AIPD ringrazia l’uscente Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

“Ringraziamo il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per avere creduto fortemente nei progetti di inclusione lavorativa delle persone con sindrome Down, aprendo il Quirinale per offrire loro la possibilità di lavorare nei giardini presidenziali, nelle cucine, nella biblioteca e nella tenuta di Castel Porziano”. Così Mario Berardi, presidente di AIPD Associazione Italiana Persone Down ringrazia pubblicamente l’uscente presidente della Repubblica che ha continuato la tradizione del precedessore Carlo Azeglio Ciampi di sensibilità e apertura al mondo della disabilità.
La collaborazione tra Quirinale e AIPD, attiva dal 1999, ha visto dal 2006 la crescita di una sinergia che ha portato quasi 300 persone con sindrome Down a vivere delle brevi esperienze di lavoro, utili e importanti come orientamento nell’acquisizione di competenze preziose per entrare nell’età adulta. Sono state 30 le sezioni AIPD coinvolte, da Belluno a Trapani, da Perugia a Caserta. “Per le persone con sindrome Down coinvolte – spiega ancora Berardi – l’esperienza di lavoro è stata ulteriormente significativa proprio per il contesto di grande prestigio nel quale sono stati accolti e formati”.

Nel 1999 si sono avviati i primi stage di una settimana per gruppi di 8/10 persone con sindrome Down nei giardini del Quirinale. I ragazzi, sempre accompagnati da due tutor dell’Associazione, si sono succeduti nei vari anni come giardinieri fino al 2011, contestualmente nel 2009 è stata offerta dal palazzo presidenziale la possibilità di effettuare brevi stage anche nelle cucine e nella biblioteca. Ultima esperienza, fortunatissima, è stata quella effettuata come reporter nella tenuta presidenziale di Castel Porziano nel 2013. Nella presidenza Napolitano è stato prezioso il sostegno, l’apertura e la collaborazione con la prof.ssa Giovanna Zincone consulente del presidente della Repubblica per i Problemi della coesione sociale.