A Termini Imerese si inaugura “La Casa del Volontariato”

Le Associazioni del Coordinamento del Volontariato di Termini Imerese A.D.V.S.-F.I.D.A.S., A.I.P.D. Onlus Termini Imerese, Ass. Cult. Giordano Bruno, IPUM, La Goccia, Nuova Aurora, Banca del Tempo Himerense, AUSER Trabia-Termini e Nuova Speranza, in collaborazione con le istituzioni locali e con il CeSVoP, inaugurano a Termini Imerese la Casa del Volontariato, uno spazio dedicato alle azioni di solidarietà e di cittadinanza attiva a disposizione dei cittadini dove si promuoverà la cultura del volontariato e della solidarietà.

L’inaugurazione della Casa del Volontariato si terrà mercoledì 31 maggio alle ore 17,00 presso la sede di Via Giuseppe Romano Battaglia a Termini Imerese.

Il 6 giugno a Roma evento finale del progetto OMO

Prenderà il via il 6 giugno la rete degli alberghi e dei ristoranti “Valueable” che realizza concretamente le finalità del progetto europeo “On my Own… at Work (OMO). Le strutture di accoglienza e di ristorazione che aderiscono alla rete si impegnano a diversi livelli ad includere persone con disabilità intellettiva all’interno del proprio personale, offrendo dalla possibilità di effettuare degli stage (con l’impegno di un tirocinio ogni due anni) all’assunzione vera e propria.

On my Own… at Work (OMO), finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Erasmus +, è un progetto europeo di cui è capofila l’Associazione Italiana Persone Down e a cui partecipano Fondazione Adecco per le Pari Opportunità, Down España, Associacao Portuguesa de Portadores de Trissomia 21 (APPT 21), Alma Mater Università di Bologna, Università di Roma TRE, Axis Hoteis, European Down Syndrome Association (EDSA) e i partner associati Università degli Studi Maria SS. Assunta di Roma (LUMSA) e l’Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva o Relazionale (ANFFAS).

La rete nasce dopo un percorso di tre anni in cui sono stati realizzati un’App per i lavoratori con disabilità intellettiva al fine di poter svolgere le proprie mansioni in modo autonomo e 14 video rivolti ai tutor e ai colleghi di lavoro, per impostare un corretto rapporto professionale con i nuovi tirocinanti/lavoratori. È stato realizzato inoltre un Quality Kit rivolto agli imprenditori del settore dell’ospitalità. Questo strumento comprende un codice di condotta socialmente responsabile, un manuale di supporto all’applicazione del codice e il marchio “Valueable”. Questo marchio (in via di registrazione presso l’Ufficio europeo per la proprietà intellettuale (EUIPO), è stato pensato per rendere la struttura immediatamente riconoscibile dai clienti. Chi espone Valueable appartiene ad una rete europea di aziende, che considerano la diversità presente all’interno del loro personale come una potenziale fonte di vantaggio competitivo.

Il 6 giugno 2017 a Roma, Lisbona e Saragozza si terrà l’evento finale “Dal progetto “On my own at work” alla rete “Valueable”. Nel corso dell’incontro le associazioni che rappresentano i lavoratori con disabilità intellettiva consegneranno alle aziende che si assumono la responsabilità di rispettare gli impegni previsti dal codice di condotta e si confronteranno con gli stakeholder sull’essere o meno Valueable.  A Roma l’evento si terrà presso la Sala Multimediale dell’Università degli Studi Maria SS. Assunta (LUMSA) alle 9.30,  Piazza delle Vaschette 101.

“Semplicemente Chef” alla “Città del Gusto” di Napoli

A partire dalle ore 11 sabato 27 maggio 2017, la “Città del Gusto” – Gambero Rosso a Napoli ospita un vero e proprio contest ai fornelli dedicato a cuochi con sindrome di Down e altre disabilità.  Qattro squadre per un totale di 24 ragazzi in gara dovranno preparare 3 piatti davanti a una giuria di 6 esperti.
I premi sono importanti, da stage presso aziende del settore a, per la migliore squadra, un corso di cucina specializzato alla Gambero Rosso Accademy di Città del Gusto Napoli.

