Legge di stabilità 2017 e prepensionamento

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.297 del 21/12/2016 (Suppl. Ordinario n. 57) la legge 11 dicembre 2016, n. 232 “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019”, la cosiddetta “legge di stabilità”.

Segnaliamo quanto introdotto dall’art. 1, comma 179, lett. b, e cioè una vera e propria forma di pre-pensionamento di interesse per le famiglie delle persone con disabilità, le cui modalità operative saranno disciplinate con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri – su proposta del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze -, da adottare entro 60 giorni dal 1° gennaio 2017 (data di entrata in vigore della legge di stabilità):
possono fare richiesta di accesso alla pensione (ed avere una indennità al massimo di 1500 euro mensili per 12 mensilità, fino a un massino di tre anni e sette mesi) i lavoratori in possesso di almeno 30 anni di anzianità contributiva  e di 63 anni di età anagrafica nel periodo compreso tra il 1° maggio 2017 e il 31 dicembre 2018, parenti di 1° grado (genitori, figli, coniuge) che nei sei mesi precedenti la richiesta di anticipo assistono i familiari conviventi riconosciuti con handicap ai sensi del comma 3, art. 3 della legge 104/92 .

Si tratta dunque di una misura molto simile all’APE (anticipo finanziario a garanzia pensionistica) introdotto nella stessa legge di stabilità ma con la differenza sostanziale che non prevede la “restituzione” dell’anticipo finanziario, per questi lavoratori assorbito dallo Stato.

Altra opportunità di pensionamento anticipato è quella introdotta con l’ottava salvaguardia: il comma 214, lettera e, dell’art. 1, individua la possibilità di accedere alla pensione per (tra gli altri) un massimo di 700 lavoratori che raggiungano i requisiti previsti dalla normativa precedente alla “legge Fornero” entro il mese di gennaio 2018, e che nel 2011 hanno fruito di periodi di congedo straordinario (di cui all’art 42, comma 5 del decreto legislativo 151/2001) per l’assistenza ai figli con handicap di cui al comma 3, art. 3 della legge 104/92. Il Ministero del lavoro ha pubblicato la circolare 41/2016  (con la quale detta le modalità operative per l’accesso alla salvaguardia e che contiene anche il modello di istanza per la richiesta) e l’INPS ha predisposto un servizio online che permette agli interessati di verificare il possesso o meno dei requisiti e dunque procedere (o no) alla presentazione dell’istanza (dettagli e chiarimenti sono nell’allegato al messaggio INPS n. 193 del 17 gennaio 2017). Si chiarisce che accedere alla verifica dei requisiti NON sostituisce l’istanza di accesso all’ottava salvaguardia. Termine di scadenza l’istanza è il 2 marzo 2017.

Ricordiamo che i requisiti pre-Fornero consistevano, alternativamente, nel raggiungimento di:
– quota 96 cioè 60 anni di età anagrafica e 36 anni di anzianità contributiva, o 61 anni di età e 35 di contributi;
– 40 anni di contributi indipendentemente dall’età anagrafica;
– nel caso di pensione di vecchiaia, 20 anni di contributi (o, 15 se in servizio prima del 31/12/1992) e 65 anni di età per gli uomini e 60 o 61 per le donne (a seconda del settore – rispettivamente privato o pubblico – di appartenenza).

Un’altra misura che riguarda tutti i nuovi lavoratori (compresi quelli con disabilità),  è la proroga dell’esonero dal pagamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per le assunzioni a tempo indeterminato effettuate entro il 31 dicembre 2017, fino a 3250 euro su base annua, per un massimo 36 mesi. Tale agevolazione è cumulabile con quelle specifiche per le assunzioni di persone con disabilità previste dall’art. 13 della legge 68/99 relative ai contributi salariali (qui la nota dedicata pubblicata su questo sito).

 

L’Associazione Italiana Persone Down in lutto per la morte di Mario Berardi

E’ morto la mattina del 26 dicembre scorso Mario Berardi, ex Presidente Nazionale dell’Associazione Italiana Persone Down. Mario, 61 anni, lascia la moglie Marta e quattro figli. “Esprimo sentite condoglianze alla famiglia – ha detto Paolo Virgilio Grillo, attuale Presidente AIPD – Mario Berardi è stato un presidente significativo per l’Associazione, lo ringrazio per l’importante lavoro da lui svolto in questi anni”.
Tutto lo staff dell’ufficio nazionale lo ricorda con affetto per la sua profonda generosità e umanità. I soci e tutte le sezioni si stringono in un abbraccio alla famiglia in questo momento di lutto e dolore

“Diritto ai diritti” in onda su Rai Tre

In arrivo un nuovo importante riconoscimento al lavoro svolto da AIPD grazie al progetto “Diritto ai diritti” sulla cittadinanza attiva e la partecipazione alla vita politica delle persone con sindrome di Down.

Il documentario “Diritto ai diritti”, regia di Christian Angeli, oltre a continuare ad essere presentato in giro per l’Italia (qui la pagina dedicata sugli appuntamenti realizzati), sarà trasmesso da Rai Tre il prossimo 6 gennaio alle ore 12,25.

 

Premio Giuseppe Pontiggia

Torna per la sesta edizione il Premio Giuseppe Pontiggia, scrittore e padre di un figlio con disabilità, promosso dall’AIAS di Bologna per favorire nei giovani l’educazione al diritto di cittadinanza delle persone con disabilità usando “la cultura come strumento di inclusione”.
Il concorso prende lo spunto dal libro “Nati due volte” (vincitore del premio Campiello nel 2001) in cui Pontiggia racconta con sorridente lucidità le difficoltà incontrate con il figlio con disabilità, senza mai scadere nel patetico e nel sentimentale, che fa trasparire il modo con cui l’autore guarda l’universo della disabilità.

Il concorso letterario (QUI il bando e il regolamento) è aperto alle persone con disabilità residenti in Italia e all’estero, che non traggono abituale profitto dall’attività letteraria. In questa edizione, possono partecipare anche “i compagni di classe”, o la classe intera, gruppi parrocchiali o scout, in cui siano inseriti uno o più ragazzi con disabilità.

Per partecipare è richiesto il versamento di una quota di iscrizione al Concorso Letterario di € 10, il termine per la presentazione delle opere è il 1° marzo 2017. La premiazione dei vincitori avverrà nel successivo mese di maggio a Bologna.

“Oggi bambini… domani adulti”

L’AIPD di Perugia ha organizzato l’incontro “Oggi bambini… domani adulti“,  aperto a tutti, per illustrare il percorso di educazione all’autonomia, le attività svolte, i risultati conseguiti e la programmazione futura.

Appuntamento martedì 20 dicembre 2016 alle ore 17,30, presso la “Casa Verde” in via Martiri della Liberta 20 a Città di Castello. L’incontro è realizzato insieme al Comune di Città di Castello e la USL Umbria 1.

Nuovi LEA: AIPD e ANFFAS esprimono forti critiche

COMUNICATO STAMPA

Decreto sui nuovi LEA, le Commissioni parlamentari esprimono parere favorevole

Anffas ed Aipd esprimono forti critiche: “Carente l’intera parte dell’assistenza socio-sanitaria per le persone con disabilità intellettive. Uno schema di decreto che sembra scritto oltre 15 anni fa”

Roma, 16 dicembre 2016

Il 14 dicembre scorso sia la Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati sia la Commissione Igiene e Sanità del Senato hanno espresso parere favorevole sullo schema dell’emanando decreto del Presidente del Consiglio con cui si andranno a riscrivere i nuovi LEA (Livelli essenziali di Assistenza) contenenti le prestazioni sanitarie e socio-sanitarie da garantire, in maniera omogenea, su tutto il territorio nazionale.

Sulla scia delle forti preoccupazioni espresse in materia dalla FISH (Federazione Italiana Superamento Handicap), le due Associazioni Anffas (Associazione Nazionale Famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale) ed AIPD (Associazione Italiana Persone Down) esprimono forti critiche sullo schema dei LEA e sul fatto che lo stesso abbia ricevuto, nonostante le forti sollecitazioni che le stesse Associazioni avevano più volte espresso, il parere favorevole delle Commissioni.

Critiche che si concentrano, nello specifico, sulla parte che prende in considerazione l’assistenza socio-sanitaria ed in particolare quella relativa alle persone con disturbi del neuro sviluppo (tra cui disabilità intellettive, disturbi dello spettro autistico, etc). Uno schema di decreto che delude e sconcerta sotto molti fronti e che sembra scritto oltre 15 anni fa.

Purtroppo – commenta Roberto Speziale, Presidente Nazionale di Anffas ”l’intero Capo IV che disciplina l’assistenza socio-sanitaria non tiene assolutamente conto di quanto previsto dall’Organizzazione Mondiale di Sanità con la classificazione ICF del 2001 e dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità che è legge in Italia dal 2009 e dovrebbe quindi orientare qualsiasi atto, politica, norma che abbia impatto sulle persone con disabilità.

La disabilità oggi è universalmente considerata come frutto dell’interazione tra le persona e le barriere, ostacoli e discriminazioni presenti nell’ambiente in cui vive, con la conseguenza che, a differenza di quanto previsto nel decreto,  gli interventi abilitativi/riabilitativi devono considerare i vari contesti sociali e, quindi adottare, anche sul fronte sanitario e socio-sanitario, una visione più ampia in coerenza con il percorso di vita della persona stessa.

Non comprendiamo quindi perché, in uno schema di decreto a cui si lavora nel 2016, si faccia riferimento a paradigmi e modelli assolutamente obsoleti e non si tenga conto delle indicazioni scientifiche e di diritto di livello internazionale.
E’ sintomatico che lo stesso Servizio Studi della Camera nel preparare il dossier di studio per i parlamentari avesse evidenziato ciò, rimarcando il fatto che gli interventi di tale Capo sono previsti solo sulla persona e non in coerenza con i contesti ed in palese contraddizione anche con metodologie di intervento innovativo, come quella pensata nella Legge sul durante noi, dopo di noi.
Anffas, insieme ad AIPD, sin dall’estate scorsa aveva segnalato, a più riprese, tale paradosso presente nello schema di decreto”.

Gli fa eco Paolo Grillo, Presidente Nazionale di AIPD:  “Dove è l’approccio muldimensionale di presa in carico delle persone con disabilità, che non sono persone malate  o inferme con necessità  di un mero intervento “curativo”?  Troppo poco il prevedere, in Commissione della Camera, come condizione per il parere  favorevole, che nel prossimo aggiornamento dei Lea sia finalmente garantita alla persona con disabilità un’attività di assistenza e promozione della persona continua, globale e coordinata, attraverso il progetto individuale di cui all’articolo 14 della Legge n. 328/00, che dovrebbe già essere applicato per tutti i cittadini da ben 16 anni.
In effetti, avevamo – insieme ad Anffas –  espressamente ed insistentemente richiesto, sia con un documento fatto pervenire alle Commissioni Parlamentari nei mesi precedenti sia in occasione dell’audizione in Senato di entrambe le associazioni lo scorso 6 dicembre, che tale previsione fosse già prevista nell’attuale decreto, in attuazione di norme dello Stato già esistenti e seguendo le Osservazioni che lo stesso Comitato Onu sui diritti delle persone con disabilità ha recentemente rivolto al Governo Italiano”.

 Le posizioni di Anffas ed Aipd, nel corso di tutti questi mesi, sono sempre state chiare, volendo osteggiare interventi frammentati di riabilitazione/abilitazione, tra l’altro pensati per compartimenti stagni e senza neppure una chiara definizione dei beneficiari di ognuno di essi, vista anche la terminologia contraddittoria e generica utilizzata.

Conclude Grillo dell’AIPD: “In questo quadro desta grave preoccupazione la fuoriuscita dall’elenco delle malattie rare della sindrome di Down, che prima, in virtù di tale inquadramento, godeva di una rete di riferimento per la presa in carico ed il sostegno al percorso di vita, oltre a specifiche esenzioni per la diagnosi e per le indagini genetiche anche dei familiari.
Oggi tutto ciò verrà meno, con le persone con sindrome di Down ed i loro familiari, lasciati a barcamenarsi tra i signoli interventi abilitativi/riabilitativi, senza un chiaro percorso”.

Una nota positiva, secondo Speziale? “L’aver posto l’attenzione, nel parere espresso dalla Commissione Affari Sociali della Camera, alla circostanza che serve dare concretezza alla previsione di garantire, come Lea, le prestazioni di diagnosi cura e trattamento per i disturbi dello spettro autistico, al di là del mero richiamo a quanto già previsto dalla Legge n. 134/2015”.

Prosegue Speziale “Vogliamo che chi si è battuto perché ci fosse una legge in tal senso, veda ora ben declinate le conseguenti prestazioni, per poterle esigere senza vedersi frapposti dubbi o equivoci

Ufficio Stampa Anffas Onlus
Dott.ssa Roberta Speziale (responsabile) – cell. 348/2572705
Dott.ssa Daniela Cannistraci
comunicazione@anffas.net – tel. 06/3611524
www.anffas.net

Ufficio stampa AIPD Onlus
Dott.ssa Marta Rovagna – cell. 339.14.98.865
ufficiostampaaipd@gmail.com  – tel. 06.3723909
www.aipd.it

Anche cantanti con sindrome Down nel gruppo “Rulli Frulli”

E’ una banda speciale quella dei Rulli Frulli: sono 70 persone dagli 8 ai 25 anni che cantano insieme, tra loro anche diverse persone con sindrome di Down e autismo. La banda Rulli Frulli nasce nel 2010 da un’idea di Federico Alberghini all’interno della Fondazione Scuola di Musica Carlo & Guglielmo Andreoli presso la sede di Finale Emilia. Il progetto inizia come marching band e i primi ragazzi che partecipano sono all’incirca una decina, suoi allievi del corso individuale di batteria. L’intento di Federico Alberghini (direttore) era quello di creare una banda composta da persone diverse tra loro, sia per età che per abilità: “Volevo creare una banda d’integrazione e le percussioni sono un mezzo molto veloce per far gruppo”. Oggi il numero dei partecipanti conta ben settanta membri tra bambine, bambini, adolescenti e giovani, con e senza disabilità, un gruppo composito per età , genere e capacità che ha premesso l’inserimento nel progetto di quindici ragazzi con disabilità (seguiti individualmente dal servizio di NPI, ma non accompagnati da tutor all’interno del progetto).

Alessia, artigiana sarda con sindrome Down

Alessia Mancosu, 25 anni ha la sindrome Down e lavora come artigiana: da sei anni espone e vende le sue creazioni sulle navi da crociera e le più importanti sagre e in questi giorni al mercatino di Natale nel centro di Oristano. Tra le sue opere oggetti in vetro soffiato, murrine, ceramica e archeologia sperimentale. Qui il suo sito con la sua storia e quello che crea.

 

Si parla di inclusione scolastica a Salerno

Mercoledì 14 dicembre 2016 a Salerno, in corso il convegno “L’inclusione scolastica degli alunni con disabilità… parliamone ancora”, organizzato dall’Associazione Pianeta 21 Salerno. L’evento fa parte di un corso di aggiornamento del corpo docente 2016/2017 nell’ambito delle funzioni strumentali della disabilità. A tenere una relazione sul tema dell’inclusione scolastica per l’Associazione Italiana Persone Down è lo psicologo Nicola Tagliani.

La Convenzione dei diritti delle persone con disabilità festeggia 10 anni

Si celebra oggi, 13 dicembre 2016, l’adozione da parte delle Nazioni Unite della Convenzione dei Diritti delle persone con disabilità. Attraverso i suoi 50 articoli, la Convenzione indica la strada che gli Stati del mondo devono percorrere per garantire i diritti di uguaglianza e di inclusione sociale di tutti i cittadini con disabilità.

L’anniversario ricorda l’importante riconoscimento ottenuto dalle persone con disabilità e le loro famiglie sul tema dei diritti fondamentali, come quello dell’istruzione, dell’inclusione sociale, del diritto di prendere decisioni autonome e di esercitare il diritto di cittadinanza.

Per l’anniversario è stato realizzato questo video che ripercorre la storia e le conquiste della Convenzione. La clip Inclusion International raccoglie le testimonianze di alcuni dei leader di associazioni e realtà del mondo della disabilità:


Inclusion International – Our Impact on The CRPD from Riley Strowbridge on Vimeo.

AIPD presente alla nona edizione premio “Flavio Cocanari”

E’ in corso la nona edizione del Premio “Flavio Cocanari”, iniziativa in memoria del primo responsabile sindacale in Europa con delega alle Politiche per la disabilità. A cadenza biennale la Cisl seleziona un ente o associazione che si sia dimostrato particolarmente meritevole nella capacità di inclusione delle persone con disabilità. Nel 2006 ha vinto l’importante riconoscimento l’Associazione Italiana Persone Down. E’ per questo che interverrà nella mattinata Anna Contardi, coordinatrice nazionale dell’AIPD.
Il vincitore di questa edizione è l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM), con la quale la Cisl ha collaborato all’interno dell’Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità anche in merito alla riforma del Jobs Act, e che si distingue per produrre accompagnamento e documentazione anche in relazione ai diritti nell’ambito lavorativo.

Spegne la prima candelina la sezione AIPD di Frosinone

Spegne la prima candelina la sezione Frosinone dell’Associazione Italiana Persone Down. Nel corso di questo primo anno è stato avviato il primo Corso di Educazione all’Autonomia, per le persone con sindrome Down maggiorenni è iniziata l’Agenzia del tempo libero. La sezione partecipa al progetto nazionale “Sani e belli“.

Alla cena per la festa del primo anno, tenutasi a Pontecorvo (FR) hanno partecipato circa 140 persone con la presenza di rappresentanti delle Istituzioni, volontari e soprattutto tantissime famiglie.

“Il Mio Dono”, torna l’iniziativa a favore delle associazioni no profit

Avviata anche quest’anno l’iniziativa Unicredit “Il Mio Dono. La formula della solidarietà“, che invita a votare le associazioni no profit aderenti all’iniziativa. Unicredit si impegna a donare complessivi 200.000 euro da dividere tra le associazioni che avranno ricevuto più voti.

Dal sito è anche possibile fare una donazione a favore delle associazioni.
Le sezioni AIPD che hanno aderito alla campagna sono:
– AIPD Caltanissetta: https://www.ilmiodono.it/it/organizzazioni/?id_organizzazione=1557
– AIPD Catania: https://www.ilmiodono.it/it/organizzazioni/?id_organizzazione=1443
– AIPD Termini Imerese: https://www.ilmiodono.it/it/organizzazioni/?id_organizzazione=970

L’iniziativa è operativa dal 1° dicembre e sarà disponibile fino al 16 gennaio 2017.

Ganassini Social Responsibility 2016

Ne avevamo parlato nei mesi scorsi su questo sito quando il progetto AIPD “Il Mercato dei Saperi” si era candidato al Ganassini Social Responsibility.

Concluso l’iter e le valutazioni della giuria, che ha scelto tra i 10 progetti ritenuti  più meritevoli, “Il Mercato dei Saperi” è stato riconosciuto come il migliore e al quale dunque è stato assegnato il premio che consiste in una donazione di 5.000 euro.

Ricordiamo che il progetto originale è stato avviato grazie al finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali (ex lege 383/2000, annualità 2013), e proseguito nei territori anche grazie ad un successivo contributo da parte di Lottomatica

E’ possibile seguire le attività realizzate nell’ambito del progetto e i videotutorial sugli scambi tra giovani con sindrome di Down  e anziani su sito www.mercatodeisaperi.it

 

“Diritto ai Diritti” alla quarta edizione del Festival Asperger presso il MAXXI di Roma

Il 10 e l’11 dicembre 2016 si terrà a Roma, presso l’auditorium del MAXXI, Museo nazionale delle Arti del XXI secolo, la IV edizione di As Film Festival (AsFF) diretto da Giuseppe Cacace, il primo festival cinematografico internazionale realizzato con la partecipazione attiva di persone che si riconoscono nella condizione autistica e sindrome di Asperger: un vero festival internazionale di cinema e arti visive che si serve del cinema come strumento di inclusione sociale. Un festival uguale agli altri, però diverso. Nell’ambito della manifestazione sarà proiettato alle ore 11.00 il documentario dell’Associazione Italiana Persone Down “Diritto ai Diritti“.

