Giornata Nazionale delle persone con disabilità intellettiva

“Un Paese è più ricco se percepisce le diversità come fattore di ricchezza. L’Italia, all’avanguardia nell’inclusione, deve impegnarsi nel renderla effettiva a scuola e sul lavoro”. Con queste parole il Presidente Mattarella ha concluso l’incontro che si è tenuto al Quirinale stamattina con le persone con disabilità intellettiva, le loro famiglie e le associazioni che le rappresentano (FISH, FAND, AIPD, ANGSA e ANFFAS), trasmesso in diretta su Rai Uno e condotto da Flavio Insinna.
La celebrazione della Giornata Nazionale delle Persone con Disabilità Intellettiva è stata occasione per dare voce alle esigenze inascoltate dei 2 milioni di persone con disabilità intellettiva e sollecitare impegni per il futuro.

Tanti i temi che sono emersi dalle testimonianze e gli interventi, dal diritto all’autodeterminazione alla scelta di una vita autonoma e fuori dalle mura domestiche anche quando i genitori sono ancora in vita (il “dopo di noi” diventi “il durante noi” pur con il supporto di una rete di servizi efficienti e operatori preparati), dalla diagnosi precoce ad una efficace presa in carico assicurata in maniera omogenea su tutto il territorio nazionale, superando così le disparità nei servizi che ancora oggi rendono diverso l’avere una disabilità in una città piuttosto che in un’altra. Risorse scarse e differenze di trattamento creano disuguaglianze non accettabili, che ostacolano il percorso di cittadinanza e inclusione. La disabilità non è una malattia, tantomeno un problema del singolo individuo o dei suoi familiari, ma un tema che riguarda tutti. Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, prendendo atto della situazione attuale degli interventi previsti per le persone con disabilità in italia – “Un Paese a macchia di leopardo che rende disabili 2 volte e delega alle famiglie il ruolo di cura” – impegna il Governo a integrare sanità e assistenza e a rivedere i LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) con cadenza annuale.

Significative le testimonianze di persone con disabilità e di loro familiari: Francesca Stella e Serena Amato hanno letto la “Dichiarazione di Roma per la promozione ed il sostegno dell’auto-rappresentanza in Italia ed in Europa” che hanno poi consegnato nelle mani del Presidente Mattarella, Agnese Bucciarello, giovane con sindrome di Down che ha svolto nel passato uno stage presso i giardini e le cucine del Quirinale, ha raccontato  la sua esperienza che l’ha portata oggi a lavorare con regolare contratto presso un fast food di Roma; Gabriele Naretto, musicista ipovedente con autismo ha eseguito due brani al pianoforte; Sonia Zen e la scrittrice Clara Sereni, madri di ragazzi con disabilità intellettiva hanno portato le loro testimonianze di fatica e orgoglio; Nicole Orlando, plurimedagliata atleta paralimpica e oggi personaggio televisivo impegnata nella trasmissione “Ballando con le stelle”, già citata proprio dal presidente Mattarella nel discorso di fine anno tra le donne eccellenti del 2015 propone a tutti: “Andare avanti e mollare mai. Vietato dire non ce la faccio”.

Nell’incontro coi Presidenti delle Associazioni tenutosi prima della manifestazione, questi hanno consegnato un documento unitario al Presidente della Repubblica.

Per vedere la diretta della Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva al Quirinale cliccare QUI

 

Il 30 marzo a Palazzo del Quirinale la Giornata Nazionale delle persone con disabilità intellettiva

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO

La Giornata, organizzata dalla stessa Presidenza della Repubblica in collaborazione con le Federazioni Fish (Federazione Italiana Superamento Handicap) e Fand (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità) e con le Associazioni Anffas Onlus (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), Angsa Onlus (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) ed AIPD Onlus (Associazione Italiana Persone Down), maggiormente rappresentative a livello nazionale delle disabilità intellettive, avrà lo scopo di accendere i riflettori sulle condizioni di vita, le opportunità ed i diritti, ma anche le discriminazioni, che riguardano nel nostro Paese oltre 2 milioni di persone, ancora troppo spesso relegate all’invisibilità.
Sono infatti oltre 2 milioni le persone con disabilità intellettive che vivono in Italia e che, insieme alle loro famiglie, sperimentano situazioni di discriminazione, esclusione e deprivazione, attenuata spesso solo grazie all’intervento delle famiglie e dei servizi che le stesse famiglie auto-organizzandosi tentano, non senza crescenti difficoltà, di assicurare.
Ciò pur in presenza di tante leggi, alcune tra le migliori a livello europeo e mondiale, tra cui senz’altro spicca la Legge n. 18 del 2009 che ha ratificato la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.
Le esperienze, i dati e le evidenze culturali e scientifiche, le tante buone prassi esistenti indicano chiaramente la necessità di sostegni personalizzati, precoci e tempestivi, ma soprattutto incardinati all’interno di un progetto globale di vita, che coinvolga l’intero nucleo famigliare, per garantire alle persone con disabilità intellettiva il rispetto dei diritti fondamentali in tutte le aree della vita: salute, scuola, lavoro, vita indipendente e di relazione, solo per citarne alcuni.
E proprio grazie a questi sostegni, insieme ad un cambiamento culturale ed alla presenza ed impegno costante da parte delle Istituzioni e della comunità tutta, è possibile squarciare il velo del pregiudizio e dello stigma che vede ancora le persone con disabilità come pesi e non come persone e cittadini che possono e devono portare un contributo nelle Comunità in cui vivono.
Grande soddisfazione, pertanto, da parte delle Organizzazioni coinvolte per questa straordinaria Giornata che vedrà la partecipazione delle persone con disabilità e loro familiari provenienti da tutta Italia ed un susseguirsi di diverse testimonianze attraverso la voce dei diretti protagonisti e dei loro famiglie: una lavoratrice con la sindrome di down, un pianista con autismo, una famiglia, una giornalista e scrittrice, due giovani con disabilità intellettiva che presenteranno la “Dichiarazione di Roma sulla promozione dell’auto-rappresentanza in Italia ed in Europa”, saranno chiamati a rappresentare le persone con disabilità intellettiva di tutta Italia davanti al Capo dello Stato in un evento la cui conduzione sarà affidata a Flavio Insinna e che sarà trasmesso in diretta su Rai 1 dalle ore 10.55 alle ore 12.00.
Prima dell’evento una delegazione composta dai Presidenti Nazionali delle Organizzazioni coinvolte sarà ricevuta dal Presidente Mattarella per rappresentare quali sono le principali criticità con cui le persone con disabilità ed i loro familiari quotidianamente convivono. Ma anche affermare che a condizioni idonee le persone con disabilità potrebbero essere compiutamente Cittadini delle e nelle proprie comunità.

Le urgenze da garantire, in tale contesto, sono:
Piena e concreta attuazione della convenzione ONU
Una maggiore attenzione alle politiche di inclusione e pari opportunità
Rendere praticabili i progetti di vita delle persone
Dopo di noi e durante noi: con risorse e norme coerenti
Livelli essenziali di assistenza per i disturbi dello spettro autistico
Qualità dell’inclusione scolastica
Inclusione lavorativa e promozione dell’occupabilità

NON VOGLIAMO PIÙ ESSERE CONSIDERATI PESI MA PERSONE E CITTADINI PIENAMENTE INCLUSE NELLA SOCIETÀ!

