Mattia sulla vetta del Gran Paradiso

“Sono la mamma di Mattia, 26 anni con sindrome di Down. E’ con grande ed immensa gioia che il giorno 22 agosto io, Mattia e una guida alpina abbiamo raggiunto la vetta del Gran Paradiso 4061 mt in 5.30 ore (la media è di 4/4.30). Non è il primo 4000 che facciamo, abbiamo raggiunto anche quote maggiori, ma per chi frequenta Cogne il Granpa è il Granpa. Tutti conoscono e vogliono bene a Mattia e la notizia ha fatto subito il giro del paese suscitando l’interesse anche di due giornali: La Vallée La Stampa che hanno pubblicato due articoli con intervista.

Non scrivo questo per vanteria, ma perché possa essere d’aiuto e di stimolo a tutti quei genitori che hanno appena iniziato questo lungo, faticoso, difficile e spesso buio cammino, dove ci sono momenti veramente brutti e difficili, ma anche momenti belli come questo. Spesso ci si scontra con grandi difficoltà, con la scuola, con il difficile mondo del lavoro, con le frustrazioni, ma ci sono anche momenti belli, come i loro progressi, i primi passi, le prime parole, vederli crescere e perché no, anche andare in montagna insieme.

Spero sia un messaggio gradito, e vi saluto cordialmente augurandovi buon lavoro
Manuela”

Festa delle famiglie della AIPD di Belluno

L’annuale festa delle famiglie dell’AIPD di Belluno si svolgerà a Lienz sabato 27 e domenica 28 settembre.

Le due giornata fanno parte di un progetto trasnfrontaliero Interreg “Verso l’inclusione” nato dalla collaborazione con altre due associazioni che si occupano di persone con disabilità: Hand in Hand (Tirolo Est) e bambini con sindrome di Down (Val Pusteria).
Nella giornata di sabato, nel centro della comunità Oberlienz, si terrà la festa delle famiglie con giochi e divertimenti per tutti, sarà anche un’ottima occasione per i ragazzi dell’AIPD Belluno di fare nuove amicizie e creare occasioni di scambio.
Nella giornata di domenica invece è prevista una visita alla Vitalpinum (distilleria, giardini e parco).
Il successivo appuntamento del progetto sarà il convegno organizzato dalle tre associazioni “Inclusione x 3 al Grand Hotel Dobbiaco” il prossimo 15 novembre.

Siblings, al via il XIII Raduno Nazionale

Sabato 27 settembre, a Sacrofano in provincia di Roma, si terrà il XIII Raduno Nazionale dei Siblings, sorelle e fratelli di persone con disabilità, organizzato dal Comitato Siblings Onlus.

E’ il pranzo annuale in cui i “siblings” italiani si incontrano per stare insieme e condividere le proprie esperienze liberamente. L’atmosfera accogliente e la consapevolezza di potersi confidare e confrontare senza essere giudicati sono gli ingredienti dell’auto mutuo aiuto promosso dal Comitato Siblings, che dal 1997 ha permesso a migliaia di sorelle fratelli di conoscersi e sostenersi l’un l’altro.

Al “Megaraduno” possono partecipare anche i familiari, i partner e chiunque condivida il mondo “siblinghiano”.

Per adesioni e maggiori informazioni:
Email: info@siblings.it
Facebook: Comitato Siblings Onlus
Sito: www.siblings.it

Hotel 6 stelle, la seconda serie su Rai3 dal 14 novembre

La seconda serie di Hotel 6 stelle andrà in onda a partire dal 14 novembre, sempre in seconda serata su Rai3. Lo conferma il direttore della rete Andrea Vianello in un’intervista all’Ansa. ‘”Credo che la mission di Rai3 sia quella di uno storytelling della vita quotidiana degli italiani. Anche a Hotel 6 stelle – dice – c’era una sorta di comunità partecipe. Quel progetto ha avuto degli sviluppi socialmente importanti, ha creato tanto movimento intorno alla Sindrome di Down ed è riuscita a rompere molti tabù’”. Realizzata da Magnolia in collaborazione con l’AIPD, Associazione Italiana Persone Down, “tornerà a novembre – conclude il direttore – con una nuova edizione che stiamo già girando, con un’altra struttura e altri sei ragazzi protagonisti”.

I ragazzi di AIPD Marca Trevigiana a “Diversamente Tipico”

Domenica 28 settembre si terrà la Sesta Edizione di “Diversamente Tipico”, nella splendida cornice del Parco Rossi di Vazzola, in provincia di Treviso.