L’AIPD vince la “Carta mobilità” come onlus virtuosa

L’Associazione Italiana Persone Down ha ricevuto oggi dall’Agenzia nazionale Erasmus + Isfol la “Carta della Mobilità” dell’istruzione e della formazione professionale nel quadro Erasmus+ per il periodo 2016-2020 – Ambito VET.  Uno degli obiettivi di Erasmus+ consiste nell’incrementare la qualità della Mobilità nell’ambito dell’istruzione e della formazione professionale (VET) e nel sostenere l’internazionalizzazione delle organizzazioni attive nel campo VET. L’ente ha riconosciuto che l’AIPD ha un’esperienza dimostrata nell’organizzazione di attività di mobilità di qualità nell’ambito dell’istruzione e della formazione professionale.

erasmus_charter_500x500px1I titolari della Carta della mobilità VET possono richiedere finanziamenti secondo una procedura semplificata nell’ambito dell’azione chiave 1 di Erasmus+ relativa alla mobilità per studenti e personale VET a partire dal 2017. La Carta sostiene inoltre lo sviluppo delle capacità delle organizzazioni di invio nell’organizzare una mobilità di qualità per discenti e personale, ricompensando, promuovendo e sviluppando ulteriormente nel contempo la qualità nella mobilità. La Carta della mobilità VET è assegnata per l’intera durata del programma Erasmus+ e non comporta nessun finanziamento diretto e non garantisce finanziamenti nell’ambito dell’azione chiave 1 mobilità per studenti e personale VET.

Salute e benessere al centro del progetto “Senza Frontiere” di AIPD Belluno

E’ iniziato a settembre e si concluderà nel giugno 2017 il progetto “Senza Frontiere” della sezione di Belluno dell’Associazione Italiana Person Down. Il progetto (finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ai sensi dell’art. 12, comma 3, lett f) della legge 383/2000 – Annualità 2015) , prevede la partecipazione di 15 maggiorenni con la sindrome Down, e ha come obiettivo quello di creare condizioni e un cambiamento di cultura attraverso iniziative che possano portare le persone con sindrome di Down a godere salute e benessere attraverso un uso corretto della alimentazione e della attività fisico sportiva.

“Senza Frontiere” ha avuto un primo step in ottobre con degli incontri di formazione ed informazione (tenuti da Vainer Lucchetta, fisioterapista ed esperto in Scienze Motorie, che ha illustrato ad un gruppo di genitori le linee guida essenziali su  “Sport, salute, benessere”, e dalla dott.ssa Annarita Gambalonga, nutrizionista specialista in scienze dell’alimentazione), rivolti sia alle persone con sindrome di Down che ai loro genitori e familiari e con  lo svolgimento di attività propedeutiche all’attività sportiva in palestra per coloro che partecipano al progetto.

Nel 2017 inizieranno invece le attività sportive che prevedono una “tre giorni invernale”, a gennaio, in Val di Zoldo, rinnovo di un classico appuntamento (in collaborazione con l’ASD Fondo ValZoldana) e in primavera con l’introduzione al nordic Walkling ed a escursioni guidate nei territori del Parco Dolomiti Bellunesi, con le guide della Cooperativa “Mazarol”.

 

Progetto “OMO”, presentato il marchio degli alberghi solidali

COMUNICATO STAMPA

“VALUEABLE”, IL MARCHIO DEGLI ALBERGHI SOLIDALI PRESENTATO OGGI A LIVELLO EUROPEO

Roma, 5 dicembre 2016 – E’ stata presentata oggi la rete europea di alberghi e ristoranti promossa dal progetto “On my Own… at Work (OMO)”, finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Erasmus +, di cui è capofila l’Associazione Italiana Persone Down e a cui partecipano Fondazione Adecco, Down España, Associacao Portuguesa de Portadores de Trissomia 21 (APPT 21), Alma Mater Università di Bologna, Università di Roma TRE, Hotel Roma Aurelia Antica e Axis Hoteis e EDSA, European Down Syndrome Association.

Nel corso della giornata a Roma, Lisbona e Rimini si sono tenuti tre eventi in cui è stato presentato il quality kit del progetto OMO ed è stata lanciata la rete degli alberghi solidali con il nuovo marchio, vincitore del concorso europeo “Disegna il mio logo”, il cui nome è “VALUEABLE”. Il logo rappresenta una mano stilizzata sostenuta dalla lettera V, il messaggio che veicola è valore, abilità e valutabilità. Gli alberghi che appongono il marchio credono che un lavoratore con disabilità intellettiva rappresenti questo per l’azienda.

omo-5dic16-3omo-5dic16-4Durante i convegni sono state premiate anche le strutture alberghiere e della ristorazione che hanno già ospitato tirocini ed esperienze lavorative per persone con disabilità intellettiva, saranno i first movers della rete. A Roma il premio è stato consegnato all’Aqualux Hotel SPA&SUITE di Bardolino (VR) e all’Art Hotel Noba – Best Western di Roma.

“Il quality Kit – spiega Paola Vulterini, responsabile AIPD del progetto europeo – è rivolto agli imprenditori del settore dell’ospitalità e comprende un codice di condotta socialmente responsabile, un manuale di supporto all’applicazione del codice e un marchio che attesta l’appartenenza ad una rete europea di aziende, che considerano la diversità presente all’interno del loro personale come una potenziale fonte di vantaggio competitivo”.

Nel corso del progetto sono già stati realizzati alcuni prodotti per facilitare l’inserimento delle persone con disabilità intellettiva nel mercato del lavoro: un’App per svolgere le proprie mansioni in modo autonomo e 14 video rivolti ai tutor e ai colleghi di lavoro, per orientare un corretto rapporto professionale con i nuovi tirocinanti/lavoratori.

A Roma ha aperto i lavori Anna Contardi, coordinatrice nazionale dell’Associazione Italiana Persone Down. Contardi ha ripercorso le tappe del progetto presentando poi la odierna: il Quality Kit rivolto agli alberghi e la presentazione del nuovo marchio di alberghi solidali, che si impegneranno a diversi livelli nell’inclusione lavorativa delle persone con disabilità intellettiva. Giorgia Scivola, operatrice AIPD che lavora nel progetto ha spiegato: “Questo progetto vuole incidere per cambiare la realtà, realizzando un sogno. Nel progetto OMO il sogno è l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità intellettiva nel mondo dell’ospitalità e della ristorazione. Il marchio per noi è il segno tangibile dell’impegno mostrato dall’azienda del proprio impegno sociale, seguendo però determinate regole di condotta”.

Le regole per ottenere il marchio sono quattro: firmare e rispettare una dichiarazione di impegno per le politiche aziendali e di pari opportunità; formare il personale con o senza i video tutorial di supporto; sottoporsi a controlli saltuari da parte del Comitato Internazionale che distribuisce il certificato del marchio e predisporre procedure aziendali secondo una prospettiva di non discriminazione. Sono previsti dal progetto tre livelli di impegno per gli alberghi: il primo è il livello bronzo che prevede l’ospitalità di almeno un tirocinio di tre settimane ogni due anni; il secondo è il livello argento che stabilisce l’assunzione di almeno una persona con disabilità intellettiva; il terzo livello, l’oro, è quello di essere in regola con i requisiti normativi nazionali e farsi ambasciatore del marchio presso altri imprenditori.

Nel corso del convegno hanno dato la loro testimonianza alcuni imprenditori già impegnati nell’accoglienza di tirocinanti con disabilità intellettiva: Donato Formica dell’Art Hotel Noba ha raccontato la sua esperienza con Gabriel, tirocinante con sindrome Down. “Noi albergatori – ha raccontato – abbiamo un grande vantaggio nel poter fare questa esperienza, aumenta la stima dell’imprenditore ma anche quella dei lavoratori coinvolti in relazioni significative e motivanti. Perché non farlo? Le attività forse si rallentano un poco ma aumenta la produttività complessiva e la qualità del servizio. Con questa esperienza è cresciuta anche la capacità del nostro albergo nell’accogliere clienti con bisogni speciali. Spero che sia un’esperienza che si possa diffondere ampiamente”. Anche Elisa Franceschini, dell’Aqualux di Bardolino ha portato la testimonianza della sua struttura: “abbiamo iniziato questa avventura nell’aprile 2015 siglando un accordo con AIPD per ospitare tirocini intensivi di tre settimane con ragazzi con sindrome Down che vengono da tutta Italia. Grazie all’AIPD abbiamo conosciuto un mondo nuovo, con il loro supporto abbiamo imparato come rapportarci con questi lavoratori. Sono tirocinanti ottimi, curiosi, con voglia di imparare, chiedono altre mansioni, i clienti apprezzano questa presenza. Sono una testimonianza anche per le persone che usufruiscono dei servizi dell’albergo”.

AIPD a Tirana per parlare di autonomia e lavoro

Monica Berarducci, responsabile dell’Osservatorio sul mondo del lavoro dell’Associazione Italiana Persone Down, sarà a Tirana il 6 dicembre 2016 per parlare di autonomia e inserimenti lavorativi per le persone con sindrome Down. Il convegno “First Parents Conference on Intelectual Disability” è organizzato dall’associazione Down Syndrome Albania e affronta a tutto tondo il mondo della disabilità intellettiva, dai diritti ai servizi, dall’educazione e l’inclusione scolastica agli inserimenti lavorativi.

“ON MY OWN… at work”

Lunedì 5 dicembre 2016 si terrà il secondo evento pubblico del progetto europeo Erasmus + ” On my own … at work” (OMO), a Roma, dalle ore 9:30 presso la Sala Storti – CISL nazionale, via Po, 21.
Eventi paralleli si svolgeranno a Rimini e Lisbona.
Sarà presentato il “marchio” per i ristoranti e gli alberghi solidali (ne abbiamo parlato su questo sito) e saranno premiate anche le strutture alberghiere e della ristorazione che hanno già ospitato tirocini ed esperienze lavorative per persone con disabilità intellettiva.
Infine, saranno predisposti degli stand tematici, presso i quali sarà possibile visionare e avere informazioni più dettagliate sulla App e sui video tutorial.

AIPD di Bari e Polo Museale Puglia

L’AIPD di Bari e il Polo Museale della Puglia hanno sottoscritto una convenzione per la promozione del progetto “La cultura: un’opportunità per tutti”, il cui obiettivo è la realizzazione di esperienze formative per giovani con sindrome di Down presso istituti e luoghi di cultura.
Il 3 ottobre scorso sono state attivate le prime due esperienze che hanno coinvolto Efrem Sardella e Maria Ylenia Catalano, impegnati in attività di archiviazione presso il Polo Museale negli uffici dell’ex convento di San Francesco della scarpa di Bari.
Il progetto rientra nel piano nazionale dell’educazione al patrimonio culturale ed è stato inserito tra i “Grandi Eventi” sul sito del MIBACT, che aderisce all’iniziativa per la “Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità”.
Per maggiori informazioni: https://it-it.facebook.com/AIPD-BARI-567152853383915/

QUI il comunicato stampa di AIPD Bari

Convegno “Vivere con una Malattia Rara Disabilitante”

Il prossimo 2 dicembre,  in occasione della Giornata Internazionale della Persona con Disabilità, si svolgerà il convegno “Vivere con una Malattia Rara Disabilitante“, nel corso del quale si affronteranno temi importanti quali “perché aver cura delle persone con disabilità, “qual è la sostenibilità” di tale cura, “quali sono gli strumenti di ricerca” non solo biomedici ma anche socio-sanitari ed organizzativi per gestire al meglio la condizione della disabilità.
AIPD sarà presente con Anna Contardi che terrà la relazione “La ricerca socio-sanitaria”.

Nel pomeriggio è previsto il workshop “Prova l’Orchestra”, in cui l‘orchestra sinfonica ESAGRAMMA, costituita da artisti con disabilità, illustrerà gli strumenti riabilitativi connessi con la musica. Ci sarà anche uno spazio dedicato per chiunque che, pur non sapendo suonare, voglia fare esperienza di un’ Orchestra.
In serata l’orchestra sinfonica ESAGRAMMA terrà il concerto con musiche di Beethoven, Brahms, Grieg, Mahler e Gershwin.

Sede del convegno, promosso dal Centro Ateneo per la Vita e dalla Fondazione Policlinico Gemelli,  è l’Aula Brasca del Policlinico Gemelli, in Largo A. Gemelli 8.

Nuovo tirocinio per l’AIPD di Lecce

da www.aipdlecce.it
Marianna Brocca, persona con sindrome di Down di 28 anni, inizia un tirocinio della durata di 12 mesi (avviato con il centro per l’impiego di Poggiardo) presso il supermercato M&G di Casamassella (Lecce). Marianna ha partecipato lo scorso anno al progetto nazionale dell’Associazione Italiana Persone Down “Lavoriamo in rete”, finanziato dalla Fondazione con il Sud, facendo un’esperienza di lavoro presso un’altra struttura.
L’esperienza è stata molto positiva ed è servita anche a incrementare il suo curriculum. Facciamo tanti auguri a Marianna per questo nuovo percorso di lavoro, certi che sarà gratificante come il precedente.

AIPD Marca Trevigiana presente a LovEat 2016 a Venezia

La sezione AIPD Marca Trevigiana sarà presente alla fiera del gusto LovEat 2016 all’Expo di Venezia dal 2 al 4 dicembre.  Nello stand della sezioni saranno presentati l’olio dei Colli Trevigiani, il vino Raboso del Piave, la grappa con le vinacce Raboso, i piavettini (un tipo di grissini), marmellate biologiche, miele, cioccolato e biscotti. Nel punto AIPD ci saranno ogni giorno cinque volontari della sezione tra educatori e ragazzi con la sindrome di Down.

Due contratti a tempo determinato con progetto “Lavoriamo in rete”

Samuel Patti e Michele Capraro, due ragazzi con sindrome Down di 25 e 26 anni sono stati assunti con un contratto a tempo determinato di sei mesi presso il ristorante “Ritrovo Diana” a Milazzo gestito da Baldassarre Catalano, un giovane imprenditore siciliano. I due lavoratori, della sezione AIPD Milazzo Messina hanno partecipato lo scorso anno al progetto dell’Associazione italiana Persone Down “Lavoriamo in rete” effettuando uno stage da gennaio a giugno 2016. L’assunzione arriva quindi in continuità con il percorso formativo svolto durante l’anno. I due ragazzi, che hanno un orario part time, lavorano come cameriere e aiuto cuoco.

 

 

Cibo e stili di vita delle persone con sindrome di Down

comunicato stampa
CIBO E STILI DI VITA DELLE PERSONE CON SINDROME DOWN: INDAGINE AIPD RILEVA CHE MANGIANO POCO SANO MA FANNO TANTO SPORT

L’inchiesta realizzata nell’ambito del progetto “Sani e Belli” è stata realizzata su un campione di 149 persone tra i 15 e i 40 anni di 22 città italiane

Roma, 26 novembre 2016 – Mangiano poche verdure, legumi, pesce, cibi integrali e frutta secca, ma fanno molto sport. Questo è quanto emerge da uno studio sulle abitudini alimentari effettuato dall’Associazione Italiana Persone Down su un campione di 149 persone con sindrome Down tra i 15 ed i 40 anni provenienti da 22 sezioni AIPD dal nord al sud della Penisola. L’indagine è il primo step del progetto dell’AIPD “Sani e Belli”, iniziato nel giugno del 2016 e finanziato nell’ambito della legge 383/2000 dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che avrà una durata di 14 mesi. Il progetto è realizzato in collaborazione con l’unità operativa Malattie Rare e quella di Medicina dello Sport del Policlinico Gemelli di Roma.

Il 66% degli intervistati dichiara di mangiare pesce solo qualche volta contro il 25% che lo mangia spesso e il 9% che non lo mangia mai; i legumi e la verdura hanno lo stesso trend: per i legumi il 15% dichiara di non mangiarne mai, il 62% qualche volta, il 23% spesso. Le verdure crude (insalata, pomodori, carote ecc) invece non vengono mangiate mai dal 18,2%, qualche volta dal 29,5% e tutti i giorni dal 33%; le verdure cotte invece sono più ‘sfortunate’: il 46,9% degli intervistati le mangia qualche volta, il 24, 2% spesso ma il 18,7% mai. Quali sono invece i cibi più amati? Anche se non assunti spesso i farinacei e i dolci sono i preferiti: la pizza è al primo posto, opzionata dal 92% delle persone con sindrome Down coinvolte nell’indagine, seguita dalle patatine fritte (87,2%) e gelati e torte (84,5%).

Migliori i risultati relativi allo sport: viene praticato dall’85,2% degli intervistati contro un 14,2% che non svolge alcuna attività fisica, il 60% inoltre lo pratica più di una volta a settimana.

“Le persone con sindrome di Down – spiega Anna Contardi, coordinatrice nazionale AIPD e responsabile del progetto – hanno un rischio maggiore di sovrappeso/obesità rispetto alla popolazione generale. Ciò è dovuto a fattori biologici quali, ad esempio, un basso metabolismo basale ed una concentrazione di leptina non normale nel sangue. Tuttavia, le scelte alimentari non corrette e una scarsa attività fisica (fattori ambientali) contribuiscono in maniera significativa all’aumento del rischio di sovrappeso/obesità con conseguenze più gravi sulla loro salute e sulla qualità della vita rispetto alla popolazione generale”. Diventa quindi necessario adottare una strategia che consenta alle persone con sindrome Down di avere un corretto stile di vita, agendo su due livelli: adozione di corrette scelte alimentari e diffusione di pratica regolare di attività motoria”. Obiettivo del progetto AIPD “Sani e Belli” e quindi quello di migliorare la qualità della vita delle persone con sindrome Down adolescenti e adulte con particolare riguardo alla forma fisica. Per questo si creerà un percorso educativo che sarà supportato anche dall’uso di un app per monitorare i propri pasti in modo da promuovere una maggiore consapevolezza delle persone con sindrome Down.

A breve l’indagine verrà aperta a tutte le persone con sindrome Down tra i 18 ed i 40 anni delle sezioni dell’AIPD, con l’obiettivo di raccogliere dei risultati maggiormente rappresentativi e comparare il primo gruppo analizzato con i nuovi aderenti provenienti da territori diversi.

Presentazione Guida al Referendum al I Municipio di Roma

Domani, 29 novembre 2016, alle 16.00 presso l’aula del consiglio del I Municipio di Roma, via della Greca, 5, sarà presentata la Guida al referendum del 4 dicembre ai ragazzi con sindrome Down maggiorenni della sezione AIPD di Roma.

Presenti all’evento Carlotta Leonori, educatrice dell’Associazione Italiana Persone Down che ha redatto la guida, l’assessore alle Politiche Sociali del I Municipio Emiliano Monteverde, il presidente della commissione Politiche Sociali Claudia Santoloce e la presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi. L’incontro è aperto a tutti gli interessati.

