Il “Rotary Club Bari Castello” sostiene l’AIPD di Bari

Il  24 giugno 2016, presso il feudo Messeni Nemagna, il presidente Marra Campanale del ROTARY Club Bari Castello, ha donato un assegno per sostenere le attività del Servizio di Inserimento lavorativo dell’AIPD di Bari alle rappresentanti della sezione. Durante l’evento sono intervenute la responsabile del SIL di Bari, la Dott.ssa Viviana Lagattolla e la Dott.ssa Grazia Liddi referente per il lavoro che hanno raccontato in maniera più approfondita la realtà e le attività svolte dall’Associazione, presentando anche i risultati raggiunti dal SIL durante i suoi dieci anni di attività.

 

Presentazione del documentario “Diritto ai Diritti”: l’esperienza di partecipazione politica di giovani con sindrome di Down”

COMUNICATO STAMPA

INVITO-PROGRAMMA

Leonardo, Renata, Paolo e Claudia sono quattro adulti con sindrome di Down protagonisti del documentario“Diritto ai diritti”, realizzato dall’Associazione Italiana Persone Down con la regia di Christian Angeli, che sarà presentato a Roma, lunedì 4 luglio 2016 alle 10.30, presso la Casa del Cinema.
La pellicola, che sarà trasmessa lo stesso giorno anche a Mantova e l’11 luglio a Pisa, racconta il percorso educativo del progetto AIPD “Diritto ai diritti”, che ha avuto lo scopo di promuovere la partecipazione attiva alla vita sociale di adulti con sindrome di Down e la loro relazione con le istituzioni pubbliche.
Il progetto è stato finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali (l.383/2000 annualità 2014)
Sono 34 provenienti da 17 città italiane (Arezzo, Bari, Belluno, Caserta, Catanzaro, Latina, Mantova, Marca Trevigiana, Milazzo – Messina, Oristano, Pisa, Potenza, Reggio Calabria, Roma, Termini Imerese, Venezia – Mestre e Versilia) le persone con sindrome di Down che hanno partecipato al seminario conclusivo del progetto dopo aver svolto un percorso educativo nei propri territori.
Nel documentario che narra la sintesi di questa esperienza Leonardo (36 anni di Pisa), Renata (36 anni di Bari), Paolo (36 anni di Mantova) e Claudia (32 anni di Caserta), sono i portavoce delle riflessioni e delle speranze di tutti i partecipanti al progetto e, ospiti a Radio Radicale, sottoporranno richieste precise ai tre deputati on. Giulia Di Vita (Movimento 5 Stelle), on. Andrea Romano (Partito Democratico), on.Walter Rizzetto (Fratelli d’Italia).
Dopo il documentario, introdotto dal Presidente dell’Associazione Italiana Persone Down Paolo Virgilio Grillo e dalla responsabile del progetto Carlotta Leonori, seguirà il dibattito. Interverranno, oltre ai parlamentari sopra elencati, Christian Angeli, regista del documentario, Vittorio Alvino Presidente di OpenPolis e l’on. Khalid Chaouki che ha accolto i 34 giovani in Parlamento. È stato invitato il Sottosegretario al Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Franca Biondelli. Modererà i lavori Giovanna Reanda, giornalista di Radio Radicale . “Ci auguriamo che in molti possano vedere nei prossimi mesi questo film – dice Paolo Grillo, Presidente AIPD – e che questo faccia rinascere in molti la passione politica e la voglia di partecipare per fare del nostro un Paese migliore”.

Per vedere il trailer del documentario, CLICCARE QUI

La partecipazione alla presentazione del documentario è gratuita. È gradita la prenotazione cliccando qui: https://dirittodiritti.eventbrite.it

Assumiamoli! Continua la campagna AIPD

Per sostenere l’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down, l’Osservatorio sul mondo del lavoro AIPD continua la sua campagna di sensibilizzazione con la promozione dello spot Assumiamoli!
Lo spot sarà trasmesso sulle reti Mediaset dal 26 giugno al 2 luglio 2016. Sono disponibili altri documenti AIPD sul tema dell’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down alla pagina dei materiali video

L’AIPD di Brindisi va in radio con il progetto “Oltre i confini”

Oggi 24 giugno 2016, i giovani dell’AIPD di Brindisi sono stati ospiti a “CiccioRiccio” , radio locale condotta da Marcello Biscosi, durante il programma “Cavalli di battaglia” per raccontare agli spettatori quali sono le loro canzoni più amate del passato.
Questo intervento, volto a parlare dell’amore che i ragazzi hanno per la musica, è l’ultimo di una serie di incontri già effettuati dai giovani (danza del ventre, gospel, recitazione) nell’ambito del progetto “Oltre i confini”, l’iniziativa realizzata dall’AIPD della sezione locale in collaborazione con la Compagnia d’Arte Dinamica di Brindisi AlphaZTL di Vito Alfarano. Questo progetto ha lo scopo di fornire ai giovani partecipanti nuovi strumenti di socializzazione attraverso la recitazione e la danza. Durante gli incontri sono stati girati dei video che saranno presentati in un unico documentario a fine progetto.