La manifestazione sarà una grande festa con numerosi stand enogastronomici, un mercatino di prodotti di alcune cooperative sociali del territorio, il “Truccabimbi” con la preziosa collaborazione dell’Associazione Cuoredarena Active Social Supporters, i giochi gonfiabili e l’intrattenimento dei concorrenti della “Corrida: principianti allo sbaraglio!”

Diversamente Tipico sarà un’opportunità per vedere le ragazze e i ragazzi dell’AIPD Marca Trevigiana all’opera fra stand e cucina, per lasciarsi coinvolgere dall’entusiasmo delle famiglie, dei volontari e degli operatori, per osservare le dimostrazioni di tipiche ricette trevigiane e degustare tante specialità.

Marta e Mauro ospiti oggi a “La Vita in diretta”

Ricorderete Marta e Mauro, i due giovani con sindrome di Down del cui matrimonio avevamo parlato qualche settimana fa su questo sito. E avevamo continuato a parlarne perchè la casa famiglia dove abitavano non era più disponibile.

Marta e Mauro saranno ospiti tra poco a “La vita in diretta” su Rai Uno, parleranno della loro storia e soprattutto della difficoltà per gli adulti con disabilità intellettiva a una vita autonoma al di fuori della propria famiglia.

 

AIPD Sezione di Roma

comunicato stampa AIPD Sezione di Roma

AIPD Roma, al via i corsi di autonomia per le persone con sindrome di Down

Martedì 16 settembre è stato avviato il 25° corso di autonomia di AIPD Roma. All’incontro, tenutosi presso ‘Il Giardino del Tango’ in via degli Olimpionici 7, a Ponte Milvio, hanno partecipato la responsabile del corso Anna Contardi, gli operatori dello stesso e i familiari di una cinquantina di ragazzi e ragazze con sindrome di Down tra i 15 e i 20 anni.
I giovani partecipanti che inizieranno il loro percorso educativo in piccoli gruppi a partire dai primi di ottobre vengono da ogni parte di Roma e i loro incontri partono da via F. De Calboli 54 (sede di AIPD Roma) e da viale delle Milizie 106 (sede di AIPD Nazionale) per poi muoversi in città.
Tra gli obiettivi del corso: sviluppare abilità di autonomia esterna riconducibili alle 5 aree educative previste dal progetto (nell’ottica del “sapersela cavare”): comunicare, orientarsi, comportarsi sulla strada, saper utilizzare il denaro e i mezzi di trasporto.
Questo progetto è stato riconosciuto di utilità pubblica dallo stesso Comune di Roma che ha deciso di dare un contributo alle attività. Anche i partecipanti collaborano pagando una quota di copartecipazione annua.

“Per noi – dichiara il presidente di AIPD Roma Giampaolo Celani – è fonte di orgoglio essere riusciti ad offrire a tutto il territorio un servizio che parte dalla nostra Sezione. In questo caso, più che mai, si può affermare che non è l’associazione che vive la città ma la città che fa associazione”.

“In questi anni abbiamo visto molti ragazzi diventare più autonomi ed utilizzare queste nuove capacità per affacciarsi più forti nel mondo degli adulti. Autonomia non è fare tutto da soli, è integrare le proprie competenze con quelle degli altri. E’anche saper chiedere aiuto. Per questo è possibile e importante proporre a tutti un cammino in tal senso – dice Anna Contardi. Siamo orgogliosi del cammino fatto. La metodologia sviluppata in questi anni ha permesso l’estensione del modello in molte altre città.“

“Hotel 6 stelle” … e dopo?

15 i tirocini già avviati dopo “Hotel 6 Stelle”, il successo di un programma che ha ribaltato gli stereotipi sulle persone con sindrome di Down

Sono 15 le persone con sindrome Down e altre disabilità intellettive che hanno già iniziato un percorso lavorativo (di formazione o per una vera e propria assunzione) grazie a “Hotel 6 stelle”, la docu-fiction più amata della scorsa stagione televisiva, in onda su Rai3, realizzata da Magnolia in collaborazione con AIPD.

Delle 49 aziende che hanno contattato l’AIPD durante la messa in onda del programma si sono concretizzati 3 tirocini finalizzati all’assunzione, 11 tirocini formativi e di orientamento e 1 tirocinio socio-terapeutico. Non tutti i tirocini sono partiti in casa AIPD, la responsabile dell’Osservatorio sul mondo del lavoro ha lavorato con altre associazioni di persone con sindrome Down e altre disabilità intellettive laddove la nostra associazione non era presente sul territorio o troppo lontana.

Altri 7 tirocini sono in imminente partenza mentre 13 sono ancora in valutazione.

