“Un grande abbraccio”

Lo spettacolo “Un grande abbraccio” coinvolge insieme a Paolo Ruffini un gruppo di giovani con sindrome di Down che a Livorno fanno teatro con la compagnia Mayor Von Frinzius (Simone Cavalieri, Andrea Lo Schiavo, Matilde Marchi, Claudia Mazzeranghi, Bianca Pacini, Caterina Papini, Federico Parlanti, Giacomo Scarno, David Raspi, Davide Simoni). In tournèè con varie date (29 luglio alla Versiliana Marina di Pietrasanta, 2 settembre ad Ancona, 7 novembre a Milano, e poi nel 2017 il 29 gennaio a Padova e il 10 febbraio a Varese) lo spettacolo chiuderà a Roma la manifestazione “Villa Ada incontra il mondo“.

Strage di Sagamihara

Nel corso della storia le persone con disabilità intellettiva sono state troppe volte il ​​bersaglio di crimini d’odio e altri atti di violenza in ogni parte del mondo.
E’ solo di pochi giorni fa la notizia della strage di Sagamihara, in Giappone: un uomo ha ucciso 19 persone con disabilità intellettiva che vivevano nella struttura residenziale teatro della carneficina. Altre sono state ferite. Un nuovo tragico episodio che chiama tutti a proseguire con tenacia nell’azione di sensibilizzazione dell’opinione pubblica verso il riconoscimento della dignità della vita di ciascuno.

AIPD condivide e rende proprio il messaggio di cordoglio espresso da “Inclusion International”, l’organizzazione internazionale delle persone con disabilità intellettiva e delle loro famiglie.

Annullato il Congresso Internazionale sulla sindrome di Down previsto per agosto a Istanbul

I recenti eventi che hanno investito la Turchia hanno purtroppo costretto l’associazione “Down Syndrome Association of Turkey”, organizzatrice della X edizione del Congresso Internazionale sulla sindrome di Down, ad annullare tutti i lavori previsti per il congresso. L’incontro si sarebbe dovuto svolgere ad Istanbul dal 5 al 7 agosto 2016.

In occasione del Congresso – cui AIPD avrebbe presenziato con interventi di Anna Contardi sui temi dell’autonomia, lavoro, inclusione – si sarebbe svolta anche l’Assemblea annuale di EDSA (European Down Syndrome Association), che è stata sua volta rimandata al 19 novembre a Zagabria.

Assistenza scolastica: verso la denuncia delle Regioni inadempienti

COMUNICATO STAMPA FISH 14 luglio 2016

Da quando le Province hanno cessato di gestire il trasporto gratuito per le scuole secondarie e l’assistenza per l’autonomia e la comunicazione per gli alunni con cecità e sordità nelle scuole di ogni ordine e grado e per gli altri alunni con disabilità nelle scuole superiori, si sono diffuse gravi condizioni di disagio.

Le Regioni avrebbero dovuto affidare quelle competenze e le corrispondenti risorse ad altri enti quali città metropolitane, enti di area vasta, ambiti territoriali, associazioni o consorzi di comuni ecc. A fronte dell’immobilismo e delle incertezze interpretative, l’ultima legge di stabilità ha ribadito che tali competenze sono definitivamente assegnate alle singole Regioni che potranno attribuirle ad altri enti. A questo punto, oltre all’incertezza circa gli enti destinatari delle competenze, è sorta un’altra incertezza per le famiglie e le scuole e cioè a quali assessorati regionali si intendesse attribuire la competenza ed i corrispondenti finanziamenti.

“A metà luglio 2016, cioè a due mesi dall’inizio dell’anno scolastico, ancora il disorientamento regna sovrano! – dichiara Vincenzo Falabella, Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap – Le scuole non sanno come sarà garantita la frequenza e le famiglie sono giustamente in ansia, poiché questi servizi normalmente negli anni precedenti erano programmati già a partire da febbraio o marzo dell’anno precedente.”

È a rischio il diritto allo studio in molte Regioni: gli alunni con disabilità non potranno frequentare come i compagni fin dall’inizio dell’anno e in taluni casi dovranno frequentare senza tali servizi o dovranno totalmente rinunciare alla frequenza. “Un silenzio gravissimo – prosegue Vincenzo Falabella – nonostante la pressante azione di sensibilizzazione e protesta delle nostre federazioni regionali e delle associazioni federate.”