“Happy Day SummerLab 2016” a Potenza

Il prossimo 24 giugno 2016, a Potenza, presso il Parco “Baden Powell” si terrà l’evento “Happy Day SummerLab 2016”: l’AIPD  locale ha pensato di festeggiare l’inizio dell’estate in modo divertente e salutare, all’insegna dello sport e del benessere. Diverse saranno le attività che arricchiranno la giornata: nella prima parte del pomeriggio è stata organizzata una passeggiata con le biciclette a cura di Legambiente e Ciclostile. L’AIPD di Potenza presenterà la mostra fotografica delle proprie attività, si esibiranno i trampolieri e ci sarà lo spettacolo delle bolle di sapone, l’intrattenimento musicale e anche i laboratori di ecocosmesi e legambiente (sul rispetto dell’ambiente). Nella seconda parte dell’evento andrà in scena lo spettacolo di Zumba Fitness a cura di Anielgol e alle 20.00 ci sarà la sagra gastronomica organizzata dalla Pucceria Assurd a cura dei soci di AIPD Potenza. La serata si concluderà in musica.

 

A Istanbul AIPD presenta il libro “Persone con disabilità intellettiva al lavoro”

Il 22 giugno 2016, a Istanbul, durante il Convegno organizzato dall’associazione “Down Turkiye”, l’AIPD ha presentato il libro tradotto in lingua turca “Persone con disabilità intellettiva al lavoro. Metodi e strumenti per l’integrazione” scritto da Alessandra Buzzelli, Monica Berarducci e Carlotta Leonori, edito da Erickson. Il manuale affronta il tema dell’inserimento lavorativo delle persone con disabilità intellettiva, fornendo indicazioni pratiche per operatori e famiglie e che dà voce alle esperienze dei giovani coinvolti. L’argomento dell’incontro è stato sul confronto dei risultati ottenuti nei percorsi di inserimento lavorativi delle persone con sindrome di Down in Turchia: 42 gli assunti a Istanbul. Successivamente Anna Contardi, Coordinatrice dell’AIPD Nazionale, ha raccontato l’esperienza italiana. Infine sono stati premiati imprenditori e lavoratori con sindrome di Down per l’impegno reciproco dimostrato.

“Diritto ai diritti”, il documentario


MARZO 2017

22 marzo, Tuenno (Tn), nel corso dell’incontro “Il diritto delle mie scelte” organizzato dalla sezione AIPD Trentino, presso la Sala Polifunzionale Cassa rurale di Tuenno (Val di Non). Evento inserito per la celebrazione della Giornata Mondiale delle Persone con sindrome di Down

21 marzo, Potenza, la sezione AIPD ha organizzato la proiezione del docu-film nei Licei scientifici di Potenza, Lauria e Laurenzana, e in una scuola media di Potenza. Evento inserito per la celebrazione della Giornata Mondiale delle Persone con sindrome di Down:

potenza-wdsd17-incontroscuole

21 marzo, Reggio Calabria, incontro organizzato dalla sezione AIPD presso il Campus San Vincenzo de’ Paoli della città. Evento inserito per la celebrazione della Giornata Mondiale delle Persone con sindrome di Down:

wdsd17-reggiocalabria



GENNAIO 2017
30 gennaio, Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), presso l’UTE (Università della Terza Età)

6 gennaio, RAI TRE, ore 12,25
6gennaio17-dirittto-ai-diritti-rai3



DICEMBRE 2016
10 dicembre, Roma, nel corso dell’AS Festival, presso il MAXXI, Museo Nazionale delle arti del XXI Secolo



NOVEMBRE 2016
30 novembre, Roma. All’interno del programma del seminario AIPD per gli educatori dei percorsi di autonomia, presso il “Roma Scout Center”

27 novembre, Trento, incontro organizzato dall’AIPD del Trentino per i soci

12 novembre, Milazzo, Palazzo D’Amico, dalle 16,30. Incontro con il sindaco di Milazzo ed esponenti dell’Assessorato alle Politiche Sociali dei Comuni di Roccalumera e di Milazzo