Don Ciotti incontra i ragazzi di AIPD Belluno

Comunicato stampa AIPD Belluno:
“Per una fortunata coincidenza il pomeriggio del 14 novembre a Pedavena c’è stato un rapido, ma significativo incontro fra alcuni giovani dell’AIPD Belluno, impegnati nell’attività di decorazione di oggetti in ceramica presso il laboratorio dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Pedavena, e don Luigi Ciotti, fondatore del “Gruppo Abele” e di “Libera”, invitato dalla locale Amministrazione Comunale come “testimonial” nella cerimonia di consegna della Costituzione Italiana ai neo-diciottenni del Comune.
Non si poteva perdere un’occasione simile, e don Ciotti ha accolto ben volentieri la richiesta di un saluto al gruppo di giovani e di alcuni genitori dell’AIPD Belluno, prima di entrare in Sala Silvio Guarnieri per l’incontro col pubblico, comprese alcune classi della Scuola Media, con la cerimonia di consegna della Costituzione ai neo diciottenni. Qui, durante il suo appassionato discorso a tutto campo su mafia e corruzione, studio e conoscenza, relazioni umane e solidarietà ha citato anche i giovani, con sindrome di Down, che aveva appena salutato nel laboratorio di ceramica, definendoli “i nostri maestri di vita”: è stato davvero un messaggio di grande valore, esplicativo dell’art. 3 della nostra Costituzione, quello che inizia così:« Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali di fronte alla legge…»”

L’inclusione scolastica delle persone con disabilità intellettiva tra presente e futuro”

L’AIPD Sezione di Bari organizza per il 29 e 30 novembre 2016 il convegno “L’inclusione scolastica delle persone con disabilità intellettiva tra presente e futuro“.
L’evento è parte delle attività del progetto INVESTIRE PER IL FUTURO della Federazione Le Strade di San Nicola.
Il programma prevede interventi a cura del dott. Nicola Tagliani dell’Osservatorio Scolastico AIPD, il 29 rivolti alle famiglie e il 30 ai docenti. I lavori si svolgeranno dalle ore 17 alle ore 20.

“Linguaggio e Comunicazione nella sindrome di Down dall’infanzia all’età adulta”

L’AIPD Sezione di Roma organizza per sabato 26 novembre 2016, dalle 9 alle 13, presso l’Aula Magna dell’Università Pontificia Salesiana, il seminario “Linguaggio e Comunicazione nella sindrome di Down dall’infanzia all’età adulta“, una panoramica sullo sviluppo comunicativo e linguistico nella persona con sindrome Down, a partire dal periodo precedente alla comparsa del linguaggio nel bambino molto piccolo fino ad arrivare all’età adulta.

Per partecipare ai lavori è richiesta l’iscrizione online.

Nuovi tirocini all’Aqualux di Bardolino per due ragazzi con sindrome Down

Luca e Stefanut sono i due nuovi lavoratori in forze all’Hotel Aqualux SPA & suite Bardolino, I due ragazzi con sindrome Down della sezione AIPD di Belluno, che hanno 30 e 27 anni, lavorano dal 20 novembre all’11 dicembre in cucina e in sala.

La formazione al lavoro, retribuita, prevede anche la presenza di un tutor AIPD che segue i due lavoratori nell’esperienza intensiva di tre settimane. Questo è il secondo tirocinio previsto dalla collaborazione tra AIPD Nazionale e Aqualux siglata all’inizio del 2016. Il protocollo prevede due tirocini l’anno della durata di tre settimane per persone con sindrome Down per un periodo di tre anni. I lavoratori coinvolti saranno quindi in totale 12.

Oggi pomeriggio prima di Maremmamara a Roma

Oggi 21 novembre 2016 alle 17.00 presso l’Hotel de Russie, via del Babuino 9 a Roma, si terrà la prima del film “Maremmara” che ha ricevuto il patrocinio dell’Associazione Italiana Persone Down. La pellicola, del regista Lorenzo Renzi con la partecipazione di Giancarlo Giannini, Barbara Enrichi e Marco Messeri, racconta la storia di una famiglia che vive in un piccolo centro in Toscana. Nel cast anche un bambino con sindrome Down socio dell’AIPD che recita la parte del figlio del protagonista. Sarà presente alla prima il presidente dell’AIPD Paolo Virgilio Grillo. Per maggiori informazioni qui 

“SelfiAMOci” nuovo calendario sezione AIPD Roma

L’AIPD di Roma ha presentato con una conferenza stampa presso la Sala Tevere della Regione Lazio il Calendario 2017 “SelfiAMOci”.
Le immagini, di Mario Vintari, ritrae giovani con sindrome di Down insieme a personaggi famosi (Lino Banfi, Pupo, Ninetto Davoli, Andrea Perroni, Fabio Campoli, Rosanna Lambertucci e Roberta Albanese) ma anche ad amici e compagni di scuola.
Il Calendario sarà disponibile a breve nei punti vendita Emmepiù di Roma e Provincia.

Per maggiori informazioni vai su http://aipdroma.it/selfiamoci-presentato-il-calendario-2017-di-aipd-roma/

Guida al referendum del 4 dicembre 2016

Da oggi è online sul nostro sito il banner “Referendum 4 dicembre 2016, IL TUO VOTO CONTA!
Proseguendo nelle iniziative promosse con il progetto “Diritto ai diritti”, AIPD presenta la nuova guida che intende aiutare le persone con sindrome di Down ad esercitare consapevolmente il proprio diritto di voto.
Ricordiamo infatti che tutte le persone, anche chi ha una disabilità intellettiva e anche chi sia stato interdetto – conserva il proprio diritto di voto; per le informazioni legislative rimandiamo alla scheda n. 9 “Diritto di voto” visibile sul sito AIPD nella pagina “Diritti” e curata dal Telefono D.

Nella pagina dunque è possibile leggere la Guida al referendum, scritta in alta leggibilità; la guida ha l’obiettivo di spiegare, in termini semplici e accessibili, cosa viene chiesto ai cittadini di votare, le conseguenze della vittoria del SI, le conseguenze della vittoria del NO.

QUI il comunicato stampa AIPD sulla Guida.

Nella stessa pagina è poi possibile rispondere ad un breve questionario online, per esprimere un parere sulla effettiva accessibilità della guida.

Anche ANFFAS – Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o relazionale – ha creato e pubblicato una Guida al Referendum Costituzionale in versione facile da leggere.

“Up e Down: su e giù per sentieri”

Sosteniamo “Up e Down: su è giù per sentieri” con il nostro voto! il termine ultimo è martedì 29 novembre 2016

La Confagricoltura e l’ONLUS Senior bandiscono per l’anno 2016 il concorso “Coltiviamo Agricoltura Sociale” che prevede il riconoscimento di un premio di 50.000 euro da assegnare ad un progetto originale di Agricoltura Sociale: per sostenere la propria iniziativa preferita occorre andare sulla pagina, iscriversi e votare, perchè solo i più votati accederanno alla fase di valutazione.
AIPD di Reggio Calabria partecipa al bando con il progetto “Up e Down: su e giù per sentieri“, promosso insieme alla Comunità sant’Arsenio: l’iniziativa si configura come un’opportunità di grande spessore morale in cui la Comunità sant’Arsenio e AIPD Sezione di Reggio Calabria, si vogliono sperimentare per accrescere lo spettro delle iniziative ad indirizzo sociale a livello locale nell’area reggina, con esperienze altamente gratificanti e significative sotto il profilo della crescita umana e civile.
I percorsi individuati nel progetto permetteranno oltreché una valorizzazione e promozione diretta delle tipicità locali (ambientali, storico-culturali, enogastronomiche), anche una fruizione totale e democratica delle altre e numerose ricchezze presenti nell’area.
Il tema cardine è creare un percorso di valorizzazione delle risorse presenti nell’area reggina attraverso l’offerta di turismo rurale, che non sia limitata e destinata esclusivamente ai fruitori convenzionali, ma aperta e rivolta anche alle persone con disabilità, attenta alle necessità di questi ultimi e fondata su principi inalienabili di democraticità del vivere e del fruire di ambiente, cultura, storia, tradizioni, in modo paritario e avulso da barriere fisiche, mentali e pregiudiziali.
“UP e DOWN: su e giù per sentieri” si configura come un progetto innovativo, lontano dagli stereotipi, che propone nuove forme di promozione del territorio, di valorizzazione dei luoghi e di fruizione democratica delle ricchezze di quest’area: un’esperienza unica e dal profondo valore umano. Fruitori delle attività saranno giovani con sindrome di Down dell’AIPD di Reggio Calabria.

“MAXs – laboratori per l’inserimento lavorativo”

L’AIPD di Caserta promuove, attraverso il progetto “MAXs”, la realizzazione di laboratori tematici per l’inserimento lavorativo territoriale per supportare le persone con sindrome Down e le famiglie attraverso percorsi di orientamento della durata di un anno. L’iniziativa, che prende il via a novembre 2016 e durerà un anno, è finanziata dal Centro Servizi al Volontariato Asso.Vo.Ce di Caserta con il supporto e la collaborazione di Fondazione Adecco, tramite l’agenzia interinale sul territorio.

Il progetto prevede 5 laboratori tematici e coinvolgerà 8 giovani adulti con sindrome di Down con le loro famiglie, seguiti da due operatori specializzati. Ci saranno poi quattro volontari associativi, che oltre a partecipare al laboratorio dedicato, coadiuveranno il lavoro degli operatori.

QUI il comunicato stampa di AIPD Caserta

Gran Galà della Felicità

Mercoledì 16 novembre con inizio alle ore 20,00 a Brindisi presso il Teatro Impero (via De’ Terribile) è in programma la seconda edizione del Gran galà di Cake Design, adesso rinominato “Gran Galà della Felicità”, organizzato e promosso dall’AIPD di Brindisi.
L’evento, che sarà condotto da Ilia D’Arpa e Marcello Biscosi, noti speaker radiofonici di Ciccio Riccio, coinvolgerà estimatori brindisini nella preparazione e decorazione di torte, seguendo il tema, appunto, della “Felicità”. I lavori saranno valutati da una giuria di pasticceri esperti, presieduta dal Cake Designer e Wedding Planner Marco Maggi.

La serata prevede inoltre esibizioni artistiche e una sfilata in abiti da sposa e cerimonia, alla quale parteciperanno anche i ragazzi ed i bambini dell’Associazione. Ospite d’onore Al Bano Carrisi.

A Milazzo presentazione del film “Diritto ai diritti”

Proseguono nel territorio le proiezioni del film “Diritto ai diritti“, realizzato da AIPD, con la regia di Christian Angeli, nell’ambito dell’omonimo progetto finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali ai sensi della legge 383/2000.
Sabato 12 novembre 2016 a Milazzo, organizzata dalla locale sezione AIPD, si terrà la presentazione del documentario e si discuterà del tema della partecipazione attiva delle persone con sindrome di Down con il Sindaco di Milazzo Giovanni Formica e esponenti dell’Assessorato alle Politiche Sociali dei Comuni di Roccalumera e di Milazzo.
Appuntamento alle ore 16,30 al Palazzo D’Amico.

milazzo-12nov2016

3° Convegno nazionale per le famiglie di persone con malattie rare

Si svolgerà a Roma, presso l’hotel Pineta Palace dall’11 al 12 novembre 2016, il Terzo convegno nazionale “Tutto ciò che può aiutare le famiglie ad affrontare, vivere e crescere con una sindrome rara“, organizzato dall’Associazione Sindrome di Rubinstein-Taybi “RTS Una vita speciale onlus” con la collaborazione della fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlicnico di Milano, il policlinico Gemelli di Roma, l’ospedale S.Anna di Como e la cooperativa Arca di Tradate Varese.

Le due giornate di lavori prevedono interventi da parte di famiglie, terapisti, medici, insegnanti e operatori. AIPD sarò presente in due workshop, uno sul tema della sessualità e del dopodinoi (Francesco Cadelano) e uno sul tema degli adempimenti burocratici  dopo il compimento della maggiore età (Andrea Sinno).

A Lubiana e Zagabria l’esperienza AIPD sul lavoro delle persone con sindrome Down

L’esperienza dell’Associazione Italiana Persone Down sull’inclusione al lavoro delle persone con sindrome di Down sarà portata in Europa da Anna Contardi, coordinatrice nazionale AIPD, con la partecipazione a due convegni internazionali:
– giovedì 17 novembre 2016 si terrà a Lubiana (Slovenia) l’VIII “Convegno sul tema del lavoro e della sicurezza sociale per le persone con sindrome di Down e altre disabilità intellettive“, organizzato dalla associazione “Downov sindrom Slovenija” (Associazione per la qualità della vita delle persone con sindrome di Down);
– venerdì 18 novembre 2016 a Zagabria (Croazia) è in programma l’incontro “Il lavoro delle persone con sindrome di Down, esempi di buone pratiche”, organizzato dall’associazione croata “Hrvatska zajednica za down sindrom“.

Corso di formazione per insegnanti di sostegno a Vetralla (VT)

Oggi pomeriggio, 9 novembre 2016, dalle ore 15.00 alle ore 18.00 a Vetralla, presso il Centro di Supporto Territoriale “Alceo Selvi” Centro per le Nuove tecnologie e la didattica dell’inclusione della Provincia di Viterbo si terrà il primo corso di formazione dei docenti specializzati sul sostegno sui temi della disabilità. Per l’Associazione Italiana Persone Down terrà il corso Nicola Tagliani, psicologo dell’Osservatorio Scuola. Il corso è tenuto insieme all’Associazione Italiana Sindrome X Fragile.

Ci saranno altri due incontri il 16 e il 23 novembre. Il titolo dei tre giorni di corso è “Il nuovo docente della scuola inclusiva” – Formazione in servizio dei docenti specializzati sul sostegno sui temi della disabilità, per la promozione di figure di coordinamento”.

Fisher Price, pubblicità con bambina con sindrome Down

Una pubblicità inclusiva quella della marca di giocattoli Fisher Price, che ha lanciato una campagna pubblicitaria per un nuovo prodotto mostrando due bimbi alle prese con i loro giochi: due piccole automobili e un castello. Uno dei bambini che gioca ha la sindrome Down. “Siamo particolarmente soddisfatti di questa pubblicità che mostra come si stiano facendo concreti passi avanti per una reale inclusione delle persone con sindrome Down – afferma Anna Contardi, coordinatrice nazionale dell’Associazione Italiana Persone Down – ci auguriamo di vedere sempre più persone con disabilità rappresentate in normali contesti quotidiani. L’inclusione passa anche attraverso i messaggi pubblicitari”.

Negli Stati Uniti c’è un’organizzazione no profit che si occupa della promozione e dell’integrazione delle persone con disabilità nel mondo dei media e della pubblicità, per mantenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica sul tema dei diritti per tutti.

“L’inclusione scolastica degli alunni con sindrome di Down e disabilità intellettive”

Il 7 e 8 novembre 2016 a San Benedetto del Tronto si terrà il corso d’aggiornamento per il personale scolastico
“L’inclusione scolastica degli alunni con sindrome di Down e Disabilità intellettive”. Il corso è organizzato dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Ascoli Piceno e Fermo in collaborazione con la sezione AIPD di San Benedetto del Tronto – Ascoli Piceno e l’AIPD Nazionale; si rivolge a tutto il personale delle scuole di ogni ordine e grado ed è gratuito.

Il corso si svolgerà il 7 e 8 novembre dalle ore 14.30 alle 19 presso l’Auditorium Comunale “G. Tebaldini” di San Benedetto del Tronto (Via Alcide De Gasperi, 120).
Relatore sarà il dott. Nicola Tagliani, psicologo dell’Osservatorio Scolastico dell’AIPD Nazionale.

“Niente alibi. Siamo abili”

In occasione del primo compleanno di attività, la Sezione AIPD di Siracusa organizza l’evento “Niente alibi. Siamo abili“, che si terrà sabato 5 novembre 2016 presso la Sala Borsellino di Palazzo Vermexio, sede storica del Comune di Siracusa.
Parteciperanno Giacomo Mazzariol, autore del libro “Mio fratello rincorre i dinosauri” e Mauro Melgrati insieme al protagonista del cortometraggio “Altrove“, Simone Brescianini. Temi discussi nell’incontro i Siblings (fratelli e sorelle delle persone con disabilità) e l’autonomia possibile.

L’ingresso è gratuito.

Iscrizioni scolastiche, un incontro a Roma per saperne di più

Il passaggio da un ordine di scuola al successivo è un momento particolarmente delicato nella crescita dei bambini e degli adolescenti, affrontarlo consapevolmente aiuta a ridurre l’ansia e le preoccupazioni legate al cambiamento.

Sabato 5 novembre, dalle 9.30 alle 13.30, presso la “Città dell’Altra Economia“, in Largo Dino Frisullo, a Testaccio, si terrà un evento informativo, promosso dal Servizio Scuola di AIPD Roma, sul tema dei passaggi di ordine scolastico, con approfondimenti sugli aspetti normativi ed organizzativi per chi a gennaio 2017 iscriverà il proprio figlio ad un nuovo ordine di scuola.

L’incontro prevede una prima parte a sessione plenaria durante la quale verranno affrontati gli aspetti normativi, ed una seconda parte in cui verranno composti gruppi di lavoro che tratteranno autonomamente i diversi passaggi (materna – scuola primaria, primaria – secondaria di primo grado, secondaria di primo grado – secondaria superiore).

Autonomia una sfida possibile, convegno alla sezione AIPD di Oristano

La sezione AIPD di Oristano ha organizzato per il  3 e 4 novembre 2016 il convegno “Autonomia: una sfida possibile”. L’iniziativa che si svolge nell’ambito del progetto “WorkDownHome”, finanziato dalla Fondazione di Sardegna vede la partecipazione di Clara Doni, presidente AIPD di Oristano, Massimo Serra, coordinatore AIPD locale e responsabile del progetto, Francesco Cadelano, pedagogista, referente dell’AIPD nazionale per i percorsi di autonomia.

“Il progetto – spiega Clara Doni – tende a promuovere percorsi concreti di Vita Indipendente per persone adulte con Sindrome di Down, a partire dalla costruzione di una rete territoriale estesa e inclusiva. Il Convegno-dibattito rappresenta una occasione di riflessione e confronto sui temi dell’autonomia, nonché di presentazione del progetto nel suo percorso complessivo”. L’evento si tiene al Centro servizi culturali di via Carpaccio, il 3 dalle 15.00 alle 19.00 e il 4 dalle 9.00 alle 12.30.

AIPD Caltanissetta presenta il Calendario 2017

Dopo l’edizione 2015 (con il Nissa Rugby) e 2016 (che ha coinvolto Carabinieri, Corpo Forestale, Guardia di Finanza), l’AIPD di Caltanissetta ha realizzato per il 2017 il Calendario in collaborazione con la Polizia di Stato.

Una conferenza stampa ospitata nei locali della Questura lo scorso 12 ottobre è stata occasione per presentare il calendario.

II° Seminario 2016 di formazione sui percorsi di autonomia

Aperte le iscrizioni degli operatori con esperienza nei percorsi di autonomia interessati a partecipare al seminario di aggiornamento previsto per i prossimi 28, 29 e 30 novembre.

Il seminario sarà suddiviso in 3 moduli tematici di una giornata secondo lo schema sotto riportato:
28 novembre (10- 13,30 e 14,30-18,00) per gli operatori dei progetti di autonomia per adulti;
29 novembre (10- 13,30 e 14,30-18,00) per gli operatori dei progetti di autonomia per adolescenti e preadolescenti;
30 novembre (10- 13,30 e 14,30-18,00) per i coordinatori.

Scopo principale di questi incontri è offrire occasioni di confronto che permettano ad ognuno di affrontare con maggiore chiarezza ed energia il proprio lavoro e arricchire la nostra Associazione nel suo complesso.

Il seminario è destinato prioritariamente agli operatori delle Sezioni AIPD ma è aperto anche agli esterni, la partecipazione è subordinata all’aver già partecipato una volta al I livello o all’avere già esperienza nei percorsi di educazione all’autonomia.
Sede del seminario sarà il Roma Scout Center.
Le adesioni devono essere inviate entro il 10 novembre 2016, utilizzando l’apposita scheda di iscrizione.
Per tutte le informazioni contattare la Segreteria AIPD: aipd@aipd.it – 06 3723909-3722510

AIPD ringrazia Polizia di Stato per pubbliche scuse

“Ringraziamo la Polizia di Stato per le pubbliche scuse rese dal vice questore aggiunto Elio Iannuzzi in merito al suo comportamento reso noto dal servizio di Striscia la Notizia mandato in onda il 17 ottobre 2016, mai più la sindrome Down usata come insulto”. Così il presidente dell’Associazione italiana Persone Down Paolo Virgilio Grillo (qui il comunicato stampa relativo al triste episodio) commenta le parole che il poliziotto ha pronunciato in un’intervista al Messaggero: “Pentito è troppo poco. Ho ripensato a quante volte io e i miei colleghi abbiamo incontrato e sostenuto persone con disabilità e conosco anche i sacrifici dei loro familiari. So che sono stati ingiustamente colpiti dalle mie parole. Da poliziotto e da uomo, chiedo scusa, sono pronto ad accettare una punizione per il mio comportamento e mi auguro solo di avere un’occasione per riscattarmi”.

