“Un grande abbraccio”

Lo spettacolo “Un grande abbraccio” coinvolge insieme a Paolo Ruffini un gruppo di giovani con sindrome di Down che a Livorno fanno teatro con la compagnia Mayor Von Frinzius (Simone Cavalieri, Andrea Lo Schiavo, Matilde Marchi, Claudia Mazzeranghi, Bianca Pacini, Caterina Papini, Federico Parlanti, Giacomo Scarno, David Raspi, Davide Simoni). In tournèè con varie date (29 luglio alla Versiliana Marina di Pietrasanta, 2 settembre ad Ancona, 7 novembre a Milano, e poi nel 2017 il 29 gennaio a Padova e il 10 febbraio a Varese) lo spettacolo chiuderà a Roma la manifestazione “Villa Ada incontra il mondo“.

Strage di Sagamihara

Nel corso della storia le persone con disabilità intellettiva sono state troppe volte il ​​bersaglio di crimini d’odio e altri atti di violenza in ogni parte del mondo.
E’ solo di pochi giorni fa la notizia della strage di Sagamihara, in Giappone: un uomo ha ucciso 19 persone con disabilità intellettiva che vivevano nella struttura residenziale teatro della carneficina. Altre sono state ferite. Un nuovo tragico episodio che chiama tutti a proseguire con tenacia nell’azione di sensibilizzazione dell’opinione pubblica verso il riconoscimento della dignità della vita di ciascuno.

AIPD condivide e rende proprio il messaggio di cordoglio espresso da “Inclusion International”, l’organizzazione internazionale delle persone con disabilità intellettiva e delle loro famiglie.

Concluso il progetto “Mercato dei Saperi II”

Si è concluso il 15 luglio 2016 il “Mercato dei Saperi II” il progetto AIPD avviato il 15 settembre 2015 e finanziato da LOTTOMATICA, in cui anziani e persone con sindrome di Down delle Porte dei Saperi di Potenza, Viterbo, Vulture e Milazzo-Messina hanno offerto la propria disponibilità a insegnare attività di vita quotidiana, trasmettere fare e saperi in diversi ambiti.
Al termine del progetto sono stati effettuati complessivamente 379 scambi, a fronte dei 360 ipotizzati e nell’ultimo anno sono state totalizzate 71 adesioni in più al progetto, passando da 482 del 2015 agli attuali 553 iscritti, di cui 197 sono persone con sindrome di Down e 356 sono anziani.
I saperi maggiormente scambiati nell’ultimo anno hanno riguardato le “commissioni e i lavori svolti fuori casa” in cui erano le persone con sindrome di Down a essere protagonisti attivi, andando a fare la spesa, pagando le bollette, comprando medicine per le persone anziane. Altri scambi molto frequenti sono stati realizzati in cucina, in cui sono stati gli anziani che hanno invitato a casa i partecipanti con sindrome di Down per insegnare qualche ricetta classica o tradizionale. Altri scambi hanno interessato i lavori fatti a mano di tipo artigianale soprattutto nei periodi natalizi e pasquali; molto interessanti sono state le attività sportive e ricreative come il ballo, le bocce e giochi da tavolo.
Al termine del progetto sono stati effettuati complessivamente 379 scambi a fronte dei 360 ipotizzati e nell’ultimo anno sono state totalizzate 71 adesioni in più al progetto passando da 482 a 553 iscritti, di cui 197 sono persone con sindrome di Down e 356 sono anziani.
Oltre agli obiettivi numerici raggiunti, ci piace sottolineare il “cambio di immagine” che il progetto ha prodotto in riferimento a due categorie sociali svantaggiate, ovvero gli anziani e le persone con sindrome di Down: non sono semplicemente persone che hanno bisogno di qualcosa (assistenza, aiuto, sostegno ecc.), ma possono essere davvero protagonisti attivi della società. Questo progetto lo ha dimostrato in maniera palese. Un altro “effetto” che ci piace sottolineare è come intorno agli scambi sia nata una nuova rete di relazioni tra persone e tra organizzazioni formali e informali che spesso ha visto interessate e partecipi anche le istituzioni locali.
Ringraziamo LOTTOMATICA per aver permesso a queste persone di conoscersi e diventare amiche, di essere utili a vicenda, di uscire dalla routine quotidiana arricchendo la propria vita.
Alla fine del progetto le quattro Porte dei Saperi hanno realizzato documenti ad alta comprensibilità, sia scritti che video, tutti disponibili sul sito www.mercatodeisaperi.it. che sono stati realizzati durante gli scambi e che spiegano, in maniera chiara e accessibile a tutti, come si fanno alcune cose, dai piatti di cucina alle tecniche per travasare le piante, dalle antiche tradizioni alle spiegazioni di tecnologie semplici e molto altro.