11 novembre, Pisa, presso la Stazione Leopolda

4 novembre, Oristano, nel corso del convegno “Autonomia possibile



OTTOBRE 2016
7 ottobre, Bari, Sala Cinema dell’Istituto Salesiano del Redentore:


7 ottobre, Frosinone, Salone di rappresentanza del Palazzo della Provincia:
frosinone-gnpd-7ott2016 frosinone-gnpd-7ott2016-2



SETTEMBRE 2016

27 settembre 2016, Auletta Parlamentare della Camera dei Deputati:
diritto-diritti-camera-1 diritto-diritti-camera-2
Qui sotto l’intero evento ripreso e trasmesso da Radio Radicale:
video-27sett2016-radioradicale


24 settembre, Termini Imerese presso la Sala convegni del Circolo Margherita:
termini-24sett2016-dirittoaidiritti termini-24sett2016-dirittoaidiritti-2
15 settembre, Arezzo, presso la Provincia:
  arezzo-15sett2016-dirittoaidiritti arezzo-15sett2016-dirittoaidiritti2

10 e 11 settembre, Marina di Pietrasanta (LU) presso l’associazione sportiva Nimbus;



AGOSTO 2016:
nell’ambito del Ritiro Nazionale ARCI Ragazzi, a Cantagallo, in provincia di Prato dal 29 luglio al 7 agosto
docu-ArciRagazzi2016 docu-ArciRagazzi2016-2



LUGLIO 2016:
11 luglio Pisa,  Sala Convegni Stazione Leopolda:
pisa-11luglio16-dirittoaidiritti2  pisa-11luglio16-dirittoaidiritti3
Qui
il resoconto della serata

6 luglio, alle 17.30, in onda su Radio Articolo 1, intervento di Christian Angeli e Carlotta Leonori nel programma Ellecult:

4 luglio 2016, presentazione del film a cura di AIPD Mantova. Cinema Mignon, Mantova
Mantova-4luglio2016 Mantova-4luglio2016-2

4 luglio 2016 Presentazione del film a cura di AIPD Nazionale. Roma, Casa del Cinema
Sul sito di Radio Radicale è online il resoconto dell’intera mattinata di lavori:



Anteprima del documentario realizzato nell’ambito del progetto AIPD “Diritto ai diritti“, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali (legge 383/2000, lett.f, annualità 2014). Regia di Christian Angeli:

Un gruppo di persone con la sindrome di Down compie un percorso di conoscenza e di confronto su alcuni temi della politica. Quattro di loro, dopo un costante allenamento, si fanno portavoce delle speranze di tutti, incontrando, negli studi di Radio Radicale, alcuni deputati del Parlamento Italiano di diverso orientamento politico, a cui raccontano le proprie storie e sottopongono richieste precise.


L’AIPD di Caltanissetta visita la Questura

Martedì 14 giugno 2016, 20 ragazzi dell’ AIPD di Caltanissetta, accompagnati dalla coordinatrice Ilenia di Mauro, dalla volontaria Antonella Ciotta e dall’operatore Dario Miraglia, sono stati invitati a fare visita alla Questura di Caltanissetta e alla sezione della Polizia Stradale. I ragazzi, a cui sono stati donati un cappellino e una medaglia ciascuno in segno di accoglienza, dopo essere stati accolti hanno visitato la sala operativa della Questura e l’autorimessa all’interno della quale sono state scattate foto con i poliziotti della sezione stradale.
Sono intervenuti: il Presidente dell’AIPD di Caltanissetta Daniele d’Aquila, l’ispettore Salvatore Falzone dell’ufficio stampa, l’ispettore Capo Nadia Lumia, il sostituto commissario Stefano Caruso e l’ispettore capo Alessandro Milazzo.

L’AIPD di Perugia e il progetto “Documentriamoci”

LOCANDINA

Martedì 21 giugno 2016, presso il Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, dell’Università di Perugia, si terrà l’incontro conclusivo del progetto dell’AIPD di Perugia “Documentriamoci-L’avventura nel Centro di Documentazione C’eraL’acca”: l’iniziativa ha lo scopo di formare 8 persone con sindrome di Down per diventare bibliotecari. Il progetto, iniziato lo scorso anno, è finanziato dalla Fondazione di Cassa e Risparmio di Perugia e terminerà il 30 giugno 2016. Durante l’incontro saranno i giovani futuri bibliotecari a prendere la parola e a raccontare l’esperienza vissuta al Centro di documentazione. Interverranno Ferdinando Valloni,il Presidente dell’AIPD di Perugia, i tutor del progetto e i docenti che hanno preso parte all’iniziativa.