Uscito il secondo articolo di “eSportAbile”: la rubrica firmata Bed&Care

Sul portale turistico solidale “Bed&Care” che promuove e sostiene il turismo accessibile è uscito il secondo articolo della rubrica “eSportAbile”:realizzato in collaborazione con la Federazione Italiana Nuoto Paralimpico (Finp): un articolo che aiuta a comprendere quale sia la situazione sull’accessibilità degli impianti sportivi natatori in Italia per persone con diversi tipi di disabilità, grazie all’intervista a Roberto Valori, Presidente della Finp.

 

AIPD Vulture assegna 3 borse di studio

Si è svolta il 19 marzo, all’Auditorium della scuola media Berardi di Melfi l’assegnazione di 3 borse di studio della terza edizione del concorso promosso dall’Associazione Italiana Persone Down sezione Vulture.
Il concorso ha coinvolto circa 400 studenti di 14 istituti dell’intero Vulture che si sono cimentati in elaborati di vario genere (testi in prosa, video multimediali, rappresentazioni grafiche) sul tema della diversità.
Durante la cerimonia sono intervenuti  il Prof. Vincenzo Giuliano, garante regionale dell’infanzia e dell’adolescenza, Aurelio Pace, consigliere regionale, e Suor Cristina, religiosa con sindrome di Down che ha raccontato la sua testimonianza di vita e di fede.

 

Un nuovo tirocinio all’AIPD di Oristano

Dopo aver svolto un’esperienza lavorativa presso il McDonald, Antonello Spiga della sezione di Oristano, ha iniziato un nuovo tirocinio, retribuito, di tre mesi prorogabili, con la possibilità di inserimento lavorativo ai sensi della L68/99. Antonello è impegnato presso l’Hotel Mistral2, come aiuto cuoco e svolge diverse mansioni tra le quali la preparazione pasti, il servizio mensa e il riordino dei locali. Antonello ha partecipato al seminario di orientamento al lavoro realizzato a Roma a novembre dall’AIPD Nazionale, grazie al contributo della Tavola Valdese.

Pillole di Accessibilità: in uscita il terzo articolo

Sul portale turistico solidale “Bed&Care”che promuove e sostiene il turismo accessibile è uscito il terzo articolo della campagna “Pillole di Accessibilità”.
Bed&Care stavolta ha realizzato un articolo in collaborazione con Be&Able società cooperativa ONLUS. In questa “Pillola di Accessibilità” si parla del modo in cui una persona con autismo vive l’attesa al ristorante, fornendo ai destinatari del settore dell’accoglienza suggerimenti e consigli pratici.
Potete trovare Bed&Care su Facebook, Twitter e LinkedIn

 

Aviva Community Fund- I risultati

Nell’ambito dell’iniziativa AVIVA Community Fund, l’Associazione Italiana Persone Down ringrazia tutti i suoi sostenitori aver votato il progetto“Lavoriamo in rete” finanziato dalla Fondazione con il Sud, per l’inserimento lavorativo di 8 ragazzi delle sezioni del Sud, avendo contribuito a raggiungere 5.182 voti. La gara è stata davvero dura con un totale di oltre 1 milione di votazioni effettuate e oltre 500 progetti presentati. Per quanto sia stato prezioso il vostro impegno, il progetto non ha ricevuto abbastanza voti per accedere alla fase finale. Grazie a tutti per la collaborazione!

Mostra pittorica di Lucio Piantino

Sabato 19 marzo alle ore 11.00 presso l’Art Forum Würth Capena (Rm) ci sarà l’inaugurazione di una mostra dedicata a un giovane e talentuoso artista brasiliano con sindrome di Down: Lucio Piantino. L’evento si svolge sotto il patrocinio morale dell’Ambasciata del Brasile a Roma.
Cliccare qui per ulteriori informazioni

 

World Down Syndrome Day 2016

A global video journey promoting inclusion of people with Down syndrome, “My Friends, My Community” features interviews with children from around the world talking about their lives, friendships and aspirations. Please view and share the preview #MyFriendsMyCommunity VIDEO.
Let’s change the way we look at people with Down syndrome, and see them the way they see themselves. As people who want to realise their potential and have meaningful, beautiful lives.
Please view and share the VIDEO’S COORDOWN #HowDoYouSeeMe for 21March 2016.

Un video globale per promuovere l’inclusione sociale delle persone con sindrome di Down,“I miei amici, la mia comunità”, con le interviste dei bambini di tutto il mondo che parlano della loro vita, amicizie e aspirazioni. Guarda e condividi il VIDEO di #MyFriendsMyCommunity.
Possiamo cambiare il modo in cui guardiamo le persone con sindrome di Down e guardarle come loro si vedono. Come persone che vogliono esprimere il loro potenziale e avere vite bellissime e significative.
Guarda e condividi il VIDEO del CoorDown #HowDoYouSeeMe realizzato in occasione del 21 Marzo 2016.

WDSD 2016 #MyFriendsMyCommunity– Scopri qui ogni giorno una nuova storia

Puoi leggere QUI tutti gli eventi AIPD promossi sul territorio per celebrare la Giornata Mondiale  

 

 

 

Avvio di un nuovo tirocinio all’AIPD di Lecce

Oggi 15 marzo 2016, Federica DAmblè della sezione di Lecce, inizia un tirocinio formativo di tre mesi, con Convenzione al Centro per l’impiego di Lecce. Federica lavorerà tre giorni a settimana, dalle 8.30 alle 12.30 presso il salone di parrucchiere “Mello Antonio” che si trova a Monteroni di Lecce. Federica svolgerà il compito di assistere il parrucchiere durante il taglio e nell’impiego di trattamenti per capelli; svolgerà inoltre le pulizie dell’ambiente lavorativo tra un taglio e l’altro. L’inserimento è stato reso possibile grazie al progetto “Lavoriamo in Rete” il quale è stato finanziato dalla Fondazione con il Sud.

A Nardò incontro di formazione sul progetto “Lavoriamo in rete”

È in corso dal 13 al 15 marzo 2016, presso la sezione di Lecce, il seminario di formazione e valutazione finale per 5 operatori della regioni Puglia (Lecce, Bari, Foggia) e Basilicata (Potenza e Matera), una delle ultime azioni previste nell’ambito del progetto “Lavoriamo in rete” (finanziato dalla Fondazione CON il Sud, che terminerà il 30 giugno 2016). L’incontro, tenuto da Monica Berarducci e Andrea Sinno, responsabili dell’iniziativa a livello nazionale, costituisce un’ulteriore occasione di formazione e confronto sui temi della normativa e del lavoro con famiglie, potenziali lavoratori e aziende, oltre che un momento di supervisione e valutazione del progetto e delle azioni finora realizzate. La parte conclusiva del seminario sarà centrata sulla progettazione di futuri interventi al termine del progetto (programma).
A conclusione dell’incontro (il 15 marzo alle ore 17) si terrà, presso la Sala della Provincia di Foggia, una Conferenza Stampa sul tema dell’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down, ulteriore occasione di sensibilizzazione e confronto sul territorio (locandina).
Nel mese di aprile, lo stesso corso intensivo verrà effettuato a Napoli e coinvolgerà le altre sezioni partecipanti al progetto (Campania, Sardegna, Calabria e Sicilia), per un totale di 8 operatori.

