“Sicuramente Abili”

E’ online il video “Sicuramente Abili“, realizzato nell’ambito dell’omonimo progetto del CSV Belluno, finanziato dalla Fondazione Aifos, Fondazione Associazione italiana formatori e operatori della sicurezza sul lavoro, che prevede la diffusione di materiali educativi su come operare in caso di emergenza, in ogni condizione fisica o psichica. Oltre il video sono disponibili anche delle carte illustrate.

Il video è pensato per le persone con disabilità intellettiva, è stato realizzato da Roberto Bristot, e spiega, attraverso una voce narrante e vignette come agire in caso di rischio incendio, elettrico, chimico, e come leggere la segnaletica e comportarsi in caso di emergenza.

Anna Contardi, coordinatrice AIPD Nazionale, ha fornito la consulenza per i testi ad alta comprensibilità, e i giovani e gli operatori di AIPD Belluno hanno testato il video e le carte.

“Scacco al bullo”, al via un nuovo concorso FISH

comunicato stampa FISH
Scacco al bullo, al via un nuovo concorso

«Le colonne dei giornali troppo spesso riportano angosciose vicende di violenza e di bullismo. Sovente riguardano anche persone con disabilità e, a rendere ancora più inquietanti questi fatti, sono investiti minori. C’è una linea comune che unisce questi episodi: l’aggressione contro chi appare diverso o più debole
Così il Presidente Falabella introduce i temi dell’ultima iniziativa della FISH. La Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap si rivolge in questo caso alle ragazze e ai ragazzi che frequentano le scuole superiori di secondo grado per proporre loro il concorso “Scacco al bullo”.

Il concorso è realizzato all’interno del più ampio progetto “SOS Bulli! Coinvolgere i ragazzi è sempre la soluzione migliore”, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.
Ma l’iniziativa conta anche sulla collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni (UNAR).

«Ci rivolgiamo volutamente ai giovanissimi sia per incentivare e premiare la loro creatività che per favorire al più presto la consapevolezza attorno ad aspetti di grande rilevanza sociale e convivenza civile

Il concorso “Scacco al bullo” infatti raccoglie opere (foto, racconti brevi, cortometraggi) incentrate sulla consapevolezza e sul contrasto al bullismo in tutte le sue forme, a prescindere dagli ambiti in cui si manifesti (scuola, società, social, web) e di chi siano le vittime.
Le migliori creatività per ogni categoria verranno premiate dopo attenta valutazione di una apposita giuria.
Tutte le indicazioni per partecipare al concorso sono disponibili nel sito www.scaccoalbullo.it

C’è tempo fino al 16 novembre prossimo.

Assemblea Generale EDSA

In corso a Madrid, l’annuale riunione dei membri di EDSA, Europea Down Syndrome Association.
Dal 26 al 28 ottobre 2018 i rappresentanti delle associazioni aderenti alla federazione europea si incontrano per discutere dei temi e delle attività in agenda per il 2019. Presente in qualità di vicepresidente Anna Contardi. Nella giornata di sabato 27 in programma un seminario sull’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down nel corso del quale Contardi presenterà l’esperienza AIPD.

Due tirocini e un convegno per AIPD Livorno

AIPD Livorno organizza per la serata di lunedì 29 ottobre 2018 il convegno “Chi trova un lavoro trova un tesoro”, che si terrà presso il Parco del Mulino.
L’evento è occasione per presentare al territorio il  progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro“ cui la sezione partecipa e nell’ambito del quale ha già avviato i tirocini di Giulia Violani e Martina Volpe presso la stessa struttura del Parco del Mulino.

AIPD Livorno ha aderito all’iniziativa con 1 operatrice e le due giovani con sindrome di Down che saranno impegnate nelle attività previste dalla Linea 3 (Imparare un lavoro).

Una nuova lavoratrice per AIPD Napoli

Emmanuela Nuzzolese di Napoli, ha iniziato a lavorare il 22 ottobre 2018, presso il locale McDonald’s di Pompei, con un contratto a tempo indeterminato.
La giovane, 28 anni, negli anni scorsi ha partecipato, insieme all’AIPD Napoli, a due progetti di AIPD Nazionale dedicati all’inserimento al lavoro (“Lavoriamo in rete“, finanziato da Fondazione CONILSUD,  e “Lavoratori a 6 stelle“, finanziato da EBITEMP), e la sua tenacia e quella della sua famiglia è stata determinante per arrivare a questo risultato.