Il Presidente della sezione di Perugia,Ferdinando Valloni afferma:”Siamo particolarmente felici dello sviluppo del progetto, avvenuto grazie alla collaborazione dei docenti e dei tutor dell’Università di Perugia che hanno seguito i giovani in questo percorso di formazione. Un progetto che vuole lanciare il segno di come le persone con sindrome di Down possano essere risorse e non assistiti”.

“Cena in bianco” per l’AIPD di Pisa

Locandina

La Cooperativa di tipo B ALZAIA e l’AIPD di Pisa e hanno organizzato per la sera del 19 giugno 2016 una “CENA IN BIANCO”. All’evento parteciperanno sia grandi che piccoli, dove condivisione divertimento, buon cibo e creatività sono gli elementi chiave che animeranno l’occasione. Il bianco sarà il colore che dominerà la serata, dall’allestimento dei tavoli all’abbigliamento degli invitati.
L’evento è gratuito e saranno disponibili i cestini preparati da Ticucinobio, prenotabili su  www.ticucinobio.it al fine di facilitare i turisti alla partecipazione dell’evento.
Il ricavato dei cestini sarà devoluto all’AIPD di Pisa.
La prenotazione dei tavoli è prevista fino al 19 giugno 2016, data stessa dell’evento. Se i posti terminano, ognuno può provvedere a portare il proprio tavolo autonomamente.

Per info e prenotazioni: cenainbiancopisa@gmail.com

Incentivi alle aziende che assumono persone con disabilità

La circolare INPS 99/2016 illustra le indicazioni operative rispetto all’applicazione degli incentivi previsti dall’art. 13 della legge 68/99, così come modificato dall’art. 10 del decreto legislativo n. 151/2015 per le assunzioni di lavoratori con disabilità effettuate dal 1° gennaio 2016.

Nel caso di persone con disabilità intellettiva con percentuale di invalidità civile superiore al 45%, quindi tutte le persone con sindrome di Down, l’incentivo è pari al 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali per la durata massima di 5 anni (sessanta mesi) sia in caso di contratti a tempo indeterminato (come era precedentemente) sia nel caso di contratti a tempo determinato purché di durata non inferiore a 12 mesi.

Ulteriore importante novità è l’accesso all’incentivo: l’art. 13 così riformulato prevede che entro 5 giorni dalla domanda dell’incentivo da parte del datore di lavoro, l’INPS notifica la disponibilità o meno dei fondi. Entro 7 giorni dalla comunicazione il datore stipula il contratto del quale entro i successivi 7 giorni ne dà notizia alll’INPS.

Gli incentivi in questione sono cumulabili con l’esonero per massimo 2 anni dal versamento del 40% dei contributi previdenziali nel limiti massimo di euro 3.250 per chi assume a tempo indeterminato entro il 31 dicembre 2016 (legge 208/2015, art. 1, comma 178). Inoltre l’incentivo per l’assunzione delle persone con disabilità è cumulabile anche con il Bonus occupazionale previsto dal programma Garanzia Giovani nel limite del 100% dei costi salariali.

Per il procedimento di ammissione all’incentivo da parte dei datori di lavoro si rimanda alle istruzioni contenute dal punto 7 della circolare INPS.

 

 

Grillo (AIPD): “Una speranza per il futuro delle persone con sindrome di Down nella nuova legge sul Dopo di noi”

COMUNICATO STAMPA

Dopo due anni di discussione parlamentare, nella seduta di martedì 14 giugno 2016 alla Camera dei Deputati, è stata approvata in via definitiva la cosiddetta legge sul “Dopo di noi”,“Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare”.
Finalità della legge è la presa in carico delle persone con disabilità con handicap in situazione di gravità ai sensi dell’art. 3, comma 3, legge 104/92, prive di sostegno familiare (cioè nel caso in cui entrambi i genitori manchino o non siano in grado di fornire l’adeguato sostegno) nonché durante l’esistenza in vita dei genitori in una prospettiva di presa in carico futura. La legge agevola espressamente l’utilizzo di diversi strumenti (trust, vincoli di destinazione, polizze di assicurazione…) in favore di persone con disabilità grave prevedendo esenzioni fiscali e agevolazioni quando questi perseguano esclusiva finalità di inclusione sociale, cura e assistenza. E prevede anche, attraverso l’utilizzo del fondo appositamente istituito, l’attivazione e il potenziamento di percorsi di deistituzionalizzazione cui possono compartecipare regioni, enti locali, terzo settore, con particolare attenzione a soluzioni di micro-residenzialità.
Al di là di inevitabili aspetti di criticità della legge (che entrerà in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale), si tratta del primo provvedimento legislativo sul tema, di cruciale importanza per le famiglie delle persone con disabilità.
Paolo Grillo, Presidente dell’Associazione Italiana Persone Down: “Una speranza per il futuro delle persone con sindrome di Down nella nuova legge sul Dopo di noi. L’auspicio è che questa legge sia l’inizio di un dialogo sempre più presente con le forze politiche su tutto l’insieme dei problemi che si accompagnano alla vita delle persone con disabilità”.

