Chiusura estiva degli uffici

Per la pausa estiva AIPD Nazionale rimarrà chiusa da lunedì 7 a venerdì 18 agosto 2017. Gli uffici riapriranno lunedì 21 agosto, l’invio della newsletter riprenderà venerdì 1 settembre.

A “Solid Ale Beer” di Catanzaro il Premio Solidarietà 2017

Al birrificio artigianale “Solid Ale Beer” è stato assegnato il Premio Solidarietà 2017, consegnato nel corso dell’evento che si è tenuto a Catanzaro lo scorso 23 luglio. Il birrificio, nato grazie all’iniziativa della cooperativa “Esperia”, ha sin dall’inizio coinvolto alcuni giovani con sindrome di Down che hanno iniziato il loro percorso lavorativo seguiti dall’AIPD di Catanzaro; oggi sono 6 i giovani impegnati (Alessandra, Ester, Federica, Manilo, Salvatore, e da poche settimane Valentina),  e per almeno la metà di loro di prospetta l’assunzione dopo l’estate. I ragazzi seguono la preparazione della birra in ognuna delle fasi di cui si compone, e il loro lavoro è supportato da Marina Dominijanni, tutor della sezione AIPD.

Il birrificio è operativo da ottobre 2016, e produce oggi tre tipi di birra, che è possibile acquistare, oltre che in numerosi punti vendita a Catanzaro, anche online. Che si tratti di un’impresa commerciale a tutti gli effetti che punta al mercato lo chiariscono le parole di uno dei fondatori del birrificio: “Il nostro obiettivo è quello di produrre una birra che sia buona, prima ancora che solidale. Vogliamo che la nostra sia un’impresa capace di vendere un prodotto, che se anche la prima volta viene comprato per sposare una buona causa, dopo deve essere richiesto perchè piace” (dall’articolo pubblicato sulla rivista “Catanzaro City magazine” a firma di Sabrina Mantelli).

Valerio Catoia, un “bagnino” davvero in gamba

L’episodio risale a qualche giorno fa, ed è stato riportato su molti giornali nazionali. Protagonista è Valerio Catoia, un giovane con sindrome di Down – socio dell’AIPD Latina -, che è intervenuto per aiutare una bambina in difficoltà tra le onde del mare di Sabaudia (Latina). Un gesto dettato non solo da generosità ma anche dalle competenze che Valerio possiede, essendo un nuotatore qualificato e soprattutto avendo frequentato un corso di salvataggio in mare.
Complimenti Valerio!

Qui si riportano alcuni degli articoli di siti online che hanno riportato la notizia:
http://www.ilmessaggero.it/latina/sabaudia_bambina_rischia_di_annegare_salvata_da_un_atleta_diversamente_abile-2562206.html
http://roma.repubblica.it/cronaca/2017/07/14/news/sabaudia_disabile_salva_mare-170801101/
http://www.leggo.it/italia/cronache/valerio_ragazzo_down_ha_salvato_bambina_stava_annegando-2562176.html

e sotto l’articolo della testata online superabile che riporta l’intervento sulla vicenda del ministro per lo sport Lotti e di Luca Pancalli, presidente del Comitato italiano paralimpico: https://www.superabile.it/cs/superabile/sport/20170715-atleta-disabile-salva-bambina-in-mare.html

Servizio in sala per i giovani di AIPD Frosinone

Lo scorso 13 luglio 2017 un gruppo di giovani con sindrome di Down della sezione AIPD di Frosinone hanno gestito il servizio in sala del ristorante presso l’agriturismo “Il Paradise” di Pontecorvo.
La serata, che segue quella di “Chef allo sbaraglio” di pochi giorni prima, è a conclusione del progetto “Le mani in pasta” promosso insieme all’associazione “Sport, salute e benessere”.

dav

mde

Conclusi i soggiorni “Sani e Belli”, 88 i chili complessivi persi

Stile di vita sano tra passeggiate, esercizi fisici, giochi a tema e mangiare light. È stato questo il programma delle otto settimane di soggiorni estivi che hanno concluso il progetto dell’Associazione Italiana Persone Down (AIPD) “Sani e Belli”. Dal 5 giugno al 15 luglio 2017, 72 persone con sindrome di Down (36 maschi e 36 femmine) di 22 sezioni AIPD hanno vissuto insieme vacanze, in mare o in montagna, per condividere la fase finale del progetto annuale pensato per promuovere uno stile di vita più sano, dal cambiamento delle abitudini alimentari ad una vita meno sedentaria. Le settimane si sono svolte a Zovello (UD), Tortoreto Lido (TE), Isola di Capo Rizzuto (KR), Tarquinia (VT) e Scalea (CS).

In ogni settimana la giornata seguiva questo stile: esercizi del mattino, colazione light a base di yogurt, latte scremato, cereali o carboidrati integrali, passeggiate in montagna o giochi sulla spiaggia, pranzo leggero. Il pomeriggio altri giochi e poi la preparazione del pasto serale, con spesa e giochi a squadre legate alla propria appartenenza territoriale. Le stesse squadre hanno preparato in ogni soggiorno un pasto di specialità regionali, cucinate in versione leggera. L’obiettivo per tutti è stato, tra gli altri, la perdita di peso: all’inizio e poi alla fine della settimana ogni partecipante è salito sulla bilancia e tutti hanno perso almeno un chilo. La somma complessiva di tutti i chili persi nelle settimane dai partecipanti è di 88 chili circa.

Il progetto ha avuto la durata di un anno in cui, prima delle vacanze, sono stati organizzati incontri mensili per appropriarsi di uno stile di vita più sano. È stata anche realizzata e sperimentata l’app “In forma” (scaricabile dagli app store Ios e Android) per aiutare i partecipanti ad auto monitorare le proprie scelte.