 

“Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti”, il seminario

Dal 22 al 26 ottobre 2018 si svolgerà, a Roma presso il Roma Scout center, il seminario di orientamento al lavoro per i futuri lavoratori del progetto “Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti“.

L’iniziativa di AIPD Nazionale è finanziata dal Dipartimento per le Pari Opportunità, Avviso per il finanziamento di interventi per la “promozione delle pari opportunità nel campo dell’impresa privata, dell’arte, della cultura e dello sport a favore delle persone con Disabilità”, linea 1. Sono coinvolte 9 sezioni locali: Belluno, Cosenza, Frosinone, Grosseto, Latina, Oristano, Potenza, Roma, Vulture, che partecipano con un totale di 21 giovani con sindrome di Down e  10 operatori.
Il progetto, avviato a giugno, finora ha previsto un lavoro con le famiglie e i partecipanti (che hanno già realizzato 5 dei 10 incontri di orientamento locale in programma). Dal mese di settembre è stata avviata la sensibilizzazione finalizzata a trovare posti di lavoro (avvio tirocini da gennaio/febbraio) nei territori delle sezioni AIPD coinvolte.

I temi trattati al seminario sono: che vuol dire essere adulti e lavoratori, mestieri, ruoli e mansioni, comportamenti sul posto di lavoro, le parole del lavoro, curriculum vitae e colloqui di lavoro; sono previste visite in luoghi di lavoro dove sono impegnati giovani con sindrome di Down. La formazione riguarderà anche gli stessi operatori che avranno occasione di approfondire temi riguardanti l’impostazione dei progetti di tirocinio, il tutoraggio e il lavoro con le aziende.

Questo seminario segue il primo realizzato nello scorso mese di giugno.

“Talkitt: Beta project”, un’app per bambini con sindrome di Down

L’Unità di Neuropsichiatria Infantile dell’IRCCS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, avvierà a breve il progetto “Talkitt: Beta project”: grazie ad un’applicazione mobile, suoni scarsamente comprensibili del parlato vengono tradotti in tempo reale in modo chiaro per favorire la comunicazione.

L’applicazione, installabile su Tablet o Smartphone, utilizza un sistema di intelligenza artificiale per il riconoscimento vocale e la sua traduzione.

Il progetto “Talkitt Beta Project” si propone di far utilizzare questo dispositivo innovativo di Comunicazione Aumentativa ed Alternativa a bambini/ragazzi con Sindrome di Down che abbiano difficoltà di produzione del linguaggio a partire dai 5 anni di età. L’ospedale Bambino Gesù sta selezionando partecipanti volontari al progetto, chi fosse interessato o volesse maggiori informazioni:
– dott.ssa Deborah Ruà: deborahrua@opbg.net
– dott.ssa Cristina Caciolo: cristina.caciolo@opbg.net
– dott.ssa Floriana Costanzo: floriana.costanzo@opbg.net

Sostegno a scuola. I risultati del sondaggio FISH

dal sito fishonlus.it

Due settimane fa, in concomitanza con l’inizio dell’anno scolastico, Fish, Federazione italiana superamento handicap, ha lanciato un sondaggio presso le famiglie con bimbi e ragazzi con disabilità, per comprendere al meglio quale fosse la qualità dell’inclusione scolastica. Già le precedenti segnalazioni apparivano infatti piuttosto inquietanti: ritardi nell’assegnazione di insegnanti di sostegno, assenza di assistenti all’educazione o alla comunicazione, lacune nell’assistenza igienica e materiale e altri elementi che impattano negativamente sulla frequenza scolastica.

Ora sono arrivati i primi dati, che Fish diffonde oggi.
Hanno risposto 1.600 famiglie. Di queste, il 41% denuncia la mancanza della figura del sostegno e fra queste il 30% dichiara pure di essere stato invitato a non portare a scuola il proprio figlio o a ridurne la frequenza.
Altro dato preoccupante è quello relativo alla reale specializzazione degli insegnanti di sostegno assegnati: solo il 30% risulta in possesso, secondo le famiglie, dei relativi titoli.

