziativa “Telefono D. L’informazione che cambia”, alla cui realizzazione contribuisce Intesa Sanpaolo, con un importo di euro 15.000.

Il progetto vuole contribuire a dare continuità al servizio “Telefono D”, nato nel 1993, che da ormai quasi 25 anni ha fornito ininterrottamente circa 25mila consulenze a famiglie, prevalentemente, e a operatori sui temi assistenziali e di tutela. A distanza di tanti anni l’esigenza di avere, da parte delle famiglie, informazioni corrette e precise continua ad essere prioritaria; paradossalmente oggi forse più che nel passato è necessario individuare interlocutori affidabili da cui avere le informazioni di cui si ha bisogno e le indicazioni sulle modalità da adottare per avere riconosciuti i propri diritti.

AIPD dunque, grazie al contributo di Intesa Sanpaolo, garantirà il prosieguo del servizio di consulenza.

La compagnia teatrale di AIPD Perugia al Todi Festival

Per la prima volta la Compagnia Elisa di Rivombrosa di AIPD Perugia sarà presente al Todi Festival con lo spettacolo “Lavoro è vita – Viaggio avventuroso alla ricerca della dignità”, regia di Giampiero Frondini e in collaborazione con FONTEMAGGIORE Teatro Stabile.

“Lavoro è vita” è l’ultima produzione della compagnia Elisa di Rivombrosa. Il progetto nasce dalla collaborazione tra Fontemaggiore, che ne cura la direzione artistica, e l’Associazione Italiana Persone Down, che ha fortemente voluto un percorso teatrale attraverso il quale i ragazzi potessero arrivare a gestire autonomamente la scena. Lo spettacolo parla del lavoro, quello desiderato e quello reale. C’è chi sogna di diventare un pilota di Formula 1, chi di recitare alla Scala di Milano, chi di essere una scrittrice di successo, chi una grande attrice come Anna Magnani. Poi, si torna alla realtà, dove c’è chi serve in un fast-food e si cruccia di dover pulire sotto i tavolini a causa della sua allergia alla polvere, chi lavora in pizzeria e fa volteggiare le pizze in aria, chi fa risotti o taglia verdure: lavori più comuni di quelli desiderati, ma comunque amati. E così questa allegra brigata di lavoratori, in un allegro finale, troverà giusto festeggiare quello che ha: una lavoro e quindi una dignità! (cit. http://beta.pgcesvol.com/aipdpg/)

Appuntamento alle ore 21 al Teatro Comunale di Todi

Inclusione scolastica, c’è ancora chi la mette in discussione

La LEDHA (Lega per i Diritti delle Persone con disabilità) interviene sulla vicenda di cui si è parlato sui media nei giorni scorsi (vedi qui un articolo pubblicato su Repubblica.it) con una lettera aperta di cui riportiamo il testo:

Nessuno escluso … compreso voi!
Noi non vogliamo entrare. Vogliamo convincervi a uscire. E a scoprire che è possibile costruire una scuola inclusiva. Lettera aperta di Giovanni Merlo, direttore LEDHA, alla Scuola Svizzera di Milano.
Ci deve essere un malinteso. Noi siamo lì sotto la vostra scuola, in via Appiani 22: suoniamo al citofono e ci sbracciamo quando vi affacciate alla finestra. Voi ci dite che non è il caso di insistere. La vostra è una scuola dove si devono imparare tre lingue: è troppo difficile per noi. Noi, invece, insistiamo, ci affacciamo al vostro cancello e attraverso le sbarre continuiamo a cercare di attirare la vostra attenzione. A quel punto (forse un po’ seccati?) voi ci dite che vi dispiace. Il vostro del resto è solo un “consiglio che si ispira alla cultura protestante da cui veniamo, in cui le cose si dicono chiare. Non vogliamo che si vada tutti avanti e poi, magari, qualcuno cade”.
Ma noi insistiamo ancora e finalmente ora l’equivoco si potrà chiarire. Noi non vogliamo entrare. Al contrario, vi stiamo invitando ad uscire, ad unirvi a noi e a tutti quelli che, come noi (e sono tanti) pensano che il mondo possa cambiare solo iniziando a vedere le cose da un altro punto di vista.

Non solo il punto di vista delle persone con “dislessia, discalculia, Adhd, Sindrome di Asperger, autismo e disturbi comportamentali” ovvero di quelle persone che voi ritenete non idonee alla vostra scuola, ma di tante altre persone e realtà. Non vogliamo annoiarvi consigliandovi di leggere i nostri documenti.