Le persone con sindrome di Down sono a rischio di sovrappeso con grossi danni per la salute. Il progetto – ha affermato Anna Contardi, coordinatrice nazionale AIPD e responsabile del progetto – ha voluto renderli protagonisti e consapevoli che uno stile di vita diverso può aiutare ognuno a vivere meglio. Non vogliamo affidarci ai caregiver, ma alle persone con sindrome di Down stesse”.

Qui sotto il video riassuntivo di uno dei campi:

GIVE RIGHT TO THE RIGHTS

locandina-dirittoaidiritti-600x849

Year: 2016
Runtime: 53 min
Directed By: Christian Angeli
Produced By: Associazione Italiana Persone Down Onlus
Language: Italian + English subtitles

Documentary made within the project “Diritto ai diritti”, funded by the Italian Ministry of Labor and Social Policies (l.383 / 2000 annuality 2014).

Context
Life expectancy of people with Down syndrome (Ds), due to recent developments of the medical science and increased care, has passed from 24 years in the 60’s to 62 years.
It gets urgent that these people raise their awareness as citizens and that more effective methods to enable them to take part in politics.
Even if “self advocacy” is both a principle and a practice quite spread all over the disability world, most part of Down syndrome (Ds) do not exercise their political rights, due to lack of:
– Awareness and education of people with intellectual disabilities themselves;
– Awareness of their families, carers and professionals who work with them;
Facilitating measures and tools by Public Authorities.

Documentary synopsis
Some people with Down syndrome taking a trip of knowledge and discussion on some issues of policy.
The documentary addresses the theme of active citizenship and political participation of people with Down syndrome, but also issues related to adult life: work and independent life.

A group of people with Down syndrome makes a path of knowledge and debate on some policy themes. Four of them, after a constant training, are hailing everyone’s hopes, meeting, in Radio Radicale studies, some members of the Italian Parliament, with different political orientations, telling their own stories and making clear requests.

View the preview:

View the doc with English subtitles:  vimeo.com/204692755

Il documentario “Diritto ai Diritti” vince lo Spotlight Documentary Film Awards

Il documentario prodotto dall’Associazione Italiana Persone Down “Diritto ai Diritti”, regia di Christian Angeli, ha vinto il premio internazionale “Spotlight Documentary Film Awards”. Il premio ha come obiettivo quello di valorizzare e promuovere il lavoro dei registi emergenti ed è giunto alla sua terza edizione.

Il documentario della durata di 53 minuti è un racconto sulle riflessioni, le speranze e le difficoltà incontrate dalle persone con disabilità intellettiva nel vedere riconosciuto il proprio diritto di voto ed esprimere le proprie opinioni politiche. La narrazione ripercorre il confronto tra i 4 protagonisti con sindrome di Down (Leonardo, Renata, Paolo e Claudia) e diversi esponenti politici. Il film è stato realizzato nell’ambito del progetto sulla promozione della partecipazione politica, attiva delle persone con sindrome di Down, finanziato dal Ministero del Lavoro, della salute e delle Politiche Sociali, a cui hanno partecipato 34 cittadini con sindrome di Down provenienti da Arezzo, Bari, Belluno, Caserta, Catanzaro, Latina, Mantova, Treviso, Messina, Oristano, Pisa, Potenza, Reggio Calabria, Roma, Termini Imerese, Venezia e Versilia. Il documentario è stato proiettato dal 2016 in 22 sezioni dell’Associazione Italiana Persone Down.

IX Edizione del Festival del Giullare

Dal 6 al 23 luglio 2017 Trani ospita la IX edizione del “Festival Nazionale del Teatro contro ogni Barriera”.
Il festival si sviluppa in due sezioni, una dedicata agli eventi collaterali e l’altra, a partire dal 17 luglio, con la gara/esibizione delle compagnie selezionate provenienti da ogni parte di Italia.
Il programma è disponibile sul sito www.ilgiullare.it/ e tutti gli aggiornamenti possono essere seguiti sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/festivalilgiullare/.

Lo Spot del Festival Il Giullare 2017 al link: https://www.youtube.com/watch?v=ySXNebyq6T0

L’8 luglio 2017 a Pisa si tiene la terza edizione della Cena in Bianco

Il Comune di Pisa, l’Associazione Italiana Persone Down Pisa e le Coo.Soc. Alzaia e Il Simbolo organizzano la terza edizione della Cena in Bianco. L’evento si terrà l’8 luglio 2017 alle ore 19.00. Per prenotare i posti scrivere su cenainbiancopisa@gmail.com ordina il tuo cestino TiCucinoBio su cestinicenainbiancopisa@gmail.com.

Per partecipare occorre vestirsi completamente di bianco; portare ciascuno la sua cena e l’apparecchiatura rigorosamente bianca: vetro o ceramica (no plastica o mater-bi) e una tovaglia bianca in tessuto e occorre almeno una decorazione bianca per tavolo (un fiore, una candela o centrotavola simili). Per chi invece volesse gustare una cena preparata la squadra Ticucinobio e i ragazzi del progetto Lavoratori in Corso prepareranno un cestino al costo di 16 euro con tutto l’occorrente per partecipare all’evento. Qui il menù. Il ricavato dei cestini andrà a sostenere i progetti e le attività rivolte alle persone con sindrome di Down della sezione AIPD di Pisa.

L’appuntamento per tutti è alle 18.45 alla Fontana dei Putti in piazza del Duomo. Ci sarà un itinerario tra piazza Duomo e piazza dei Cavalieri per gustare, prima di cena, le bellezze della città. Qui per maggiori informazioni .