Guarda qui sotto i video ad alta comprensibilità realizzati nel corso del progetto appena concluso!

1. Come preparare la confettura di mele cotogne

2. Riparare una foratura

3. Stampare una foto dal cellulare

4. Fare un bouquet di fiori

5. Raccogliere le olive

6. Le piante officinali

“Hawaiian Party” per l’AIPD di Brindisi

LOCANDINA

Dopo un anno di impegno e di attività, i ragazzi dell’AIPD di Brindisi il 28 luglio 2016 chiuderanno l’anno in festa con l'”Hawaiian Party” organizzato dalla sezione locale, presso la villa in cui i giovani stanno passando le vacanze estive.
Durante la serata, che inizierà alle 22.00, ci sarà uno spettacolo di danza del ventre con Mary Diodicibus e i partecipanti potranno divertirsi e ballare fino a notte fonda sulla musica del DJ Marcello Biscosi.

Conclusione “Trisome Games 2016”: l’Italia vince 109 medaglie!

A Firenze, si conclude, ufficialmente oggi 22 luglio 2016, l’evento sportivo mondiale“Trisome Games 2016”  iniziato il 15 luglio 2016, durante il quale circa 500 atleti con sindrome di Down provenienti da 36 paesi dei 5 continenti hanno gareggiato in più discipline.
Partner dell’evento: la Regione Toscana, la città Metropolitana di Firenze, Firenze Convention Bureau, CRID e lo Stato maggiore della Difesa. La candidatura ai Trisome Games è stata fortemente sostenuta dalla FISDIR e dal Comitato Italiano Paralimpico.
Un grande successo per la Nazionale italiana che ha dominato la kermesse conquistando 109 medaglie di cui 46 d’oro, 34 d’argento e 29 bronzi, con la partecipazione di 86 atleti.
Nel nuoto si sono distinte Maria Bresciani, che ha vinto 14 medaglie (6 oro, 4 argento e 4 bronzo) e Dalila Vignando 8 (3 oro, 4 argento, 1 bronzo); per l’atletica, Nicole Orlando ha conquistato 5 medaglie (3 oro, 1 argento, 1 bronzo) e 4 vinte da Giulia Pertile (3 oro, 1 argento); nel calcio a 5, l’Italia Team A  ha portato a casa il risultato di 6 punti. Inoltre, molte le medaglie vinte dagli atleti italiani nella disciplina della ginnastica.
L’Italia è arrivata prima battendo il Sud Africa che ha conquistato il secondo posto, seguito dal Messico in terza posizione. Dopo la festa di chiusura dei “Trisome Games” per i partecipanti è tempo di tornare a casa.
Complimenti agli atleti per le vittorie conquistate!

 

Annullato il Congresso Internazionale sulla sindrome di Down previsto per agosto a Istanbul

I recenti eventi che hanno investito la Turchia hanno purtroppo costretto l’associazione “Down Syndrome Association of Turkey”, organizzatrice della X edizione del Congresso Internazionale sulla sindrome di Down, ad annullare tutti i lavori previsti per il congresso. L’incontro si sarebbe dovuto svolgere ad Istanbul dal 5 al 7 agosto 2016.

In occasione del Congresso – cui AIPD avrebbe presenziato con interventi di Anna Contardi sui temi dell’autonomia, lavoro, inclusione – si sarebbe svolta anche l’Assemblea annuale di EDSA (European Down Syndrome Association), che è stata sua volta rimandata al 19 novembre a Zagabria.

