Decreti “Buona Scuola”, AIPD apprezza l’apertura della Ministra Fedeli

Decreti “Buona Scuola”, AIPD apprezza l’apertura della Ministra Fedeli

comunicato stampa
GRILLO (AIPD): SODDISFATTI APERTURA MINISTRA FEDELI SU LICENZA TERZA MEDIA, ATTENDIAMO MODIFICA TESTO DEL DECRETO SULLA “BUONA SCUOLA”

Roma, 10 febbraio 2017 – “Siamo soddisfatti dell’apertura della ministra sul tema degli esami conclusivi del primo ciclo (ex licenza media), speriamo che questa intenzione sia confermata dalla modifica del testo del decreto in cui ci attendiamo una specificazione relativa al conseguimento del diploma, fondamentale per il futuro dei nostri ragazzi”. Con queste parole Paolo Virgilio Grillo, presidente dell’Associazione Italiana Persone Down, commenta la precisazione della Ministra Fedeli sul tema del diploma conclusivo del primo ciclo fatta ieri in un comunicato stampa del Ministero dell’Istruzione.

La critica dell’Associazione Italiana Persone Down e delle altre associazioni che rappresentano il mondo della disabilità è relativa al fatto che lo schema di decreto della “buona scuola” sul tema della valutazione tolga di fatto la possibilità, attualmente prevista, di avere il diploma conclusivo del primo ciclo per gli alunni con disabilità che svolgano l’esame con prove differenziate basate sul proprio Piano Educativo Individualizzato. Lo schema di decreto parla della possibilità di ottenere infatti il diploma solo svolgendo l’esame con prove equipollenti agli altri alunni, tarate quindi sui programmi ministeriali e non sul poprio Piano Educativo Individualizzato. “In questo modo – spiega Nicola Tagliani, dell’Osservatorio scolastico AIPD – per gli alunni con disabilità intellettiva ci sarebbero state pochissime possibilità di ottenere la licenza, utile per l’inserimento nel mondo del lavoro. È incoerente che i decreti delegati che dovrebbero migliorare l’inclusione scolastica tolgano di fatto una possibilità attualmente prevista dalla normativa”.