È sufficiente dare un’occhiata a come l’Organizzazione Mondiale della Sanità, dal 2001 definisce la disabilità, cioè una “condizione di salute in un ambiente sfavorevole”. Oppure leggere come l’Organizzazione della Nazioni Unite dal 2006 stabilisca con forza di legge che la “disabilità è il risultato dell’interazione tra persone con minorazioni e barriere attitudinali e ambientale, che impedisce loro la piena ed efficace partecipazione alla società su base di uguaglianza con gli altri”.

In altre parole, vi chiediamo di provare a considerare che ogni bambino e ragazzo, messo nelle condizioni opportune, possa crescere bene e imparare a capire e a fare anche cose molto difficili e impegnative: come ad esempio cadere per poi rialzarsi.

Ai nostri occhi, i vostri timori e le vostre preoccupazioni appaiono curiose, strane. Sicuramente sapete che consentendo a una persona con problemi di vista di portare gli occhiali, gli permettere di affrontare e superare grandi difficoltà. Allo stesso modo, cosa vi impedisce di capire che potete ottenere lo stesso risultato consentendo ad un ragazzo con problemi di discalculia di utilizzare una calcolatrice?

E cosa vi impedisce di capire che sono gli insegnanti, a dover trovare per ciascun alunno (non solo per quelli considerati “disabili”) le strategie e gli ausili migliori per poter esprimere al meglio le proprie potenzialità? Per alcuni sarà facile, quasi banale: per altri sarà più complesso ma anche molto più interessante e sfidante. A voi, che abituate i vostri studenti ad affrontare grandi difficoltà, questo non dovrebbe fare paura.

Ne stiamo parlando molto tra di noi. Come fanno a non capire? Secondo le modalità con cui abitualmente vengono valutate le persone con disabilità, voi sareste giudicati “un caso grave”. Eppure siamo certi che il vostro quoziente di intelligenza sia più che adeguato: ci avete detto che sapete come minimo tre lingue e che avete studiato nelle migliori università svizzere e del mondo intero.

Forse siete solo ansiosi: avete (ancora!?) paura che i vostri ragazzi venendo a contatto con altri tipi di difficoltà, con modo differenti di comunicare rispetto ai loro “rimangano indietro” nella dura sfida globale mondiale. State tranquilli: i vostri sono solo pregiudizi dettati dalla non conoscenza. L’università italiana sforna ogni anno laureati che non trovando purtroppo spazio per lavorare nel nostro paese, emigrano e sono contesi dalle grandi aziende e dai centri di ricerca di tutto il mondo. E gran parte fra questi hanno avuto diversi compagni con disabilità, sin dalla scuola dell’infanzia e alcuni anche alle scuole superiori. E, tenetevi forte, alcuni fra questi studenti sono a loro volta ragazzi con disabilità.

Ecco perché insistiamo a suonare alla vostra porta, invitandovi ad uscire. Perché abbiamo capito le vostre difficoltà: siete solo rimasti indietro. Avete bisogno solo di qualche “lezione supplementare” e forse di un po’ “di assistenza psicologica”.

Tutti impegnati a imparare tante lingue straniere non avete avuto il tempo e l’occasione di scoprire che ci sono tanti e diversi modi di comunicare e di insegnare anche concetti difficili. Non avete avuto l’opportunità di leggere sui libri di pedagogia e di sperimentare direttamente che, in una classe e in una scuola, è bene che ci siano tante differenze, perché rappresentano una fonte inesauribile di conoscenza e crescita reciproca.

In Italia lo facciamo, in mezzo a tanti problemi, da quarant’anni: non sono certo che siamo i primi della classe (anche se io lo penso) ma di certo siamo arrivati primi. E adesso gli altri Paesi, ci vengono dietro e in tutto il mondo l’inclusione scolastica è la sfida imposta dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità: “Gli Stati Parti garantiscono un sistema di istruzione inclusivo a tutti i livelli (…)” [3]. Convenzione Onu che è stata Approvata dall’Assemblea federale il 13 dicembre 2013 e che è entrata in vigore per la Svizzera il 15 maggio 2014.

Coraggio, aprite quella porta, aprite quel cancello. Venite a conoscerci: abbiamo un sacco di cose da raccontarvi, da farvi sperimentare, da spiegarvi. Lo faremo volentieri e persino gratis, senza farvi pagare “costi supplementari”

Sarà bello farlo insieme, tutti insieme: senza di voi non è la stessa cosa. Questa è la bellezza dell’inclusione. Non poter sopportare che qualcuno rimanga tagliato fuori, escluso, per via della sua disabilità. Insieme a noi, idealmente, potete trovare tante persone con “dislessia, discalculia, Adhd, Sindrome di Asperger, autismo e disturbi comportamentali” che hanno contribuito in modo determinante alla crescita del sapere e della cultura nel mondo: Leonardo Da Vinci, Benjamin Franklin, Pablo Picasso, Alan Turing.