A Belluno il convegno “Senza frontiere. Sport, alimentazione, salute e benessere”

L’AIPD di Belluno ha organizzato il convegno “Senza Frontiere. Sport, alimentazione, salute e benessere” che si terrà giovedì 1 giugno 2017 dalle ore 14,30 presso l’Aula Magna dell’Istituto Catullo di Belluno. Il convegno rientra nelle attività dell’omonimo progetto finanziato ad AIPD Belluno dal ministero del lavoro e delle politiche sociali ai sensi della legge 383/2000 (annualità 2015).

I Edizione “MANI – Festival dell’Inclusione”

L’Associazione Italiana Persone Down Sezione Reggio Calabria ONLUS, presenta la
I edizione di: “MANI – Festival dell’inclusione”
28 Maggio 2017 – Fortino “Poggio Pignatelli” di Campo Calabro.

“Nessuno resta indietro, questo è l’obiettivo… Io voglio essere felice tra la gente, senza distinguere tra
uguale e differente. Io voglio restare in piedi sempre, raggiungere i miei sogni, realizzarli nel presente.”
“Teniamoci per mano, più stringi più forte io ti sento con me. Teniamoci per mano, nessuno resta indietro. E’ il
segreto per restare in piedi noi…”

Queste parole di “Tutti uguali. Tutti speciali” (la canzone realizzata dai ragazzi della sezione AIPD reggina insieme a Kento e Mad Simon) rimbalzate dalle maggiori testate giornalistiche nazionali sono diventate un Manifesto di cultura inclusiva e accogliente.
La I edizione di MANI – Festival dell’inclusione è occasione per “tenersi tutti per mano” affermando con decisione la scelta di fare rete e sostenersi l’uno con l’altro, coscienti che ogni individuo è una risorsa fondamentale per la società. Accademia Capoeira Muzenza, Agizuemila, Associazione Famiglia Italiane, Club Alpino Italiano sezione Aspromonte, Legambiente Città Metropolitana, Pentakaris, Reggio City Cypher, Scena Nuda, Teatro Proskenion, Unicef, uniranno, anche in quest’occasione le loro mani alle nostre.
Al semplice, ma importante, messaggio di “Teniamoci per mano” vogliamo affermare il valore del rispetto per la dignità di ogni persona, per la famiglia, per l’ambiente e il territorio, per la diversità delle culture.
Il rispetto e l’impegno per una società migliore saranno i fili conduttori intorno ai quali si intesse una trama di valori come il paesaggio, la difesa del suolo, il rispetto della legalità, l’uguaglianza di genere e la ricerca di un rapporto sano ed equilibrato con il proprio essere, l’espressione artistica in tutte le sue forme anche alternative, il rapporto genitori-figli, la musica, la bellezza.
Uniti da musica, teatro, pittura, sport e danza, vogliamo lavorare e sporcarci le MANI insieme per cambiare “diversità” in ”opportunità”. Sarà un’occasione per conoscersi e farsi conoscere, per amplificare i messaggi che derivano dalla Mission di ognuna delle realtà impegnate in questa grande festa che si mescoleranno, contaminandosi e arricchendosi reciprocamente.

PROGRAMMA
10:00 Apertura del Cancello
10:30/12:00 Escursione a cura del C.A.I. – Club Alpino Italiano Sezione Aspromonte
10:30 Il circo della vita. Musica, clown, giocolieri e trampolieri. Animazione di strada a cura del Teatro Proskenion e momenti musicali a cura dell’associazione Pentakaris
12:00 Yoga della risata a cura di Anna Elisa Meliadò
13:00 Classico panino reggino a cura di AIPD Sezione Reggio Calabria Onlus
15:00 Volerevolare Mini-laboratorio per genitori a cura della Compagnia Teatrale Scena Nuda
– Esplorando Animazione a cura di AIPD Sezione Reggio Calabria Onlus in collaborazione con Unicef
16:00 MetàStorie Concerto teatrale di Vincenzo Mercurio & Nando Brusco
17:00 Capoeira Laboratorio ed esibizione a cura di Accademia Capoeira Muzenza Reggio Calabria
18:00 Dj set & Breakdance a cura di Reggio City Cypher
19:00 Concerto. Kento & Mad Simon
21:30 Chiusura
Nell’arco di tutta la giornata mostre ed esposizioni.