«Lo scenario è più preoccupante di quanto già non temessimo – sottolinea Vincenzo Falabella, presidente della Federazione –. Ciò impone la necessità di un confronto immediato con il ministro dell’Istruzione anche alla luce di vari ‘rumors’, che ci auguriamo infondati, che riportano intenti circa un possibile intervento per la mobilità degli insegnanti di sostegno che sarebbe causa di ulteriore disagio per migliaia di studenti e studentesse con disabilità, un altro ostacolo al diritto allo studio sancito dalla nostra Costituzione. Continueremo a sollecitare l’attuazione dei decreti applicativi della legge sulla ‘buona scuola’, rimarcando che i diritti dei docenti sono finalizzati alla realizzazione e tutela dei diritti degli studenti con disabilità».

“Una persona con sindrome di Down può/deve lavorare?”

AIPD Termini Imerese ha organizzato un incontro che si terrà sabato 13 ottobre 2018 alle ore 17.00 presso la Casa del Volontariato del comune siciliano.
L’evento è occasione per presentare al territorio le attività che la sezione metterà in atto nell’ambito della sua partecipazione al progetto nazionale “Chi trova un lavoro trova un tesoro“. AIPD Termini Imerese ha aderito all’iniziativa con due operatori e 4 giovani con sindrome di Down che saranno impegnati nelle attività previste dalla Linea 2 (Imparare a lavorare).

“Let’s work together”

AIPD Cosenza organizza il convegno “Let’s work together” per presentare i due progetti, promossi da AIPD Nazionale, cui partecipa, “Chi trova un lavoro trova un tesoro” e “Lavoratori con sindrome di Down, da assistiti a contribuenti“, realizzati rispettivamente con il contributo del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e del Dipartimento per le Pari opportunità.

Per ciascuna iniziativa, la sezione ha aderito con una operatrice e due giovani con sindrome di Down. Al progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro” i giovani coinvolti saranno impegnati nelle attività previste dalla Linea 3 (Imparare un lavoro).

L’evento si terrà a Rende, venerdì 12 ottobre 2018 alle ore 18, presso l’Hotel San Francesco. Presente, per AIPD Nazionale, Andrea Sinno del “Telefono D“.

GNPD18 iniziative sezioni

Oltre agli stand informativi nelle piazze italiane, le sedi locali dell’AIPD stanno organizzando eventi e iniziative sul territorio; ne riportiamo l’elenco, in via di costante aggiornamento.

Bari: accoglierà con un gruppo di giovani e operatori tutti coloro che vorranno avere informazioni venerdì 12, dalle ore 10,00 alle 13,00, presso la Libreria La Feltrinelli Bari di Via Melo.

Belluno: domenica 14, ore 9.30, “Arriviamo con il nostro passo”, giro con il Club Amici della Topolino della Provincia di Belluno.

Brindisi: venerdì 12 alle ore 13 intervento alla radio “Ciccio ciccio”, nella trasmissione “I cavalli di battaglia” con intervista a Fabio Zaccaria, il primo giovane con sindrome di Down inserito al lavoro dalla sezione.

Caltanissetta: domenica 14, maratona non agonistica “Corri con me”, alle ore 10.00.

Caserta: “Torneo delle Regioni 2018” manifestazione di calcio a 5 riservata ad atleti con sindrome di Down provenienti da 8 regioni italiane: Piemonte, Abruzzo, Campania, Veneto, Sicilia, Puglia, Umbria e Calabria. 12-13-14 ottobre a Santa Maria a Vico.

Cosenza: 12 ottobre, convegno “Let’s work together”, alle ore 18.000 presso l’Hotel San Francesco di Rende.

Frosinone: venerdì 12 alle ore 17, presso la biblioteca comunale di Pontecorvo, proiezione del film “L’Ottavo giorno”, incontro al quale parteciperanno il sindaco, l’assessore ai servizi sociali e l’assessore alle pari opportunità.

Marca trevigiana: sabato 13, “Indovina chi serve la cena”, Sala Polivalente di Salgareda

Potenza: aperitivo solidale, venerdì 12, presso la caffetteria Chico Cafè.

Roma: venerdì 12 presso il punto Erickson Roma di Viale Etiopia 20, dalle ore 15.30 alle 19 un gruppo di giovani della sezione sarà a disposizione per dare informazioni; domenica 14 dalle 10 alle 13 in Santa Maria in Trastevere, sarà presente una rappresentanza dei Carabinieri con le unità cinofile, e Martina Stella e i soci della Sezione di Roma distribuiranno la tavoletta di cioccolato fondente.

