L’AIPD di Mantova al Consiglio Comunale

L’AIPD di Mantova al Consiglio Comunale

Dopo il precedente incontro di preparazione tenutosi col sindaco di Mantova, Mattia Palazzi durante il quale i ragazzi hanno approfondito cos’è e come si svolge una seduta consiliare, lo scorso 28 aprile 2016 presso il Consiglio Comunale di Mantova, i ragazzi dell’AIPD locale per la prima volta hanno simulato una seduta consiliare, nell’ambito del progetto “Diritto ai Diritti” volto a promuovere la partecipazione attiva alla vita sociale di adulti con sindrome di Down.
Presenti all’appuntamento l’Assessore al Welfare Andrea Caprini, il Presidente del Consiglio Comunale di Mantova, Massimo Allegretti,  i consiglieri Comunali, Pierluigi Bashieri, Paola Radaelli e Sabrina Bottardi.
Durante l’incontro i 12 giovani della sezione si sono suddivisi in 2 gruppi, ovvero Maggioranza e Opposizione e hanno proposto ai Consiglieri Comunali alcuni temi da affrontare: l’argomento più apprezzato è stato il problema del trasporto pubblico serale, dopo le 20. È stato importante l’approccio che ogni ragazzo ha avuto rispetto alla tematica e alle figure politiche di riferimento, proprio perchè lo scopo di questo incontro era far comprendere e approfondire meglio la prassi della politica attraverso il reale confronto con le Istituzioni. A fine seduta i giovani dell’ATL di Mantova con gli operatori Riccardo Bonfà, Nicola Cenzato e Sara Telasi, insieme all’Assessore hanno festeggiato questo incontro con un aperitivo.

L’AIPD di Mantova  ringrazia l’amministrazione comunale e le figure politiche per la massima disponibilità nell’aver organizzato e partecipato a questo incontro, non semplice in special modo per la coordinazione degli impegni di tutti.

Nell’ambito del progetto Diritto ai Diritti partecipano le sezioni di Arezzo, Bari, Belluno, Caserta, Catanzaro, Latina, Mantova, Marca Trevigiana, Milazzo – Messina, Oristano, Pisa, Potenza, Reggio Calabria, Roma, Termini Imerese, Venezia – Mestre e Versilia.
Per maggiori informazioni potete visitare la pagina facebook del  progetto