Guida agli strumenti giuridici previsti dalla legge sul “dopodinoi”

Lo scorso 17 maggio 2017, nel corso della conferenza stampa dedicata, il Consiglio Nazionale del Notariato ha presentato la guida “Dopodinoi, Amministratore di sostegno. Gli strumenti per sostenere le fragilità sociali“, realizzata dal Notariato insieme a 13 Associazioni dei Consumatori (Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori.) e disponibile online.

La Guida è rivolta ai cittadini, e si pone l’obiettivo di spiegare con un linguaggio semplice e chiaro gli strumenti giuridici a tutela delle fragilità sociali, citati nella legge n. 112/2016 (la cosidetta legge sul “dopodinoi”), dunque trust, vincoli di destinazione, fondi speciali…., per le quali l’atto pubblico (dunque redatto da un notaio) è requisito essenziale.
Nella guida poi si parla anche degli altri istituti di tutela quali l’amministratore di sostegno.

La conferenza stampa è stata anche occasione per lanciare l’Open day per la tutela delle fragilità sociali che si terrà sabato 27 maggio in 61 città italiane: una giornata in cui i notai, insieme alle associazioni dei consumatori e alle associazioni per la tutela e i diritti delle persone con disabilità, saranno presenti con eventi, convegni, attività di orientamento per spiegare e fornire informazioni ai cittadini.

Pubblicati i decreti legislativi applicativi della riforma sulla “buona scuola”

Dopo più di un mese dall’approvazione dei testi definitivi da parte del Consiglio dei Ministri (vedi nostra news del 7 aprile) sono stati finalmente pubblicati il 16 maggio 2017 come Supplemento Ordinario n° 23 nella Serie Generale della Gazzetta Ufficiale n° 112 i testi degli otto decreti legislativi applicativi della l. n° 107/15 sulla “buona scuola”.

I decreti entreranno in vigore dal 31 maggio prossimo, anche se per diverse misure è previsto lo slittamento di uno o due anni scolastici.

In particolare il decreto legislativo n° 66 è quello che contiene le “Norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità”.

Il testo definitivo di questo decreto recepisce tutti i pareri delle Commissioni della Camera già commentati dall’avv. Nocera sul nostro sito nella scheda normativa n° 549. Parere della Camera sullo schema di decreto delegato n° 378 sulla promozione dell’inclusione scolastica alla quale si rimanda quindi per le osservazioni.

Evidenziamo qui solo alcuni aspetti:

  1. è stato tolto qualunque riferimento al numero di alunni delle classi frequentante da alunni con disabilità; questo significa che non viene più abrogato il DPR n° 81/2009 e permangono quindi i limiti ivi previsti: 20, massimo 22;
  2. viene garantito il rispetto del genere dei collaboratori scolastici che devono prestare assistenza di base agli alunni con disabilità e che sono anche tenuti ad aggiornarsi per svolgere queste funzioni;
  3. rispetto alla garanzia della continuità didattica viene prevista la possibilità che i dirigenti scolastici, valutato l’interesse degli alunni ed eventualmente anche le richieste delle famiglie, possano proporre contratti a tempo determinato ai docenti per il sostegno precari dell’anno precedente; questo però “non prima dell’avvio delle lezioni” per dare priorità ai trasferimenti dei docenti di ruolo. Bisognerà vedere se in concreto tale misura possa essere realizzata e porti effettivamente ad una maggiore continuità didattica con lo stesso docente, considerato che prima dell’avvio delle lezioni i docenti precari potrebbero preferire di accettare incarichi sicuri in altre sedi, piuttosto che attendere l’eventualità di essere riconfermati nella sede dell’anno precedente.
    Non essendo specificata un’altra data per l’entrata in vigore di questa misura, essa si può già applicare per il prossimo anno scolastico.
  4. Per l’applicazione definitiva dei decreti sarà necessario emanare diverse altre norme e quindi occorrerà vigilare anche su queste. Inoltre è bene ricordare che la legge delega n° 107/15 prevede comunque un periodo di verifica dei decreti delegati di 2 anni dalla loro entrata in vigore, al termine del quale il Governo può apportare ulteriori modifiche correttive.

Nei prossimi giorni l’Osservatorio Scolastico AIPD produrrà ulteriori osservazioni su questo e anche sugli altri decreti pubblicati (vedi già la scheda n° 554 “Più luci che ombre nel decreto legislativo sull’inclusione scolastica n. 66/17”)

La FISH ha pubblicato un suo comunicato dove evidenzia aspetti positivi e alcune perplessità.