AIPD in Francia per parlare di lavoro e sindrome Down

“La vie réserve des surprises” è il titolo del convegno di due giorni che si tiene il 21 e 22 ottobre 2016 a Nîmes sul tema dell’inserimento lavorativo delle persone con sindrome Down. Organizzata da Trisomie 21 France la due giorni prevede anche l’intervento di Monica Berarducci responsabile dell’Osservatorio AIPD sul mondo del lavoro. Le tematiche affrontate andranno dall’accesso e il mantenimento del lavoro nel quadro del diritto, il lavoro di Trisomie 21 per gli associati, esperienze e testimonianze di lavoratori con sindrome Down. Berarducci parlerà dell’esperienza maturata dall’Associazione Italiana Persone Down.

In Svizzera performance artistica di ballerini con sindrome Down

Sabato 22 e domenica 23 ottobre 2016 la MOPS_DanceSyndrome proporrà negli spazi della prestigiosa Ghisla Art Collection di Locarno-Svizzera una performance artistica “Sublime SporciX”, creata ad hoc per dare risonanza alle opere disincantate dell’artista italiana Chiara Lecca che, con i lavori proposti nell’ambito dell’esposizione temporanea Lick invita ad interrogarsi sul rapporto fra uomo e natura.

La MOPS_DanceSyndrome è un’iniziativa artistica, culturale e sociale indipendente nel mondo della danza contemporanea e della disabilità che ha come scopo quello di sviluppare e promuovere progetti coreografici con giovani adulti con sindrome di Down e di sensibilizzare culturalmente l’opinione pubblica tramite un percorso che mira a mostrare come quello che abitualmente è percepito come una carenza possa generare una potenza, liberare una forza e diventare una risorsa artistica, culturale ed un arricchimento per la società.

“Verso l’indipendenza: abitare in autonomia”

L’Associazione Down Lucca organizza per venerdì 21 ottobre 2016 il convegno “Verso l’indipendenza: abitare in autonomia“, che si terrà a partire dalle ore 15 presso il Complesso San Micheletto a Lucca.

L’evento rappresenta la parte conclusiva del progetto “Vita verso l’indipendenza” realizzato dall’Associazione in convenzione con la Asl Toscana Nord Ovest.
Tra i relatori sarà presente per AIPD Anna Contardi, con l’intervento “Ci riguarda. Autonomia fra saper fare e saper essere”.

Aggressione al giornalista di “Striscia la notizia” e l’insulto da parte di un pubblico ufficiale

COMUNICATO STAMPA

PRESIDENTE GRILLO (AIPD): PROFONDAMENTE INDIGNATI DA USO PAROLA “MONGOLOIDE” DA PARTE DI UN PUBBLICO UFFICIALE, CHIEDIAMO CENSURA A MINISTRO INTERNI E CAPO POLIZIA

Roma, 18 ottobre 2016 – “Non vogliamo entrare nel merito del contesto in cui il vice questore aggiunto della Polizia di Avellino Elio Iannuzzi ha dato del “mongoloide” al giornalista di Striscia la Notizia Luca Abete ma vogliamo ribadire con forza che un pubblico ufficiale nell’esercizio della sua attività non può utilizzare questo tipo di parole che offendono le persone con sindrome di Down e le loro famiglie.
Chiediamo una presa di posizione da parte di Ministro degli Interni e del capo della Polizia per censurare questo tipo di comportamenti. Confidiamo che le forze di Polizia, che hanno da parte nostra la massima stima, facciano proprio anche l’impegno di un rinnovamento culturale dei loro funzionari: è anche attraverso di loro che si fa educazione”.

Con queste parole il presidente dell’Associazione Italiana Persone Down Paolo Virgilio Grillo ha condannato le parole del vice questore aggiunto Iannuzzi che nel corso di un contenimento fisico al giornalista di Striscia la Notizia Luca Abete lo ha apostrofato con la parola “mongoloide”. Il servizio di Striscia la Notizia andato in onda lunedì 17 ottobre 2016 ha destato sdegno tra le famiglie dell’Associazione Italiana Persone Down. “Ribadiamo con forza che non è possibile continuare ad utilizzare questi termini – ha concluso Grillo – che ci offendono e offendono i nostri figli, siamo profondamente indignati”.

Al via i tirocini presso Aqualux Hotel SPA&SUITE

Inizia domenica 16 ottobre 2016 la prima esperienza lavorativa retribuita per due persone con sindrome Down, Simona e Leonardo della sezione AIPD di Bari, presso l’Aqualux Hotel SPA & SUITE di Bardolino in provincia di Verona, il cui avvio era stato anticipato alcuni giorni fa su questo sito.
La formazione, che prevede anche la presenza di un tutor AIPD che seguirà i due lavoratori nell’esperienza intensiva di tre settimane, è il primo step di una collaborazione tra AIPD Nazionale e Aqualux siglata all’inizio del 2016. Il protocollo prevede due tirocini l’anno della durata di tre settimane per persone con sindrome Down per un periodo di tre anni. I lavoratori coinvolti saranno quindi in totale 12.

Simona, di 31 anni, lavorerà al bar del resort e Leonardo, sempre 31 anni, è destinato alla reception e agli uffici amministrativi dove si occuperà di catalogazione dati. A novembre partirà il secondo gruppo di lavoratori con sindrome Down provenienti dalla sezione AIPD di Belluno.

Isabella Springmuhl, la prima stilista con sindrome Down è del Guatemala

Si chiama Isabella Springmuhl è del Guatemala e ha 19 anni: è la stilista con sindrome di Down che ha lanciato il suo marchio  DOWN TO XJABEL, realizzando abiti di alta moda, pezzi unici fatti a mano, ispirati alla moda e ai colori Maya riadattati in chiave moderna. Isabel è stata in Italia grazie all’Ambasciata del Guatemala in occasione della presentazione del progetto “Sogni – Del tamaño de tu sueños así serán tus logros”, del Gruppo Artistico “Guatemala es Guatemala” ed è stata invitata come stilista al London Fashion Week 2016.

 

Disegna il logo della rete di alberghi OMO

Con le attività promosse dal progetto europeo “On my on… at work. OMO“, alberghi e ristoranti sono invitati ad aderire a una rete europea di aziende del settore che considerano la diversità presente all’interno del loro personale come una potenziale fonte di vantaggio competitivo.
La seconda fase del progetto -avviata con l’evento dello scorso 29 settembre 2016 di presentazione degli strumenti facilitanti lo svolgimento delle mansioni per i lavoratori con sindrome di Down (app e video-tutorial) – prevede infatti la costituzione di una rete europea di hotel e ristoranti che offrono opportunità di tirocinio lavorativo alle persone con disabilità intellettive.

L’adesione alla rete, e dunque al rispetto e alla condivisione dei principi che la sottendono, sarà indicata da un logo che hotel e ristoranti potranno utilizzare e che qualificherà la loro responsabilità e impegno etico; un concorso apre la possibilità a chi ne fosse interessato di realizzare il logo ufficiale di questa rete. Il 25 ottobre 2016 è il termine ultimo per partecipare al concorso.

QUI il regolamento
La selezione del vincitore avverrà entro il 15 novembre 2016. Il premio consiste in 200 euro e un soggiorno di tre notti per due persone in camera doppia, con colazione inclusa, presso l’hotel ‘Axis Porto’, nella città di Porto (Portogallo).

A Taranto in scena la compagnia “La Quinta Stagione”

Il 14 ottobre al Teatro Orfeo di Taranto, la compagnia teatrale “La Quinta Stagione” dell’AIPD di Taranto, mette in scena lo spettacolo “La città invisibile”, liberamente ispirato alla Leonia de “Le Città invisibili” di Italo Calvino.
L’evento, legato alle celebrazioni della Giornata Nazionale delle Persone con sindrome di Down, è stato presentato lo scorso 10 Ottobre nella conferenza stampa presso il Salone degli Specchi – Palazzo di Città – alla presenza del Sindaco di Taranto e delle massime autorità cittadine; hanno partecipato anche i Dirigenti scolastici delle scuole, medie e superiori, che assisteranno alla spettacolo con oltre millecinquecento alunni (si reciterà in due spettacoli); l’evento teatrale è stato inserito infatti nelle attività didattiche degli Istituti della città.

AIPD ospite alla 2°Edizione della Partita “Uniti per la Pace”

comunicato stampa

SPORT: UNITALSI E ASSOCIAZIONE PERSONE DOWN LANCIANO MOMENTO DI SOLIDARIETÀ IN OCCASIONE DELLA II EDIZIONE DELLA PARTITA “UNITI PER LA PACE”

Roma, 8 ottobre 2016 – Domani 9 ottobre 2016, si terrà in tutta Italia la Giornata nazionale delle persone con la sindrome di Down, che quest’anno ha come slogan: “Un cromosoma in più, mille vite possibili”.

In occasione di questa importante ricorrenza la Fondazione “G. B. Tomassi” dell’U.N.I.T.A.L.S.I. (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) e l’Associazione Italiana Persone Down lanciano insieme uno straordinario momento di sport e solidarietà che si terrà il prossimo 12 ottobre 2016, allo Stadio Olimpico di Roma, nella prestigiosa cornice della II edizione della partita UNITI PER LA PACE, che vedrà come protagonisti i grandi campioni del calcio internazionale di tutti tempi (Maradona, Ronaldinho, Crespo, Totti, etc..).

I fuoriclasse in arrivo da tutto il mondo scenderanno in campo, alle ore 21, per una gara di solidarietà a sostegno dei progetti dell’associazione Scholas Occurentes (la Fondazione Internazionale di Diritto Pontificio voluta da Papa Francesco che organizza l’evento), della Comunità Amore e Libertà Onlus, del C.S.I. (Centro Sportivo Italiano) e dell’U.N.I.T.A.L.S.I.

In questo ambito alle ore 19,30 si terrà sempre sul campo dell’Olimpico uno speciale pre-partita alla quale prenderanno parte oltre 32 under 15. L’iniziati​va è promossa dalla Fondazione “G. B. Tomassi” dell’U.N.I.T.A.L.S.I. (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) in collaborazione con il CONI e con l’ufficio nazionale dell’Associazione Italiana Persone Down (AIPD). Tra i calciatori in campo anche alcuni giovani con sindrome Down della sezione AIPD di Roma, ragazzi provenienti da Amatrice (RI) e Arquata del Tronto (AP) e dai centri di accoglienza per rifugiati di Roma.

Il calcio d’inizio della partita (che durerà 20 minuti) verrà dato dal presidente del CONI, GIOVANNI MALAGÒ alla presenza di ANTONIO DIELLA, presidente nazionale dell’U.N.I.T.A.L.S.I., PAOLO VIRGILIO GRILLO, presidente dell’Associazione Italiana Persone Down e UBALDO BOCCI, presidente della Fondazione “G. B. Tomassi”.

“Un’iniziativa – spiega ANTONIO DIELLA, presidente nazionale U.N.I.T.A.L.S.I. – che abbiamo voluto fortemente con gli amici dell’Associazione Italiana Persone Down per ribadire che lo sport è uno straordinario strumento d’integrazione e di socializzazione”. “Un grazie speciale – conclude DIELLA – al CONI, al presidente Malagò e agli organizzatori della partita per averci sostenuto ed accolto nella straordinaria cornice dello stadio Olimpico”.

“Lavoriamo da oltre 30 anni per l’integrazione delle persone con sindrome di Down – sottolinea PAOLO VIRGILIO GRILLO- la Giornata Nazionale è un appuntamento importante per sensibilizzare e fare conoscere la loro vita, i loro successi, i loro obiettivi e i loro sogni. In questo contesto questo appuntamento è per noi un’occasione preziosa per raccontare che i nostri ragazzi condividono aspettative e desideri uguali a tutti e che molto si può fare perché questi si realizzino”.

“Sindrome di Down: 150 anni di cammino”

Sabato 15 ottobre 2016 presso l’Auditorium S. Paolo – Ospedale Pediatrico Bambino Gesù (Viale Ferdinando Baldelli, 38) a Roma, si terrà l’evento “Sindrome di Down: 150 anni di cammino”. Il corso è organizzato dall’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma in collaborazione con AIPD, ha il patrocinio di FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri) e SIP (Società Italiana di Pediatria).

QUI il comunicato stampa AIPD

Si rivolge al personale di assistenza, ai medici, ai ricercatori e alle famiglie.

L’iscrizione per gli operatori interessati ai crediti ECM,  on-line su http://formazione.ospedalebambinogesu.it/
Gli uditori possono invece iscriversi scrivendo a  iscrizioni@opbg.net.

EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA (ECM):
Al corso sono stati assegnati nr. 6,5 crediti formativi per le figure professionali di:
Medico Chirurgo (tutte le discipline), Odontoiatra, Psicologo, Biologo, Chimico, Assistente Sanitario, Dietista, Igienista Dentale, Infermiere, Infermiere Pediatrico, Logopedista, Ortottista/assistente di Oftalmologia, Tecnico Audiometrista.
Il rilascio dei crediti è subordinato all’effettiva presenza del partecipante all’intero evento formativo verificata attraverso la registrazione manuale (firma entrata/uscita), alla compilazione del questionario sulla soddisfazione dell’evento e alla verifica del questionario per la valutazione dell’apprendimento.

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Servizio Eventi Formativi ECM
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
Piazza S. Onofrio, 4 – 00165 Roma
Tel: 06-6859. 3154-3770-4758-2411-4864 – Fax: 06/6859. 2443
E-mail: congressi@opbg.net – www. ospedalebambinogesu.it

Servizio di consulenza per le famiglie delle persone con sindrome di Down adulte

Dal mese di ottobre 2016, nell’ambito dell’Osservatorio sui bisogni degli adulti, sarà attivo in via sperimentale uno sportello di consulenza telefonica tenuto dalla dottoressa Paola Gherardini, psicologa-psicoterapeuta, presso la sede dell’Aipd Nazionale.
Sappiamo quanto sia importante soddisfare tutti gli ambiti relativi ai bisogni propri di una vita adulta ed è quello di cui ci occupiamo da tempo. Tuttavia ultimamente constatiamo che arrivano telefonate da familiari che si trovano di fronte ad improvvisi e rapidi cambiamenti della persona adulta con sindrome di Down (perdita di autonomie personali e sociali, problematiche comportamentali…) o che osservano un lento ma progressivo deterioramento cognitivo.
Che cosa significa? Come aiutarle? Lo sportello non può risolvere le problematiche portate, ma può contribuire ad accostarle con un approccio complessivo che riconosca le concause presenti, i fattori interni ed esterni (familiari, sociali, ambientali…), per cercare di discernere quanto sia ascrivibile ad un fisiologico deterioramento cognitivo (legato ad invecchiamento precoce) quanto invece sia altro, conseguenza ed espressione di una problematica psicopatologica, e quindi per sostenere le famiglie nella ricerca sul proprio territorio degli aiuti più idonei.
Dopo nove mesi di apertura dello sportello, si potrà fare una sintesi dell’entità e della tipologia delle problematiche, considerandone anche la localizzazione a livello territoriale.

Lo sportello sarà attivo un giorno al mese sulla linea telefonica dell’Aipd Nazionale (06-3722510-3723909):

OTTOBRE: lunedì 10, dalle 9,30 alle 15,30;
NOVEMBRE: venerdì 11, dalle 9,30 alle 15,30;
DICEMBRE: venerdì 2, dalle 9,30 alle 15,30;

A Frosinone presentazione del film “Diritto ai diritti”

Venerdì 7 ottobre il palazzo della Provincia di Frosinone ha ospitato la conferenza stampa organizzata dalla locale sezione AIPD. Nel corso dell’incontro, organizzato in occasione della Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down,  sono stati presentati il film-documentario “Diritto ai diritti” ma anche i progetti sull’Autonomia che partiranno nei prossimi mesi e il protocollo d’intesa stipulato con la ASL di Frosinone.

Hanno partecipato il Presidente della Provincia di Frosinone, Avv. Antonio Pompeo; il Commissario straordinario della ASL di Frosinone, Dr. Luigi Macchitella; Il Presidente Nazionale dell’Associazione Italiana Persone Down, Dr. Paolo Grillo; il Presidente dell’AIPD di Frosinone, Sig. Cosmo Brunesi.

GNPD 2016: gli eventi delle sezioni AIPD


Giornata Nazionale delle Persone con sindrome di Down – 9 ottobre 2016
Gli eventi delle sezioni AIPD nel territorio

AIPD Catania
12 ottobre, incontro “Lo sport a servizio d’individui con necessità speciali”, organizzato insieme al Gruppo Rotariano Comunitario “SSINS”, alle ore 18 presso il Rotary Catania Nord, Corso Italia 58

AIPD Cosenza
8 ottobre, “AIPD in Dance“, Teatro Morelli, esibizione di scuole di ballo

AIPD Frosinone
7 Ottobre, ore 11.00 conferenza presso il Salone di Rappresentanza della Provincia – Palazzo Iacobucci nel corso del quale è prevista la proiezione del film “Diritto ai diritti”

AIPD Oristano
9 ottobre, Piazza Roma e Piazza Eleonora, mostra fotografica del progetto “Secondo il vento faremo le vele”

AIPD Pisa
8 ottobre, dalle 18.00, Bar Caffetteria letterario Volta Pagina, mostra fotografica del progetto “Secondo il vento faremo le vele”

AIPD Potenza
dal 6 al 9 ottobre presso le scale mobili, mostra fotografica del progetto “Secondo il vento faremo le vele”

AIPD Reggio Calabria
9 ottobre, il gruppo teatrale Ortì “La quintessenza” presenta la commedia “Il volere del fato”, Teatro F.Cilea

AIPD Taranto
il 14 ottobre al Teatro Orfeo di Taranto, la compagnia teatrale “La Quinta Stagione” mette in scena lo spettacolo “La città invisibile”, liberamente ispirato alla Leonia de “Le Città invisibili” di Italo Calvino.
L’evento sarà presentato lunedì 10 Ottobre ore 10,30 nella conferenza stampa presso il Salone degli Specchi – Palazzo di Città – alla presenza del Sindaco di Taranto e delle massime autorità cittadine; parteciperanno i Dirigenti scolastici delle scuole, medie e superiori, che assisteranno alla spettacolo: saranno in teatro con oltre millecinquecento alunni (si reciterà in due spettacoli); l’evento teatrale è stato inserito nelle attività didattiche degli Istituti della città.

I° seminario per gli operatori dei percorsi di autonomia

Come anticipato nei mesi scorsi, è partito il primo dei due seminari previsti per la formazione degli operatori sul tema dell’autonomia.

Oggi e domani, giovedì 6 e venerdì 7 ottobre 2016, presso il Roma Scout Center , 60 nuovi operatori, provenienti da 17 sedi locali AIPD e 9 realtà esterne, si confronteranno per formarsi sul tema dell’educazione all’autonomia delle persone con sindrome di Down secondo la metodologia AIPD.

A novembre seguirà il secondo evento (dal 28 al 30) con incontri dedicati agli operatori che hanno già esperienza sul campo.

QUI il comunicato stampa diffuso al termine dei lavori.

A Bari presentazione del film “Diritto ai diritti”

Proseguono nel territorio le proiezioni del film “Diritto ai diritti“, realizzato da AIPD, con la regia di Christian Angeli, nell’ambito dell’omonimo progetto finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali ai sensi della legge 383/2000.
L’evento di Bari – venerdì 7 ottobre, alle ore 19.00 presso la Sala Cinema dell’Istituto Salesiano del Redentore di Bari – è organizzato dalla sede locale AIPD che ha partecipato al progetto con oltre 20 giovani adulti che, nel corso delle attività svolte, hanno intervistato rappresentanti della politica, del sindacato e del mondo forense.
Renata Comodo, socia di AIPD Bari è una dei quattro protagonisti del film.