Convegno Nazionale sull’invecchiamento delle persone con Sindrome di Down

Il 15 marzo 2016 a Milano si terrà il “Convegno Nazionale sullinvecchiamento delle persone con Sindrome di Down in Italia con i risultati del Progetto Nazionale Dosage” (per maggiori informazioni cliccate qui), organizzato dalla Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta, Milano, con la collaborazione della Fondazione Lejeune, Parigi ANFASS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) e dell’ AIPD (per l’associazione sarà presente Paola Gherardini).
Durante questo Convegno sarà affrontato il tema che riguarda la relazione tra disabilità e invecchiamento con riferimento alle persone con sindrome Down.
Saranno presentati i risultati del Progetto Dosage coordinato dalla Fondazione IRCCS Besta in collaborazione con le associazioni italiane di familiari e persone con SD: questo Progetto ha lo scopo di definire la creazione di un modello di vita specifico per le persone con SD anziane.
I risultati saranno fonte di dibattito durante il Convegno proprio per capire la relazione tra disabilità e invecchiamento con riferimento alle persone con sD e come nel corso degli ultimi anni, l’allungamento e il miglioramento della qualità della vita hanno condotto all’aumento della popolazione anziana e a un aumento delle persone con disabilità.

La partecipazione è gratuita e l’iscrizione è obbligatoria ai fini organizzativi.

 

 

 

 

Conclusa l’Assemblea Annuale Soci AIPD 2016

COMUNICATO STAMPA

Roma 13 Marzo 2016 – Si è appena conclusa l’Assemblea Annuale Soci dell’Associazione italiana Persone Down presso il Centro Congressi dell’Hotel Villa Aurelia a Roma. Durante la prima giornata è stato presentato il Bilancio Sociale 2015 e il programma delle attività aggiornato al 2016: sono state presentate  le iniziative svolte dai servizi dell’associazione come Telefono D (servizio di consulenza telefonica sulla sindrome di Down),  Osservatorio Scolastico (informazione e consulenza specialistica a famiglie, insegnanti e operatori riguardo alle tematiche dell’inclusione scolastica), Osservatorio sul mondo del lavoro (promuovere l’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down e offrire consulenza in merito alle Sezioni AIPD), Autonomia (coordinamento ed il supporto alle attività delle Sezioni locali rispetto ai Percorsi di Educazione all’Autonomia), Ufficio Stampa.
Particolare attenzione ha riscosso il progetto “Diritto ai Diritti” nell’ambito della partecipazione attiva alla vita sociale e politica di adulti con sindrome di Down che ha visto, il 3 dicembre 2015, giovani con sdD coinvolti in un flash-mob, in 14 piazze italiane per richiamare l’attenzione sull’esigibilità del proprio diritto di voto, e le molte iniziative nell’ambito del mondo del lavoro, che hanno visto nel 2015 l’avvio di 91 inserimenti promossi e seguiti da AIPD in Italia. Tra i programmi futuri una particolare attenzione alla cura dell’alimentazione, con un coinvolgimento sempre più consapevole dei protagonisti, sarà portata avanti col progetto “Sani e Belli. L’attenzione alla cura e alla salute delle persone con sindrome di Down”. Con la tavola rotonda “Anche io lavoro. L’inserimento lavorativo dopo Hotel 6 stelle” con la partecipazione di 4 lavoratori con sindrome di Down si è chiusa la I° giornata.
Nella II° giornata si è discusso sul tema della residenzialità delle persone con sindrome di Down: tema particolarmente importante vista la presenza ormai del 60% di adulti nella popolazione con SdD e nei soci AIPD. E’ stato eletto il nuovo presidente dell’ AIPD, Paolo Grillo e tutto il consiglio di amministrazione. Ha seguito l’assemblea straordinaria per la modifica dello Statuto, nella logica di un ampliamento degli scopi ed un aggiornamento del linguaggio e del quadro legislativo di riferimento, in cui non poteva mancare la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, ratificata nel 2009 dall’Italia e approvata dall’ONU nel 2006. Nello Statuto, una nuova apertura anche all’affiliazione di altri organismi che si occupano di persone con sdD ha evidenziato l’apertura di AIPD alla condivisione delle proprie esperienze e know-how.

IV congresso ibero-americano sulla sindrome di Down

“Diritto al futuro, un futuro di diritti”, questo il titolo del IV congresso ibero-americano in programma a Salamanca dal 16 al 18 marzo 2016. L’evento è organizzato dalla Federacion Iberoamericana de sindrome de Down, da Down Espana e dall’Instituto Universitario de integracion en le comunidad dell’Università di Salamanca.
Nella giornata di giovedì 17 marzo Anna Contardi sarà impegnata nella tavola rotonda “La sfida di una sessualità autonoma (El reto de una sexualidad autonoma)” con l’intervento “Autonomia, un obiettivo possibile”.

“A scuola di volontariato, l’AIPD incontra gli studenti”

“A scuola di volontariato, l’AIPD incontra gli studenti” è l’iniziativa sostenuta dal Csv – Centro servizi per il volontariato della provincia di Cosenza nell’ambito delle Map – Micro azioni partecipate e lanciata dall’ Associazione Italiana Persone Down di Cosenza, per sensibilizzare gli studenti degli istituti superiori, Fermi di Fuscaldo Marina e Diamante dell’omonima provincia, verso le attività di volontariato. Nei precedenti incontri avvenuti nel mese di febbraio e nei primi giorni di marzo, gli studenti si sono confrontati coi ragazzi con sindrome di Down e volontari sui temi educazione e autonomia, discutendo su quanto sia importante stabilire una relazione col prossimo, sulla solidarietà e sul vivere civile: sono stati inoltre somministrati dei questionari.
Venerdì 11 marzo, alle ore 15.30, presso il Museo del Presente di Rende, in attesa della Giornata Mondiale della Sindrome di Down ci sarà l’appuntamento finale dell’iniziativa: saranno presentati i risultati dei questionari forniti agli studenti dei due istituti con una presentazione video delle interviste sui ragazzi. Saranno presenti Chiara Greco, presidente AIPD di Cosenza e la componente del Comitato direttivo di Volontà Solidale Concetta Carravetta. Interverranno le educatrici dell’associazione Luana Filice e Maria Di Lecce e Ilenia Langella, coordinatrice AIPD di Cosenza. Le volontarie del progetto, Laura Gigliotti e Marina Rocca porteranno la testimonianza di persone con sindrome di Down.