Vicente del Bosque Gonzales intervistato per il progetto “On my Own… at Work”

Vicente del Bosque Gonzales è un importante allenatore di calcio spagnolo e calciatore.
La sua vita è stata segnata da un prima e un dopo la nascita del suo secondo figlio, Alvaro, con sindrome di Down. Nel 2010 quando la Spagna, allenata dal padre, ha vinto la Coppa del Mondo, Alvaro è diventato uno dei protagonisti del momento.

Per il progetto europeo On My Own… at Work (OMO)  Del Bosque è stato intervistato e ha raccontato la sua esperienza come padre di un figlio con disabilità intellettiva (QUI il video pubblicato sulla pagina Facebook di OMO).
“Nel 2010 mio figlio è stato messo sotto i riflettori dai media – ci ha raccontato – ma è stato fatto in un modo del tutto naturale e questo, senza avere l’intenzione di farlo, è stato un bene, per dare maggiore visibilità alle persone con sindrome di Down, che spesso sembrano invisibili”. Vicente Del Bosque è diventato, con questa paternità, molto sensibile al tema della disabilità intellettiva e soprattutto agli obiettivi che persone come suo figlio vogliono raggiungere nella società: “Oggi c’è una maggiore consapevolezza e visibilità della sindrome di Down, cosa che in passato non esisteva, però abbiamo ancora molta strada da fare, soprattutto nell’avere pari opportunità e poter vivere una reale integrazione lavorativa”.
Lavorare per le persone con sindrome di Down non deve essere per Vicente del Bosque “un atto di carità delle aziende ma un gesto di fiducia nelle reali capacità di queste persone. Con Alvaro abbiamo lavorato per dargli la migliore formazione possibile in modo che fosse inserito nel mondo del lavoro con degli strumenti efficaci in termini di disciplina e educazione. Non è necessario per noi che compia grandi cose, ma che possa essere utile nell’azienda in cui lavora. Oggi è un lavoratore e per questo siamo molto felici”.

 

Lo chef Cannavacciuolo al “Ca’ Moro” di Livorno

Nel decimo episodio di “Cucine da incubo” della stagione ora in programma sul canale Nove, lo chef Antonino Cannavacciuolo è andato in aiuto del ristorante Ca’ Moro a Livorno, nato dalla cooperativa Parco del Mulino dell’AIPD di Livorno.

Domenica 14 maggio 2017 abbiamo visto lo staff del “Ca’ Moro” alle prese con le critiche e i consigli dello chef, chiamato per rimettere in piedi l’attività di ristorazione purtroppo in crisi. Cannavacciuolo fa ripartire il ristorante dalle competenze dei giovani con sindrome di Down che ci lavorano (David, Edoardo, Federico, Michele, Paolo, Valentina) e che saranno, dopo le sue indicazioni, più coinvolti nel servizio bar e sala.

La puntata è disponibile online sul sito it-dplay.com QUI

 

 

Festival Internazionale delle Abilità Differenti, XIX edizione

Sta per avviarsi la 19° edizione del FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE ABILITA’ DIFFERENTI 2017 dal titolo “IMPOSSIBILE MA VISIBILE”, organizzato e promosso dalla Cooperativa Sociale Nazareno di Carpi (Modena).
La manifestazione di livello internazionale si propone di valorizzare e far conoscere il talento della singola persona e l’eccellenza nella diversità.
Gli eventi in programma si svolgeranno nelle sedi di Carpi, Correggio, Modena, Maranello, Pavullo e Bologna dal 2 Maggio al 1 Giugno 2017.

AIPD Marca Trevigiana all’Adunata nazionale Alpini

Pronti per l’Adunata nazionale degli Alpini di Treviso anche i ragazzi di Associazione Italiana Persone Down – Sezione della Marca Trevigiana. Da giovedì 11 a domenica 14 maggio Massimo, Stefano, Michael, Matteo e Erika, 5 ragazzi con sindrome di Down saranno presenti in Piazza Duomo allo stand di Ascotrade, principale sponsor dell’evento, per presentare le loro attività e le loro conquiste e per raccogliere fondi. Anche allo stand dell’azienda Virosac, sempre in Duomo, si raccoglieranno donazioni per la stessa associazione e il gemellaggio fra le due postazioni è assicurato.