Tranquillo, là in fondo, insieme al nostro grande maestro Franco Bomprezzi (che se la ride sotto i baffi) si trova anche un certo Giovanni Calvino. Entrambi non avrebbero potuto insegnare nelle vostre classi: Franco perché si muoveva usando la carrozzina e Giovanni perché con la sua asma non sarebbe riuscito a scalare tutte quelle scale che si trovano nel vostro “edificio su più livelli senza ascensori” e quindi “non adatto a studenti con gravi handicap motori”

Non vi offendete (troppo) e abbiate pazienza con noi. Venite a conoscerci. Alla fine ne varrà la pena.

Giovanni Merlo
Direttore LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità

Chiusura estiva degli uffici

Per la pausa estiva AIPD Nazionale rimarrà chiusa da lunedì 7 a venerdì 18 agosto 2017. Gli uffici riapriranno lunedì 21 agosto, l’invio della newsletter riprenderà venerdì 1 settembre.

A “Solid Ale Beer” di Catanzaro il Premio Solidarietà 2017

Al birrificio artigianale “Solid Ale Beer” è stato assegnato il Premio Solidarietà 2017, consegnato nel corso dell’evento che si è tenuto a Catanzaro lo scorso 23 luglio. Il birrificio, nato grazie all’iniziativa della cooperativa “Esperia”, ha sin dall’inizio coinvolto alcuni giovani con sindrome di Down che hanno iniziato il loro percorso lavorativo seguiti dall’AIPD di Catanzaro; oggi sono 6 i giovani impegnati (Alessandra, Ester, Federica, Manilo, Salvatore, e da poche settimane Valentina),  e per almeno la metà di loro di prospetta l’assunzione dopo l’estate. I ragazzi seguono la preparazione della birra in ognuna delle fasi di cui si compone, e il loro lavoro è supportato da Marina Dominijanni, tutor della sezione AIPD.

Il birrificio è operativo da ottobre 2016, e produce oggi tre tipi di birra, che è possibile acquistare, oltre che in numerosi punti vendita a Catanzaro, anche online. Che si tratti di un’impresa commerciale a tutti gli effetti che punta al mercato lo chiariscono le parole di uno dei fondatori del birrificio: “Il nostro obiettivo è quello di produrre una birra che sia buona, prima ancora che solidale. Vogliamo che la nostra sia un’impresa capace di vendere un prodotto, che se anche la prima volta viene comprato per sposare una buona causa, dopo deve essere richiesto perchè piace” (dall’articolo pubblicato sulla rivista “Catanzaro City magazine” a firma di Sabrina Mantelli).

Valerio Catoia, un “bagnino” davvero in gamba

L’episodio risale a qualche giorno fa, ed è stato riportato su molti giornali nazionali. Protagonista è Valerio Catoia, un giovane con sindrome di Down – socio dell’AIPD Latina -, che è intervenuto per aiutare una bambina in difficoltà tra le onde del mare di Sabaudia (Latina). Un gesto dettato non solo da generosità ma anche dalle competenze che Valerio possiede, essendo un nuotatore qualificato e soprattutto avendo frequentato un corso di salvataggio in mare.
Complimenti Valerio!

Qui si riportano alcuni degli articoli di siti online che hanno riportato la notizia:
http://www.ilmessaggero.it/latina/sabaudia_bambina_rischia_di_annegare_salvata_da_un_atleta_diversamente_abile-2562206.html
http://roma.repubblica.it/cronaca/2017/07/14/news/sabaudia_disabile_salva_mare-170801101/
http://www.leggo.it/italia/cronache/valerio_ragazzo_down_ha_salvato_bambina_stava_annegando-2562176.html

e sotto l’articolo della testata online superabile che riporta l’intervento sulla vicenda del ministro per lo sport Lotti e di Luca Pancalli, presidente del Comitato italiano paralimpico: https://www.superabile.it/cs/superabile/sport/20170715-atleta-disabile-salva-bambina-in-mare.html

Servizio in sala per i giovani di AIPD Frosinone

Lo scorso 13 luglio 2017 un gruppo di giovani con sindrome di Down della sezione AIPD di Frosinone hanno gestito il servizio in sala del ristorante presso l’agriturismo “Il Paradise” di Pontecorvo.
La serata, che segue quella di “Chef allo sbaraglio” di pochi giorni prima, è a conclusione del progetto “Le mani in pasta” promosso insieme all’associazione “Sport, salute e benessere”.