Di fronte alla violazione del diritto costituzionale allo studio, FISH annuncia azioni legali contro le Regioni inadempienti. “Non esiteremo ad agire contro le Giunte e gli Assessori che non hanno provveduto ad attivare in tempi utili i servizi che garantiscono la frequenza. È palese la discriminazione ai danni degli alunni con disabilità: chiederemo, oltre che la nomina di commissari ad acta che provvedano nel più breve tempo possibile, anche il risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali come previsto dalla legge 67/2006.” Ma FISH intende anche sporgere esposti-denuncia perché la Magistratura accerti se vi siano stati comportamenti omissivi che integrino il reato di interruzione di pubblici servizi. E non è esclusa l’eventualità che la FISH si rivolga al Governo affinché, essendo questi servizi dei livelli essenziali di prestazioni relativi a diritti sociali e civili ai sensi dell’articolo 117 della Costituzione, intervenga per sanare, con le facoltà che la Carta costituzionale gli riconosce, le inadempienze di talune Regioni.

“Ci rivolgiamo anche alle famiglie: – conclude Falabella – fateci pervenire, attraverso le associazioni del vostro territorio, le segnalazioni di eventuali inadempienze così da rafforzare le nostre azioni politiche e in giudizio.”


Sul tema vedi le precedenti news pubblicate su questo sito:
Assistenza scolastica agli alunni con disabilità, 19 giugno 2015
Entro il 10 settembre (2015) richiesta fondi assistenza scuola
Soppressione delle Province. FISH interviene sulla questione con un comunicato stampa, 28 gennaio 2015

Seminari AIPD di formazione sui temi dell’autonomia 2016

Anche quest’anno AIPD realizza in autunno le consuete occasioni di formazione sui temi dell’educazione all’autonomia e più specificatamente sulle esperienze dei vari percorsi di educazione all’autonomia.

I seminari saranno 2:
– 1° seminario: 6 e 7 ottobre, rivolto a nuovi operatori;
– 2° seminario: 28. 39. 30 novembre, rivolto ad operatori con esperienza su tali progetti.

Il primo seminario vuole offrire una formazione mirata alla conoscenza della metodologia AIPD, il secondo invece sarà occasione di confronto e approfondimento tra chi già ha lavorato nei percorsi di educazione all’autonomia.

I seminari sono un’iniziativa dell’AIPD Nazionale per migliorare la qualità dei progetti di autonomia e condividere le esperienze condotte nei vari territori. Sono rivolti agli operatori delle sedi locali ma sono aperti anche ad operatori di altre associazioni o enti che svolgono attività di autonomia per persone con sindrome di Down o anche altra disabilità intellettiva. Chiediamo a tutti coloro che intendono partecipare e che hanno già corsi attivi di inviarci una breve relazione sulla propria esperienza (breve storia e caratteristiche del corso: da che anno esiste, numero di operatori e partecipanti, …), le modalità di realizzazione nell’ultimo anno, una valutazione di successi e difficoltà, eventuali modifiche apportate al progetto originario di riferimento e quant’altro sarà ritenuto utile comunicare. Copia di tutte le relazioni pervenute verrà inserita nella piattaforma di formazione on line a disposizione dei colleghi e potrà costituire un valido aiuto per chi sta iniziando ora questa nuova avventura.

Le adesioni al 1° seminario devono arrivare entro e non oltre il 10 settembre prossimo, inviando alla segreteria AIPD (aipd@aipd.it o fax 06 3722510) la scheda di iscrizione (QUI la scheda per operatori esterni all’associazione).

Per maggiori informazioni:
– sui contenuti del seminario: ragazzingamba@aipd.it
– sull’organizzazione e iscrizioni: aipd@aipd.it

Ciao Nerina

Nerina Micci si è spenta nella serata di ieri 30 giugno 2016.
Molti di noi hanno avuto contatti negli anni con Nerina, per un’informazione, un consiglio, un aiuto. Nerina rispondeva con pazienza e sempre con calore. E’ stata non solo la segretaria storica dell’AIPD, ma la persona che aveva fatto di questa associazione la sua seconda famiglia che coccolava e amava. Tutti noi ci stringiamo attorno alla sua famiglia e la ricordiamo con grande affetto.