Passa al

L’organizzazione

L’AIPD è una ONLUS, cioè Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale.
“Non lucrativa” vuol dire che l’associazione non vuole guadagnare soldi per metterli da parte, ma utilizza tutti i suoi soldi per fare attività utili.

La maggior parte dei soci sono genitori e persone con sindrome di Down, ma chiunque può diventare socio. Per i soci dell’associazione esistono alcune agevolazioni.
Ogni tre anni i soci nella Assemblea eleggono i loro rappresentanti.
Il Consiglio di Amministrazione è il gruppo di persone elette dai soci per prendere le decisioni che riguardano l’associazione.
Il Collegio dei Revisori dei Conti è il gruppo di persone che controlla che i soldi dell’associazione sono spesi bene.

Il Collegio dei Probiviri è il gruppo che aiuta a mettere d’accordo i soci se c’è qualche problema.

Esiste poi il Comitato Scientifico, un gruppo di esperti in varie materie (medicina, psicologia, educazione, diritti) che aiuta l’AIPD ad essere informata soprattutto nel campo delle novità scientifiche.

L’Associazione Italiana Persone Down ha 51 Sezioni in Italia.

L’AIPD lavora con altre associazioni per avere più voce.
Fa parte di:

  • FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap)
  • e in Europa fa parte di:
  • EDSA (European Down Syndrome Association)
  • FID (Forum Italiano per la Disabilità).

AIPD ha poi molti contatti con altre associazioni di persone con sindrome di Down di tutto il mondo.

Qui trovi lo Statuto, le Linee-guida e il Curriculum.

L’Associazione Italiana Persone Down è una Onlus fondata sulla partecipazione e il coinvolgimento dei suoi soci.

Possono essere “soci ordinari” le persone con sindrome di Down e i familiari entro il IV grado, i tutori e gli amministratori di sostegno di persone con sindrome di Down.
Può inoltre essere “socio collaboratore” nelle Sezioni chiunque condivida gli scopi e le attività dell’Associazione e si impegni come volontario. È previsto anche il riconoscimento di “socio benemerito” per chi abbia acquisito particolari meriti nel sostenere l’Associazione
L’Associazione Italiana Persone Down ha 50 Sezioni in Italia.

Gli organi di governo

L’ Assemblea è organo sovrano rappresentativo della volontà dei Soci e le sue deliberazioni, prese in conformità alle leggi ed allo statuto sono vincolanti per tutti i Soci, ancorché non intervenuti o dissenzienti. È in assemblea che viene deliberato programma e bilancio e vengono eletti: il Presidente, il Consiglio d’amministrazione, il Collegio dei revisori e quello dei Probiviri.

Il Presidente, il cui mandato ha la durata di un triennio con rieleggibilità per non più di due mandati consecutivi, garantisce l’applicazione delle delibere del Consiglio, partecipa ai lavori del Comitato Consultivo Nazionale.

Il Consiglio di Amministrazione è formato dal Presidente e da 9 componenti che durano in carica un triennio e sono rieleggibili. Coadiuvano il Presidente nell’applicazione delle delibere del Consiglio.

Il Collegio dei Revisori è formato da tre persone, anche non Socie, nominate dall’Assemblea dei Soci che ne designa il Presidente, scelto possibilmente tra gli iscritti nel ruolo dei Revisori Contabili e negli Albi Professionali dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri. I Revisori durano in carica un triennio e comunque fino all’approvazione dell’ultimo bilancio consuntivo del periodo ed alle nuove nomine assembleari; sono rieleggibili.

Il Collegio dei Probiviri è formato da tre componenti, dura in carica un triennio e i suoi membri sono rieleggibili per non più di due mandati consecutivi. Decide per controversie interne all’Associazione e sulla radiazione dei Soci che sono stati deferiti dal Consiglio di Amministrazione; il suo lodo arbitrale è inappellabile. I Probiviri non possono essere contemporaneamente membri del Consiglio d’Amministrazione o del Collegio dei Revisori.

Esiste poi il Comitato Scientifico, un gruppo di esperti in varie materie (medicina, psicologia, educazione, diritti).

Sul piano nazionale l’AIPD fa parte di:
Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap (FISH);

Sul piano internazionale è membro di:
European Down Syndrome Association (EDSA), del cui Board Committee è membro e vicepresidente dal 2011 la coordinatrice nazionale delle attività AIPD Anna Contardi;
Forum italiano per la disabilità (FID), organo di coordinamento delle realtà italiane per la rappresentanza in Europa.