GNPD 2016, Presidente AIPD: persone Down? Tutte diverse tra loro ma con identici sogni

’La campagna ‘Un cromosoma in più, mille vite possibili’ rappresenta una felice sintesi della realtà delle persone con sindrome di Down, persone tutte diverse tra loro che esprimono bisogni di scuola, salute, lavoro, casa, affetti. Per dare risposta a questi bisogni però serve un impegno forte delle famiglie, delle istituzioni, della società tutta”. Con queste parole il presidente dell’Associazione Italiana Persone Down Paolo Virgilio Grillo lancia la campagna AIPD “Un cromosoma in più mille vite possibili” pensata in occasione della Giornata nazionale delle persone con sindrome Down che si celebra il 9 ottobre 2016. Nel corso della giornata 25 città tra nord e sud Italia e oltre 60 tra piazze e punti informativi offriranno la cioccolata solidale AIPD per finanziare i tanti progetti dell’associazione, attiva da oltre 30 anni su tutto il territorio nazionale nella promozione delle persone con sindrome Down.

“Per rispondere ai bisogni delle persone con sindrome Down si adopera ogni giorno l’Associazione Italiana Persone Down – continua il presidente Grillo – che dà voce alle diverse realtà e accompagna l’inserimento lavorativo di Giorgio, così come il bisogno di assistenza di Marta e della sua famiglia, è presente al primo giorno di scuola di Maria ma anche per insegnare a Luca a prendere l’autobus da solo. Vogliamo far conoscere i successi delle persone con sindrome di Down e aiutarli a costruire le loro vite possibili di persone e di cittadini; molto è cambiato e ancora molto si può fare. Il lavoro viene svolto su un piano di realtà: i nostri ragazzi hanno doti da sviluppare e potenziare senza però proporre loro obiettivi irrealizzabili”.

Qui il comunicato stampa GNPD 2016.

 

 

“Secondo il vento faremo le vele”, la mostra fotografica

Come anticipato su questo sito, il progetto “Secondo il vento faremo le vele” si conclude con una mostra fotografica che raccoglie i momenti più belli e significativi dell’esperienza.

Giovani dell’AIPD di Oristano, Pisa e Potenza hanno partecipato al progetto finanziato dalla fondazione greca ‘Stavros Niarchos Foundation’, vivendo l’esperienza di una crociera nel Tirreno su una barca a vela di cui sono stati timonieri e marinai. L’esperienza si conclude con una mostra fotografica che permetterà di condividerne i momenti più significativi.

Gli appuntamenti nelle tre città sono:
– a Pisa, sabato 8 ottobre dalle 18.00 in poi per un aperitivo insieme, al Bar Caffetteria letterario Volta Pagina;
– a Potenza, dal 6 al 9 ottobre presso le scale mobili;
– a Oristano, 9 ottobre in Piazza Roma e Piazza Eleonora per tutta la giornata.

Legge 104, i permessi mensili anche ai conviventi

Ancora una volta è la Corte Costituzionale a modificare le disposizioni della normativa riguardante l’assistenza per le persone con disabilità (con certificazione comma 3, art. 3 della legge 104/92). Dopo essere intervenuta sul congedo straordinario (estendendo la platea dei fruitori, in origine godibile esclusivamente dai genitori, secondo un ordine gerarchico, ai fratelli – sentenza 233/2005-, ai coniugi –sentenza 158/2007– ai figli -sentenza 19/2009 e poi al parente/affine entro il terzo grado – sentenza 203/2013), oggi la Corte Costituzionale entra nel merito dei destinatari dei permessi mensili.
Con sentenza 213/2016, depositata in Cancelleria il 23 settembre scorso e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 39 del 28/9/2016, la Corte suprema dichiara “l’illegittimità costituzionale dell’art. 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 (—), come modificato dall’art. 24, comma 1, lettera a), della legge 4 novembre 2010, n. 183 (—) nella parte in cui non include il convivente – nei sensi di cui in motivazione – tra i soggetti legittimati a fruire del permesso mensile retribuito per l’assistenza alla persona con handicap in situazione di gravità, in alternativa al coniuge, parente o affine entro il secondo grado”.

Pur ribadendo la distinta considerazione costituzionale della convivenza e del rapporto coniugale, la Corte non esclude la comparabilità delle discipline riguardanti aspetti particolari dell’una e dell’altro, e in questo caso l’elemento unificante tra le due situazioni viene dato dall’esigenza di tutelare il diritto alla salute psico-fisica della persona con disabilità grave, nella sua accezione più ampia, collocabile tra i diritti inviolabili dell’uomo ex art. 2 Costituzione.
D’altra parte, – si legge nel testo della sentenza – ove così non fosse, il diritto – costituzionalmente presidiato – del portatore di handicap di ricevere assistenza nell’ambito della sua comunità di vita, verrebbe ad essere irragionevolmente compresso, non in ragione di una obiettiva carenza di soggetti portatori di un rapporto qualificato sul piano affettivo, ma in funzione di un dato “normativo” rappresentato dal mero rapporto di parentela o di coniugio“.

QUI la scheda informativa prodotta da Salvatore Nocera

AIPD ricorda con affetto il Presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi

COMUNICATO STAMPA

È sotto il suo mandato che nel 1999 è nata la collaborazione tra l’Associazione e la Presidenza della Repubblica per la realizzazione di stage per ragazzi con sindrome di Down presso le cucine e i giardini del Quirinale. Un’esperienza che da allora non si è mai interrotta e che anzi si è ampliata nel tempo, coinvolgendo anche la biblioteca e la tenuta presidenziale di Castelporziano. Più di 200 giovani con sindrome di Down provenienti da tutta Italia fino ad oggi hanno avuto l’opportunità di vivere questa esperienza unica.

Ricordiamo, dunque, il Presidente Ciampi per la sensibilità e attenzione dimostrata nei confronti delle persone con sindrome di Down, e inviamo alla sua famiglia le più sentite condoglianze.

“Tu cittadino come me” è una storia di successo

Il progetto “Tu cittadino come me“, realizzato da AIPD tra giugno 2015 e febbraio 2016, è stato selezionato come una “storia di successo” da una giuria di esperti della Direzione Generale Istruzione e cultura della Commissione europea (qui la lettera ricevuta da AIPD con la comunicazione ufficiale del riconoscimento).

Sono stati giudicati “Storie di successo” i progetti che si sono distinti per il loro impatto, il contributo alla definizione delle politiche, i risultati innovativi e/o approccio creativo e possono essere una fonte di ispirazione per gli altri. La scelta del progetto come una storia di successo è stata effettuata sulla base di un processo di selezione in base a criteri rigorosi per quanto riguarda la qualità, la pertinenza e risultati.

Con questo riconoscimento verrà garantita ampia visibilità al nostro progetto, che è stato infatti già inserito nella piattaforma “Risultati Erasmus + Project“, e sarà citato nei siti web e social media della Commissione Europea e nella documentazione per conferenze o altri eventi.

Qui la rassegna stampa relativa al progetto.

Di seguito i link alle notizie pubblicate su questo sito relative alle attività realizzate:
– “Gli eventi di Roma“, dicembre 2015
– “Comunicato stampa“, novembre 2015
– “Sondaggio conoscitivo su partecipazione politica“, settembre 2015

SIA, Sostegno all’Inclusione Attiva

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 166 del 18 luglio scorso il decreto 26 maggio 2016 “Avvio del Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) su tutto il territorio nazionale” del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, cui ha fatto seguito, per le prime indicazioni operative, la circolare INPS n. 133 del 19 luglio.
Il SIA è un sussidio economico, che verrà erogato dall’INPS attraverso i Comuni a partire da settembre 2016, subordinato alla realizzazione di un progetto personalizzato di attivazione sociale, che ha l’obiettivo di superare la condizione di povertà dei nuclei familiari con ISEE inferiore o uguale a euro 3.000.
Il sussidio sarà erogato bimestralmente e l’importo sarà di 80 € (nucleo con 1 persona), 160 € (due persone), 240 € (3 persone), 320 € (4 persone), 400 € (5 o più persone).
Le domande potranno essere presentate ai Comuni a partire dal prossimo 2 settembre (nell’allegato 1 al Messaggio INPS 3272/2016 è disponibile il modello di domanda). I Comuni potranno iniziare a trasmettere le richieste all’INPS, in ordine cronologico, entro 15 giorni lavorativi dalla data dell’istanza.

Requisiti:
I requisiti devono sussistere al momento della domanda ed essere mantenuti per tutto il periodo di erogazione del contributo.
Possono accedere al beneficio i cittadini italiani o loro familiari, i comunitari titolari di diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente, gli extracomunitari in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. Inoltre occorre essere residente in Italia da almeno due anni.

Riguardo al nucleo familiare, deve sussistere almeno uno dei seguenti requisiti:
– presenza di un minore;
– presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore;
– presenza di una donna in stato di gravidanza accertata.
Sia per la definizione di nucleo familiare, sia per quella di persona con disabilità, si prende a riferimento quanto definito ai fini ISEE (vedi dunque DPCM n. 159/2013, art. 3 per nucleo familiare, e Allegato 3 per disabilità).

Requisiti economici:
– ISEE pari o inferiore a € 3.000; nel caso di presenza di minori con valore ISEE diverso, si considera quello inferiore;
– nessun componente il nucleo deve percepire NASpi, ASDI o altra prestazione di sostegno al reddito per disoccupazione involontaria, né Carta Acquisti sperimentale;
– nessun componente deve avere intestata un’auto immatricolata per la prima volta nei 12 mesi antecedenti la richiesta, o nei tre anni precedenti se l’autoveicolo ha cilindrata superiore a 1300 cc o, se motoveicolo, ha cilindrata superiore a 250 cc.

Se uno dei componenti il nucleo familiare percepisce trattamenti economici – anche fiscalmente esenti – di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale (per es. reversibilità, provvidenze economiche per invalidità civile), l’importo di tale trattamenti percepiti nel mese precedente alla richiesta o alla erogazione del sussidio deve essere inferiore a 600 € mensili al netto di eventuali arretrati (nel caso di 13ma e 14ma, queste si considerano per un dodicesimo del loro valore); da ciò se ne deduce che sono automaticamente esclusi dall’accesso al SIA coloro i quali, invalidi civili, percepiscono sia indennità di accompagnamento sia pensione.

Per ciascun nucleo sarà svolta una Valutazione multidimensionale del bisogno, che dovrà risultare pari o superiore al valore di 45 punti. Per il calcolo del punteggio si considerano i carichi familiari (presenza di più minori, presenza di minore sotto i 36 mesi di età, presenza di un genitore solo con figli minori, condizione di disabilità grave o non autosufficienza), la condizione economica, la condizione lavorativa.

I Servizi Sociali dei Comuni dovranno predisporre un progetto personalizzato di presa in carico finalizzato al superamento della condizione di povertà, al reinserimento lavorativo e all’inclusione sociale. La mancata sottoscrizione del progetto da parte del nucleo familiare, come pure la violazione degli impegni assunti con esso, comporta l’esclusione dal beneficio.

Il riferimento normativo è l’art. 1 della legge 208/2015 (Legge di stabilità 2016), il cui comma 386 istituisce presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali un apposito fondo, al fine di garantire l’attuazione del Piano nazionale per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale.

Cittadinanza attiva dai ragazzi di AIPD di Termini Imerese

Nell’ambito delle attività svolte col progetto “Diritto ai Diritti“, i giovani di Termini Imerese hanno incontrato il Sindaco e il Presidente del Consiglio Comunale, hanno chiesto agli amministratori di assumersi le responsabilità sul degrado della città, impegnandosi a fare la loro parte per sensibilizzare i cittadini a rispettare le regole.
E così in questi giorni hanno scritto e distribuito a tutti i loro concittadini una lettera, con un invito a rispettare le regole per rendere più bella e vivibile la città. Una bella lezione di cittadinanza attiva che, ci auguriamo, trovi condivisione e seguito:

“Siamo i ragazzi dell’Associazione Italiana Persone Down di Termini Imerese e con i nostri operatori siamo andati in giro per la nostra città. Abbiamo visto le macchine posteggiate sui marciapiedi o dove ci sono gli scivoli per i disabili, la spazzatura gettata fuori dai cassonetti e sugli angoli delle strade, queste ultime sono sporche piene di erba, buche da cui fuoriescono i topi e molti marciapiedi sono rotti.
Abbiamo incontrato gli amministratori della nostra città e abbiamo parlato con loro di questi problemi.
A tutti i cittadini chiediamo l’impegno di:
PARCHEGGIARE BENE LE AUTO dentro le strisce (no sui marciapiedi e dove ci sono gli scivoli per disabili).
FARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA, rispettare il calendario della raccolta porta a porta.
BUTTARE I RIFIUTI DENTRO I CASSONETTI dalle 18.00 alle 22.00 di tutti i giorni feriali e festivi, tranne il sabato ei prefestivi.
BUTTARE I RIFIUTI DIFFERENZIATI (carta, plastica, vetro) dentro i contenitori che si trovano sulle strade in qualunque orario e tutti i giorni.
NON BUTTARE CARTA, SIGARETTE, CHEWINGUM ECC. A TERRA, ma nei cestini che ci sono nelle strade e piazze. Per chi porta i cani a spasso munirsi di sacchetto e paletta.
NON BUTTARE IN GIRO FRIGORIFERI, CUCINE, MOBILI ECC. Portateli presso l’Isola Ecologica (vicino al campo sportivo) o telefonate al numero 0918128208, verranno gli operatori direttamente a casa vostra a prendere i rifiuti.
Tutti abbiamo il DIRITTO di vivere in una città pulita
  Tutti abbiamo il DOVERE di rispettare le regole
Rispettiamo le regole, renderemo bella la nostra città, e ci eviteremo le multe.”

Chiusura estiva degli uffici

Per la pausa estiva gli uffici di AIPD Nazionale rimarranno chiusi da lunedì 8 a venerdì 26 agosto 2016. Gli uffici riapriranno lunedì 29 agosto, e l’invio della newsletter riprenderà venerdì 2 settembre

Working Tri21

Il progetto, avviato nel settembre 2014 e  finanziato della Commissione europea nell’ambito del programma Erasmus Plus – azione KA2 – Cooperation and Innovation for Good Practices, ha avuto come obiettivo generale l’inclusione sociale attraverso l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità. Promosso dalla BFM LTD (Gran Bretagna) ha contato su un corsorzio costituito dalle associazioni partner tra cui AIPD (gli altri enti sono la spagnola Asociacion Empresarial De Investigacion Centro Tecnologico Del Muebley La Madera De La Region De Murcia e l’Associazione Centro Studi Città di Foligno).
Il 3 e 4 agosto 2016 a Saunderton in Inghilterra, si svolge l’ultimo degli incontri tra i partner, per tirare le fila delle attività svolte e degli obiettivi raggiunti.
Del progetto esiste il sito web: www.workingtri21.eu/ online dal giugno 2015, e la pagina Facebook www.facebook.com/Working-Tri21-WT21-878373718893393/

“Un grande abbraccio”

Lo spettacolo “Un grande abbraccio” coinvolge insieme a Paolo Ruffini un gruppo di giovani con sindrome di Down che a Livorno fanno teatro con la compagnia Mayor Von Frinzius (Simone Cavalieri, Andrea Lo Schiavo, Matilde Marchi, Claudia Mazzeranghi, Bianca Pacini, Caterina Papini, Federico Parlanti, Giacomo Scarno, David Raspi, Davide Simoni). In tournèè con varie date (29 luglio alla Versiliana Marina di Pietrasanta, 2 settembre ad Ancona, 7 novembre a Milano, e poi nel 2017 il 29 gennaio a Padova e il 10 febbraio a Varese) lo spettacolo chiuderà a Roma la manifestazione “Villa Ada incontra il mondo“.

Strage di Sagamihara

Nel corso della storia le persone con disabilità intellettiva sono state troppe volte il ​​bersaglio di crimini d’odio e altri atti di violenza in ogni parte del mondo.
E’ solo di pochi giorni fa la notizia della strage di Sagamihara, in Giappone: un uomo ha ucciso 19 persone con disabilità intellettiva che vivevano nella struttura residenziale teatro della carneficina. Altre sono state ferite. Un nuovo tragico episodio che chiama tutti a proseguire con tenacia nell’azione di sensibilizzazione dell’opinione pubblica verso il riconoscimento della dignità della vita di ciascuno.

AIPD condivide e rende proprio il messaggio di cordoglio espresso da “Inclusion International”, l’organizzazione internazionale delle persone con disabilità intellettiva e delle loro famiglie.

Annullato il Congresso Internazionale sulla sindrome di Down previsto per agosto a Istanbul

I recenti eventi che hanno investito la Turchia hanno purtroppo costretto l’associazione “Down Syndrome Association of Turkey”, organizzatrice della X edizione del Congresso Internazionale sulla sindrome di Down, ad annullare tutti i lavori previsti per il congresso. L’incontro si sarebbe dovuto svolgere ad Istanbul dal 5 al 7 agosto 2016.

In occasione del Congresso – cui AIPD avrebbe presenziato con interventi di Anna Contardi sui temi dell’autonomia, lavoro, inclusione – si sarebbe svolta anche l’Assemblea annuale di EDSA (European Down Syndrome Association), che è stata sua volta rimandata al 19 novembre a Zagabria.

Assistenza scolastica: verso la denuncia delle Regioni inadempienti

COMUNICATO STAMPA FISH 14 luglio 2016

Da quando le Province hanno cessato di gestire il trasporto gratuito per le scuole secondarie e l’assistenza per l’autonomia e la comunicazione per gli alunni con cecità e sordità nelle scuole di ogni ordine e grado e per gli altri alunni con disabilità nelle scuole superiori, si sono diffuse gravi condizioni di disagio.

Le Regioni avrebbero dovuto affidare quelle competenze e le corrispondenti risorse ad altri enti quali città metropolitane, enti di area vasta, ambiti territoriali, associazioni o consorzi di comuni ecc. A fronte dell’immobilismo e delle incertezze interpretative, l’ultima legge di stabilità ha ribadito che tali competenze sono definitivamente assegnate alle singole Regioni che potranno attribuirle ad altri enti. A questo punto, oltre all’incertezza circa gli enti destinatari delle competenze, è sorta un’altra incertezza per le famiglie e le scuole e cioè a quali assessorati regionali si intendesse attribuire la competenza ed i corrispondenti finanziamenti.

“A metà luglio 2016, cioè a due mesi dall’inizio dell’anno scolastico, ancora il disorientamento regna sovrano! – dichiara Vincenzo Falabella, Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap – Le scuole non sanno come sarà garantita la frequenza e le famiglie sono giustamente in ansia, poiché questi servizi normalmente negli anni precedenti erano programmati già a partire da febbraio o marzo dell’anno precedente.”

È a rischio il diritto allo studio in molte Regioni: gli alunni con disabilità non potranno frequentare come i compagni fin dall’inizio dell’anno e in taluni casi dovranno frequentare senza tali servizi o dovranno totalmente rinunciare alla frequenza. “Un silenzio gravissimo – prosegue Vincenzo Falabella – nonostante la pressante azione di sensibilizzazione e protesta delle nostre federazioni regionali e delle associazioni federate.”

Di fronte alla violazione del diritto costituzionale allo studio, FISH annuncia azioni legali contro le Regioni inadempienti. “Non esiteremo ad agire contro le Giunte e gli Assessori che non hanno provveduto ad attivare in tempi utili i servizi che garantiscono la frequenza. È palese la discriminazione ai danni degli alunni con disabilità: chiederemo, oltre che la nomina di commissari ad acta che provvedano nel più breve tempo possibile, anche il risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali come previsto dalla legge 67/2006.” Ma FISH intende anche sporgere esposti-denuncia perché la Magistratura accerti se vi siano stati comportamenti omissivi che integrino il reato di interruzione di pubblici servizi. E non è esclusa l’eventualità che la FISH si rivolga al Governo affinché, essendo questi servizi dei livelli essenziali di prestazioni relativi a diritti sociali e civili ai sensi dell’articolo 117 della Costituzione, intervenga per sanare, con le facoltà che la Carta costituzionale gli riconosce, le inadempienze di talune Regioni.