Un nuovo tirocinio per l’AIPD di Lecce

Grazie all’ impegno della sezione di Lecce, che ha aderito al progetto “Lavoriamo in rete” finanziato dalla Fondazione Con il Sud, è stato possibile realizzare due nuove esperienze formative!
Oggi è stato raggiunto un altro traguardo: Marianna Brocca inizia il suo primo tirocinio di sei mesi (tramite Protocollo d’Intesa con il Comune di Uggiano la Chiesa), presso la pasticceria Dolci Fantasie di San Cassiano. Marianna si occuperà della realizzazione di dolci di piccola pasticceria e di decorazioni per torte, e della pulizia e del riordino degli spazi di lavoro.

Michele Fracella, invece continua l’esperienza lavorativa come aiuto barman presso il Bar Area 67 di Nardò. Il tirocinio di Michele, avviato tramite Convenzione col Centro per l’impiego, avrà la durata di sei mesi e terminerà il 15 agosto, compresa la pausa estiva di un mese.
Tra le diverse attività, Michele si occupa, per quattro giorni a settimana, di curare la zona giochi destinata ai bambini, dedicandosi alla manutenzione dell’area verde esterna della location.

Il Trust a tutela della disabilità

Giovedì 10 marzo 2016 dalle ore 14 presso l’Hotel Sheraton di Roma, si terrà il convegno “Il Trust a tutela della disabilità“.
L’evento è promosso dal Tavolo di Lavoro sul Trust, costituito da Assessorato alle Politiche Sociali del Municipio IX, Consulta delle Persone con Disabilità del Municipio IX, Servizi Sociali del Municipio IX, Studio Legale Lupoi e Fondazione Roma Solidale onlus.

Obiettivo dell’incontro è promuovere la conoscenza di uno strumento flessibile e moderno per la tutela e la protezione delle persone con fragilità.
E’ richiesta la comunicazione della partecipazione inviando una mail a municipio9handicap@gmail.com

Pillole di accessibilità

COMUNICATO STAMPA

Nella rubrica del portale Bed&Care “Pillole di accessibilità” è uscito il secondo articolo sul turismo accessibile, questa volta in collaborazione con l’Associazione Italiana Persone Down, fruibile anche per i non vedenti, grazie alla collaborazione con Irifor.
L’iniziativa dell’omonima campagna informativa è rivolta a operatori, albergatori e agenzie di viaggi che attraverso video-tutorial e articoli possono apprendere come migliorare la qualità dei loro servizi per clienti “speciali”, guidati in ciò da differenti Associazioni che si occupano di disabilità a 360°.
L’articolo si occupa di comprensibilità delle informazioni. Molto spesso le informazioni scritte sui cartelli negli alberghi e nei villaggi turistici sono poco comprensibili per le persone con sD e in genere per chi ha una disabilità intellettiva. Utilizzare messaggi semplici e chiari permette a questi turisti di vivere al meglio e in autonomia il loro tempo libero.
Questa rubrica si presenta come uno strumento di contatto diretto tra il settore turistico e il sociale: un vero e proprio punto di comunicazione tra  le realtà che lavorano nel territorio sia con anziani che con persone con disabilità e le strutture ricettive per fare in modo che, attraverso la conoscenza reciproca, possano attivarsi dei percorsi di collaborazione finalizzati al miglioramento dell’accoglienza.
L’obiettivo finale del progetto è quello di contribuire a innescare un cambiamento culturale che porti a considerare l’accessibilità dei luoghi, degli spazi e delle informazioni come un valore di tutti e capace di orientare le scelte di consumo a prescindere dall’esistenza o meno di un bisogno personale.

Anna Contardi, Coordinatrice nazionale dell’Associazione Italiana Persone Down nell’articolo che accompagna il video dice: “Spesso accade che l’attenzione ad una diversità apra spazio alle piccole diversità di ognuno di noi rendendo la vita più facile. Sicuramente per una persona con sindrome di Down o per una persona con disabilità intellettiva questi accorgimenti sono indispensabili, ma possono contribuire anche a migliorare la fruibilità delle informazioni per le persone straniere o per coloro che hanno un basso livello culturale. Più in generale, una comunicazione improntata a questi principi risulta più fruibile per tutti”.

All’AIPD di Bari nasce il Mercato dei Saperi 2.0!

È ufficiale: avviato il MERCATO DEI SAPERI 2.0 dall’AIPD di Bari! Il progetto è stato finanziato dall’Associazione MARCOBALENO grazie alla sensibilità della famiglia Portipilo, di Bari.
Come nella prima edizione, il Mercato dei Saperi 2.0, nasce con lo scopo di creare occasioni di incontro tra giovani con sindrome di Down e persone anziane: entrambi possono offrire la propria disponibilità a insegnare attività quotidiane, indicate nella “Lista dei saperi o dei servizi da offrire” e ricevere in cambio, nella logica del baratto, un aiuto nelle attività quotidiane indicate nella “Lista dei desideri”.
Lo scambio dei saperi che le persone anziane forniscono verte, ad esempio, su come avviene la conservazione dei cibi, la pulizia della casa, piccole manutenzioni , la realizzazione di ricette tipiche, lavori di decoupage e con la carta crespa.

I ragazzi dopo aver acquistato i saperi danno una mano alle persone anziane nello svolgimento delle attività quotidiane (ad es. nel fare la spesa, nell’ordinare una libreria, nella lettura del giornale, nell’uso di internet e dei social network, nell’uso degli smartphone, ecc).
Lo scambio avviene a livello locale, tra singoli, gruppi e viceversa, presso case e sedi pubbliche, secondo le disponibilità reciproche inserite in un database.
Come afferma il Presidente dell’AIPD di Bari Maria Gabriella De Napoli: “Questa è una delle poche occasioni in cui un’associazione come l’AIPD di Bari è supportata e finanziata da un’altra associazione come la Marcobaleno: questa collaborazione e sinergia di forze nata tra noi e loro è veramente una grande occasione per condividere un progetto sociale in cui crediamo entrambe”.

“Sono adulto!”

Il Centro Studi Erickson, ente di formazione e ricerca che da oltre 30 anni è attivo nell’ambito dell’integrazione delle persone con disabilità, organizza il 4 e 5 marzo 2016 presso il Palacongressi di Rimini il Convegno Internazionale “Sono adulto! Disabilità. Diritto alla scelta e progetto di vita”, un evento di rilevanza nazionale per fare il punto sulla situazione attuale delle disabilità e proporre soluzioni innovative per il futuro, con particolare attenzione a temi delicati come il diritto alla scelta e le relazioni familiari e professionali.
«Sono adulto» dà voce alla richiesta che le persone con disabilità rivolgono ai loro familiari e ai professionisti dell’assistenza. Smettere di considerarli degli eterni “ragazzi” e impostare un rapporto adulto può infatti aiutare a considerare meglio le loro esigenze e aspettative, con benefici per la qualità della vita e un rafforzamento del loro diritto a scegliere autonomamente del proprio futuro.

Strutturato in 2 sessioni plenarie e 12 workshop di approfondimento, il Convegno ha l’ambizione di diffondere un nuovo punto di vista che metta al centro i bisogni della persona con disabilità e favorisca una relazione autentica. Punto di vista che si sta già consolidando in diverse realtà e su cui desideriamo confrontarci con buone pratiche a livello nazionale e internazionale.

