Scheda n.512.

Iscrizioni a.s. 2016/2017 (CM 22/15)

  • Diritto allo studio

La C.M. n° 22/15 stabilisce che le iscrizioni alle prime classi della scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado, nonchè per le terze classi degli istituti tecnici e professionali e per i percorsi di Istruzione e Formazione Professionale si possano effettuare dal 22 gennaio al 22 febbraio 2016.

Le modalità di presentazione delle domande di iscrizione sono quasi per tutte solo on-line dal sito www.iscrizioni.istruzione.it.

La Circolare ricalca sostanzialmente le linee della C.M. dell'anno precedente n° 51/14.

Qui si evidenziano solo alcune sottolineature non contenute nelle osservazioni alla precedente circolare, espresse nella scheda n° 490. Iscrizioni a.s. 2015-2016: alunni con disabilità ultradiciottenni solo nei corsi per adulti (CM 51/14), alle quali comunque si rimanda.

_________________________________________
OSSERVAZIONI

1. Precedenze

La circolare, come consueto, pone in rilievo la circostanza di un "eccesso di iscrizioni" alla stessa scuola . In proposito si deve ricordare che i Consigli di Istituto in vista di tali casi devono deliberare dei criteri selettivi che vanno pubblicati sia all'albo della scuola, che sul proprio sito, che sul modulo di iscrizione, prima dell'inizio delle iscrizioni stesse.

Nel caso di istituti comprensivi ragionevolmente la circolare stabilisce un principio di priorità a favore degli alunni provenienti dalla scuola primaria del medesimo I.C. (parag.. 4.4). Tale priorità prevale su quelli che possono essere indicati dai singoli Consigli di Istituto, essendo già indicato nella circolare stessa.

Nulla si dice rispetto alla priorità spettante agli alunni certificati con disabilità grave che, in forza dell'art. 3 comma 3 della l. n° 104/92, prevale rispetto ai criteri approvati dai singoli Consigli di Istituto. Ragionevolmente però si deve ammettere che tale precedenza per gli alunni con disabilità grave provenienti da altre scuole debba cedere rispetto alla priorità prevista dalla Circolare per gli alunni degli Istituti Comprensivi che provengano dalla stessa scuola primaria e si iscrivono alla secondaria di primo grado.

2. Prove musicali e coreutiche

La Circolare stabilisce che per l'iscrizione alle sezioni musicali delle scuole secondarie di primo grado (parag. 4.4) ed ai licei musicali e coreutici (parag. 6.2) gli alunni debbano aver superato una prova selettiva da svolgersi entro 15 giorni dal termine delle iscrizioni.

Anche in queste ipotesi deve ragionevolmente ritenersi che la precedenza degli alunni con disabilità grave di cui all'art. 3 comma 3 della l. n° 104/92 sia subordinata al superamento delle prove selettive. Tali prove selettive debbono però tenere presente la possibilità degli alunni con disabilità di svolgere prove equipollenti o con tempi più lunghi di cui all'art. 16 commi 3 e 4 della l. n° 104/92.

3. Istruzione parentale

La Circolare ribadisce la legittimità dell'istruzione svolta dalle singole famiglie che dimostrino di avere capacità culturali o mezzi economici per assicurarla con la frequenza di una scuola privata non paritaria, con l'obbligo dell'esame di idoneità di fine anno presso la scuola viciniore.

Il Dirigente Scolastico, che deve vigilare sull'assolvimento dell'obbligo scolastico, prende atto di tale richiesta e provvede alla verifica di fine anno.

Occorre ricordare però che per gli alunni con disabilità la sentenza n° 226 del 2001 del Consiglio di Stato ha ritenuto non ammissibile tale modalità ai fini del computo del decennio di obbligo scolastico. Ciò significa che un alunno con disabilità, anche se ha svolto per qualche anno l'istruzione parentale deve comunque adempiere nelle classi comuni l'obbligo di 10 anni di istruzione. Ciò sembra dettato dalla necessità di realizzare effettivamente l'integrazione nelle classi comuni ed evitare che vengano isolati in casa.

4. Alunni ultradiciottenni

La circolare nel paragrafo 9.1 ribadisce il principi che gli alunni con disabilità ultradiciottenni, in possesso o meno del diploma conclusivo del primo ciclo (ex terza media) non possano iscriversi alle classi di scuola secondaria di primo grado o alla prima classe delle scuole secondarie di secondo grado del mattino, ma debbano necessariamente iscriversi ai corsi per adulti sia di primo che di secondo livello dove sono garantiti loro tutti i diritti previsti per gli alunni con disabilità (sostegno, assistenza igienica, all'autonomia e alla comunicazione  trasporto, PEI, ecc.).

Come già osservato nella scheda n° 490 relativa alla C.M. dello scorso anno, la mancanza di una norma analoga per gli alunni ultradiciottenni senza disabilità è stata colmata dal Ministero con la successiva C.M. n° 6/15 sulle iscrizioni ai corsi per adulti, onde evitare l'accusa di discriminazione ai sensi della l. n° 67/06 (vedi scheda normativa n° 492. Anche gli ultradiciottenni non disabili debbono iscriversi ai corsi per adulti (CM 6/15)).

Ai fini pratici sarebbe stato più opportuno che la Circolare di quest'anno riportasse tale normativa direttamente nel paragrafo relativo alle iscrizioni alle prime classi delle scuole secondarie di secondo grado, onde evitare che alunni senza disabilità ultradiciottenni che ignorano la norma si iscrivano erroneamente alla prima classe dei corsi del mattino.

N.B. Resta fermo che gli alunni che compiono i 18 anni dopo l'inizio dell'anno scolastico della prima classe hanno diritto ad iscriversi e frequentare nei corsi del mattino fino al termine di tali corsi con tutti i diritti previsti per l'inclusione scolastica.

5. Iscrizione ai percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP)

La Circolare sempre nel paragrafo 9.1 esplicita il diritto degli alunni con disabilità in possesso del solo attestato con i crediti formativi conseguito agli esami conclusivi del primo ciclo (ex terza media) di iscriversi alle prime classi sia delle scuole secondarie di secondo grado sia dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale gestiti sia dagli istituti professionali che da appositi centri di formazione professionale, sempre che non abbiano compiuto il 18° anno d'età prima dell'inizio dell'anno scolastico.

Qualora abbiano superato i 18 anni possono iscriversi sia ai normali Centri di Formazione Professionale che ai corsi di scuola secondaria di secondo grado per gli adulti.

________________________________________
Vedi anche le schede:
n° 490.Iscrizioni a.s. 2015-2016: alunni con disabilità ultradiciottenni solo nei corsi per adulti (CM 51/14)
n° 492.Anche gli ultradiciottenni non disabili debbono iscriversi ai corsi per adulti (CM 6/15)
n° 413.Massimo 2 alunni con disabilità per classe (CM 96/12)
n° 230.Istruzione parentale


Pubblicato il 27/1/2016
Aggiornato il 18/2/2016Avvocato Salvatore Nocera
Responsabile dell'area Normativo-Giuridica dell'Osservatorio dell’AIPD sull’integrazione scolastica
Viale delle Milizie, 106
00192 Roma
06/3723909
06/3722510
Email:osservscuola.legale@aipd.it