Trisome Games 2016: medaglia d’oro per Paolo Manauzzi di AIPD Latina

A Firenze, prosegue l’evento sportivo mondiale “Trisome Games 2016”  in cui atleti con sindrome di Down, provenienti da 36 paesi dei 5 continenti, gareggiano in diverse discipline come l’atletica leggera, il nuoto, il nuoto sincronizzato, ginnastica, il judo, il calcio a 5, il tennis e il tennis da tavolo.
Con gioia annunciamo che Paolo Manauzzi, socio dell’AIPD di Latina ha vinto la medaglia d’oro nella gara di nuoto dei 50 metri farfalla! A Paolo i complimenti di tutta l’AIPD!
Sono finora 54 le medaglie conquistate dagli atleti italiani. A tutti il nostro BRAVIII!!
Vi aggiorneremo presto sulle nuove medaglie in casa AIPD.

 

 

 

Progetto “Secondo il vento faremo le vele”

Dal 5 al 10 luglio 2016, 8 giovani dell’AIPD di Oristano e di Potenza per la prima volta, accompagnati da due operatori per gruppo, hanno viaggiato in crociera lungo l’Isola d’Elba. All’iniziativa hanno partecipato anche 8 giovani della sezione di Pisa che hanno già svolto in precedenza questa esperienza. I partecipanti prima di avventurarsi nelle acque del Tirreno hanno seguito, tra maggio e giugno, un corso di vela durato 6 incontri.
La crociera rientra nell’ambito del progetto AIPD Nazionale “Secondo il vento faremo le vele”, finanziato dalla Fondazione Stavros Niarchos: l’iniziativa ha lo scopo di educare all’autonomia, al controllo di sè le persone con sindrome di Down, attraverso l’esperienza sportiva della vela.
In autunno prossimo, a Pisa ci sarà la mostra fotografica dei momenti più belli vissuti dai ragazzi durante questa avventura.

“Trisome Games 2016”

A Firenze, presso Campo di Marte, dal 15 al 22 luglio 2016, si terrà “Trisome Games 2016” l’evento sportivo mondiale durante il quale atleti con sindrome di Down, provenienti da 36 paesi dei 5 continenti, gareggeranno in diverse discipline quali: atletica leggera, nuoto, nuoto sincronizzato, ginnastica, judo, calcio a 5, tennis e tennis da tavolo. I Partner dell’evento sono la Regione Toscana, la città Metropolitana di Firenze, Firenze Convention Bureau, CRID e Stato maggiore della Difesa.
La manifestazione sportiva è stata assegnata all’Italia da parte della Su-Ds- Sport Union for athletes with Down Syndrome ottenendo l’approvazione del Comitato locale di cui Alessio Focardi è il Presidente. La candidatura ai Trisome Games è stata fortemente sostenuta dalla FISDIR (leggi qui il COMUNICATO STAMPA) e dal Comitato Italiano Paralimpico.
Il 16 luglio 2016, alle ore 18, in Piazza della Signoria si terrà la cerimonia di apertura, che anticiperà l’inizio ufficiale delle gare previste il 17, 18, 20, 21 luglio 2016. Il 19 luglio 2016, presso il Salone dei 500, in Palazzo Vecchio, ci sarà un Congresso Internazionale”World Scientific Congress on Down Syndrome” durante il quale sarà affrontato il tema della disabilità da più punti di vista.
Come già anticipato ai Trisome Games parteciperà Stefano Guglielmi, un giovane dell’AIPD di Roma che inaugurerà la cerimonia di apertura con una dimostrazione di tuffi.
AIPD insieme a The Locker Room seguirà l’evento “Trisomegames 2016”.
Con la regia di Christian Torracchi, sulla pagina Facebook di AIPD Nazonale si possono guardare i video e le foto della manifestazione sportiva.
Per maggiori informazioni ecco il riferimento al sito ufficiale “Trisomegames 2016”

A tutti un grande in bocca al lupo!

Assistenza scolastica: verso la denuncia delle Regioni inadempienti

COMUNICATO STAMPA FISH 14 luglio 2016

Da quando le Province hanno cessato di gestire il trasporto gratuito per le scuole secondarie e l’assistenza per l’autonomia e la comunicazione per gli alunni con cecità e sordità nelle scuole di ogni ordine e grado e per gli altri alunni con disabilità nelle scuole superiori, si sono diffuse gravi condizioni di disagio.