“Ci rivolgiamo anche alle famiglie: – conclude Falabella – fateci pervenire, attraverso le associazioni del vostro territorio, le segnalazioni di eventuali inadempienze così da rafforzare le nostre azioni politiche e in giudizio.”


Sul tema vedi le precedenti news pubblicate su questo sito:
Assistenza scolastica agli alunni con disabilità, 19 giugno 2015
Entro il 10 settembre (2015) richiesta fondi assistenza scuola
Soppressione delle Province. FISH interviene sulla questione con un comunicato stampa, 28 gennaio 2015

Seminari AIPD di formazione sui temi dell’autonomia 2016

Anche quest’anno AIPD realizza in autunno le consuete occasioni di formazione sui temi dell’educazione all’autonomia e più specificatamente sulle esperienze dei vari percorsi di educazione all’autonomia.

I seminari saranno 2:
– 1° seminario: 6 e 7 ottobre, rivolto a nuovi operatori;
– 2° seminario: 28. 39. 30 novembre, rivolto ad operatori con esperienza su tali progetti.

Il primo seminario vuole offrire una formazione mirata alla conoscenza della metodologia AIPD, il secondo invece sarà occasione di confronto e approfondimento tra chi già ha lavorato nei percorsi di educazione all’autonomia.

I seminari sono un’iniziativa dell’AIPD Nazionale per migliorare la qualità dei progetti di autonomia e condividere le esperienze condotte nei vari territori. Sono rivolti agli operatori delle sedi locali ma sono aperti anche ad operatori di altre associazioni o enti che svolgono attività di autonomia per persone con sindrome di Down o anche altra disabilità intellettiva. Chiediamo a tutti coloro che intendono partecipare e che hanno già corsi attivi di inviarci una breve relazione sulla propria esperienza (breve storia e caratteristiche del corso: da che anno esiste, numero di operatori e partecipanti, …), le modalità di realizzazione nell’ultimo anno, una valutazione di successi e difficoltà, eventuali modifiche apportate al progetto originario di riferimento e quant’altro sarà ritenuto utile comunicare. Copia di tutte le relazioni pervenute verrà inserita nella piattaforma di formazione on line a disposizione dei colleghi e potrà costituire un valido aiuto per chi sta iniziando ora questa nuova avventura.

Le adesioni al 1° seminario devono arrivare entro e non oltre il 10 settembre prossimo, inviando alla segreteria AIPD (aipd@aipd.it o fax 06 3722510) la scheda di iscrizione (QUI la scheda per operatori esterni all’associazione).

Per maggiori informazioni:
– sui contenuti del seminario: ragazzingamba@aipd.it
– sull’organizzazione e iscrizioni: aipd@aipd.it

Ciao Nerina

Nerina Micci si è spenta nella serata di ieri 30 giugno 2016.
Molti di noi hanno avuto contatti negli anni con Nerina, per un’informazione, un consiglio, un aiuto. Nerina rispondeva con pazienza e sempre con calore. E’ stata non solo la segretaria storica dell’AIPD, ma la persona che aveva fatto di questa associazione la sua seconda famiglia che coccolava e amava. Tutti noi ci stringiamo attorno alla sua famiglia e la ricordiamo con grande affetto.

“Diritto ai diritti”, il documentario



LUGLIO 2017
Premio internazionale “Spotlight Documentary Film Awards” GOLD AWARD – il titolo tradotto in inglese del docufilm è “GIVE RIGHT TO THE RIGHTS



APRILE 2017
21 aprile, Milazzo, presentazione presso l’I.I.S. G.B. Impallomeni
27 aprile, Milazzo, presso l’I.T.T. E.Majorana. entrambe le iniziative sono organizzate dall’AIPD Milazzo-Messina




MARZO 2017

22 marzo, Tuenno (Tn), nel corso dell’incontro “Il diritto delle mie scelte” organizzato dalla sezione AIPD Trentino, presso la Sala Polifunzionale Cassa rurale di Tuenno (Val di Non). Evento inserito per la celebrazione della Giornata Mondiale delle Persone con sindrome di Down

21 marzo, Potenza, la sezione AIPD ha organizzato la proiezione del docu-film nei Licei scientifici di Potenza, Lauria e Laurenzana, e in una scuola media di Potenza. Evento inserito per la celebrazione della Giornata Mondiale delle Persone con sindrome di Down:

potenza-wdsd17-incontroscuole

21 marzo, Reggio Calabria, incontro organizzato dalla sezione AIPD presso il Campus San Vincenzo de’ Paoli della città. Evento inserito per la celebrazione della Giornata Mondiale delle Persone con sindrome di Down:

wdsd17-reggiocalabria



GENNAIO 2017
30 gennaio, Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), presso l’UTE (Università della Terza Età)

6 gennaio, RAI TRE, ore 12,25
6gennaio17-dirittto-ai-diritti-rai3



DICEMBRE 2016
10 dicembre, Roma, nel corso dell’AS Festival, presso il MAXXI, Museo Nazionale delle arti del XXI Secolo



NOVEMBRE 2016
30 novembre, Roma. All’interno del programma del seminario AIPD per gli educatori dei percorsi di autonomia, presso il “Roma Scout Center”

27 novembre, Trento, incontro organizzato dall’AIPD del Trentino per i soci

12 novembre, Milazzo, Palazzo D’Amico, dalle 16,30. Incontro con il sindaco di Milazzo ed esponenti dell’Assessorato alle Politiche Sociali dei Comuni di Roccalumera e di Milazzo

11 novembre, Pisa, presso la Stazione Leopolda

4 novembre, Oristano, nel corso del convegno “Autonomia possibile



OTTOBRE 2016
7 ottobre, Bari, Sala Cinema dell’Istituto Salesiano del Redentore:


7 ottobre, Frosinone, Salone di rappresentanza del Palazzo della Provincia:
frosinone-gnpd-7ott2016 frosinone-gnpd-7ott2016-2



SETTEMBRE 2016

27 settembre 2016, Auletta Parlamentare della Camera dei Deputati:
diritto-diritti-camera-1 diritto-diritti-camera-2
Qui sotto l’intero evento ripreso e trasmesso da Radio Radicale:
video-27sett2016-radioradicale


24 settembre, Termini Imerese presso la Sala convegni del Circolo Margherita:
termini-24sett2016-dirittoaidiritti termini-24sett2016-dirittoaidiritti-2
15 settembre, Arezzo, presso la Provincia:
  arezzo-15sett2016-dirittoaidiritti arezzo-15sett2016-dirittoaidiritti2

10 e 11 settembre, Marina di Pietrasanta (LU) presso l’associazione sportiva Nimbus;



AGOSTO 2016:
nell’ambito del Ritiro Nazionale ARCI Ragazzi, a Cantagallo, in provincia di Prato dal 29 luglio al 7 agosto
docu-ArciRagazzi2016 docu-ArciRagazzi2016-2



LUGLIO 2016:
11 luglio Pisa,  Sala Convegni Stazione Leopolda:
pisa-11luglio16-dirittoaidiritti2  pisa-11luglio16-dirittoaidiritti3
Qui
il resoconto della serata

6 luglio, alle 17.30, in onda su Radio Articolo 1, intervento di Christian Angeli e Carlotta Leonori nel programma Ellecult:

4 luglio 2016, presentazione del film a cura di AIPD Mantova. Cinema Mignon, Mantova
Mantova-4luglio2016 Mantova-4luglio2016-2

4 luglio 2016 Presentazione del film a cura di AIPD Nazionale. Roma, Casa del Cinema
Sul sito di Radio Radicale è online il resoconto dell’intera mattinata di lavori:



Anteprima del documentario realizzato nell’ambito del progetto AIPD “Diritto ai diritti“, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali (legge 383/2000, lett.f, annualità 2014). Regia di Christian Angeli:

Un gruppo di persone con la sindrome di Down compie un percorso di conoscenza e di confronto su alcuni temi della politica. Quattro di loro, dopo un costante allenamento, si fanno portavoce delle speranze di tutti, incontrando, negli studi di Radio Radicale, alcuni deputati del Parlamento Italiano di diverso orientamento politico, a cui raccontano le proprie storie e sottopongono richieste precise.


Incentivi alle aziende che assumono persone con disabilità

La circolare INPS 99/2016 illustra le indicazioni operative rispetto all’applicazione degli incentivi previsti dall’art. 13 della legge 68/99, così come modificato dall’art. 10 del decreto legislativo n. 151/2015 per le assunzioni di lavoratori con disabilità effettuate dal 1° gennaio 2016.

Nel caso di persone con disabilità intellettiva con percentuale di invalidità civile superiore al 45%, quindi tutte le persone con sindrome di Down, l’incentivo è pari al 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali per la durata massima di 5 anni (sessanta mesi) sia in caso di contratti a tempo indeterminato (come era precedentemente) sia nel caso di contratti a tempo determinato purché di durata non inferiore a 12 mesi.

Ulteriore importante novità è l’accesso all’incentivo: l’art. 13 così riformulato prevede che entro 5 giorni dalla domanda dell’incentivo da parte del datore di lavoro, l’INPS notifica la disponibilità o meno dei fondi. Entro 7 giorni dalla comunicazione il datore stipula il contratto del quale entro i successivi 7 giorni ne dà notizia alll’INPS.

Gli incentivi in questione sono cumulabili con l’esonero per massimo 2 anni dal versamento del 40% dei contributi previdenziali nel limiti massimo di euro 3.250 per chi assume a tempo indeterminato entro il 31 dicembre 2016 (legge 208/2015, art. 1, comma 178). Inoltre l’incentivo per l’assunzione delle persone con disabilità è cumulabile anche con il Bonus occupazionale previsto dal programma Garanzia Giovani nel limite del 100% dei costi salariali.

Per il procedimento di ammissione all’incentivo da parte dei datori di lavoro si rimanda alle istruzioni contenute dal punto 7 della circolare INPS.

 

 

Progetto individuale

Riportiamo il commento, a cura di Salvatore Nocera, della recente sentenza del Tribunale civile di Ancona (n° 893 del 30 Maggio 2016) che ha stabilito che il progetto individuale delle persone con disabilità non può essere modificato dal Comune per motivi di bilancio:

Il Tribunale civile di Ancona con la sentenza n° 893 del 30 Maggio 2016 ha consolidato la natura giuridica del progetto individuale di vita, previsto dall’art. 14 della l. n° 328/2000 a favore delle persone con disabilità, stipulato con l’interessato dal Comune che ne assume la responsabilità politica globale e giuridica per i servizi di propria competenza.

Inizialmente i Comuni hanno ritenuto che la formulazione dell’art. 14 fosse una previsione solo politica senza alcuna rilevanza giuridica. Ma negli ultimi anni, specie per iniziativa dell’ANFFAS, sono stati promossi molti processi per fare accertare l’esistenza di un dovere giuridico di formulazione di tale progetto.
Adesso questa sentenza rafforza questa natura giuridica del progetto individuale di vita affermando che addirittura trattasi di un contratto tra Comune e interessato che non può essere modificato unilateralmente dal Comune.
Oggetto della sentenza è stato un progetto individuale che, per un adulto con disabilità assai complessa sottoposto a tutela, prevedeva la sua collocazione in un centro residenziale ed in un centro diurno, dove svolgeva pure attività riabilitativa. Successivamente il Comune, adducendo problemi di bilancio, ha deciso unilateralmente di modificare il progetto, stabilendo che la persona dovesse permanere solo nel centro residenziale, dove pure avrebbe potuto svolgere attività riabilitativa. Il tutore dell’interessato ha allora citato il Comune per violazione del contratto ed il Tribunale gli ha dato ragione.
Questi alcuni stralci più significativi della sentenza:
“Il Giudice Tutelare ha dunque fatto buon governo della prevalente giurisprudenza, alla quale anche questo giudice intende dare continuità, secondo cui la predisposizione di un progetto personalizzato a favore di un utente affetto da disabilità viene a costituire un diritto soggettivo “incomprimibile in dipendenza di carenze organiche, ovvero di esigenze di bilancio” (TAR Lazio 470512015; TAR Toscana, n. 5412014; arg. ex Cass., n. 2601120146; arg. ex C.Cost.,n. 80/2010).
Tale diritto trova fondamento: nell’art. 26 della Dichiarazione universale dei diritti umani, nell’art. 24, 25 e 26 della Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con disabilità, ratificata in Italia con legge 18/2009, nell’art. 2 del Trattato sull’Unione Europea, negli artt. 9 e 10 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione e nella Costituzione (artt. 2,3,32,34 e 38), art. 14 della legge 328/2000.Alla luce delle argomentazioni che precedono e delle norme richiamate questo giudice ritiene che una volta indicato e definito un PEI a favore di un soggetto disabile, che ha trovato positiva attuazione (cfr verifica Umei del 23.10.2010) questo non può essere ridotto o modificato senza una valida giustificazione, che affondi le sue radici nell’interesse del soggetto disabile.”

E poi più avanti: “Il ctu ha inoltre rilevato che la fisioterapia svolta presso il Cser (centro socio educativo riabilitativo diurno – n.d.r) è frutto di un progetto che va avanti da anni e che tale attività, sebbene astrattamente praticabile presso il Coser (centro residenziale – n.d.r), è bene che sia praticata all’esterno perché, per la patologia diagnosticata, è importante che il soggetto nel corso della giornata non rimanga sempre nella stessa struttura”.

Mentre la prima affermazione del Giudice è fondamentale per consolidare la natura di diritto costituzionalmente protetto dell’interessato, la seconda affermazione ha un ampio respiro inclusivo, evidenziando che la persona con disabilità non deve vivere sempre recluso in un centro, ma ha necessità di vivere in comunità in cui si possano instaurare regolari rapporti di vita quotidiana.

OSSERVAZIONI
Questa sentenza, di cui pure va il merito ad un avvocato consulente dell’ANFFAS, merita di essere presa ad esempio dalle nostre associazioni, affinchè l’istituto del progetto individuale venga richiesto e stipulato sempre più frequentemente nei nostri Comuni.
Occorrerebbe sempre più pretendere che, laddove non sia possibile per le più diverse cause realizzare l’assistenza domiciliare integrata, i progetti individuali debbano prevedere la vita di persone con disabilità complesse in piccole comunità-alloggio di tipo familiare e che per loro la vita non si riduca ad un ricovero di pura degenza, ma assuma i caratteri di una vita con relazioni umane anche esterne, secondo progetti articolati secondo le capacità e le aspirazioni e le abitudini sociali degli interessati.

Grazie Papa Francesco per le tue parole sul tema della diversità

COMUNICATO STAMPA

L’Associazione Italiana Persone Down esprime un caloroso grazie a Papa Francesco per le sue parole che spazzano via i pregiudizi, nei confronti delle persone con disabilità, che ancora affiorano talvolta nella Chiesa stessa, mentre ai suoi piedi giocano due bambine con la sindrome di Down.

“Tutti abbiamo la stessa possibilità di crescere, di andare avanti, di amare il Signore, di fare cose buone, di capire la dottrina cristiana e tutti abbiamo la stessa possibilità di ricevere i sacramenti. Capito?”
Sono queste le parole di Papa Francesco durante il Convegno per persone con disabilità promosso dalla Cei, per i 25 anni del Settore catechistico a loro dedicato, tenutosi domenica 11 giugno 2016.
In occasione di questo evento il Pontefice ha affrontato il tema della diversità delle persone con disabilità.

Durante l’incontro il Papa, circondato da una vivace folla, desiderosa di ascoltare le sue parole, afferma come la diversità sia fonte di ricchezza, in quanto elemento di cambiamento che può aiutare le persone a superare quella paura che si crea davanti a una nuova situazione. Molto spesso è più facile e meno faticoso rimanere all’interno dei  propri limiti, anziché sforzarsi di vedere con occhi diversi l’altro in quanto richiedono impegno maggiore. La diversità, quindi, diviene ricchezza nel momento in cui è acquisita come “la strada per migliorare, per essere più belli e più ricchi” e si può diventare più ricchi anche solo attraverso un semplice gesto concreto: la stretta di mano. Oltre al tema della diversità come fonte di ricchezza, il Papa facendo l’esempio di Serena seduta sulla sedia a rotelle che parla di discriminazione, afferma  che tutti devono avere la possibilità di ricevere i sacramenti.
Come ultimo argomento il Pontefice afferma come nella pastorale della Chiesa si facciano molte cose belle, ma ancor più necessario è avere un “apostolato dell’orecchio” ovvero bisogna dare maggiore attenzione all’ascolto delle persone.

Il servizio completo con le parole di Papa Francesco si trovano sul SITO di  Radio Vaticana

 

Guida alle elezioni amministrative 5 giugno 2016

E’ online sul nostro sito il banner “Elezioni amministrative 5 giugno 2016, IL TUO VOTO CONTA!
Si tratta di una iniziativa realizzata nell’ambito del progetto “Diritto ai diritti” ed è l’ultimo degli strumenti fin qui prodotti da AIPD per permettere alle persone con sindrome di Down di esercitare consapevolmente il proprio diritto di voto (segue a breve distanza di tempo la guida realizzata in occasione del Referendum del 17 aprile scorso).
Ricordiamo che tutte le persone, anche chi ha una disabilità intellettiva e anche chi sia stato interdetto – conserva il proprio diritto di voto; per le informazioni legislative rimandiamo alla scheda n. 9 “Diritto di voto” visibile sul sito AIPD nella pagina “Diritti” e curata dal Telefono D.

Nella pagina dunque è possibile leggere la Guida alle elezioni, scritta in alta leggibilità; la guida ha l’obiettivo di spiegare, in termini semplici e accessibili, cosa viene chiesto ai cittadini di votare, e come indocare sulla scheda le proprie preferenze.

Nella stessa pagina è poi possibile rispondere ad un breve questionario online, per esprimere un parere sulla effettiva accessibilità della guida.

ISEE approvato: vecchie riserve e nuove aspettative

La legge di conversione è la n. 89, 26 maggio 2016, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 124 del 28 maggio 2016


comunicato stampa FISH

La Camera ha dunque approvato in via definitiva la conversione con modificazioni del decreto-legge 42/2016. Nel provvedimento – che riguarda in generale il funzionamento del sistema scolastico – è confermato l’articolo (2 sexies) che modifica l’impianto dell’ISEE introdotto su proposta del Governo e già approvato dal Senato.

“Confermiamo tutte le perplessità già espresse dopo l’approvazione a Palazzo Madama, dato che il testo non ha subito alcuna modifica – dichiara Vincenzo Falabella, presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap – Se da un lato le nuove norme accolgono le Sentenze del Consiglio di Stato vietando il computo delle provvidenze assistenziali per disabilità, dall’altro elimina franchigie e la possibilità di detrarre le spese per assistenza effettivamente sostenute dalle famiglie.”

In effetti con le nuove disposizioni le franchigie differenziate per gravità di disabilità e la possibilità di detrarre spese assistenziali sono soppresse e sostituite da una maggiorazione, uguale per tutte le persone con disabilità, delle scale di equivalenza, cioè del divisore che viene usato per il calcolo dell’ISEE.

“Quello che ci restituisce questa legge è uno strumento ancora meno equo e selettivo e che non riconosce appieno il costo della disabilità. Inoltre è uno strumento che crea ancora forti disparità di trattamento”, prosegue Falabella.