Convegno “Sguardi di adultità e crescita nella comunità”

PROGRAMMA

Nel pomeriggio di giovedì 16 giugno 2016, a Belluno,  presso l’Aula Magna dell’Istituto “Catullo” si terrà il Convegno “Sguardi di adultità e crescita nella comunità” in merito alla disabilità intellettiva nella vita adulta, organizzato da AIPD di Belluno, ULSS1 e dalla Conferenza sindaci ULSS1. Il tema sarà presentato e discusso attraverso più argomenti: lavoro, la residenzialità, sport e tempo libero. Interverranno esperti locali dell’ambito socio-sanitario, con la partecipazione di AIPD, delle associazioni ASSI, ANFFAS e Cantiere della Provvidenza che racconteranno la loro esperienza nei progetti di residenzialità. All’incontro sarà presente Anna Contardi, coordinatrice nazionale dell’AIPD e Presidente EDSA che farà un intervento sul tema dell’occupazione e del lavoro per le persone con sindrome di Down “imparare a lavorare, conquistare un lavoro”. Dopo la discussione finale,  ci sarà un rinfresco curato dalla Cooperativa sociale “Cantiere del Gusto” e seguito dai camerieri “Fuori Menù” dell’AIPD di Belluno.

 

Progetto individuale

Riportiamo il commento, a cura di Salvatore Nocera, della recente sentenza del Tribunale civile di Ancona (n° 893 del 30 Maggio 2016) che ha stabilito che il progetto individuale delle persone con disabilità non può essere modificato dal Comune per motivi di bilancio:

Il Tribunale civile di Ancona con la sentenza n° 893 del 30 Maggio 2016 ha consolidato la natura giuridica del progetto individuale di vita, previsto dall’art. 14 della l. n° 328/2000 a favore delle persone con disabilità, stipulato con l’interessato dal Comune che ne assume la responsabilità politica globale e giuridica per i servizi di propria competenza.

Inizialmente i Comuni hanno ritenuto che la formulazione dell’art. 14 fosse una previsione solo politica senza alcuna rilevanza giuridica. Ma negli ultimi anni, specie per iniziativa dell’ANFFAS, sono stati promossi molti processi per fare accertare l’esistenza di un dovere giuridico di formulazione di tale progetto.
Adesso questa sentenza rafforza questa natura giuridica del progetto individuale di vita affermando che addirittura trattasi di un contratto tra Comune e interessato che non può essere modificato unilateralmente dal Comune.
Oggetto della sentenza è stato un progetto individuale che, per un adulto con disabilità assai complessa sottoposto a tutela, prevedeva la sua collocazione in un centro residenziale ed in un centro diurno, dove svolgeva pure attività riabilitativa. Successivamente il Comune, adducendo problemi di bilancio, ha deciso unilateralmente di modificare il progetto, stabilendo che la persona dovesse permanere solo nel centro residenziale, dove pure avrebbe potuto svolgere attività riabilitativa. Il tutore dell’interessato ha allora citato il Comune per violazione del contratto ed il Tribunale gli ha dato ragione.
Questi alcuni stralci più significativi della sentenza:
“Il Giudice Tutelare ha dunque fatto buon governo della prevalente giurisprudenza, alla quale anche questo giudice intende dare continuità, secondo cui la predisposizione di un progetto personalizzato a favore di un utente affetto da disabilità viene a costituire un diritto soggettivo “incomprimibile in dipendenza di carenze organiche, ovvero di esigenze di bilancio” (TAR Lazio 470512015; TAR Toscana, n. 5412014; arg. ex Cass., n. 2601120146; arg. ex C.Cost.,n. 80/2010).
Tale diritto trova fondamento: nell’art. 26 della Dichiarazione universale dei diritti umani, nell’art. 24, 25 e 26 della Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con disabilità, ratificata in Italia con legge 18/2009, nell’art. 2 del Trattato sull’Unione Europea, negli artt. 9 e 10 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione e nella Costituzione (artt. 2,3,32,34 e 38), art. 14 della legge 328/2000.Alla luce delle argomentazioni che precedono e delle norme richiamate questo giudice ritiene che una volta indicato e definito un PEI a favore di un soggetto disabile, che ha trovato positiva attuazione (cfr verifica Umei del 23.10.2010) questo non può essere ridotto o modificato senza una valida giustificazione, che affondi le sue radici nell’interesse del soggetto disabile.”

