Scheda n.616.

Modifiche agli esami di maturità 2020 (CM 2197/19)

  • Valutazione ed Esami

Il MIUR con la  C.M. n° 2197 del 25/11/2019 ha apportato alcune importanti modifiche alla precedente recente normativa sugli esami di maturità per il prossimo anno:

  • Viene reintrodotto l’obbligo dei candidati di svolgere prima degli esami le discipline trasversali , come l’alternanza scuola-lavoro nella loro totalità oraria, sia le prove INVALSI, che tornano ad essere requisiti necessari di ammissione agli esami.
  • Torna ad essere obbligatoria la predisposizione da parte del MIUR della traccia sull'elaborato di storia, proprio in considerazione dell’importanza che gli studi storici specie sui periodi più recenti siano indispensabili per la formazione culturale dei futuri cittadini.
  • Viene eliminata la procedura innovativa introdotta lo scorso anno sulla scelta della busta per iniziare il colloquio orale, novità che aveva provocato molti problemi, specie per gli alunni con disabilità, per i quali era stata adottata la soluzione di escludere per i loro colloqui l’obbligo delle buste; tale soluzione era stata considerata da taluni discriminatoria rispetto alle prove dei compagni.

OSSERVAZIONI

Le modifiche introdotte che anticipano l’annuale ordinanza sugli esami di maturità che verrà emanata in seguito, sono state accolte generalmente in modo positivo.

Noi delle associazioni di persone con disabilità speravamo che tra le modifiche comparisse anche quella, assai richiesta, relativa al diritto degli alunni  qualificati con "ulteriori BES" a fruire durante gli esami degli strumenti compensativi, di cui si erano avvalsi sino a due anni fa, quando una strana circolare ministeriale prot. n° 7885/19 le aveva vietate. A seguito di giustificate lagnanze delle Associazioni, il Capodipartimento del MIUR aveva immediatamente assicurato, con apposita circolare prot. n° 562/19, che si sarebbe provveduto immediatamente. Invece è sopravvenuta un’altra strana circolare della Direzione Generale per gli ordinamenti (prot. n° 5772/19) con la quale si rimetteva alle Commissioni di esame la decisione circa la concessione di tale diritto e per giunta limitata ai soli alunni "con certificazione di bes", terminologia del tutto innovativa, inesistente nella normativa e nel concetto pedagogico di "ulteriori BES", cioè di svantaggio, disagio socioculturale, di studenti stranieri, persone che non hanno nulla da farsi certificare a livello sanitario (vedi in proposito la scheda n° 596. Ripristinati i diritti degli alunni con BES (Nota 562/19))

Infine ci si aspettava che quanto alle prove INVALSI si introducesse, come già previsto dall’art. 11 del decreto legislativo n° 62/17 per  gli esami conclusivi del Primo Ciclo degli alunni con disabilità gravi, che anche per gli esami di maturità degli alunni con PEI differenziato, fosse il Consiglio di classe a decidere se fare svolgere tali prove o adattarle o addirittura dispensare gli alunni dalle stesse.

Benchè fortemente richiesto da tempo, anche questa modifica non è presente nella attuale circolare.

Ci si augura che il livello politico e amministrativo del Ministero voglia prendere in considerazione queste richieste ed introdurre queste modifiche nell'annuale circolare  sugli esami di prossima emanazione.


AGGIORNAMENTO DEL 7/2/2020

La nota dell'INVALSI del 31/01/2020 recante "Protocollo di somministrazione prove INVALSI CBT 2020" per la classe V delle scuole secondarie di secondo grado (grado 13), all'art. 6 introduce anche per le scuole superiori la possibilità di esonerare gli alunni con disabilità dall'effettuazione delle prove INVALSI.
Vedi la scheda n° 621. L’INVALSI pubblica il protocollo per la somministrazione dei test nell’anno della maturità


 Vedi anche le schede normative:

n° 621. L’INVALSI pubblica il protocollo per la somministrazione dei test nell’anno della maturità

n° 555. La valutazione degli alunni nel Decreto Legislativo n° 62/17

n° 594. I nuovi esami di maturità 2019 (OM 205/19)

n° 596. Ripristinati i diritti degli alunni con BES (Nota 562/19)


Pubblicato il 12/12/2019
Aggiornato il 21/2/2020

Salvatore Nocera
Nicola Tagliani

Osservatorio AIPD sull’inclusione scolastica
Via Fasana, 1/b
00195 Roma
Tel. e Fax: 06/3723909 - 06/37897596-9230-9306
Email: scuola@aipd.it