dav

mde

Conclusi i soggiorni “Sani e Belli”, 88 i chili complessivi persi

Stile di vita sano tra passeggiate, esercizi fisici, giochi a tema e mangiare light. È stato questo il programma delle otto settimane di soggiorni estivi che hanno concluso il progetto dell’Associazione Italiana Persone Down (AIPD) “Sani e Belli”. Dal 5 giugno al 15 luglio 2017, 72 persone con sindrome di Down (36 maschi e 36 femmine) di 22 sezioni AIPD hanno vissuto insieme vacanze, in mare o in montagna, per condividere la fase finale del progetto annuale pensato per promuovere uno stile di vita più sano, dal cambiamento delle abitudini alimentari ad una vita meno sedentaria. Le settimane si sono svolte a Zovello (UD), Tortoreto Lido (TE), Isola di Capo Rizzuto (KR), Tarquinia (VT) e Scalea (CS).

In ogni settimana la giornata seguiva questo stile: esercizi del mattino, colazione light a base di yogurt, latte scremato, cereali o carboidrati integrali, passeggiate in montagna o giochi sulla spiaggia, pranzo leggero. Il pomeriggio altri giochi e poi la preparazione del pasto serale, con spesa e giochi a squadre legate alla propria appartenenza territoriale. Le stesse squadre hanno preparato in ogni soggiorno un pasto di specialità regionali, cucinate in versione leggera. L’obiettivo per tutti è stato, tra gli altri, la perdita di peso: all’inizio e poi alla fine della settimana ogni partecipante è salito sulla bilancia e tutti hanno perso almeno un chilo. La somma complessiva di tutti i chili persi nelle settimane dai partecipanti è di 88 chili circa.

Il progetto ha avuto la durata di un anno in cui, prima delle vacanze, sono stati organizzati incontri mensili per appropriarsi di uno stile di vita più sano. È stata anche realizzata e sperimentata l’app “In forma” (scaricabile dagli app store Ios e Android) per aiutare i partecipanti ad auto monitorare le proprie scelte.

Le persone con sindrome di Down sono a rischio di sovrappeso con grossi danni per la salute. Il progetto – ha affermato Anna Contardi, coordinatrice nazionale AIPD e responsabile del progetto – ha voluto renderli protagonisti e consapevoli che uno stile di vita diverso può aiutare ognuno a vivere meglio. Non vogliamo affidarci ai caregiver, ma alle persone con sindrome di Down stesse”.

Qui sotto il video riassuntivo di uno dei campi:

Il documentario “Diritto ai Diritti” vince lo Spotlight Documentary Film Awards

Il documentario prodotto dall’Associazione Italiana Persone Down “Diritto ai Diritti”, regia di Christian Angeli, ha vinto il premio internazionale “Spotlight Documentary Film Awards”. Il premio ha come obiettivo quello di valorizzare e promuovere il lavoro dei registi emergenti ed è giunto alla sua terza edizione.

Il documentario della durata di 53 minuti è un racconto sulle riflessioni, le speranze e le difficoltà incontrate dalle persone con disabilità intellettiva nel vedere riconosciuto il proprio diritto di voto ed esprimere le proprie opinioni politiche. La narrazione ripercorre il confronto tra i 4 protagonisti con sindrome di Down (Leonardo, Renata, Paolo e Claudia) e diversi esponenti politici. Il film è stato realizzato nell’ambito del progetto sulla promozione della partecipazione politica, attiva delle persone con sindrome di Down, finanziato dal Ministero del Lavoro, della salute e delle Politiche Sociali, a cui hanno partecipato 34 cittadini con sindrome di Down provenienti da Arezzo, Bari, Belluno, Caserta, Catanzaro, Latina, Mantova, Treviso, Messina, Oristano, Pisa, Potenza, Reggio Calabria, Roma, Termini Imerese, Venezia e Versilia. Il documentario è stato proiettato dal 2016 in 22 sezioni dell’Associazione Italiana Persone Down.

IX Edizione del Festival del Giullare

Dal 6 al 23 luglio 2017 Trani ospita la IX edizione del “Festival Nazionale del Teatro contro ogni Barriera”.
Il festival si sviluppa in due sezioni, una dedicata agli eventi collaterali e l’altra, a partire dal 17 luglio, con la gara/esibizione delle compagnie selezionate provenienti da ogni parte di Italia.
Il programma è disponibile sul sito www.ilgiullare.it/ e tutti gli aggiornamenti possono essere seguiti sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/festivalilgiullare/.