Tra i relatori che hanno già confermato la loro presenza: Anna Contardi, Andrea Canevaro, Carlo Lepri, Gianluca Nicoletti, Dario Ianes, Lucio Cottini, Roberto Speziale, Fabio Veglia, Claudio Imprudente.

Per AIPD Anna Contardi terrà il workshop “Faccio io! Percorsi educativi sulle autonomie personali e sociali nella prospettiva del Progetto di vita“, in programma il 4 marzo dalle 14 alle 18,30.

Per tutti i soci AIPD che intendono iscriversi Erickson ha riservato uno sconto del 15% sulla quota intera d’iscrizione. Per maggiori dettagli scrivere a: formazione@erickson.it

I ragazzi dell’AIPD di Mantova e Latina a Barcellona

Dal 1° al 23 Marzo 2016, Francesco Rosmondi e Giulia Rondini dell’ AIPD di Mantova, Andrea Dell’Isola e Francesca Sarlo dell’ AIPD di Latina, accompagnati dai loro operatori Riccardo Bonfà e Valentina Marcoccio, saranno per tre settimane a Barcellona, presso l’ostello Inout,  per iniziare uno stage nel settore alberghiero, nell’ambito del progetto AIPD “Fuga di braccia e di cervelli” finanziato dal programma comunitario Erasmus Plus nell’ambito dell’azione Ka1 Learning Mobility of Individuals (Mobilità ai fini di apprendimento). L’iniziativa del progetto si propone di far svolgere un’esperienza lavorativa a giovani con sindrome di Down per facilitare il passaggio verso la vita adulta.

World Birth Defects Day 2016

Il 3 Marzo 2016 sarà la Giornata Mondiale sui Difetti Congeniti la cui prima edizione si è svolta nel 2015. I difetti congeniti colpiscono il 3-5% dei bambini nel Mondo e sono la maggiore causa di morte o di disabilità.  L’obiettivo è aumentare le conoscenze sui difetti congeniti, soprattutto tra i giovani.
La International Clearinghouse for Birth Defects Surveillance and Research (ICBDSR) è un’organizzazione Non Profit internazionale, affiliata al WHO. L’organizzazione unisce programmi di sorveglianza e ricerca da tutto il mondo, per investigare e prevenire i difetti congeniti e diminuire l’ impatto delle loro conseguenze.

Giovedì 3 marzo condividi il messaggio “Birth defects affect 3-5% of infants worldwide. It’s a major cause of death/disability. Lend your voice! #worldbdday http://thndr.me/T2Iuvg” sui tuoi profili social
FAI SENTIRE LA TUA VOCE!

Per informazioni consulta il MATERIALE ALLEGATO e visita il sito

“World Down Sindrome Day”

21 marzo 2016, 11° edizione della Giornata Mondiale delle Persone con Sindrome di Down: dal 2006 l’evento è celebrato in tutti i paesi del mondo,  ed è stato proclamato  ufficialmente nel 2011 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.
Ogni anno vengono organizzate iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica.
Quest’anno come sempre, sarà celebrata con molti eventi nel mondo. Il tema dell’anno è “I miei amici, la mia comunità – I vantaggi di ambienti inclusivi per i bambini di oggi e gli adulti di domani“. Hashtag: #MyFriendsMyCommunity.
Un momento per evidenziare quanto i bambini  abbiano bisogno di crescere in un ambiente amichevole, un ambiente in cui il rispetto, accettazione e condivisione con l’altro sono alla base del loro sviluppo, preparandoli a essere gli adulti di domani, che lavorano e partecipano con fiducia, alla vita sociale.
Il DSI a livello mondiale propone di sostenere le persone con sD con l’acquisto di calzini e t-Shirts, dell’evento ufficiale della Giornata Mondiale delle Persone con Sindrome di Down, a questo Link.

Le Sezioni AIPD celebrano così l’11° Giornata Mondiale sulla Sindrome di Down.
L’elenco degli eventi è in aggiornamento:

La sezione AIPD di Lecce mette in scena martedì 22 marzo 2016 il musical “…dolceamaro Salento”, patrocinato dal Comune di Lecce, presso il Teatro “Paisiello”. Attori e ballerini, un gruppo di ragazzi e ragazze con la sindrome di Down, le educatrici e alcuni volontari, magistralmente seguiti da Pino Belgioioso e Stefania Filograna, hanno dato vita a questo musical che racconta, con un pizzico di umorismo, il periodo dell’emigrazione salentina verso i paesi latini.
La sezione AIPD di Prato ha realizzato un video in cui Alice racconta il suo sogno. Guarda il video e condividi il sogno di Alice!
La sezione AIPD di Avellino  il 21 marzo 2016, ha organizzato la presentazione del libro di Gerardo Pepe (Presidente AIPD di Avellino) dal titolo “Francesco è pronto e sposerà Tina Turner” edizioni il Papavero. L’evento si svolgerà presso la biblioteca comunale “Francesco Morlicchio di Scafati” in provincia di Salerno.
La sezione AIPD di Pisa ha organizzato il 20 marzo 2016 un torneo di calcio a 5 misto con la partecipazione di circa venti di squadre. Sarà proiettato un film al Cinema Arsenale sul tema della diversità, a seguire un aperitivo preparato dalla cooperativa Alzaia, nata da AIPD per la formazione e l’inserimento lavorativo di persone con sD e di presentazione dell’ Associazione.
La sezione AIPD di Bari per il 21 marzo 2016, ha organizzato una conferenza stampa nella sala giunta del Comune, per presentare ufficialmente il progetto “Investiamo per il futuro” patrocinato dallo stesso Comune e finanziato dalla Federazione Le Strade di San Nicola di cui fa parte l’AIPD di Bari: il progetto racconta di un percorso di formazione e sensibilizzazione rivolto al contesto familiare e scolastico, al fine di favorire la crescita dei bambini con sD. Il progetto è rivolto alle famiglie con bambini da 0 a 10 anni con sD della Provincia di Bari e alle Istituzioni scolastiche del Comune della città.
La sezione AIPD di Frosinone, il 21 marzo 2016 ore 16,00 ha organizzato la presentazione dell’associazione locale, presso la Biblioteca Comunale “Fabrizio De Andrè di Pontecorvo a cui sarà presente la delegazione di calciatori della prima squadra del Frosinone Calcio. In merito al tema della WDSD “I miei amici, la mia comunità. I vantaggi di ambienti inclusivi per i bambini di oggi e gli adulti del domani”, durante l’incontro si parlerà dell’importanza di inclusione scolastica, lavorativa, sociale e una comunicazione della diagnosi efficace delle persone con sD.
La sezione AIPD di Siracusa, ha organizzato una giornata all’insegna dello sport che coinvolgerà gli enti preposti allo sport, i ragazzi delle scuole e ragazzi con disabilità. Le associazioni animeranno la giornata e la pausa tra una gara sportiva e l’altra attraverso laboratori di pittura,  lettura e attività  varie  e dando infine un attestato  di  partecipazione a tutti i presenti. Inoltre il 20 marzo 2016 ci sarà l’inaugurazione dell’omonima sezione.
La sezione AIPD di Venezia-Mestre ha organizzato, il 20 marzo 2016 alle 16.00 presso il teatro Corso di Mestre Venezia uno spettacolo intitolato “Favole e Sorrisi” con la distribuzione di biglietti della lotteria.
La sezione AIPD di Reggio Calabria, il 20 marzo 2016, ha organizzato un Convegno alle Officine Miramare dal titolo “Lavoro e Autonomia/Autonomia è Lavoro”a cui parteciperanno le sezioni AIPD di Caltanissetta, Catanzaro, Cosenza, Messina-Milazzo, Termini Imerese e Vibo Valentia. L’incontro con la partecipazione di Francesco Cadelano, pedagogista ed educatore della Sede Nazionale AIPD sarà incentrato sul tema del lavoro, sulle opportunità che si vanno evidenziando, sulle esperienze che si vanno sviluppando e sulle possibilità che si aprono per la vita adulta delle persone con sindrome di Down che mantengono una vita attiva e si ritagliano un loro posto riconoscibile nella società. Saranno presentati i risultati del progetto “Lavoriamo in Rete”, finanziato dalla Fondazione con il Sud. Molti dei partecipanti faranno una visita della città con il bus turistico gratuito in accordo con il Comune: la visita includerà anche una tappa al Museo Nazionale. A Palazzo Campanella, i ragazzi delle Sezioni partecipanti, realizzeranno uno spettacolo  teatrale tra racconto e musica dal titolo “Costruttori di sogni” curato dal Teatro Proskenion.
La sezione AIPD Brindisiil 21 marzo 2016, in collaborazione con la New Basket Brindisi e con il Liceo socio-psico-Pedagogico E. Palumbo di Brindisi, metterà in scena uno spettacolo teatrale intitolato “Pinocchio”: partecipano alla realizzazione come protagonisti 30 ragazzi con diverse tipologie di disabilità, insieme ai  giocatori della squadra, operatori, tirocinanti, volontari e studenti.
La sezione AIPD di Roma ha organizzato, domenica 20 marzo, nella Piscina dei Mosaici del Foro Italico di Roma, una manifestazione a carattere sportivo promossa da AIPD Roma Onlus, Progetto Filippide, Progetto Purosangue, Ospedale pediatrico Bambino Gesù- Day hospital per le Persone con la Sindrome di Down e con il supporto di Fondazione Vodafone Italia. Alle 18.30, si svolgerà l’esibizione della squadra di nuoto sincronizzato del Progetto Filippide di cui fanno parte venti ragazze con sindrome di Down. Insieme a loro si esibiranno anche atlete normodotate appartenenti ad altre società sportive: un momento importante di condivisione sportiva e sociale che ha come comune denominatore la passione per lo sport.  Inoltre la sezione di Roma ha programmato di raccontare la Giornata Mondiale 2016, con un cortometraggio, così come è stata vissuta dalle persone con sindrome di Down, attraverso brevi filmati o foto che rappresentano un momento particolare dei ragazzi che hanno partecipato all’evento del 21 marzo.
LAIPD di Taranto sarà coinvolta in un servizio giornalistico trasmesso dall’emittente “Studio 100”, durante il quale saranno presentati alcuni spezzoni sugli inserimenti lavorativi effettuati  durante l’anno, con il possibile  intervento del Presidente dell’omonima sezione. Il servizio sarà trasmesso il 21 marzo 2016 alle ore 14.00- 19.30 e alle 23.30, visibili in tutta la Puglia sui canali 15 e 515 del digitale terrestre. Tutte le edizioni sono visibili anche in streaming (in Italia e all’estero ) sul sito. Infine l’edizione delle ore 14 viene diffusa anche sui canali 875 e 879 della piattaforma Sky. La stessa emittente Studio 100 ha realizzato uno speciale che sarà programmato nei prossimi giorni.
La sezione AIPD di Termini-Imerese, ha organizzato il 21 marzo 2016, un incontro alle 17.30 presso il salone dell’ Istituto Villaurea, a Piazza S.Francesco d’Assisi sul tema “I miei amici, la mia comunità-i vantaggi di ambienti inclusivi per i bambini di oggi e gli adulti di domani” con l’intervento del  Dott. Giovanni Iannuzzo, Psichiatra e volontario dell’AIPD di Termini Imerese, Ilaria Di Stefano, Presidente Rotaract Club di Termini Imerese e la Dott.sa Angela Campagna,Pediatra e Presidente del consiglio Comunale di Termini Imerese.

WDSD 2016 #MyFriendsMyCommunity– Scopri qui ogni giorno una nuova storia

Guarda qui il VIDEO di #MyFriendsMyCommunity

wdsd2016-le-storie


logo def WDSD_803x261…aspettando la WORLD DOWN SYNDROME DAY – 21 marzo 2016
ogni giorno una piccola grande storia di amicizia #MyFriendsMyCommunity

QUI puoi vedere il video della WDSD 2016

QUI scopri le storie in Europa

QUI puoi conoscere gli eventi AIPD promossi sul territorio per celebrare la Giornata Mondiale


 21 marzo 2016-Claudio e suoi amici Alban e Luca (Bergamo)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Claudio, Alban e Luca si sono conosciuti quattro anni fa a scuola, in prima superiore.Insieme  gli piace ballare, correre in palestra, fare i puzzle durante i momenti liberi, battere il cinque, ridere e scherzare.
Claudio: “A me piace semplicemente stare in compagnia di Alban e Luca, sentire il loro affetto e la loro amicizia con un abbraccio o ridere perchè mi fanno il solletico”.
Alban e Luca: “Claudio è simpatico quando fa il verso della tigre, porta allegria con un sorriso ed è molto tenero quando saluta.


20 marzo 2016-Katia, Fabiana e i loro biscotti (Viterbo)

WP_20160308_15_59_32_ProKatia e Fabiana si erano conosciute al “Club dei ragazzi” dell’AIPD alcuni anni fa: dopo tanto tempo si sono incontrate nell’ambito del progetto “il mercato dei saperi” durante la preparazione dei biscotti.
Fabiana:”Che bello, finalmente insieme dopo tanto tempo!”
Katia:”Sono felice di averti ritrovata”.

19 marzo 2016-Emanuela e gli amici del coro “Comune e servizio” (Frosinone)

WP_20160227_002Emanuela dell’AIPD di Frosinone canta nel coro della cattedrale dell’omonima provincia, per la messa del sabato insieme ai suoi amici del “Comune e Servizio”.
Gli amici: “Con te, Emanuela, la messa del sabato sera non sarebbe la stessa. Ti vogliamo bene anzi di più. I tuoi amici del C.S.”


18 marzo 2016-Giada e Arianna amiche del cuore (Oristano)

giada e ariannaGiada e Arianna sono amiche da 20 anni. Si sono incontrate per la prima volta al primo compleanno di Giada. La loro è un’amicizia di vecchia data. Si incontrano ed escono insieme ogni settimana.
Giada: Arianna è bella, è sempre venuta ai miei compleanni sin da quando avevo un anno.
Arianna: Giada mi piace perché è divertente, bella, buona e simpatica. Mi piace quando fa le smorfie.