“Siamo molto colpiti ed entusiasti dal fatto che due grandi aziende come Ascotrade e Virosac abbiano deciso di coinvolgerci in questa esperienza. I fondi raccolti – commenta con soddisfazione la neo eletta presidente dell’AIPD trevigiana Silvia Murgia – andranno al nostro ambizioso progetto di avviare un dottorato di ricerca sul ragionamento del bambino con la sindrome di Down, argomento che abbiamo da poco affrontato in associazione, grazie ad una tirocinante dell’Università di Trieste, e che ci ha portato verso strade ancora inesplorate in Italia, con risultati molto interessanti. Puntiamo a aumentare le capacità cognitive dei bambini e delle persone con la sindrome di Down per migliorare il loro futuro e per fare questo abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti, privati e aziende. Grazie quindi ad Ascotrade, a Virosac e agli Alpini per questa preziosa occasione”.

Convegno “Sindrome di Down: e se cambiassimo prospettiva?”

Si terrà sabato 13 maggio 2017, dalle 9 alle 18, a Milano, il convegno “Sindrome di Down: e se cambiassimo prospettiva? La forza della diversità, il valore della scelta”. L’evento è organizzato dalle associazioni AGPD e PianetaDown in occasione dei rispettivi “compleanni” (35 anni la prima, 10 anni la seconda).
Temi affrontati saranno i diritti, la scuola, il lavoro e il ruolo sociale, l’autonomia, l’abitare.
Per l’AIPD sarà presente Anna Contardi, coordinatrice nazionale, con l’intervento “Lavoratori con sindrome di Down: si può fare!”.
Altri relatori saranno Carlo Giacobini, direttore del sito handylex.org, Carlo Lepri, psicologo, Carlo Scataglini, insegnante di sostegno, Sergio Silvestre, presidente di Coordown, e giovani con sindrome di Down che racconteranno le loro esperienze: Marta Sodano, Marco Merlini, Carlotta Sganga, Spartaco Zugno, Silvia D’Andrea.

L’iscrizione al convegno è gratuita ma obbligatoria.

Campus Rugby Mauro Bergamasco 2017

Sta per avviarsi la settima edizione del “Campus Rugby Mauro Bergamasco“, che si svolgerà dal 18 giugno all’8 luglio 2017 presso il Camping Isamar, a Isola Verde, Chioggia (VE).
Come già nel passato, al campus parteciperanno giovani con sindrome di Down dell’AIPD Venezia-Mestre.
La prima settimana coinvolgerà bambini e bambine nati nel 2006 e nel 2007; a seguire dal 25 giugno al 1 luglio per i nati del 2004, 2005 e 2006; dal 2 luglio all’8 luglio per i ragazzi del 2002, 2003 e 2004.

PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI Campus Rugby Mauro Bergamasco – www.campusmaurobergamasco.it
tel. 340/6521711 – Email: info@campusmaurobergamasco.it

8 maggio 2017 – Giornata della Lentezza

AIPD derisce anche quest’anno alla Giornata della Lentezza.
A Bari, un gruppo di persone della redazione della “Smart Tourism Guide” della sezione AIPD, ha realizzato una visita della città vecchia per un gruppo di persone dell’Università della Terza Età di Bari Palese. L’iniziativa si è svolta lo scorso fine settimana.
Qui alcune foto dell’evento:
IMG_2863 IMG_2878 IMG_2939 IMG_2965

A Mantova è stato organizzato dalla sezione AIPD un incontro e una passeggiata a ritmi lenti e delicati cui partecipa Bruno Contigiani, fondatore dell’Associazione L’Arte del Vivere con Lentezza e ideatore della Giornata della Lentezza.

AIPD plaude a sentenza del Consiglio di Stato su sostegno

L’Associazione Italiana Persone Down plaude alla sentenza del Consiglio di Stato n° 2023/17 che, “oltre a confermare il principio che il diritto allo studio degli alunni con disabilità non può essere ridotto o annullato per motivi di tagli alla spesa pubblica”, come già affermato dalla Corte Costituzionale con le sentenze n. 80 del 2010 per le ore di sostegno e n. 275 del 2016 sulle ore di assistenza all’autonomia e alla comunicazione (AEC), “mette chiarezza nella normativa legislativa ed amministrativa assai disorganica, come denunciato nella sentenza stessa”.