Sud Pontino: domenica 14 ottobre “Scopriamo l’altra metà”, dalle ore 11.30 per l’intera giornata presso la Villa Comunale di Formia (spettacolo di animazione, sfilata e concerto del gruppo Folk Internazionale “Laurianum”, esibizione di “Basket forever asd”, “Un canestro da favola senza barriere” e Centro minibasket Pallacanestro Fabiani)

Termini Imerese, sabato 13, incontro “Una persona con sindrome di Down può/deve lavorare?”, ore 17.00, Casa del Volontariato

“Chi trova un lavoro trova un tesoro”, avviato il secondo tirocinio

E’ Davide Zanchi, giovane con sindrome di Down di AIPD Bergamo, il secondo tirocinante del progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro“, realizzato da AIPD Nazionale con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – art. 72 del Codice del Terzo Settore, D. Lgs N. 117/2017 – annualità 2017.
L’iniziativa, avviata a luglio 2018, prevede l’avviamento/inserimento al lavoro di almeno un centinaio di persone con sindrome di Down nel corso di 18 mesi nei territori delle 26 sedi AIPD coinvolte.

Dopo il primo tirocinio realizzato da AIPD Roma, è AIPD Bergamo a segnalare l’avvio del tirocinio di Davide, impegnato da lunedì 8 ottobre 2018 presso il negozio Decathlon di Seriate per sei mesi, con un orario di 20 ore settimanali.
Operatrice dell’AIPD di Bergamo impegnata nel progetto è Francesca Marinelli.

Ci piace evidenziare il fatto che il tirocinio di Davide è frutto della sinergia messa in campo tra le risorse disponibili grazie al progetto “Chi trova un lavoro trova un tesoro” e la rete di collaborazione con le aziende attivata dall’Osservatorio sul Mondo del lavoro AIPD: con la catena Decathlon infatti, AIPD ha siglato lo scorso mese di febbraio un protocollo di intesa volto a favorire la realizzazione di inserimenti al lavoro di persone con sindrome di Down.

 

Mondiali Basket IBA21, oro alla Nazionale Azzurra

La Nazionale azzurra di atleti con sindrome di Down, già campioni europei, si è laureata campione del mondo ai recenti Mondiali di Basket IBA21. La manifestazione sportiva si è svolta a Madeira, in Portogallo, dal 1° all’8 ottobre 2018.
Complimenti a tutta la squadra, di cui una parte è formata da giovani di AIPD Oristano: Leocata, Silesu, Spiga, Ciceri, Lafornara, Venuti. A guidarli l’allenatore Mauro Dessi e il tecnico Giuliano Bufacchi.

Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down 2018

LE PIAZZE CON I PUNTI INFORMATIVI AIPD

Gli eventi delle sezioni AIPD nel territorio


COMUNICATO STAMPA GIORNATA NAZIONALE DELLE PERSONE CON SINDROME DI DOWN

AIPD LANCIA LA CAMPAGNA
“NON GUARDARMI SOLO A METÀ. Oltre la sindrome c’è una persona intera”
INFORMAZIONI E CIOCCOLATO SOLIDALE IN OLTRE 35 CITTA’ ITALIANE

gnpd18397x561Roma, 2 Ottobre 2018. Ancora oggi nell’immaginario comune si tende a leggere le persone con sindrome di Down solo attraverso la loro condizione genetica e sono ancora comuni molti stereotipi: tutti affettuosi, amanti della musica, eterni bambini…. Ma le persone con sdD sono Martina, Giovanni, Luigi… persone che assomigliano ai loro genitori, con passioni e competenze diverse e con in comune un cromosoma in più.
Quest’anno, con la campagna “NON GUARDARMI SOLO A METÀ”, realizzata in collaborazione con gli studenti della RUFA (Rome University of Fine Arts), l’AIPD torna a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla realtà delle persone con sindrome Down in occasione della Giornata Nazionale delle Persone con la sindrome di Down che si celebra il 14 ottobre. «Sicuramente le persone con sdD sono oggi più conosciute di un tempo – spiega il presidente dell’Associazione Italiana Persone Down Paolo Virgilio Grillo lanciando la campagna AIPD 2018 – ma c’è bisogno di maggiore conoscenza e di scoprire che molte cose sono cambiate, oggi le sfide maggiori riguardano la vita adulta, oltre il 60% di queste persone sono adulte e va data risposta al loro bisogno di casa, di affetti, di occupazione».