E poi più avanti: “Il ctu ha inoltre rilevato che la fisioterapia svolta presso il Cser (centro socio educativo riabilitativo diurno – n.d.r) è frutto di un progetto che va avanti da anni e che tale attività, sebbene astrattamente praticabile presso il Coser (centro residenziale – n.d.r), è bene che sia praticata all’esterno perché, per la patologia diagnosticata, è importante che il soggetto nel corso della giornata non rimanga sempre nella stessa struttura”.

Mentre la prima affermazione del Giudice è fondamentale per consolidare la natura di diritto costituzionalmente protetto dell’interessato, la seconda affermazione ha un ampio respiro inclusivo, evidenziando che la persona con disabilità non deve vivere sempre recluso in un centro, ma ha necessità di vivere in comunità in cui si possano instaurare regolari rapporti di vita quotidiana.

OSSERVAZIONI
Questa sentenza, di cui pure va il merito ad un avvocato consulente dell’ANFFAS, merita di essere presa ad esempio dalle nostre associazioni, affinchè l’istituto del progetto individuale venga richiesto e stipulato sempre più frequentemente nei nostri Comuni.
Occorrerebbe sempre più pretendere che, laddove non sia possibile per le più diverse cause realizzare l’assistenza domiciliare integrata, i progetti individuali debbano prevedere la vita di persone con disabilità complesse in piccole comunità-alloggio di tipo familiare e che per loro la vita non si riduca ad un ricovero di pura degenza, ma assuma i caratteri di una vita con relazioni umane anche esterne, secondo progetti articolati secondo le capacità e le aspirazioni e le abitudini sociali degli interessati.

Guida al ballottaggio del 19 giugno 2016

Domenica 19 giugno, in alcuni comuni italiani, si terrà il Ballottaggio delle elezioni amministrative 2016 per eleggere il nuovo Sindaco: per questo motivo, l’AIPD lancia sulla pagina del sito ufficiale il banner “19 GIUGNO: SCEGLI IL TUO SINDACO, IL TUO VOTO CONTA”.
L’ iniziativa è realizzata nell’ ambito del progetto “Diritto ai diritti ” affinchè le persone con sindrome di Down e non possano esercitare consapevolmente il proprio diritto di voto.
Nella pagina dunque è possibile leggere la “Guida” al ballottaggio, in alta leggibilità che ha l’obiettivo di spiegare, in termini semplici e accessibili, perché si vota e come si vota: è possibile rispondere ad un breve questionario online, per esprimere un parere sulla effettiva accessibilità della guida.
Ricordiamo che tutte le persone, anche chi ha una disabilità intellettiva e anche chi sia stato interdetto – conserva il proprio diritto di voto; per le informazioni legislative rimandiamo alla scheda n. 9 “Diritto di voto” visibile sul sito AIPD nella pagina “Diritti” e curata dal Telefono D.

Grazie Papa Francesco per le tue parole sul tema della diversità

COMUNICATO STAMPA

L’Associazione Italiana Persone Down esprime un caloroso grazie a Papa Francesco per le sue parole che spazzano via i pregiudizi, nei confronti delle persone con disabilità, che ancora affiorano talvolta nella Chiesa stessa, mentre ai suoi piedi giocano due bambine con la sindrome di Down.

“Tutti abbiamo la stessa possibilità di crescere, di andare avanti, di amare il Signore, di fare cose buone, di capire la dottrina cristiana e tutti abbiamo la stessa possibilità di ricevere i sacramenti. Capito?”
Sono queste le parole di Papa Francesco durante il Convegno per persone con disabilità promosso dalla Cei, per i 25 anni del Settore catechistico a loro dedicato, tenutosi domenica 11 giugno 2016.
In occasione di questo evento il Pontefice ha affrontato il tema della diversità delle persone con disabilità.