“L’unico segnale parzialmente positivo deriva dalla contestuale approvazione di un Ordine del Giorno, presentato dall’Onorevole Margherita Miotto, che impegna il Governo ad indicare tempi certi e tempestivi per la revisione del regolamento ISEE, tenendo conto delle spese di assistenza, della presenza di pluriminorazioni, differenziando l’indicatore a seconda della gravità della disabilità e valorizzando in modo più conveniente i patrimoni accantonati per il ‘dopo di noi’. Ci auguriamo che il Governo rispetti questa indicazione approvata a larga maggioranza dalla Camera. Duole invece che non siano recepite, da parte governativa, indicazioni a favore dei minori con disabilità (esclusi dalla possibilità di redigere un ISEE ridotto) e di valorizzazione del lavoro dei caregiver familiari.”

Sui contenuti di questo Ordine del Giorno FISH investe nuove aspettative per una più razionale modificazione dell’ISEE ed è proprio su questo processo che la Federazione lancia la sua disponibilità, ma anche la sua sfida al Governo.

QUI l’analisi di HANDYLEX sul contenuto dell’articolo inserito nel decreto legge e gli effetti

“Diritto ai Diritti”, concluse la 2° e 3° giornata

#DirittoaiDiritti: “Avere una casa e un lavoro sono i nostri diritti”
Stanno proseguendo le attività che vede coinvolta la delegazione dei partecipanti al progetto “Diritto ai Diritti” impegnata nell’incontro a Roma del 23-26 maggio 2016.
Durante la giornata di ieri, martedì 24 maggio, i giovani partecipanti hanno approfondito il tema di come formarsi un’opinione personale sul voto e hanno discusso quanto sia importante andare a votare; si è stato parlato di associazionismo e sindacati, del tema della delega e della rappresentanza. Successivamente ognuno ha raccontato la sua esperienza lavorativa e in merito a questo una delle giovani ragazze con sdD ha espresso un sentito ringraziamento al Presidente Mattarella riguardo al discorso letto da lui stesso, durante la Giornata Mondiale della disabilità presso la Camera del Senato, il 30 marzo 2016.
Infine i ragazzi hanno parlato della “DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI” affermando che “Avere una casa e un lavoro sono i nostri diritti”.
La prima parte della giornata si è conclusa con un quiz finale su tutto ciò di cui si è discusso nella prima parte della mattinata.

Nel pomeriggio i ragazzi delle 17 sezioni, nel corso della visita alla Camera dei Deputati a Montecitorio hanno avuto un incontro con l’On. Khalid Chaouki, che dopo averli accolti ha risposto alle domande che gli avevano preparato: “che ruolo ha, che incarico e che mansioni?”, “perchè i politici parlano veloci e usano parole difficili?”, “è sempre stato coerente con le sue idee e quelle del partito?”, “un disabile può diventare deputato?”. Nel corso della visita la delegazione ha anche assistito per alcuni minuti alla seduta in corso alla Camera dalle logge che si affacciano sull’Aula.

Oggi, mercoledì 25 maggio si è tenuto un incontro presso la Casa internazionale delle Donne con Anna Contardi, coordinatrice Nazionale AIPD e Vittorio Alvino Presidente di Openpolis, durante il quale si sono affrontati i temi dell’essere adulto e della cittadinanza attiva. Alvino ha proposto ai ragazzi un quiz nel quale sono state poste domande su diverse problematiche esistenti nei vari comuni e affermato “La politica deve essere facile e comprensibile perché è un diritto di tutti ed è giusto che tutti partecipino alla vita politica, confrontarsi chiedere spiegazioni se non si comprende, e trovare coi politici valide soluzioni per migliorare la vita di tutti”, per questo ”La politica è un libro che va letto piano” dice Giulia.
Nella terza e ultima parte della giornata i ragazzi si sono cimentati in un gioco che approfondisce in maniera pratica il tema di essere adulti, affrontando i temi de il tempo libero, l’amicizia, il lavoro e la vita indipendente.

Domani sarà l’ultima tappa del soggiorno romano e i giovani visiteranno la “Casa della Memoria” e interverranno a Radio Radicale.

La foto in homepage è di proprietà di Silvia De Marchi

Assegnata la 2° borsa lavoro AIPD-Fondazione Adecco-Barclay Bank

Dopo quella conferita nei mesi scorsi a Marino Cusimano dell’AIPD di Termni Imerese, assegnata la seconda borsa-lavoro ad Elia Bazzocchi, giovane con sindrome di Down della sezione AIPD di Ravenna; è la seconda delle quattro borse lavoro di € 1.200 previste nell’ambito della collaborazione stipulata con la Fondazione Adecco per le Pari Opportunità (progetto “Youth&Future” – Barclays Bank).
Per accedere alla borsa ed arricchire le proprie competenze in ambito lavorativo, Elia ha partecipato al seminario di orientamento al lavoro organizzato da AIPD nazionale lo scorso novembre. Attualmente sta effettuando un tirocinio di 6 mesi presso il Centro Sportivo Tre Laghi Acquae Sport Center, dove si occupa del front office e back office presso il punto di ricezione clienti, della segreteria e del ripristino e controllo delle attrezzature sportive prima e durante l’avvio dei corsi.

Sono ancora disponibili 2 borse da € 1.200 ciascuna cui possono accedere le sezioni AIPD che hanno partecipato al seminario dello scorso novembre 2015, il termine ultimo per l’assegnazione delle stesse è il 30 settembre 2016.

CRITERI DI ACCESSO
1) Partecipazione al seminario AIPD di orientamento al lavoro realizzato dal 9 al 12 novembre 2015 al Roma Scout Center;
2) Età massima: 35 anni;
3) Avvio di un tirocinio formativo e di orientamento oppure inserimento/reinserimento oppure orientamento e formazione ai sensi della 68/99 (si rimanda alla normativa nazionale e regionale in materia) con le seguenti caratteristiche:
– regolare Convenzione con un ente proponente e polizza assicurativa (infortuni e responsabilità civile)
– durata minima 3 mesi
– impegno orario minimo: 20 ore a settimana
– avvio entro settembre 2016
A parità di requisiti verranno privilegiati i tirocini in cui non è prevista un’indennità.

“Diritto ai diritti”, conclusa la prima giornata

#DirittoaiDiritti: abbiamo imparato a scegliere liberamente
Conclusa la prima giornata di lavoro dell’incontro realizzato nell’ambito del progetto ”Diritto ai Diritti”, promosso da AIPD, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che vede la partecipazione di 17 delegazioni di persone con sindrome di Down dal Veneto alla Sicilia.

Nel report sul lavoro fin qui svolto, presentato dalle delegazioni emerge la scoperta di nuove conoscenze dalle parole della politica a come esercitare la rappresentanza.
Moltissimi gli incontri avuti sul territorio con istituzioni e sindacati, dal Sindaco di Mantova Mattia Palazzi al Consigliere Anaclerio di Bari, al Sindaco di Pedavena, Milazzo, Termini Imerese e altri.
Il desiderio di continuare a partecipare si esprime nelle affermazioni dei giovani partecipanti: ”Andrò a votare anche se non ci andranno i miei genitori”, “Chiederò che venga rispettato il mio diritto al lavoro, a una casa”, “Continuerò a chiedere di incontrare i politici della mia città”. Matteo di Marca Trevigiana ha chiesto un minuto di silenzio per Marco Pannella.
Nei prossimi giorni ancora confronti, nel pomeriggio di oggi la visita alla Camera dei Deputati con l’On. Khalid Chaouki, poi la visita alla Casa della Memoria e una trasmissione con Radio Radicale.

La banda “Rulli Frulli” il 1° maggio a Roma

La banda “Rulli Frulli” arriva da Mirandola, in provincia di Modena, ha aperto il Concertone del 1° maggio 2016 a Piazza San Giovanni a Roma, suonando davanti migliaia di persone. Un progetto sperimentale che mette insieme circa 70 giovani con disabilità che usano strumenti nati dal riutilizzo creativo dei materiali di recupero.
La banda nasce da un’idea di Federico Alberghini all’interno della Fondazione Scuola di musica C. e G. Andreoli di Mirandola ed è patrocinata dalla Regione Emilia Romagna.

Incontro di formazione all’AIPD di Latina

Lunedì 2 maggio 2016, presso l’AIPD di Latina, si terrà una giornata di formazione sul tema dell’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down dedicata ad operatori e famiglie.
All’incontro partecipano, per AIPD nazionale, Monica Berarducci responsabile dell’Osservatorio sul Mondo del Lavoro e Andrea Sinno corresponsabile del Telefono D (servizio di consulenza sulla sindrome di Down).
La formazione per gli operatori è incentrata sulla normativa e le buone prassi per il lavoro con aziende, famiglie e potenziali lavoratori. La parte finale della giornata prevederà una riunione con le famiglie della sezione interessate ad avvicinarsi al tema.

ISEE, non solo la rettifica

Solo pochi giorni fa avevamo pubblicato la notizia con la quale informavamo circa la risposta dell’INPS alle richieste dei cittadini di ricalcolare l’ISEE alla luce delle sentenze del Consiglio di Stato, escludendo quindi tra i redditi le provvidenze economiche di invalidità civile.

Esiste ora anche una nuova possibilità che è quella della “Contestazione”: entrando nella propria pagina INPS si può “ripescare” l’ISEE 2015, procedere con l’azione della contestazione e ottenere in tempo reale il nuovo calcolo.

 

Incontro all’AIPD di Livorno

L’AIPD di Livorno organizza un incontro sul tema “Bumetanide. Da una ricerca italiana una speranza per le Persone Down?”, che si svolgerà sabato 16 aprile 2016 a partire dalle ore 9,30 a Livorno presso il Parco del Mulino. Relatrice la dott.ssa Laura Cancedda, ricercatrice Telethon Dulbecco Institute.

Ancora uno stage presso il Corpo Forestale

A pochi giorni di distanza dall’avvio dell’ultimo stage che sta coinvolgendo tre giovani dell’AIPD di Latina, oggi si avvia un’altra esperienza nata anch’essa dalla collaborazione tra AIPD e Corpo Forestale dello Stato.
Dal 13 aprile 2016 e fino al 29 giugno, il mercoledì e il sabato dalle 8.00 alle 13.00 sei ragazzi con sindrome di Down dell’AIPD di Cosenza – Laura Gigliotti, Michele Minniti, Vitangelo Morea, Marina Rocca, Mattia Tavernise e Adriana Torchiaro  – inizieranno un’esperienza presso la riserva naturale di Cupone.
Tre dei sei giovani frequenteranno lo stage nella sola giornata del sabato perchè impegnati con la scuola durante la settimana.

ISEE, possibile richiedere la rettifica della DSU

I cittadini titolari di provvidenze economiche ricevute per il loro stato di invalidità civile, cecità e sordità, risultanti nella dichiarazione ISEE come redditi – in base a quanto stabilito dal DPCM 159/2013, possono richiedere la correzione dello stato reddituale compilando il modulo FC3, entrando sul sito INPS nella propria pagina riservata, se in possesso di PIN, o rivolgendosi al CAF attraverso il quale hanno presentato a suo tempo l’ISEE stesso.

Tale indicazione arriva direttamente dall’INPS, in risposta alla richiesta di rimodulare l’ISEE da parte dei cittadini interessati,  alla luce di quanto disposto dalle sentenze del TAR Lazio e confermato dal Consiglio di Stato (si veda qui). Lo stesso INPS sostiene di aver informato con note i ministeri coinvolti e di essere in attesa di riscontro.

Un nuovo stage presso il Corpo Forestale dello Stato

Prosegue la collaborazione tra AIPD e il Corpo Forestale dello Stato.
Da oggi, 11 aprile 2016 e per tutta la settimana, tre giovani con sindrome di Down della Sezione AIPD di Latina saranno impegnati presso la riserva naturale de “Il Fogliano“.
Il gruppo – Paolo Manauzzi, Federico Morgagni, Federica Padovano e l’operatrice Martina Pirro – sarà impegnato 3 ore al giorno, i ragazzi aiuteranno gli operatori del Corpo Forestale a sistemare le tabelle e il percorso del giardino interno del Fogliano dove sono organizzate le visite guidate per le scuole ed i gruppi.

In programma due ulteriori settimane a maggio (presso il parco di Cerasella a Sabaudia dove si trovano la scuderia ed i cavalli del Corpo Forestale, in questo caso la mansione sarà di accudire le scuderie ed i cavalli) e a giugno.

Qui i link alle altre esperienze di collaborazione tra AIPD e Corpo Forestale:
http://aipd.it/volontari-per-la-natura-castel-volturno/
http://aipd.it/riservamica-la-giornata-del-corpo-forestale-con-i-ragazzi-di-aipd/
http://aipd.it/volontari-aipd-nel-corpo-forestale/
http://aipd.it/al-via-seconda-tappa-della-collaborazione-tra-aipd-e-corpo-forestale/
http://aipd.it/lesperienza-di-aipd-e-corpo-forestale-oggi-in-onda-su-rai-3/

Guida al referendum del 17 aprile 2016

COMUNICATO STAMPA AIPD

Da oggi è online sul nostro sito il banner “Referendum 17 aprile 2016, IL TUO VOTO CONTA!
Si tratta di una iniziativa realizzata nell’ambito del progetto “Diritto ai diritti” ed è l’ultimo degli strumenti fin qui prodotti da AIPD per permettere alle persone con sindrome di Down di esercitare consapevolmente il proprio diritto di voto.
Ricordiamo infatti che tutte le persone, anche chi ha una disabilità intellettiva e anche chi sia stato interdetto – conserva il proprio diritto di voto; per le informazioni legislative rimandiamo alla scheda n. 9 “Diritto di voto” visibile sul sito AIPD nella pagina “Diritti” e curata dal Telefono D.

Nella pagina dunque è possibile leggere la Guida al referendum, scritta in alta leggibilità; la guida ha l’obiettivo di spiegare, in termini semplici e accessibili, cosa viene chiesto ai cittadini di votare, le conseguenze della vittoria dei SI, le conseguenze della vittoria dei NO (QUI   è possibile vedere il facsimile della scheda elettorale, scaricata dal sito del comune di Piacenza).

Nella stessa pagina è poi possibile rispondere ad un breve questionario online, per esprimere un parere sulla effettiva accessibilità della guida.

IV congresso ibero-americano sulla sindrome di Down

“Diritto al futuro, un futuro di diritti”, questo il titolo del IV congresso ibero-americano in programma a Salamanca dal 16 al 18 marzo 2016. L’evento è organizzato dalla Federacion Iberoamericana de sindrome de Down, da Down Espana e dall’Instituto Universitario de integracion en le comunidad dell’Università di Salamanca.
Nella giornata di giovedì 17 marzo Anna Contardi sarà impegnata nella tavola rotonda “La sfida di una sessualità autonoma (El reto de una sexualidad autonoma)” con l’intervento “Autonomia, un obiettivo possibile”.

Il Trust a tutela della disabilità

Giovedì 10 marzo 2016 dalle ore 14 presso l’Hotel Sheraton di Roma, si terrà il convegno “Il Trust a tutela della disabilità“.
L’evento è promosso dal Tavolo di Lavoro sul Trust, costituito da Assessorato alle Politiche Sociali del Municipio IX, Consulta delle Persone con Disabilità del Municipio IX, Servizi Sociali del Municipio IX, Studio Legale Lupoi e Fondazione Roma Solidale onlus.

Obiettivo dell’incontro è promuovere la conoscenza di uno strumento flessibile e moderno per la tutela e la protezione delle persone con fragilità.
E’ richiesta la comunicazione della partecipazione inviando una mail a municipio9handicap@gmail.com

“Sono adulto!”

Il Centro Studi Erickson, ente di formazione e ricerca che da oltre 30 anni è attivo nell’ambito dell’integrazione delle persone con disabilità, organizza il 4 e 5 marzo 2016 presso il Palacongressi di Rimini il Convegno Internazionale “Sono adulto! Disabilità. Diritto alla scelta e progetto di vita”, un evento di rilevanza nazionale per fare il punto sulla situazione attuale delle disabilità e proporre soluzioni innovative per il futuro, con particolare attenzione a temi delicati come il diritto alla scelta e le relazioni familiari e professionali.
«Sono adulto» dà voce alla richiesta che le persone con disabilità rivolgono ai loro familiari e ai professionisti dell’assistenza. Smettere di considerarli degli eterni “ragazzi” e impostare un rapporto adulto può infatti aiutare a considerare meglio le loro esigenze e aspettative, con benefici per la qualità della vita e un rafforzamento del loro diritto a scegliere autonomamente del proprio futuro.

Strutturato in 2 sessioni plenarie e 12 workshop di approfondimento, il Convegno ha l’ambizione di diffondere un nuovo punto di vista che metta al centro i bisogni della persona con disabilità e favorisca una relazione autentica. Punto di vista che si sta già consolidando in diverse realtà e su cui desideriamo confrontarci con buone pratiche a livello nazionale e internazionale.

Tra i relatori che hanno già confermato la loro presenza: Anna Contardi, Andrea Canevaro, Carlo Lepri, Gianluca Nicoletti, Dario Ianes, Lucio Cottini, Roberto Speziale, Fabio Veglia, Claudio Imprudente.

Per AIPD Anna Contardi terrà il workshop “Faccio io! Percorsi educativi sulle autonomie personali e sociali nella prospettiva del Progetto di vita“, in programma il 4 marzo dalle 14 alle 18,30.

Per tutti i soci AIPD che intendono iscriversi Erickson ha riservato uno sconto del 15% sulla quota intera d’iscrizione. Per maggiori dettagli scrivere a: formazione@erickson.it

wdsd2016-le-storie


logo def WDSD_803x261…aspettando la WORLD DOWN SYNDROME DAY – 21 marzo 2016
ogni giorno una piccola grande storia di amicizia #MyFriendsMyCommunity

QUI puoi vedere il video della WDSD 2016

QUI scopri le storie in Europa

QUI puoi conoscere gli eventi AIPD promossi sul territorio per celebrare la Giornata Mondiale


 21 marzo 2016-Claudio e suoi amici Alban e Luca (Bergamo)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Claudio, Alban e Luca si sono conosciuti quattro anni fa a scuola, in prima superiore.Insieme  gli piace ballare, correre in palestra, fare i puzzle durante i momenti liberi, battere il cinque, ridere e scherzare.
Claudio: “A me piace semplicemente stare in compagnia di Alban e Luca, sentire il loro affetto e la loro amicizia con un abbraccio o ridere perchè mi fanno il solletico”.
Alban e Luca: “Claudio è simpatico quando fa il verso della tigre, porta allegria con un sorriso ed è molto tenero quando saluta.


20 marzo 2016-Katia, Fabiana e i loro biscotti (Viterbo)

WP_20160308_15_59_32_ProKatia e Fabiana si erano conosciute al “Club dei ragazzi” dell’AIPD alcuni anni fa: dopo tanto tempo si sono incontrate nell’ambito del progetto “il mercato dei saperi” durante la preparazione dei biscotti.
Fabiana:”Che bello, finalmente insieme dopo tanto tempo!”
Katia:”Sono felice di averti ritrovata”.

19 marzo 2016-Emanuela e gli amici del coro “Comune e servizio” (Frosinone)

WP_20160227_002Emanuela dell’AIPD di Frosinone canta nel coro della cattedrale dell’omonima provincia, per la messa del sabato insieme ai suoi amici del “Comune e Servizio”.
Gli amici: “Con te, Emanuela, la messa del sabato sera non sarebbe la stessa. Ti vogliamo bene anzi di più. I tuoi amici del C.S.”


18 marzo 2016-Giada e Arianna amiche del cuore (Oristano)

giada e ariannaGiada e Arianna sono amiche da 20 anni. Si sono incontrate per la prima volta al primo compleanno di Giada. La loro è un’amicizia di vecchia data. Si incontrano ed escono insieme ogni settimana.
Giada: Arianna è bella, è sempre venuta ai miei compleanni sin da quando avevo un anno.
Arianna: Giada mi piace perché è divertente, bella, buona e simpatica. Mi piace quando fa le smorfie.