Le Regioni avrebbero dovuto affidare quelle competenze e le corrispondenti risorse ad altri enti quali città metropolitane, enti di area vasta, ambiti territoriali, associazioni o consorzi di comuni ecc. A fronte dell’immobilismo e delle incertezze interpretative, l’ultima legge di stabilità ha ribadito che tali competenze sono definitivamente assegnate alle singole Regioni che potranno attribuirle ad altri enti. A questo punto, oltre all’incertezza circa gli enti destinatari delle competenze, è sorta un’altra incertezza per le famiglie e le scuole e cioè a quali assessorati regionali si intendesse attribuire la competenza ed i corrispondenti finanziamenti.

“A metà luglio 2016, cioè a due mesi dall’inizio dell’anno scolastico, ancora il disorientamento regna sovrano! – dichiara Vincenzo Falabella, Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap – Le scuole non sanno come sarà garantita la frequenza e le famiglie sono giustamente in ansia, poiché questi servizi normalmente negli anni precedenti erano programmati già a partire da febbraio o marzo dell’anno precedente.”

È a rischio il diritto allo studio in molte Regioni: gli alunni con disabilità non potranno frequentare come i compagni fin dall’inizio dell’anno e in taluni casi dovranno frequentare senza tali servizi o dovranno totalmente rinunciare alla frequenza. “Un silenzio gravissimo – prosegue Vincenzo Falabella – nonostante la pressante azione di sensibilizzazione e protesta delle nostre federazioni regionali e delle associazioni federate.”

Di fronte alla violazione del diritto costituzionale allo studio, FISH annuncia azioni legali contro le Regioni inadempienti. “Non esiteremo ad agire contro le Giunte e gli Assessori che non hanno provveduto ad attivare in tempi utili i servizi che garantiscono la frequenza. È palese la discriminazione ai danni degli alunni con disabilità: chiederemo, oltre che la nomina di commissari ad acta che provvedano nel più breve tempo possibile, anche il risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali come previsto dalla legge 67/2006.” Ma FISH intende anche sporgere esposti-denuncia perché la Magistratura accerti se vi siano stati comportamenti omissivi che integrino il reato di interruzione di pubblici servizi. E non è esclusa l’eventualità che la FISH si rivolga al Governo affinché, essendo questi servizi dei livelli essenziali di prestazioni relativi a diritti sociali e civili ai sensi dell’articolo 117 della Costituzione, intervenga per sanare, con le facoltà che la Carta costituzionale gli riconosce, le inadempienze di talune Regioni.

“Ci rivolgiamo anche alle famiglie: – conclude Falabella – fateci pervenire, attraverso le associazioni del vostro territorio, le segnalazioni di eventuali inadempienze così da rafforzare le nostre azioni politiche e in giudizio.”


Sul tema vedi le precedenti news pubblicate su questo sito:
Assistenza scolastica agli alunni con disabilità, 19 giugno 2015
Entro il 10 settembre (2015) richiesta fondi assistenza scuola
Soppressione delle Province. FISH interviene sulla questione con un comunicato stampa, 28 gennaio 2015

Seminari AIPD di formazione sui temi dell’autonomia 2016

Anche quest’anno AIPD realizza in autunno le consuete occasioni di formazione sui temi dell’educazione all’autonomia e più specificatamente sulle esperienze dei vari percorsi di educazione all’autonomia.

I seminari saranno 2:
– 1° seminario: 6 e 7 ottobre, rivolto a nuovi operatori;
– 2° seminario: 28. 39. 30 novembre, rivolto ad operatori con esperienza su tali progetti.

Il primo seminario vuole offrire una formazione mirata alla conoscenza della metodologia AIPD, il secondo invece sarà occasione di confronto e approfondimento tra chi già ha lavorato nei percorsi di educazione all’autonomia.

I seminari sono un’iniziativa dell’AIPD Nazionale per migliorare la qualità dei progetti di autonomia e condividere le esperienze condotte nei vari territori. Sono rivolti agli operatori delle sedi locali ma sono aperti anche ad operatori di altre associazioni o enti che svolgono attività di autonomia per persone con sindrome di Down o anche altra disabilità intellettiva. Chiediamo a tutti coloro che intendono partecipare e che hanno già corsi attivi di inviarci una breve relazione sulla propria esperienza (breve storia e caratteristiche del corso: da che anno esiste, numero di operatori e partecipanti, …), le modalità di realizzazione nell’ultimo anno, una valutazione di successi e difficoltà, eventuali modifiche apportate al progetto originario di riferimento e quant’altro sarà ritenuto utile comunicare. Copia di tutte le relazioni pervenute verrà inserita nella piattaforma di formazione on line a disposizione dei colleghi e potrà costituire un valido aiuto per chi sta iniziando ora questa nuova avventura.