17 marzo 2016-Annamaria e gli amici in gamba Valeria, Massimo e Luigi (Brindisi)

foto16Annamaria, Valeria, Massimo e Luigi si conoscono da molti anni. Si sono incontrati all’AIPD Brindisi e coltivano diversi interessi in comune, come il canto, la danza e la recitazione (per il 21 Marzo metteranno in scena il Musical di Pinocchio). Durante il giorno si dividono compiti come fare piccoli acquisti, organizzare le attività della giornata e il tempo libero, non sempre in totale accordo, ma d’altronde non succede in qualsiasi gruppo di amici??!
Qualche sabato sera Annamaria esce insieme ai suoi amici in pizzeria o al bowling e l’estate va insieme a loro al mare. Annamaria è l’anima del gruppo e la sua migliore amica è Valeria.
Annamaria: Mi piace uscire con i miei amici perché mi diverto e mi sento grande.


16 marzo 2016- Federica e Paolo (Bergamo)

S6302994Si sono conosciuti al “CLUB DEI RAGAZZI IN GAMBA” presso AIPD di Bergamo, e da lì è iniziata la loro grande amicizia. A loro piace ballare, cantare, ascoltare la musica, giocare alla wii, vedere un film e anche vedere foto vecchie di loro piccoli. A volte si vedono nei week- end a casa di lui o di lei per passare del tempo insieme e divertirsi.
Federica: “Spero che questa nostra amicizia con il passare del tempo diventi AMORE. Di Paolo mi piace la dolcezza che ha con me e il suo modo simpatico di esprimere e la sua bellezza”.
Paolo: “Federica mi piace quando parla e ride”.


15 marzo 2016- Anita e i suoi compagni di classe della 1°C (Mantova)

FOTO CLASSEAnita: “Coi miei compagni imparo e mi diverto a giocare”
Alessandro:“A me piace giocare con Anita, con il pongo facciamo gli animali. Per me è molto bella. E’ un po’ diversa dagli altri ma non so il perchè.”

 

 

 


14 marzo 2016- Giovanni e Daniele (Reggio Calabria)

giovanni e danieleGiovanni e Daniele si conoscono da quando avevano due anni. Si sono incontrati la prima volta al centro privato “Casa Serena”, che hanno frequentato insieme per tre anni. Oggi sono due adolescenti e vivono ancora fantastiche esperienze insieme, condividendo gli stessi interessi. Frequentano lo stesso Liceo e svolgono sempre assieme tutte le attività proposte dall’AIPD, da quelle teatrali… al club di autonomia!
Daniele: “Giovanni mi piace perché l’amicizia è essere felici insieme ed io con lui mi sento felice!
Giovanni: “Daniele mi piace perché è simpatico e mi piace trascorrere il tempo con lui”

 

 


13 marzo 2016 -Lucia, Giorgia e il gruppo di ballo (Viterbo)

LUCIA E GIORGIALucia e Giorgia  sono amiche da tempo. Si sono conosciute a Prato Giardino e non vivono nello stesso paese. Si sono incontrate quest’anno a frequentare la scuola di ballo, “Latin Passion“!! Che gioia e che ridere stare insieme.
Lucia:” Giorgia , che bello stare con te, abbiamo giocato al parco e ora  invece balliamo insieme”
Giorgia: “Si, hai ragione stiamo bene insieme, mi piace ballare con te e il gruppo”.


12 marzo 2016 – Riccardo, Chiara e Noemi (Bergamo)

Riccardo Chiara NoemiRiccardo: ” Abbiamo trascorso 3 anni bellissimi, giocavamo insieme e ci coccolavamo nei momenti di relax. Ora loro sono alle elementari ma ogni tanto ci vediamo per festeggiare il compleanno. Chiara e Noemi sono le mie migliori amiche”.
Chiara: “Riccardo è il mio amico, mi piace perché è simpatico e quando ride. Gli piaceva giocare ai pirati e guardare i libri insieme”.
Noemi: “Mi piace la sua gentilezza”.

 


11 marzo 2016 -“Emma & Emma” (Mantova)

foto Emma&EmmaSi sono conosciute l’anno scorso ma sono già diventate grandi amiche.
Emma GF: “Cara Emma B., con te ho fatto tante cose importanti, ti voglio un mondo di bene, mi piace andare con te sulle giostre, un grosso bacio da Emma G F”.
Emma B.: “Non sono molte le persone capaci di farti sentire importante, Emma è una di queste, lei apprezza i sorrisi, le chiacchierate, gli abbracci, ma più di tutto il semplice fatto che io sia lì con lei. Mi ha insegnato che a volte la felicità sta davvero nelle piccole cose”.


ALESSIO10 marzo 2016 – Alessio in un selfie con gli amici (Caserta)

Alessio:”Tra una lezione e l’altra è sempre un buon momento per un bel selfie! Con i miei compagni mi diverto tantissimo!”

 


GIORGIA

9 marzo 2016 – Giorgia in rosticceria con le amiche (Caserta)
Giorgia: “Una serata di relax con le mie amiche…cosa c’è di meglio di un bel panino?! Le mie migliori amiche…il mio tesoro”.

8 marzo 2016 – Mariangela e le sue amiche di scuola (Bari)

bari-wdsd2016

Nonostante siano passati 2 anni dalla fine della scuola superiore, Mariangela incontra spesso alcune sue compagne di scuola con cui festeggia ogni tipo di ricorrenza, va al pub o al cinema o, semplicemente, si ritrova a far quattro chiacchiere in casa ora dell’una, ora dell’altra.
Mariangela: “Sto bene e mi diverto sia con loro che con i loro fidanzati”, Graziana: “Mariangela ci insegna il valore delle piccole cose.”

 


7 marzo 2016 – I ragazzi del Circolo Arcobaleno (Arezzo)

Arezzo-circolo-arcobaleno2016Il Circolo Arcobaleno è un luogo di incontro ad Arezzo, gestito da operatori e ragazzi con sindrome di Down, dove si svolgono attività educative e ricreativa nella logica dell’integrazione sociale.
Jacopo: “Al circolo si fanno tante cose divertenti e siamo tutti amici”,
Chiara: “E’ un luogo di accoglienza e incontro e mi piace partecipare e rendermi utile” dice Chiara.


6 marzo 2016 – Il gruppo di amici del Club dei Ragazzi di Martina (Latina)

latina-wdsd2016“Conosciamo Martina da due anni e usciamo insieme una volta a settimana.
Ci divertiamo e diventiamo grandi insieme!!!”


5 marzo 2016- Davide e i suoi amici Pietro, Simone, Marco e Alessandra (Catanzaro)

IMG-20160307-WA0007 Davide:” voglio bene ai miei compagni perchè gioco con loro e sono contento quando qualcuno di loro viene a casa mia per giocare.
Pietro: “Davide è un bambino allegro, ci piace molto, gioca con noi e quando lo vediamo piangere lo aiutiamo, gli facciamo fare i lavoretti che la maestra gli propone”.
Alessandra:”Noi lo aiutiamo sempre, perchè gli vogliamo bene e quando cade cerchiamo di aiutarlo”.