Durante l’incontro il Papa, circondato da una vivace folla, desiderosa di ascoltare le sue parole, afferma come la diversità sia fonte di ricchezza, in quanto elemento di cambiamento che può aiutare le persone a superare quella paura che si crea davanti a una nuova situazione. Molto spesso è più facile e meno faticoso rimanere all’interno dei  propri limiti, anziché sforzarsi di vedere con occhi diversi l’altro in quanto richiedono impegno maggiore. La diversità, quindi, diviene ricchezza nel momento in cui è acquisita come “la strada per migliorare, per essere più belli e più ricchi” e si può diventare più ricchi anche solo attraverso un semplice gesto concreto: la stretta di mano. Oltre al tema della diversità come fonte di ricchezza, il Papa facendo l’esempio di Serena seduta sulla sedia a rotelle che parla di discriminazione, afferma  che tutti devono avere la possibilità di ricevere i sacramenti.
Come ultimo argomento il Pontefice afferma come nella pastorale della Chiesa si facciano molte cose belle, ma ancor più necessario è avere un “apostolato dell’orecchio” ovvero bisogna dare maggiore attenzione all’ascolto delle persone.

Il servizio completo con le parole di Papa Francesco si trovano sul SITO di  Radio Vaticana

 

Cena solidale dell’AIPD L’Aquila

Locandina AIPD L’Aquila

Venerdì 17 Giugno 2016 alle ore 21:00 l’Hamburgeria – Bistrot dell’Aquila e l’AIPD della sezione locale hanno organizzato una serata all’insegna della formazione e del divertimento per i giovani dell’Associazione che affiancheranno cuochi e camerieri durante l’evento.
Nel corso della serata ci sarà musica dal vivo e un torneo di bingo: il ricavato dell’acquisto delle cartelle sarà devoluto all’Associazione.

“Assumiamoli!” un invito forte dall’AIPD

L’ Osservatorio sul mondo del lavoro AIPD  continua la sua campagna di sensibilizzazione per sostenere l’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down attraverso la  promozione dello spot Assumiamoli! realizzato dall’ Associazione stessa.

Lo spot sarà trasmesso dal  6 al 12 giugno 2016 sui canali Rai, sulla pagina Facebook (2° pagina Facebook) e Twitter del Segretariato Sociale Rai e sui canali Mediaset dal 26 giugno al 2 luglio 2016. Si può vedere il video sulla pagina ufficiale del Segretariato Sociale Rai cliccando QUI. Sono disponibili altri documenti AIPD sul tema dell’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down alla pagina dei materiali video

 

 

 

 

Nasce “Casa Adso” per i ragazzi con sindrome di Down di Albenga

Il 28 maggio 2016 presso il centro della città di Albenga, in provincia di Savona, è stata inaugurata la nuova “Casa Adso” per i ragazzi con sindrome di Down dell’Associazione Down Savona onlus (ADSO) nell’ambito del progetto di autonomia abitativa. La casa è stata concessa in comodato gratuito da una benefattrice di Albenga, Caterina Vigo Cangiano e la Lions Club Albenga Host, la comunità Masci di Pietra Ligure con amici e parenti dei ragazzi, hanno contribuito a finanziare le spese necessarie per l’arredamento e il completamento dell’abitazione.

 

 

L’AIPD vince il Premio “Aldo Fabris” per il progetto “Lavoriamo in rete”

COMUNICATO STAMPA

In occasione della X edizione del Premio Italiano per la Formazione e Valorizzazione del Capitale Umano “Aldo Fabris”, si è tenuto a Bari il 7 e 8 giugno 2016, nel Centro Polifunzionale dell’ Università degli Studi di Bari, il convegno dal titolo “Motivazione e Valorizzazione del Capitale Umano. Focus 2016”.
Tema centrale il cambiamento del mondo del lavoro, nonchè motivazione e valorizzazione del capitale umano.
L’8 giugno 2016, la Presidente dell’Associazione Italiana Persone Down Sezione di Bari, Maria Gabriella De Napoli ritira il Premio vinto quest’anno da AIPD nazionale con il progetto “Lavoriamo in rete“. L’iniziativa, finanziata dalla Fondazione Con il Sud,  ha coinvolto 13 operatori e 13 Sezioni AIPD (38 persone con sindrome di Down e 38 famiglie) di 6 regioni nel Sud Italia e delle Isole (Bari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Foggia, Lecce, Matera, Milazzo-Messina, Napoli, Oristano, Potenza, Reggio Calabria, Termini Imerese) con l’obiettivo di favorire l’inclusione lavorativa delle persone con sindrome di Down.