Le adesioni al 1° seminario devono arrivare entro e non oltre il 10 settembre prossimo, inviando alla segreteria AIPD (aipd@aipd.it o fax 06 3722510) la scheda di iscrizione (QUI la scheda per operatori esterni all’associazione).

Per maggiori informazioni:
– sui contenuti del seminario: ragazzingamba@aipd.it
– sull’organizzazione e iscrizioni: aipd@aipd.it

A Istanbul è nato il “Down Cafè”

Sulla sponda europea del Bosforo, a Istanbul, nel quartiere di Sisli è nato il Down Cafe, la caffetteria gestita da persone con sindrome di Down dai 18 ai 25 anni. L’idea è stata lanciata nel 2011 da Saruhan Singen, papà di una ragazza con sindrome di Down, Sezin, che lavora all’interno della caffetteria insieme ad altri coetanei. Il locale è aperto dalle 9 alle 17 per tutta la settimana e può ospitare fino a 40 persone.

 

 

Conclusione del progetto “Lavoriamo in Rete”

Il 7 luglio 2016 si sono concluse le attività del progetto finanziato dalla Fondazione CON il Sud “Lavoriamo in rete”, l’iniziativa promossa da AIPD che ha l’obiettivo di incrementare la motivazione, la consapevolezza, le capacità lavorative e l’occupabilità delle persone con sindrome di Down.
Il progetto ha coinvolto 13 operatori e 38 famiglie di 13 sezioni AIPD del Sud Italia e Isole (Bari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Foggia, Lecce, Matera, Milazzo-Messina, Napoli, Oristano, Potenza, Reggio Calabria, Termini Imerese) in una serie di attività, tra cui: 13 incontri di formazione locale (1 per sede), a inizio progetto; 3 percorsi di orientamento al lavoro (a Gallipoli, Reggio Calabria e Napoli); incontri di sensibilizzazione locali con le famiglie dei partecipanti, aziende e istituzioni; realizzazione di eventi di diffusione del progetto/sensibilizzazione in 11 città; elaborazione di nuovi strumenti per la formazione e realizzazione di un database online per la raccolta dei profili dei potenziali lavoratori; formazione a distanza per gli operatori tramite corso su sul sito di AIPD Formazione; avvio/consolidamento di Servizi di Inserimento Lavorativo (SIL) presso le sezioni, 2 incontri di formazione e valutazione finale per i 13 operatori del progetto (a Nardò e Napoli).
A conclusione del progetto, i risultati ottenuti in termini di numero di esperienze lavorative sono andati ben oltre le aspettative: rispetto alle 13 ipotizzate, ne sono state infatti realizzate ben 29.
In 7 delle 13 sezioni coinvolte, inoltre, i frutti del lavoro di sensibilizzazione promossi dagli operatori continuano nei prossimi mesi con ulteriori esperienze di avviamento al lavoro extra-progetto.

Stefano Guglielmi aprirà i “Trisome Games 2016”

In arrivo il “Trisome Games 2016”, evento mondiale dedicato agli atleti con sindrome di Down che si terrà a Firenze dal 15 al 22 luglio 2016.
Alla cerimonia di apertura sabato 16 luglio 2016,  parteciperà Stefano Guglielmi, giovane socio dell’AIPD di Roma, che si esibirà con una dimostrazione di tuffi (a luglio 2015 si è classificato 2° in una gara al Foro Italico e nel maggio scorso ha vinto la medaglia d’oro in una gara FISDIR a Bergamo).
I tuffi non sono l’unica passione sportiva di Stefano: dopo aver partecipato il 18 giugno 2016 agli Open di Austria con la Nazionale di Taekwondo, è stato convocato per partecipare anche agli Europei di Taekwondo che si terranno dal 12 al 16 settembre 2016, a Varsavia.