La campagna “NON GUARDARMI SOLO A METÀ” ha come obiettivo quello di invitare le persone ad andare al di là delle apparenze e dei pregiudizi e di promuovere l’incontro e la conoscenza. Non si chiede di distogliere lo sguardo, ma anzi di guardare e conoscere le persone interagendo con loro per quello che sono, non per quello che sembrano. Per questa ragione saranno proprio le persone con sdD le protagoniste degli eventi previsti per la Giornata e cureranno in prima persona i punti informativi e di raccolta fondi.

A partire dal 13 ottobre, in più 100 piazze site in oltre 35 città italiane, l’Associazione Italiana Persone Down sarà presente con materiale informativo ed offrirà, a fronte di una donazione minima di 5 euro, tavolette di cioccolato biologico (fondente al 70%) per sostenere i progetti dell’AIPD sul territorio. Le tavolette di cioccolato, saranno disponibili anche presso gli hotel Melià (partner dell’iniziativa) di Roma, Genova e Milano e presso il ristorante Romeo in Piazza dell’Emporio, 28 a Roma.

Sostegno a scuola: un sondaggio per le famiglie

FISH ha deciso di avviare un sondaggio alla luce delle denunce che stanno pervenendo da tutte le Regioni (direttamente al ministero, alle associazioni, agli organi di stampa o sui social) non solo da parte delle famiglie, ma anche dagli stessi docenti e dirigenti scolastici riguardo la carenza degli insegnanti di sostegno e delle figure professionali necessarie all’inserimento e inclusione scolastica degli studenti con disabilità.
Per facilitare il lavoro di raccolta dei casi e la loro trasmissione successiva al Ministero dell’Istruzione, il questionario è online e può essere compilato al seguente link:
https://angsalazio.typeform.com/to/q2cnMa

Il questionario è anonimo e la sua compilazione molto veloce.
Sarebbe importante avere un consistente numero di dati quanto prima in quanto, pur non avendo velleità di attendibilità statistica, i risultati verranno presentato durante l’incontro urgente che la FISH sta richiedendo al MIUR per rivendicare il diritto allo studio delle persone con disabilità, perché la scuola inizia lo stesso giorno per tutti.

Continuità didattica dei docenti per il sostegno

L’Osservatorio Scolastico AIPD ricorda che la legge n° 107/15 della “buona scuola”, al comma 181 lett. c) punto 2, ha espresso il principio di garantire la continuità del diritto allo studio degli alunni con disabilità, in modo da rendere possibile allo studente di fruire dello stesso insegnante di sostegno per l’intero ordine o grado di istruzione.

In verità l’art. 14 del D.Lgs. n° 66/17, applicativo di tale legge, non ha soddisfatto in pieno questo principio, in quanto non può ancora garantirsi in concreto la continuità di un docente da un anno al successivo, mancando un decreto ministeriale che regolamenti questa possibilità.

Però, il comma 4 dell’art. 14 garantisce da subito almeno la continuità di un solo docente nel corso dello stesso anno scolastico, richiamando espressamente l’articolo 461 del Testo Unico (D.Lgs. n° 297/94) che recita testualmente:

“1. Non si dà luogo a spostamenti di personale dopo il ventesimo giorno dall’inizio dell’anno scolastico (1 settembre, n.d.r.), anche se riguardano movimenti limitati all’anno scolastico medesimo e anche se concernenti personale delle dotazioni organiche aggiuntive.
2. I provvedimenti che comportino movimenti di personale già in attività di insegnamento, adottati dopo il ventesimo giorno dall’inizio dell’anno scolastico, salvi gli effetti giuridici, sono eseguiti, per quanto riguarda il raggiungimento della nuova sede, dopo l’inizio dell’anno scolastico successivo.”

Ciò significa che i docenti di sostegno che hanno iniziato ad insegnare in una scuola non possono essere spostati in altra sede dopo il 20 settembre.
Questa norma evita l’avvicendarsi di più di un docente di sostegno nel corso dello stesso anno scolastico, cosa che invece avviene in maniera frequente, specie nei primi mesi di ogni anno scolastico.

Si raccomanda alle associazioni di ricordare e diffondere questa norma tra le famiglie, le scuole e gli Uffici Scolastici Regionali, in modo da far valere il diritto alla continuità almeno durante lo stesso anno scolastico.


Per approfondimenti vedi la scheda n° 554. Più luci che ombre nel decreto legislativo sull’inclusione scolastica (DLgs 66/17), nella parte che riguarda l’art. 14 o contatta l’Osservatorio Scolastico all’indirizzo scuola@aipd.it.