AIPD Belluno presenta la nuova tappa di “Slow-Down”

AIPD Belluno presenta la nuova tappa di “Slow-Down”

Comunicato stampa AIPD Belluno

IL PROGETTO “SLOW-DOWN” VERSO LA NUOVA TAPPA: IN VAL DI ZOLDO DOMENICA 8 LUGLIO
Alla scoperta delle bellezze naturali del Parco, progetto nato dalla collaborazione tra AIPD Belluno e Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Feltre, 2 luglio 2018. Domenica 8 luglio la Val di Zoldo accoglierà, precisamente nella zona del Pramperet, i partecipanti al progetto “Slow Down”, progetto nato dalla collaborazione tra AIPD Belluno ed Ente Parco (che lo finanzia interamente) allo scopo di rendere fruibili le risorse naturali del territorio del Parco a tutte le persone. Questo avendo studiato e valutato percorsi adatti anche a persone con varie disabilità.
Nel progetto sono stati coinvolti anche il Centro Diurno di Via Medaglie d’Oro, Feltre, della ULSS 1 Dolomiti e l’Associazione provinciale ASSI.
Esso ha uno sviluppo biennale (2017-2019); le uscite nel territorio hanno cadenza bimestrale, e sono coordinate, sul campo, dalle Guide del Parco, Cooperativa “Mazarol”, con la responsabile Flora Rossi ed alcuni suoi colleghi; a documentare le passeggiate c’è un operatore con il supporto di un drone.
Si è iniziato a settembre con la gita in Val Canzoi, lungo il sentiero che fa capo al Centro Educazione Ambientale “la Santina”; a novembre tutti a Col dei Mich Sovramonte, a percorrere il circuito che si diparte da “L’Antica Torre”. Nell’ultima domenica di febbraio era programmata la passeggiata con le”ciaspole”, sul Monte Avena, che ha avuto il battesimo della neve, essendosi svolta sotto una fitta nevicata.
Tutte le uscite hanno avuto oltre cinquanta partecipanti: i più piccoli, infatti, potevano invitare anche fratelli e compagni di scuola; erano accompagnati da genitori e familiari, che seguivano il percorso, a “debita distanza” dai propri figli e con altra guida. La passeggiata di primavera si è svolta lungo il percorso ciclo-pedonale che da Pian di Vedoia scende verso Ponte nelle Alpi, partendo a ridosso di un antico mulino.

Ogni uscita, poi, è seguita nei giorni successivi, da incontri di riflessione ed elaborazione: i giovani adolescenti ed adulti si ritrovano con Flora Rossi e le Operatrici AIPD per discutere sugli aspetti naturalistici ambientali dell’esperienza fatta, oltre a visionare foto e video, che costituiranno la base di una nuova guida turistica.
I più piccoli, coi loro fratelli o coi loro amici, già coinvolti nelle escursioni, svolgono questo tipo di elaborazione con laboratori artistici, che uniscono attività musicale e pittorica. Le guide di questi laboratori sono due artisti, che da anni collaborano con l’AIPD Belluno: Giovanni Sogne, pittore e decoratore, e, come tale, restauratore e creatore di meridiane, e Nelso Salton, musicista eclettico e fantasioso nell’uso di strumenti originali.

Print Friendly