A parlare per AIPD è Salvatore Nocera, responsabile dell’area normativo-giuridica dell’Osservatorio Scolastico, che ha spiegato in una sua scheda normativa come la recente pronuncia del Consiglio di Stato ha fatto una “ricostruzione storica puntuale e rigorosissima della normativa sull’inclusione scolastica in Italia” e soprattutto “sembra porre fine alla dibattuta questione se rivolgersi al TAR o al Tribunale Civile per chiedere l’aumento delle ore di sostegno”.

“La sentenza del Consiglio di Stato – ha aggiunto Nocera – può considerarsi un vero trattato sulla normativa relativa all’inclusione scolastica. E’ solo da osservare che la decisione, come purtroppo sempre avviene nelle pronunce dei giudici, è fondamentalmente incentrata sull’importanza del numero di ore di sostegno, quasi come fossero l’unica risorsa dell’inclusione scolastica”.

“Inoltre – conclude Nocera-  sarà da vedere quanto i principi esplicitati nella sentenza saranno applicabili anche alla nuova normativa inclusiva contenuta nei decreti delegati applicativi dalla legge di riforma sulla buona scuola n° 107/15 di prossima emanazione”.

Maggiori dettagli sulla sentenza si possono trovare nella scheda normativa AIPD n. 552.

Una nuova sezione AIPD: BAT- Barletta Andria Trani

L’Associazione Italiana Persone Down si arricchisce di una nuova sede locale: il 2 maggio 2017 si è infatti costituita la nuova sezione pugliese BAT – Barletta Andria Trani.

Barletta-costituzione2maggio2017-2In rappresentanza di AIPD Nazionale è stata presente la consigliera Grazia Liddi.

Il presidente della nuova sezione è Armando Delcuratolo; il recapito telefonico è il numero 329 6397323.
Per scrivere si può utilizzare la mail: aipdbat@libero.it

L’AIPD Nazionale augura alla neo-nata sezione “AIPD BAT” un sentito in bocca al lupo!

A Pisa apre “La bottega dei Miracoli”

Ha aperto pochi giorni fa, alle spalle della Torre pendente, la “Bottega dei Miracoli”, un nuovo negozio promosso dalla Caritas diocesana di Pisa.
I prodotti venduti sono tutti artigianali e provengono da realtà sociali che hanno saputo riscattare le difficoltà: dalla cioccolata di Modica proveniente da giovani donne vittime di violenza nel laboratorio don Dino Puglisi, ai prodotti “Made in carcere” delle donne detenute nel carcere di Rebibbia, dai prodotti di agricoltura biologica delle Terre di Loppiano, l’azienda che si ispira all’economia di comunione del Movimento dei Focolari a quelli di Libera, realizzati con materie prime provenienti dalle terre confiscate alle mafie.
Tra i lavoratori impegnati nella gestione della bottega (in tutto 6 persone), ci sono Cesare e Annalisa, due giovani con sindrome di Down, soci di AIPD Pisa.

Bonus di 800 euro per i bambini nati o adottati nel 2017

Con la circolare n. 78 dello scorso 28 aprile l’INPS ha fornito nuove indicazioni operative per l’accesso al beneficio di 800 euro per i nuovi nati e bambini adottati nel 2017, previsto dalla legge di Stabilità 2016 (legge 232/2016, art. 1, comma 353).
Il bonus può essere richiesto dalle donne, residenti in Italia, di cittadinanza italiana o comunitaria, o, se non comunitaria, in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria o del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, oppure di una delle carte di soggiorno per familiari di cittadini UE non avendo cittadinanza in uno stato membro (su questo si veda la circolare INPS 214/2016).
Non è previsto un limite di reddito per l’accesso al bonus; è necessario che la nascita del bambino, la sua adozione (nazionale e internazionale), il suo preaffidamento (nazionale e internazionale) avvengano dopo il 1 gennaio 2017.
La domanda va presentata esclusivamente per via telematica all’INPS a partire dal compimento del 7° mese di gravidanza (allegando il certificato di gravidanza) o dopo il parto o, in caso di adozione/preaffidamento, presentando la relativa sentenza/ordinanza, improrogabilmente entro un anno dall’evento “nascita” o “adozione/preaffidamento”.

Il sistema informatico INPS procederà all’accoglimento delle istanze dal 4 maggio 2017.
Il bonus di 800 euro non concorre alla formazione del reddito ai fini IRPEF ed è erogato a carico dello Stato.