L’AIPD di Bergamo e il progetto “Non solo vacanze…Venezia”

Sono iniziate le vacanze per i  gruppi di autonomia “ragazzi in gamba” dell’AIPD di Bergamo: il 2 luglio 2016, nell’ambito del progetto “Non solo vacanze…Venezia”, un gruppo di giovani della sezione locale è partito per trascorrere sette giorni di campeggio a Iesolo, all’insegna del divertimento e della condivisione.
Un altro gruppo dal 30 giugno al 3 luglio 2016 ha visitato Venezia, soggiornando presso la casa messa a disposizione dall’AIPD di Venezia-Mestre, trascorrendo quattro giorni alla scoperta di nuovi luoghi, durante i quali hanno messo in pratica i percorsi di autonomia svolti durante l’anno.

Il progetto prevede l’avvio di altri due gruppi di vacanza: dal 16 al 23 luglio 2016 alcuni giovani dell’AIPD di Bergamo passeranno una settimana di campeggio a Iesolo e  dal 1° al 4 settembre 2016 l’ultimo gruppo di ragazzi partirà per visitare Venezia.

L’AIPD di Termini Imerese partecipa alla 2°edizione di “Diversi sentieri”

Domenica 10 luglio 2016, a Caccamo (PA), presso il “Rosamarina Lake”,  si terrà la 2°edizione dell’evento “Diversi sentieri” la manifestazione sportiva dedicata al tema della disabilità: saranno presenti giovani di diverse associazioni che si cimenteranno in differenti attività sportive come tiro con l’arco, canoa e vela. All’evento parteciperanno anche i ragazzi della squadra Abiola dell’AIPD di Termini Imerese che giocheranno una partita di Basket. Nel pomeriggio, la manifestazione continua con la visita guidata a Chiesa Madre, Badia e Castello, organizzata dall’Associazione Turismo Sicilia. La giornata si concluderà con l’apericena.

 

 

 

 

L’AIPD va in onda a Radio Articolo 1

Il 6 luglio 2016, alle 17.30, in onda su Radio Articolo 1, durante il programma Ellecult, Christian Angeli, regista del documentario firmato AIPD “Diritto ai diritti” insieme a Carlotta Leonori, responsabile del progetto AIPD che promuove la partecipazione attiva alla vita politica delle persone con sindrome di Down, parleranno del film “Diritto ai diritti”, presentato per la prima volta lo scorso 4 luglio alla Casa del Cinema.

Clicca qui per scoprire la frequenza dove puoi ascoltare la diretta.

QUI sotto il poadcast della trasmissione:

Progetto AIPD OMO On my own… at work

Oggi 6 luglio 2016, a Milano, presso la Fondazione Adecco, si terrà l’incontro tra i partner del progetto OMO.On My Own… at work, l’iniziativa promossa dall’AIPD che ha l’obiettivo di migliorare l’apprendimento di persone con sindrome di Down che intendono lavorare nel settore alberghiero attraverso l’uso di una nuova applicazione, installata su minitablet.
L’incontro di oggi rappresenta la definitiva chiusura dei lavori realizzati sui materiali formativi previsti dal progetto (app e videotutorial): la nuova applicazione supporterà i giovani nel ricordare i compiti da svolgere, affinché acquisiscano maggiori competenze per il loro futuro lavorativo.
videotutorial realizzati sono invece destinati ai tutor degli alberghi e hanno lo scopo di migliorare la relazione tra il tutor e il tirocinante con sindrome di Down.
A settembre sia la nuova app che i videotutorial saranno presentati ufficialmente a Milano, Roma, Saragozza e Lisbona.
Il progetto è finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Erasmus + Key Action 2 (Cooperation for innovation and the exchange of good practices – Strategic Partnerships). Il progetto dura 3 anni e i partner ufficiali che collaborano alla realizzazione di OMO sono: EDSA – European Down Syndrome Association, Fondazione Adecco per le pari opportunità, Fundacion Adecco (Spagna), APPT21 – Associação Portuguesa de Portadores de Trissomia 21, Axis Hotéis & Golfe Group (Portogallo), Hotel Roma Aurelia Antica, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, Università degli Studi Roma Tre.