17 marzo 2016-Annamaria e gli amici in gamba Valeria, Massimo e Luigi (Brindisi)

foto16Annamaria, Valeria, Massimo e Luigi si conoscono da molti anni. Si sono incontrati all’AIPD Brindisi e coltivano diversi interessi in comune, come il canto, la danza e la recitazione (per il 21 Marzo metteranno in scena il Musical di Pinocchio). Durante il giorno si dividono compiti come fare piccoli acquisti, organizzare le attività della giornata e il tempo libero, non sempre in totale accordo, ma d’altronde non succede in qualsiasi gruppo di amici??!
Qualche sabato sera Annamaria esce insieme ai suoi amici in pizzeria o al bowling e l’estate va insieme a loro al mare. Annamaria è l’anima del gruppo e la sua migliore amica è Valeria.
Annamaria: Mi piace uscire con i miei amici perché mi diverto e mi sento grande.


16 marzo 2016- Federica e Paolo (Bergamo)

S6302994Si sono conosciuti al “CLUB DEI RAGAZZI IN GAMBA” presso AIPD di Bergamo, e da lì è iniziata la loro grande amicizia. A loro piace ballare, cantare, ascoltare la musica, giocare alla wii, vedere un film e anche vedere foto vecchie di loro piccoli. A volte si vedono nei week- end a casa di lui o di lei per passare del tempo insieme e divertirsi.
Federica: “Spero che questa nostra amicizia con il passare del tempo diventi AMORE. Di Paolo mi piace la dolcezza che ha con me e il suo modo simpatico di esprimere e la sua bellezza”.
Paolo: “Federica mi piace quando parla e ride”.


15 marzo 2016- Anita e i suoi compagni di classe della 1°C (Mantova)

FOTO CLASSEAnita: “Coi miei compagni imparo e mi diverto a giocare”
Alessandro:“A me piace giocare con Anita, con il pongo facciamo gli animali. Per me è molto bella. E’ un po’ diversa dagli altri ma non so il perchè.”

 

 

 


14 marzo 2016- Giovanni e Daniele (Reggio Calabria)

giovanni e danieleGiovanni e Daniele si conoscono da quando avevano due anni. Si sono incontrati la prima volta al centro privato “Casa Serena”, che hanno frequentato insieme per tre anni. Oggi sono due adolescenti e vivono ancora fantastiche esperienze insieme, condividendo gli stessi interessi. Frequentano lo stesso Liceo e svolgono sempre assieme tutte le attività proposte dall’AIPD, da quelle teatrali… al club di autonomia!
Daniele: “Giovanni mi piace perché l’amicizia è essere felici insieme ed io con lui mi sento felice!
Giovanni: “Daniele mi piace perché è simpatico e mi piace trascorrere il tempo con lui”

 

 


13 marzo 2016 -Lucia, Giorgia e il gruppo di ballo (Viterbo)

LUCIA E GIORGIALucia e Giorgia  sono amiche da tempo. Si sono conosciute a Prato Giardino e non vivono nello stesso paese. Si sono incontrate quest’anno a frequentare la scuola di ballo, “Latin Passion“!! Che gioia e che ridere stare insieme.
Lucia:” Giorgia , che bello stare con te, abbiamo giocato al parco e ora  invece balliamo insieme”
Giorgia: “Si, hai ragione stiamo bene insieme, mi piace ballare con te e il gruppo”.


12 marzo 2016 – Riccardo, Chiara e Noemi (Bergamo)

Riccardo Chiara NoemiRiccardo: ” Abbiamo trascorso 3 anni bellissimi, giocavamo insieme e ci coccolavamo nei momenti di relax. Ora loro sono alle elementari ma ogni tanto ci vediamo per festeggiare il compleanno. Chiara e Noemi sono le mie migliori amiche”.
Chiara: “Riccardo è il mio amico, mi piace perché è simpatico e quando ride. Gli piaceva giocare ai pirati e guardare i libri insieme”.
Noemi: “Mi piace la sua gentilezza”.

 


11 marzo 2016 -“Emma & Emma” (Mantova)

foto Emma&EmmaSi sono conosciute l’anno scorso ma sono già diventate grandi amiche.
Emma GF: “Cara Emma B., con te ho fatto tante cose importanti, ti voglio un mondo di bene, mi piace andare con te sulle giostre, un grosso bacio da Emma G F”.
Emma B.: “Non sono molte le persone capaci di farti sentire importante, Emma è una di queste, lei apprezza i sorrisi, le chiacchierate, gli abbracci, ma più di tutto il semplice fatto che io sia lì con lei. Mi ha insegnato che a volte la felicità sta davvero nelle piccole cose”.


ALESSIO10 marzo 2016 – Alessio in un selfie con gli amici (Caserta)

Alessio:”Tra una lezione e l’altra è sempre un buon momento per un bel selfie! Con i miei compagni mi diverto tantissimo!”

 


GIORGIA

9 marzo 2016 – Giorgia in rosticceria con le amiche (Caserta)
Giorgia: “Una serata di relax con le mie amiche…cosa c’è di meglio di un bel panino?! Le mie migliori amiche…il mio tesoro”.

8 marzo 2016 – Mariangela e le sue amiche di scuola (Bari)

bari-wdsd2016

Nonostante siano passati 2 anni dalla fine della scuola superiore, Mariangela incontra spesso alcune sue compagne di scuola con cui festeggia ogni tipo di ricorrenza, va al pub o al cinema o, semplicemente, si ritrova a far quattro chiacchiere in casa ora dell’una, ora dell’altra.
Mariangela: “Sto bene e mi diverto sia con loro che con i loro fidanzati”, Graziana: “Mariangela ci insegna il valore delle piccole cose.”

 


7 marzo 2016 – I ragazzi del Circolo Arcobaleno (Arezzo)

Arezzo-circolo-arcobaleno2016Il Circolo Arcobaleno è un luogo di incontro ad Arezzo, gestito da operatori e ragazzi con sindrome di Down, dove si svolgono attività educative e ricreativa nella logica dell’integrazione sociale.
Jacopo: “Al circolo si fanno tante cose divertenti e siamo tutti amici”,
Chiara: “E’ un luogo di accoglienza e incontro e mi piace partecipare e rendermi utile” dice Chiara.


6 marzo 2016 – Il gruppo di amici del Club dei Ragazzi di Martina (Latina)

latina-wdsd2016“Conosciamo Martina da due anni e usciamo insieme una volta a settimana.
Ci divertiamo e diventiamo grandi insieme!!!”


5 marzo 2016- Davide e i suoi amici Pietro, Simone, Marco e Alessandra (Catanzaro)

IMG-20160307-WA0007 Davide:” voglio bene ai miei compagni perchè gioco con loro e sono contento quando qualcuno di loro viene a casa mia per giocare.
Pietro: “Davide è un bambino allegro, ci piace molto, gioca con noi e quando lo vediamo piangere lo aiutiamo, gli facciamo fare i lavoretti che la maestra gli propone”.
Alessandra:”Noi lo aiutiamo sempre, perchè gli vogliamo bene e quando cade cerchiamo di aiutarlo”.


4 marzo 2016 – Miriam, dirigente della società sportiva U.S.D Le Ville (Belluno)

wdsd2016-belluno-768x318
Miriam svolge con passione e impegno il ruolo di dirigente della squadra.  “Io, quando non si comportano bene li riprendo ma essi non me ne vogliono, anzi mi ascoltano e mi vogliono bene”.


3 marzo 2016 – Una divertente serata tra amici (Termini Imerese)

wdsd2016-terminiUna serata in pizzeria con gli amici del Rotract Club
Angelo: “Abbiamo mangiato e ci siamo divertiti”,
Ilaria: “Fantastici, divertenti, di compagnia, grandi amici”.


2 marzo 2016 – Gabriel e i suoi compagni di classe (Roma)

wdsd2016-gabrielGabriel e i suoi compagni di classe sono amici da molti anni. Si sono conosciuti il primo anno della scuola superiore e ora frequentano l’ultimo anno.
Hanno un buon rapporto e Gabriel è ben inserito nel gruppo.
Gabriel: ”I miei compagni di classe mi piacciono perché sono divertenti e perché mi aiutano”,
Manuela: ”Ci incontriamo anche nel tempo libero, facciamo i volontari in una mensa per poveri. Insieme ci divertiamo sempre molto”.


EDSC 2016

Con il sostegno dell’EDSA, Europea Down Syndrome Association, l’associazione turca “Down Syndrome Association of Turkey” organizza la decima edizione del Congresso internazionale sulla sindrome di Down, in programma a Istanbul dal 5 al 7 agosto 2016.
Il Congresso sarà un’occasione d’incontro per le famiglie e gli operatori che lavorano sul tema della sindrome di Down in tutto il mondo; Istanbul, per la sua posizione strategica, favorirà la possibilità di partecipazione non solo dall’Europa ma anche dal Medio Oriente e Asia.
Ancora per il mese di marzo è possibile iscriversi fruendo di particolari agevolazioni economiche. Tutte le info sono disponibili sul sito www.edsc2016.org

Tra i relatori sarà presente con Anna Contardi che interverrà con relazioni su autonomia, inclusione, lavoro.

ISEE, tutto torna come prima

Arriva finalmente alla conclusione la lunga vicenda relativa al nuovo ISEE, quello introdotto con il DPCM 159/2013 che considera tra i redditi anche le provvidenze economiche degli invalidi civili.
Per ripercorrerne la storia rimandiamo alle comunicazioni pubblicate su questo sito:
http://aipd.it/approvato-dal-consiglio-dei-ministri-il-nuovo-isee/
http://aipd.it/nuova-disciplina-dellisee/
http://aipd.it/isee-tre-sentenze-del-tar-lazio-accolgono-i-ricorsi-delle-famiglie/

Il Governo contro le sentenze del TAR del Lazio aveva presentato a sua volta ricorso al Consiglio di Stato. Questi, il 29 febbraio 2016 ha depositato la sentenza che, nella sostanza, condanna il Governo riconoscendo invece la legittimità dell’iniziativa delle famiglie; in particolare, significativa è la parte in cui il Consiglio di Stato afferma “Per tirare le somme, deve il Collegio condividere l’affermazione degli appellanti incidentali quando dicono che «… ricomprendere tra i redditi i trattamenti… indennitari percepiti dai disabili significa allora considerare la disabilità alla stregua di una fonte di reddito -come se fosse un lavoro o un patrimonio- ed i trattamenti erogati dalle pubbliche amministrazioni, non un sostegno al disabile, ma una “remunerazione” del suo stato di invalidità…”.

Sul quotidiano Repubblica, che riprende la notizia, si legge il commento del ministro Poletti: che afferma “Come Governo non possiamo che prendere atto della sentenza appena depositata dal Consiglio di Stato e provvederemo ad agire in coerenza con questa decisione”.

Sul sito Handylex.org un’ampia analisi della situazione.

Al via la collaborazione tra AIPD e Hotel Aqualux SPA & Suite Bardolino

Protocollo d’Intesa

Comunicato stampa

Tra le circa 100 aziende che hanno contattato la sede nazionale dell’ Associazione Italiana Persone Down ONLUS (AIPD) dopo la messa in onda del programma Hotel 6 Stelle, c’è l’Hotel Aqualux SPA & Suite Bardolino (VR), che ha deciso di aprire la propria struttura a tirocinanti con sindrome di Down.
Il 18 gennaio 2016  è stata formalizzata la collaborazione tra le due parti attraverso la firma di un Protocollo d’Intesa, che prevede la realizzazione di due cicli di tirocinio per tre settimane l’anno presso il Resort, ciascuno con 2 persone con sindrome di Down e un operatore AIPD con il ruolo di tutor.
A seguire, nel mese di aprile, inizieranno i primi tirocini: due giovani con sindrome di Down, provenienti da una delle cinquanta sedi AIPD presenti nel territorio Nazionale, lavoreranno nella struttura,  all’interno dei servizi sala, bar e cucina.
Aqualux Hotel coprirà vitto e alloggio dei 3 partecipanti e corrisponderà un’indennità di tirocinio per i due giovani lavoratori, come previsto dalla normativa. AIPD Nazionale coordinerà il progetto, curerà i rapporti tra le parti e individuerà le sezioni, che a loro volta selezioneranno i ragazzi e si occuperanno della loro preparazione e “accompagnamento” educativo, al fine di garantire la buona riuscita delle esperienze formative.
Questo risultato si aggiunge ai tanti già realizzati grazie ad Hotel 6 Stelle: 61 esperienze di inserimento lavorativo tra stage, tirocini, esperienze di lavoro breve e assunzioni.
Un grande risultato per l’Associazione, che sempre di più si impegna ad accompagnare le persone con sindrome di Down nel mondo del lavoro e favorirne l’inclusione lavorativa e sociale.

A breve tutte le sezioni AIPD riceveranno una lettera dall’Osservatorio sul Mondo del Lavoro di AIPD Nazionale con maggiori specifiche e la scheda per candidarsi.

Assemblea annuale Soci AIPD

A Roma il 12 e 13 marzo 2016 si terrà l’Assemblea Annuale dei Soci AIPD.
Quest’anno è particolarmente importante la presenza del maggior numero dei Soci per due ragioni:
– si terranno le Elezioni per il rinnovo di tutti gli organi statutari (Presidente, Consiglio di Amministrazione, Collegio dei Revisori dei Conti, Collegio dei Probiviri);
– è prevista anche una Assemblea Straordinaria per la modifica di alcuni articoli dello Statuto nazionale: l’Assemblea straordinaria, per essere valida, richiede la presenza (di persona o per delega) dei 2/3 degli aventi diritti al voto, ossia di tutti i soci dell’AIPD.
Gli articoli in proposta di modifica sono i seguenti: art. 2, art. 3, art. 8, art. 11, art. 12, art. 14, art. 15, art. 16, art. 20. Il testo delle modifiche proposte è disponibile su richiesta presso la Sede Nazionale dell’Associazione (richiesta che si può fare per telefono o per email) e presso tutte le sezioni.

Il programma, come sempre, prevede uno spazio anche per le persone con sindrome di Down che vorranno partecipare e che sono i principali protagonisti della nostra associazione.
L’organizzazione di un evento del genere richiede un certo sforzo organizzativo; si chiede quindi di collaborare inviando la scheda di iscrizione e l’eventuale prenotazione alberghiera entro il 15 febbraio 2016 (via fax o e.mail a aipd@aipd.it).

L’Assemblea dei soci AIPD è fissata a Roma, presso Villa Aurelia, Via Leone XIII 459, in prima convocazione, alle ore 9.00 del 12 marzo 2016 e in seconda convocazione alle ore 15.00 del 12 marzo 2016, e si svolgerà nel seguente modo:

PROGRAMMA
Sabato 12 marzo
Assemblea Ordinaria
Ore 14.00 Registrazione
Ore 15.00 Apertura Assemblea
Ore 15.30 Presentazione Bilancio Sociale 2015 e Programma delle attività 2016
Presentazione Bilancio Consuntivo 2015 e Preventivo 2016
Discussione e Votazioni
Ore 17.30 Tavola Rotonda di lavoratori con sindrome di Down “Anche io lavoro. L’inserimento lavorativo dopo Hotel 6 stelle” – Modera Anna Contardi
Ore 19.00 Chiusura lavori

ore 20.00 Cena
Dalle 15 alle 19.00 è previsto un programma parallelo* per bambini, ragazzi e adulti.

Domenica 13 marzo
Ore 8.30-9.30 registrazione per eventuali nuovi arrivati
Ore 9.30 Assemblea Ordinaria
Presentazione dei candidati per il nuovo Consiglio di Amministrazione
Nomina degli scrutatori
Ore 10 Pausa per le votazioni per il rinnovo delle cariche sociali (spoglio)
Ore 10.30 Assemblea Straordinaria
Modifica di alcuni articoli dello Statuto Nazionale
Ore 12.30 Assemblea ordinaria: Proclamazione degli eletti
Ore 13.00 chiusura dei lavori

Dalle 9.00 alle 12.30 è previsto un programma parallelo* per bambini, ragazzi e adulti.

*Il programma parallelo sarà organizzato con attività differenziate per età e prevede attività di animazione in loco, visite, ecc. Il programma definitivo sarà stilato in base alle ADESIONI.
Ovviamente i soci che intendessero partecipare anche solo la domenica mattina potranno comunque intervenire e se intervengono con i propri figli devono assolutamente inviare la scheda.

Si invitano i Soci che non potessero partecipare a far pervenire DELEGA regolarmente firmata.
Poiché com’è noto il diritto al voto è riconosciuto solamente ai soci che hanno versato la quota associativa per l’anno in corso, a coloro che hanno effettuato il versamento nei mesi di febbraio/marzo 2016 raccomandiamo – per facilitare le operazioni di registrazione – di esibire copia della ricevuta di versamento, e, se in possesso di deleghe (a termini di Statuto, fino ad un massimo di dieci), sarà necessario presentare copia delle ricevute di versamento delle quote sociali dei delegati.
E’ naturalmente possibile rinnovare il tesseramento al momento della registrazione.

QUI la lettera di convocazione per i Soci AIPD.

Visite di controllo per i lavoratori in malattia

Entra in vigore il 22 gennaio 2016 quanto indicato dal Decreto 11 gennaio 2016 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali “Integrazioni e modificazioni al decreto 15 luglio 1986, concernente le visite mediche di controllo dei lavoratori da parte dell’Istituto nazionale della previdenza sociale”.

L’art. 1 fornisce indicazioni sui lavoratori esclusi dall’obbligo di reperibilità per le visite di controllo quando questi sono in malattia. Le disposizioni riguardano esclusivamente i lavoratori dipendenti privati.
Sono esclusi coloro che presentano patologie gravi che richiedono terapie salvavita (devono risultare da idonea documentazione, rilasciata dalle competenti strutture sanitarie, che attesti la natura della patologia e la specifica terapia salvavita da effettuare) e chi presenta “stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta”, con percentuale di invalidità pari o superiore al 67%”.

VII Salvaguardia

La legge di stabilità per il 2016, legge 208/2015, ha istituito la VII salvaguardia, è cioè la possibilità di accesso alla pensione con i requisiti precedenti alla cosiddetta “riforma Fornero”, tra gli altri beneficiari, anche a un massimo di duemila lavoratori che nell’anno 2011 hanno fruito di periodi di congedo straordinario di cui all’art. 42, comma 5 del decreto legislativo n. 151/2001, per l’assistenza ai figli con handicap.

Per l’accesso al beneficio questi lavoratori devono soddisfare i requisiti anagrafici e contributivi previsti dalla previgente normativa entro il 6 gennaio 2017.

L’istanza, il cui modulo è allegato alla Circolare del Ministero del Lavoro n.36 del 31 dicembre 2015 va presentata alle Direzioni Territoriali del Lavoro competenti entro il 1 marzo 2016, unitamente alla dichiarazione sostitutiva di certificazione relativa al provvedimento di congedo straordinario, con indicazione degli estremi dello stesso.

Pensioni e indennità per invalidi civili

Stabiliti dall’INPS gli importi delle provvidenze economiche per gli invalidi civili per l’anno 2016:

– Indennità di accompagnamento
per invalidi civili (minori e maggiorenni, 100% di invalidità e necessità di assistenza continua):
€ 512,34

– Pensione di invalidità
(maggiorenni, 100%):
€ 279,47. Il limite di reddito è fissato in € 16.532,10

– Assegno mensile
(maggiorenni, invalidità compresa tra il 74 e il 99%):
€ 279,47. Il limite di reddito è fissato in € 4.800,38

– Indennità di frequenza
(minori con difficoltà a svolgere i compiti e le funzioni della propria età che frequentano nido, scuola e/o svolgono terapie continuative presso ASL o centri convenzionati):
€ 279,47. Il limite di reddito è fissato in € 4.800,38.

Vedi qui il testo della Circolare INPS n. 210/2015. La tabella M3 con gli importi è contenuta nell’Allegato n. 4 alla circolare (pag. 30 e 31).

Sul sito Handylex.org la tabella con i nuovi importi comprensiva anche delle provvidenze economiche per le persone cieche e le persone sorde.


aipd edsa
aipd fish
aipd fid