Come afferma la Presidente della sezione di Bari:” È stato un onore, per me, rappresentare l’AIPD Nazionale dinanzi ad un pubblico caloroso e competente che ha apprezzato il nostro coraggio e la capacità del progetto”

 

L’AIPD di Belluno e la 10° edizione del “Trofeo Calvi Alimentari”

COMUNICATO STAMPA AIPD di Belluno

Si è svolta domenica 5 giugno 2016, presso il campo sportivo di Lentiai, la finale della decima edizione del Torneo di calcio per Allievi Regionali “Trofeo Calvi Alimentari” iniziata il 2 giugno 2016, organizzata dall’ USD Lentiai e l’Associazione “Il Sociale premia lo sport”con lo scopo di raccogliere fondi a favore dell’AIPD di Belluno realizzata grazie al contributo delle società sportive partecipanti.
All’iniziativa hanno partecipato 8 squadre (Union Feltre, Belluno, Bassano Virtus, Giovanile Pizzocco, Lia Piave, Lovispresiano, ZeroBranco, Vittorio Veneto) arbitrate dalle sezioni AIA (Ass. Italiana Arbitri) di Belluno, Bassano, Conegliano, Treviso.
I giovani dell’AIPD Belluno terminate le partite insieme alla Presidente della sezione Ines Mazzoleni Ferracini, hanno consegnato i premi e ringraziato  i calciatori partecipanti, e gli arbitri, l’Amministrazione Comunale (presente con l’Assessore alla Cultura Signora Zuccolotto), la Pro Loco, gli Alpini e volontari che hanno reso possibile l’evento. Presente l’ex calciatore padovano Giancarlo Pasinato, che negli anni ’80-90 giocò nel ruolo di mediano per  l’Inter, il Milan, l’Ascoli e la Cittadella

Per l’AIPD di Belluno, il 16 giugno 2016, ci sarà il Convegno su “Vita adulta nella persona con disabilità intellettiva” con riferimento ai temi del lavoro, dello sport e tempo libero, presso l’Istituto superiore “Catullo” di Belluno.

 

 

AIPD di Napoli e la conclusione di “Tutti uguali ma tutti diversi”

LOCANDINA

Mercoledì  8 giugno 2016 alle ore 9,30, presso l’Istituto Sannino-Petriccione a Napoli, si svolgerà la manifestazione conclusiva del progetto “Tutti uguali ma tutti diversi” ideato dal centro di inclusione “Istituto Comprensivo 46° Scialoja“.

AIPD di Napoli parteciperà come partner dell’evento insieme al Centro ateneo “Sinapsi” di Napoli, all’A.N.D.A. (Associazione Nazionale Disturbi di Apprendimento) e alla FISH (Federazione Italiana Superamento Handicap).
Interverranno la Dott.ssa Maria Landolfo per il Gruppo di lavoro B.E.S., il Dott. Marco Rossi Doria per l’U.S.R Campania e la Dott.ssa Annamaria Palmieri Assessore alla Scuola e all’Istruzione del Comune di Napoli.

 

L’AIPD di Siracusa e il 1° torneo di beneficienza

Domenica 5 giugno 2016 al centro sportivo Sun Club di Siracusa,  si è tenuto il primo torneo di beneficenza “Vietato dire non ce la faccio”, organizzato dall’ AIPD locale. Un evento durante il quale amici e parenti dei ragazzi dell’Associazione hanno giocato insieme a Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Capitaneria di Porto, l’Ordine regionale dei Geologi di Sicilia e i Vigili del fuoco in un torneo di calcio a 7, suddivisi in 6 squadre.
L’Ordine regionale dei Geologi di Sicilia ha offerto un proprio contributo economico per le attività di promozione dell’event0. Il ricavato della successiva raccolta fondi effettuata durante il torneo, è stato donato all’AIPD di Siracusa.

LOCANDINA

 

Festival Internazionale delle abilità differenti

Dal 3 al 28 maggio 2016 si è svolta presso Carpi, Correggio, Modena e Bologna la 18° Edizione del Festival internazionale delle Abilità Differenti, intitolata “Differenti perché unici”, organizzato dalla Cooperativa Sociale Nazareno: quest’anno il tema della manifestazione è stato “l’unicità della bellezza” rappresentato da diversi spettacoli musicali e teatrali: come afferma il Presidente della Cooperativa Sergio Zini: “la grande bellezza di questi giorni, che non è stata un’evasione estetica, si è resa evidente nelle storie – a volte drammatiche – che abbiamo ascoltato; negli spettacoli – frutto di tenacia e grande sacrificio da parte dei protagonisti – che abbiamo ammirato; nei volti – a volte segnati da limiti evidenti – delle persone che abbiamo incontrato.

Comunicato Stampa di Sergio Zini, Presidente Cooperativa Sociale Nazareno