 

Vai al sito ufficiale: http://www.on-my-own.eu/en_GB/

Vedi qui le altre notizie pubblicate sul progetto:

Settembre 2014: Avvio progetto
Marzo 2015: avvio fase sperimentale
Ottobre 2015: sperimentazione degli strumenti
Febbraio 2016: terzo incontro del progetto OMO

Accordo di collaborazione tra l’AIPD di Bari e il Comune di Terlizzi

Il 1°luglio 2016, l’AIPD di Bari e il Comune di Terlizzi hanno firmato un accordo di collaborazione per l’avviamento di due esperienze formative: i giovani dell’AIPD locale, dal 1°settembre fino al 30 dicembre 2016, svolgeranno un tirocinio formativo presso la Biblioteca Civica del Comune di Terlizzi, durante il quale dal lunedì al venerdì, per tre ore al giorno, si occuperanno dell’archiviazione cartacea e informatica.

 

Due nuovi stage per l’AIPD di Catanzaro

Dopo le sezioni di Caserta, Cosenza, Latina e Perugia anche Catanzaro avvia la sua esperienza di collaborazione con il Corpo Forestale, grazie al Protocollo d’Intesa firmato con AIPD Nazionale. Federica e Alessandra, della sezione di Catanzaro, hanno iniziato il 3 luglio 2016 il loro primo stage volontario, presso il Parco Monaco, in Sila, al Villaggio Mancuso. L’esperienza le impegnerà sei giorni continuativi e per questo le ragazze pernotteranno presso la Foresteria, messa a disposizione dal Corpo Forestale, vivendo anche un’esperienza di autonomia, in cui si cimenteranno nella preparazione dei pasti e nella gestione delle proprie cose. Federica e Alessandra, all’interno del Parco, affiancheranno il personale nelle attività di giardinaggio e nell’accompagnamento dei visitatori nei percorsi didattici e nel museo.

Presentato da AIPD “Diritto ai diritti” sul tema della cittadinanza attiva

COMUNICATO STAMPA

Roma, 4 luglio 2016 – È stato presentato presso la Casa del Cinema il documentario “Diritto ai diritti”, realizzato dall’Associazione Italiana Persone Down all’interno del progetto che promuove la partecipazione attiva alla vita politica delle persone con sindrome di Down, finanziato dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali.

Presenti il Presidente dell’Associazione Italiana Persone Down, Paolo Virgilio Grillo, la Coordinatrice Nazionale dell’Associazione Anna Contardi, la responsabile del progetto “Diritto ai diritti” Carlotta Leonori, il regista del documentario Christian Angeli e Claudia Micillo una dei quattro protagonisti del film. Ha partecipato all’evento Giovanna Reanda, giornalista di Radio Radicale che ha moderato il dibattito dopo la visione del film.
Sono intervenuti i deputati Andrea Romano (Partito Democratico), Giulia Di Vita e Matteo Dall’Osso (Movimento 5 Stelle).
Al dibattito hanno partecipato anche Silvia Stefanovichj, Responsabile del settore per la disabilità CISL, Lucia De Anna, Delegato del Rettore per la Disabilità presso l’ Università di Roma “Foro Italico”, l’Assessore Giovanni Figà Talamanca, Presidente della Commissione Scuola del 1° Municipio.

Il documentario racconta le vicende di quattro giovani con sindrome di Down Paolo, Claudia, Renata e Leonardo, partecipanti al progetto e del loro incontro coi rappresentanti del mondo politico, in cui danno voce ai desideri e bisogni delle persone con disabilità intellettiva, che sono poi i desideri di ogni adulto: lavoro, casa, partecipazione.
Dopo il saluto di benvenuto del Presidente Paolo Grillo e la presentazione dell’iniziativa “Diritto ai Diritti” da parte di Carlotta Leonori, si è passati alla visione del documentario. Al termine della visione il regista del film Christian Angeli ha richiamato la scelta di assoluto protagonismo delle persone con sindrome di Down e ha parlato di uno dei temi di impegno di Marco Pannella, il diritto alla conoscenza che il film evidenzia. Claudia Micillo, una delle protagoniste ringraziando il pubblico ha sottolineato: ”Sono molto emozionata, è stato un meraviglioso traguardo”.

