Scheda n.476.

Anche gli alunni con DSA e altri BES tutelati agli esami di licenza media (Nota 3587/14)

  • Valutazione ed Esami

La Nota Ministeriale prot. n° 3587/14, che integra la C.M. permanente n° 48/12 sugli esami di licenza media, ha introdotto interessanti novità a vantaggio degli alunni con DSA e con altri BES.

Infatti la precedente Circolare non forniva norme esplicite su questi casi, invece questa Nota richiama, a favore degli alunni con DSA, le norme di tutela sulla valutazione contenute nell'art. 10 del DPR n° 122/09, nella L. n° 170/10, nel D.M. del 12/07/2011 di trasmissione delle Linee-Guida per gli alunni con DSA e la normativa seguente.

Quindi a tali alunni si potranno applicare strumenti compensativi e la sola misura dispensativa concernente la sostituzione della prova scritta di lingua straniera con quella orale, ribadendo la sola possibilità di conseguimento dell'attestato per quanti ottengono l'esonero dallo studio e dall'esame di lingua straniera.

Ancor più interessante il riferimento esplicito agli alunni con altri BES di cui alla Direttiva del 27/12/2012 e successive norme. E' chiaramente detto che la commissione deve tener conto della individuazione di tali alunni operata dal consiglio di classe e delle misure compensative contenute nel loro PDP. Sono espressamente vietate tutte le misure dispensative.

--------------------------------------------------------------------------------------

OSSERVAZIONI

Questa Nota è interessante perchè colma delle omissioni contenute nella C.M. base n° 48/12. Infatti, anche se la normativa degli alunni con DSA era già contenuta in numerose norme, averla raccolta in un unico atto normativo concernente gli esami di licenza media, giova certamente al lavoro delle commissioni di esame ed alla conoscenza dei propri diritti da parte di alunni e famiglie.

Assai interessante è inoltre l'espresso riferimento alla normativa sui casi di altri BES perchè fa emergere a livello di esami i diritti già garantiti durante lo svolgimento degli anni scolastici. In particolare il fatto che venga negato l'uso di strumenti dispensativi deve ritenersi giustificabile con il fatto che l'unica dispensa per gli alunni con DSA concernente la prova scritta di lingua straniera è eccezionalmente stata dettata nel loro favore e quindi  non può essere estesa per analogia anche ad altri casi, come quelli di alunni con altri BES.

E' infine da ricordare che la giurisprudenza ha annullato alcuni esami di alunni con DSA a causa del mancato rispetto delle misure compensative previste nei PDP; lo stesso potrebbe accadere per i casi di altri BES ove le commissioni non rispettassero le norme contenute in questa Nota Ministeriale.

______________________________________________________________
Vedi anche le schede:

n° 342. Esami di Stato conclusivi del I ciclo – ex Licenza media (CM 46/11)
n° 408. DSA: la scuola deve rispettare il progetto didattico personalizzato elaborato dal consiglio di classe (TAR Liguria 1178/12)
n° 409. Anche il TAR Toscana annulla una bocciatura in un caso di DSA (Sent. 1719/12)


Pubblicato il 1/7/2014
Aggiornato il 1/7/2014Avvocato Salvatore Nocera
Responsabile dell'area Normativo-Giuridica dell'Osservatorio dell’AIPD sull’integrazione scolastica
Viale delle Milizie, 106
00192 Roma
06/3723909
06/3722510
Email:osservscuola.legale@aipd.it