Grazie Papa Francesco per le tue parole sul tema della diversità

COMUNICATO STAMPA

L’Associazione Italiana Persone Down esprime un caloroso grazie a Papa Francesco per le sue parole che spazzano via i pregiudizi, nei confronti delle persone con disabilità, che ancora affiorano talvolta nella Chiesa stessa, mentre ai suoi piedi giocano due bambine con la sindrome di Down.

“Tutti abbiamo la stessa possibilità di crescere, di andare avanti, di amare il Signore, di fare cose buone, di capire la dottrina cristiana e tutti abbiamo la stessa possibilità di ricevere i sacramenti. Capito?”
Sono queste le parole di Papa Francesco durante il Convegno per persone con disabilità promosso dalla Cei, per i 25 anni del Settore catechistico a loro dedicato, tenutosi domenica 11 giugno 2016.
In occasione di questo evento il Pontefice ha affrontato il tema della diversità delle persone con disabilità.

Durante l’incontro il Papa, circondato da una vivace folla, desiderosa di ascoltare le sue parole, afferma come la diversità sia fonte di ricchezza, in quanto elemento di cambiamento che può aiutare le persone a superare quella paura che si crea davanti a una nuova situazione. Molto spesso è più facile e meno faticoso rimanere all’interno dei  propri limiti, anziché sforzarsi di vedere con occhi diversi l’altro in quanto richiedono impegno maggiore. La diversità, quindi, diviene ricchezza nel momento in cui è acquisita come “la strada per migliorare, per essere più belli e più ricchi” e si può diventare più ricchi anche solo attraverso un semplice gesto concreto: la stretta di mano. Oltre al tema della diversità come fonte di ricchezza, il Papa facendo l’esempio di Serena seduta sulla sedia a rotelle che parla di discriminazione, afferma  che tutti devono avere la possibilità di ricevere i sacramenti.
Come ultimo argomento il Pontefice afferma come nella pastorale della Chiesa si facciano molte cose belle, ma ancor più necessario è avere un “apostolato dell’orecchio” ovvero bisogna dare maggiore attenzione all’ascolto delle persone.

Il servizio completo con le parole di Papa Francesco si trovano sul SITO di  Radio Vaticana