L’on. Andrea Romano ha evidenziato come sia stato molto colpito nel documentario dalla ricorrenza della parola lavoro: “Il lavoro soprattutto per le persone con disabilità e per le loro famiglie è la chiave per guadagnare la dignità. La disabilità insegna qualcosa, fa scoprire aspetti della propria vita che non si conoscevano: impariamo a vedere con occhi diversi le cose, ad andare fuori dagli schemi ideologici, a fare uno sforzo per superare la standardizzazione del linguaggio e le retoriche della comunicazione politica. La disabilità e le sue domande spingono il politico ad uscire dalle proprie categorie. Il lavoro credo sia sempre la chiave, strada per realizzare la propria autonomia”.

L’on. Giulia Di Vita: “Mi rendo conto che si è lavorato moltissimo per realizzare questo nostro incontro: esperienze come queste ci ricordano quanto sia evidente lo scollamento tra la vita politica e la vita reale: si dovrebbero pungolare maggiormente i politici per modificare sia l’ atteggiamento che il linguaggio, spesso difficile per tutti”.

Sia l’on. Andrea Romano che l’on. Giulia Di Vita si sono impegnati a organizzare una proiezione del film alla Camera dei Deputati.

Silvia Stefanovichj Responsabile del settore per la disabilità CISLcosì commenta: “Il film è emozionante. Sono rimasta colpita dal filo conduttore iniziato col tema sul diritto di voto e conclusosi col racconto dei sogni e delle speranze dei protagonisti che raccontano ciò che sentono. Credo che la presentazione del prossimo Piano di Azione per la disabilità trarrebbe giovamento dalla visione del film“.

Lucia De Anna, nel sottolineare l’importanza dell’esperienza di inclusione portata avanti dall’ Italia, ha ribadito la rilevanza di garantire il lavoro alle persone con disabilità come giusta conseguenza del percorso scolastico e ha promesso di utilizzare il film nel corso di Pedagogia speciale all’Università.

Molti altri interventi hanno richiamato da una parte il tema dei diritti, dall’altra le scelte cinematografiche particolarmente coinvolgenti del regista.

Ha concluso i lavori Anna Contardi, Coordinatrice nazionale dell’Associazione Italiana Persone Down ricordando come i due filoni del film, l’adultità possibile delle persone con sindrome di Down e la partecipazione, siano le sfide oggi per la società e il mondo della politica. “Sono temi che interessano tutti e affrontandoli dal punto di vista dei protagonisti del film possiamo costruire un Paese migliore per tutti. Ci offriamo di tradurre in alta comprensibilità i documenti dei partiti e di collaborare per avvicinare la politica ai cittadini”.

Il film sarà presentato nei prossimi giorni in altre città italiane e l’Associazione Italiana Persone Down cerca ogni tipo di collaborazione per diffonderlo ulteriormente.


QUI le altre iniziative di presentazione del film

Melià Italia sostiene il tirocinio di una persona con sindrome di Down

L’1 e 2 luglio 2016, presso l’Hotel Melià di Milano, si terrà il “1° MasterChef Melià Italia”, l’ evento di “Alta Cucina” durante il quale numerosi Manager del Melià e Chef si metteranno alla prova preparando piatti che saranno presentati ad una Giuria di Eccellenza che assegnerà le “Stelle Melià”. La giuria è composta da Don Alfonso Iaccarino, affermato Chef nella costiera amalfitana, i docenti Alessandro Pedrazzini e Silvia Moretti, Monica Berarducci, responsabile dell’Osservatorio sul mondo del lavoro AIPD  che con l’occasione ritirerà la donazione di una Borsa di Studio di 1.500 euro. Questo importo sarà utilizzato per  favorire la formazione di una persona con sindrome di Down che, da novembre 2016 a gennaio 2017, potrà svolgere un tirocinio formativo di tre mesi, nella caffetteria del Gran Melià di Villa Agrippina, a Roma.

Ciao Nerina

Nerina Micci si è spenta nella serata di ieri 30 giugno 2016.
Molti di noi hanno avuto contatti negli anni con Nerina, per un’informazione, un consiglio, un aiuto. Nerina rispondeva con pazienza e sempre con calore. E’ stata non solo la segretaria storica dell’AIPD, ma la persona che aveva fatto di questa associazione la sua seconda famiglia che coccolava e amava. Tutti noi ci stringiamo attorno alla sua famiglia e la ricordiamo con grande affetto.