I primi risultati della campagna di sensibilizzazione AIPD sul voto: più persone con sindrome di Down andranno consapevoli alle urne

Qui il comunicato stampa in pdf

Sono 186 le persone con sindrome di Down maggiorenni che voteranno alle prossime elezioni politiche e amministrative a Roma preparate da AIPD. Dai nuovi elettori agli adulti, tutti sono stati formati nell’ultimo mese alla consapevolezza del voto, attraverso incontri, attività e simulazioni che hanno coinvolto i partecipanti ai vari progetti di Autonomia dell’AIPD.

Sul territorio hanno lavorato sul tema tutte le Sezioni AIPD: al Nord Pisa ha organizzato tre incontri di formazione con i propri soci, traducendo in alta comprensibilità anche due programmi politici (del Partito Democratico e della Lista Civica con Monti per l’Italia). I partecipanti sono stati 40. Per il Sud la Sezione AIPD di Caserta si è attivata con tre incontri coinvolgendo 15 partecipanti. Sono stati questi i risultati della campagna “IL MIO VOTO CONTA!”, lanciata il 31 gennaio 2013 da AIPD per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del diritto di voto alle persone con disabilità intellettiva.

“La risposta delle persone con sindrome di Down è stata molto forte – spiega Anna Contardi, coordinatrice nazionale AIPD – hanno partecipato con entusiasmo agli incontri di formazione per un voto consapevole, sono stati motivati, interessati e partecipi”. Deludente invece per AIPD la risposta dei partiti politici: “Pur sollecitati – sottolinea Contardi – nessuno si è poi impegnato concretamente nella stesura di un programma ad alta comprensibilità, anche se avevamo offerto il nostro supporto e aiuto per espletare tale gesto di civiltà e di rispetto per tutti i cittadini, disabili e non. Sicuramente sono stati più lenti delle persone con sindrome di Down nel cogliere il cambiamento”.