Completato l’iter per la cittadinanza di Cristian, il 19 giugno il ragazzo presterà giuramento

Qui il comunicato stampa in pdf

Si conclude l’odissea di Cristian Ramos, il diciottenne con sindrome di Down figlio di madre colombiana che si era visto negare la cittadinanza perché giudicato incapace di prestare il necessario giuramento per completare l’iter burocratico per diventare italiano a tutti gli effetti.
Oggi la famiglia ha ricevuto la comunicazione ufficiale: Cristian si presenterà il 19 giugno 2013 all’anagrafe del suo quartiere per prestare giuramento, il decreto di concessione di cittadinanza è
stato infatti finalmente firmato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. “Siamo felicissimi, finalmente si conclude questo lungo percorso di riconoscimento dei diritti di mio figlio
e, speriamo, per tutte le persone con sindrome di Down – ha raccontato commossa la madre di Cristian, Gloria Ramos – ora speriamo che facciano una legge che dia questo diritto a tutti”.
“Dopo aver supportato in ogni modo possibile questa sacrosanta battaglia – spiega Andrea Sinno, l’operatore di Telefono D, linea utile dell’Associazione Italiana Persone Down, si è occupato della
questione – ci uniamo alla felicità di Cristian e di mamma Gloria, sperando che il buon esito della vicenda serva a richiamare l’attenzione sulla necessità delle modifiche alla normativa in tema di
acquisizione della cittadinanza (L. 91/92) nelle parti in contrasto con quanto disposto dall’art. 18 della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, ratificata dall’Italia con L. 18/09.”