Il caso del nido di Ferrara

Il caso del nido di Ferrara

Comunicato Stampa Coordown
13 ottobre 2015

COORDOWN ACCOGLIE CON SODDISFAZIONE LA NOTIZIA DELLE DIMISSIONI DI MASSIMO MASOTTI, VICEPRESIDENTE DELL’ORDINE DEI MEDICI DI FERRARA
IMPORTANTE LA RISPOSTA DELL’OPINIONE PUBBLICA E L’ATTENZIONE DEI MEDIA ALLE DICHIARAZIONI DISCRIMINATORIE NEI CONFRONTI DELLE PERSONE CON SINDROME DI DOWN

Sergio Silvestre, Presidente Nazionale di CoorDown: “Frasi incresciose e gravemente offensive, dimissioni inevitabili. Soddisfatti per la grande risposta della società civile, è necessario continuare sulla strada della corretta informazione, anche presso gli addetti ai lavori e gli operatori socio-sanitari”.

CoorDown Onlus accoglie con soddisfazione la notizia delle dimissioni di Massimo Masotti dalla carica di vicepresidente dell’Ordine dei Medici di Ferrara e ritiene opportuna e tempestiva la presa di posizione dell’ordine professionale che le ha immediatamente accolte e proceduto alla sua cancellazione dall’Albo. Il medico ferrarese, ormai in pensione ma con ancora incarichi istituzionali importanti, si era reso protagonista nei giorni scorsi di un grave episodio di discriminazione con un post su Facebook nel quale commentava la decisione della mamma di Ferrara di ritirare la figlia dall’asilo per la presenza nelle aule di un’assistente con la sindrome di Down. Masotti aveva scritto che anche lui “avrebbe riportato a casa i suoi nipoti, perché i Down vanno bene in cucina o a fare giardinaggio”. Una dichiarazione molto grave, che si aggiunge alle altre spiacevoli cronache della scorsa settimana, e che ci ha improvvisamente riportato indietro nel tempo, in un clima culturale impregnato di pregiudizi, ignoranza e luoghi comuni. Parole che sono apparse ancora più pesanti perché pronunciate da un medico con una lunga esperienza professionale alle spalle dal quale ci si aspetta correttezza di informazione, un alto livello di preparazione e soprattutto un apporto di carattere scientifico al dibattito pubblico. CoorDown ritiene che la decisione del medico di dimettersi dalla carica di vice dell’Ordine dei Medici di Ferrara sia un gesto di responsabilità, dovuto e inevitabile.
«Vogliamo ringraziare le tantissime persone che in queste ultime ore ci hanno mostrato solidarietà – afferma Sergio Silvestre, Presidente Nazionale di CoorDown ‐ e tutti quelli che hanno partecipato lo scorso 11 ottobre, in oltre duecento piazze italiane, alla Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down. Ci dispiace che il medico di Ferrara non abbia ritenuto opportuno scusarsi. Al tempo stesso questo grave episodio, insieme a quelli della scorsa settimana, ci spronano a lavorare ogni giorno con grande impegno sulla strada della sensibilizzazione e della corretta informazione, strumenti sempre più necessari per costruire una cultura della diversità. È fondamentale che l’opinione pubblica sia maggiormente sensibilizzata sul tema dell’inclusione e acquisisca più consapevolezza sulle reali potenzialità delle persone con sindrome di Down, che sono molte. Un’attività di comunicazione che è necessaria anche nei confronti di educatori e assistenti sociali e perfino, come questo caso ci dimostra, nei confronti di medici e operatori sanitari».

Ufficio Stampa CoorDown Onlus:
Federico De Cesare Viola (responsabile) m.+39 339 5390620
Oreste Torre m. +39 349 4983469
ufficiostampa@coordown.it
www.coordown.it
www.facebook.com/coordown
www.twitter.com/coordown