Lo Spot del Festival Il Giullare 2017 al link: https://www.youtube.com/watch?v=ySXNebyq6T0

L’8 luglio 2017 a Pisa si tiene la terza edizione della Cena in Bianco

Il Comune di Pisa, l’Associazione Italiana Persone Down Pisa e le Coo.Soc. Alzaia e Il Simbolo organizzano la terza edizione della Cena in Bianco. L’evento si terrà l’8 luglio 2017 alle ore 19.00. Per prenotare i posti scrivere su cenainbiancopisa@gmail.com ordina il tuo cestino TiCucinoBio su cestinicenainbiancopisa@gmail.com.

Per partecipare occorre vestirsi completamente di bianco; portare ciascuno la sua cena e l’apparecchiatura rigorosamente bianca: vetro o ceramica (no plastica o mater-bi) e una tovaglia bianca in tessuto e occorre almeno una decorazione bianca per tavolo (un fiore, una candela o centrotavola simili). Per chi invece volesse gustare una cena preparata la squadra Ticucinobio e i ragazzi del progetto Lavoratori in Corso prepareranno un cestino al costo di 16 euro con tutto l’occorrente per partecipare all’evento. Qui il menù. Il ricavato dei cestini andrà a sostenere i progetti e le attività rivolte alle persone con sindrome di Down della sezione AIPD di Pisa.

L’appuntamento per tutti è alle 18.45 alla Fontana dei Putti in piazza del Duomo. Ci sarà un itinerario tra piazza Duomo e piazza dei Cavalieri per gustare, prima di cena, le bellezze della città. Qui per maggiori informazioni .

Il “Parco del Mulino” compie 10 anni

Il Parco del Mulino compie 10 anni e sabato 1° luglio 2017 AIPD Livorno e Cooperativa sociale “Parco del Mulino” festeggiano il primo decennale di attività  con una cerimonia che avrà inizio alle ore 18,00 presso la sede stessa del Parco del Mulino, in via Voltolino Fontani 1, loc. Ardenza, a Livorno.

I giovani con sindrome di Down impegnati nelle attività offriranno un cocktail di benvenuto con musica e animazione. A seguire, dalle ore 21, una cena di beneficenza organizzata dallo staff del ristorante “Ca’ Moro” (per partecipare a questa è necessaria la prenotazione al numero 334 5969241).

“Vacanze in autonomia” per i giovani dell’AIPD Milazzo-Messina

Per il terzo anno consecutivo il “Cirucco Village“, nella persona dell’avv. Giorgio Leotti, ha messo a disposizione gratuitamente gli spazi della struttura, dove giovani con sindrome di Down dell’AIPD Milazzo-Messina hanno trascorso una vacanza lontano dalle proprie famiglie, in cui sperimentarsi nella gestione autonoma delle mansioni quotidiane.
Sette ragazzi e tre operatori hanno formato il gruppo che è partito a giugno 2017 nel primo turno del progetto vacanze, più numerosi saranno i ragazzi che partiranno a settembre nel secondo turno.

Concluso il campus 2017 per le famiglie AIPD

Concluso lo scorso 23 giugno 2017 il Campus residenziale formativo per famiglie socie AIPD.
Alla terza edizione di questo importante evento associativo, realizzato anche grazie al contributo della “Fondazione Intesa Sanpaolo ONLUS”, hanno partecipato 20 famiglie, per un totale di 61 persone tra genitori e figli di tutte le età.

E’ stata, come già le precendenti, un’occasione per approfondire temi di particolare interesse (dall’inclusione scolastica all’inserimento lavorativo, dagli aspetti normativi a quelli medici e di riabilitazione, dal mondo dei siblings all’educazione all’autonomia) in un contesto rilassato, con tempi lunghi e condivisi che hanno permesso una conoscenza reciproca più approfondita e amichevole.

Serata di raccolta fondi per l’AIPD BAT

Una «pizza di beneficenza», così Armando Delcuratolo, presidente dell’AIPD BAT,  Barletta-Andria-Trani, definisce la serata in programma il 29 giugno 2017 presso il risto-pub ‘I Bucanieri‘ di Barletta.
I fondi raccolti saranno devoluti alla neonata sezione AIPD che sta organizzando nel territorio attività, iniziative e contatti con le istituzioni locali, volti alla realizzazione di servizi a favore delle persone con sindrome di Down.

Tra i progetti su cui la sezione sta lavorando anche una possibile collaborazione con l’istituto alberghiero di Margherita di Savoia; una partnership con la scuola superiore che potrebbe culminare nell’inserimento dei ragazzi all’interno di locali barlettani.