4 marzo 2016 – Miriam, dirigente della società sportiva U.S.D Le Ville (Belluno)

wdsd2016-belluno-768x318
Miriam svolge con passione e impegno il ruolo di dirigente della squadra.  “Io, quando non si comportano bene li riprendo ma essi non me ne vogliono, anzi mi ascoltano e mi vogliono bene”.


3 marzo 2016 – Una divertente serata tra amici (Termini Imerese)

wdsd2016-terminiUna serata in pizzeria con gli amici del Rotract Club
Angelo: “Abbiamo mangiato e ci siamo divertiti”,
Ilaria: “Fantastici, divertenti, di compagnia, grandi amici”.


2 marzo 2016 – Gabriel e i suoi compagni di classe (Roma)

wdsd2016-gabrielGabriel e i suoi compagni di classe sono amici da molti anni. Si sono conosciuti il primo anno della scuola superiore e ora frequentano l’ultimo anno.
Hanno un buon rapporto e Gabriel è ben inserito nel gruppo.
Gabriel: ”I miei compagni di classe mi piacciono perché sono divertenti e perché mi aiutano”,
Manuela: ”Ci incontriamo anche nel tempo libero, facciamo i volontari in una mensa per poveri. Insieme ci divertiamo sempre molto”.


EDSC 2016

Con il sostegno dell’EDSA, Europea Down Syndrome Association, l’associazione turca “Down Syndrome Association of Turkey” organizza la decima edizione del Congresso internazionale sulla sindrome di Down, in programma a Istanbul dal 5 al 7 agosto 2016.
Il Congresso sarà un’occasione d’incontro per le famiglie e gli operatori che lavorano sul tema della sindrome di Down in tutto il mondo; Istanbul, per la sua posizione strategica, favorirà la possibilità di partecipazione non solo dall’Europa ma anche dal Medio Oriente e Asia.
Ancora per il mese di marzo è possibile iscriversi fruendo di particolari agevolazioni economiche. Tutte le info sono disponibili sul sito www.edsc2016.org

Tra i relatori sarà presente con Anna Contardi che interverrà con relazioni su autonomia, inclusione, lavoro.

ISEE, tutto torna come prima

Arriva finalmente alla conclusione la lunga vicenda relativa al nuovo ISEE, quello introdotto con il DPCM 159/2013 che considera tra i redditi anche le provvidenze economiche degli invalidi civili.
Per ripercorrerne la storia rimandiamo alle comunicazioni pubblicate su questo sito:
http://aipd.it/approvato-dal-consiglio-dei-ministri-il-nuovo-isee/
http://aipd.it/nuova-disciplina-dellisee/
http://aipd.it/isee-tre-sentenze-del-tar-lazio-accolgono-i-ricorsi-delle-famiglie/

Il Governo contro le sentenze del TAR del Lazio aveva presentato a sua volta ricorso al Consiglio di Stato. Questi, il 29 febbraio 2016 ha depositato la sentenza che, nella sostanza, condanna il Governo riconoscendo invece la legittimità dell’iniziativa delle famiglie; in particolare, significativa è la parte in cui il Consiglio di Stato afferma “Per tirare le somme, deve il Collegio condividere l’affermazione degli appellanti incidentali quando dicono che «… ricomprendere tra i redditi i trattamenti… indennitari percepiti dai disabili significa allora considerare la disabilità alla stregua di una fonte di reddito -come se fosse un lavoro o un patrimonio- ed i trattamenti erogati dalle pubbliche amministrazioni, non un sostegno al disabile, ma una “remunerazione” del suo stato di invalidità…”.

Sul quotidiano Repubblica, che riprende la notizia, si legge il commento del ministro Poletti: che afferma “Come Governo non possiamo che prendere atto della sentenza appena depositata dal Consiglio di Stato e provvederemo ad agire in coerenza con questa decisione”.

Sul sito Handylex.org un’ampia analisi della situazione.

Gruppi ANA del Feltrino: “Un fiore per aiutare”

COMUNICATO STAMPA di AIPD BELLUNO

Feltre, 29 Febbraio 2016- Si è svolta sabato 27 febbraio l’affollatissima serata ricreativo culturale dell’ANA (Assoc. Naz. Alpini) di Feltre e di tutti i gruppi del Feltrino riuniti all’Auditorium canossiano prima dell’Assemblea del giorno successivo. Dicevamo serata ricreativo culturale, ma con un occhio di riguardo alla solidarietà, come nella tradizione degli Alpini. Solidarietà, come vedremo, concretamente espressa a favore dell’AIPD.
Presentati dal Presidente uscente Carlo Balestra, si sono esibiti il Coro “Oio” di Santa Giustina ed alcuni attori della Compagnia teatrale “Fuori di quinta”, coordinati dalla regia di Carlo Cassol. Ai canti alpini del Coro ( Maestro Enzo Dal Molin) si sono alternate letture di brani del libro “Le scarpe al sole” di Paolo Monelli, giornalista e scrittore (1891-1984), che scrisse un diario di guerra da commilitone di tanti soldati bellunesi sul fronte della prima guerra mondiale, fra Ortigara e Cauriol. Molto coinvolgenti, per il pubblico, alcune pagine del testo in cui Monelli cita cognomi familiari ai presenti (De Cet, Faoro, De Lazzer, Ferro…) di persone con le quali aveva condiviso momenti descritti con realistica crudezza, senza concessioni alla retorica. La parte della solidarietà si è espressa, alla fine della serata, con la consegna a Ines Mazzoleni Ferracini, Presidente della locale sezione AIPD (Associazione Italiana Persone Down), della somma raccolta dai vari gruppi degli Alpini, durante il periodo natalizio, con la tradizionale iniziativa “Un fiore per aiutare”.
All’AIPD è stato consegnato un assegno di 6.600 euro; questa somma sarà destinata alla prosecuzione del progetto “Casa Mia”. Si tratta di un progetto, iniziato nel 2014, destinato ad adolescenti e giovani adulti con sindrome di Down, e che prevede, per loro, periodi di semiresidenzialità presso un appartamento, affittato, in centro a Belluno. In questa sede i giovani, seguiti da operatrici dell’Associazione stessa, trascorrono periodi (fine settimana o anche periodi più lunghi, quando possibile) per sviluppare autonomie personali e sociali, al di fuori della famiglia, in una prospettiva che prevede anche una possibile residenzialità futura, del tutto autonoma dalla famiglia di origine.
Ines Mazzoleni Ferracini era accompagnata da alcuni di questi ragazzi( Luca, Marta, Michele), venuti a ringraziare gli Alpini per il generoso contributo. L’AIPD, del resto, negli anni scorsi, ha già potuto sperimentare lo spirito solidale dei gruppi ANA, alcuni dei quali collaborano in occasione della Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down, che si svolge annualmente, ad ottobre.