All’AIPD Belluno un aiuto dal mondo dello sport

All’AIPD Belluno un aiuto dal mondo dello sport

Riceviamo dall’AIPD di Belluno e pubblichiamo il seguente COMUNICATO STAMPA

Pieve di Cadore, 10 gennaio 2016. Bel gesto di solidarietà natalizia da parte dei giovani atleti dell’Unione Sportivi Ghiaccio Pieve di Cadore, società presieduta da Cristina Marchi : si allenano con costanza sulla pista del Palaghiaccio di Tai di Cadore, corrono e si battono nelle competizioni che li vedono spesso protagonisti in tanti stadi, dal Friuli Venezia Giulia al Piemonte, (nei primi giorni dell’anno hanno ben figurato a Torino, gare di Coppa Italia Giovanissimi e Campionati  Italiani assoluti), ma non ignorano l’esistenza di persone che hanno bisogno di particolari attenzioni.
Così hanno deciso di devolvere il loro premio natalizio all’Associazione Italiana Persone Down di Belluno, dopo aver letto, sulla stampa locale, delle varie iniziative che l’associazione stessa svolge in favore delle persone con sindrome di Down della nostra provincia. L’AIPD Belluno ringrazia i giovani pattinatori dell’USG di Pieve di Cadore con l’augurio di sempre felici e divertenti stagioni sportive.
Rimanendo in tema, tra le varie iniziative, già da tempo, L’AIPD Belluno ha promosso anche l’attività fisica e sportiva, consapevole che, anche per le persone con sindrome di Down, come per tutti, essa apporta benessere psico-fisico. Tra pochi giorni, per esempio, riprende l’attività di ginnastica presso la Palestra “Elisa” di S. Giustina, ed a fine mese, in Valle di Zoldo, sulle piste di PalaFavera, si svolgerà la nona edizione della Tre Giorni dedicata agli sports invernali. Quest’ultima manifestazione avviene grazie alla collaborazione con l’ASD Sci di Fondo Val Zoldana e vede la partecipazione di persone con sindrome di Down, non solo della provincia di Belluno, ma anche provenienti da altre zone del Veneto o da altre regioni italiane.