Tra i protagonisti di “Hotel 6 stelle”, Martina ha iniziato un inserimento lavorativo finalizzato all’assunzione come cameriera ai breakfast e al servizio ai tavoli in un albergo romano, l’Hotel Pulitzer. Benedetta lavora con un tirocinio formativo di sei mesi presso un tour operator di Acilia, Idee per Viaggiare. Emanuele invece inizierà, con una borsa di studio, un corso di chef presso l’Italian Chef Academy.

Sempre tra i ragazzi della AIPD Sezione di Roma è iniziato nell’aprile 2014 un tirocinio finalizzato all’assunzione per Agnese presso un punto vendita Burger King in via Tiburtina. Giulia della AIPD Sezione di Campobasso è stata assunta presso un punto vendita Mc Donald’s nella città e inizierà a lavorare da venerdì 19 settembre. Serena, di AIPD Lecce ha appena concluso un tirocinio formativo di due mesi presso l’Hotel Sirenuse a Gallipoli, mentre è in corso per Sergio, di AIPD Versilia, un tirocinio socio-terapeutico di 6 mesi presso l’Azienda Erbario Toscano di Capezzano (Lu).

Sempre in Toscana, tramite l’associazione Trisomia 21 di Firenze è iniziato un tirocinio formativo presso la Trattoria i 4 Leoni di Firenze per Alessandra. Due tirocini della durata di un anno sono partiti a Ferrara, tramite l’associazione Lo Specchio, per due ragazzi con disabilità intellettiva, Serena e Andrea. Lavorano in un bar della città. A Milano, tramite l’AGPD Onlus (Associazione Genitori e Persone con Sindrome di Down) a cui AIPD ha passato i contatti delle aziende interessate sono partiti diversi progetti lavorativi: due tirocini formativi di tre mesi per Davide e Simone presso l’Hotel Ramada, e l’albergo non esclude di assumere i ragazzi al termine dell’esperienza formativa. Una ragazza di 20 anni, Marta, sta effettuando un tirocinio formativo di 6 mesi in una galleria d’arte con mansioni di segreteria e presenza in sala. A breve inizieranno, sempre a Milano due tirocini formativi di tre mesi presso un’azienda che produce capi di abbigliamento, LAB7.

“Down to Italy. Stranieri con disabilità in Italia”

E’ stato pubblicato ed è disponibile il nuovo quaderno AIPD n. 23 “Down to Italy. Stranieri con disabilità in Italia“, realizzato nell’ambito del progetto “Easy Info. Sapere è potere“, promosso da AIPD e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ai sensi della legge 383/2000.
E’rivolto agli stranieri con sindrome di Down e loro familiari che vivono in Italia e per questo motivo al suo interno si trovano informazioni di loro interesse specifico.

Perché questa scelta? Come è noto, negli ultimi anni è aumentato il numero degli stranieri in Italia e, conseguentemente anche il numero delle famiglie straniere con figli in condizione di disabilità. Spesso queste famiglie – specialmente se arrivate da poco tempo – presentano difficoltà di padronanza della lingua italiana e quindi di comprensione dei contenuti delle informazioni presenti su siti internet italiani e/o difficoltà anche nelle relazioni dirette con i servizi territoriali cui si rivolgono.
Tutto ciò è di ostacolo alla soddisfazione dei propri diritti e può rivelarsi un’ulteriore causa di isolamento sociale.

L’ idea è stata dunque quella di realizzare con il progetto “Easy Info” – accanto al lavoro di ristrutturazione del sito internet dell’AIPD in una versione altamente accessibile e comprensibile – uno strumento cartaceo che potesse facilitare l’accesso alle informazioni e alla fruizione dei propri diritti, indipendentemente dalle capacità, livello di scolarità e padronanza della lingua italiana.

L’opuscolo è distinto in due parti, una che riguarda i temi relativi all’assistenza (invalidità civile, permessi sul lavoro, salute) e una che riguarda la scuola. Sono state realizzate rispettivamente da Andrea Sinno, del servizio Telefono D, e Nicola Tagliani dell’Osservatorio Scolastico.

Il nuovo quaderno, oltre che in italiano, è disponibile in franceseinglese e spagnolo.
Chi fosse interessato ad averne una o più copie gratuite, può contattare la segreteria AIPD.

Anche in Turchia verso l’autonomia

AIPD in trasferta per promuovere autonomia e lavoro delle persone con sindrome di Down. Dal 9 al 12 settembre ad Istanbul, Anna Contardi tiene un seminario intensivo per la formazione degli educatori dell’associazione Down turca (Down Türkiye) sui temi dell’educazione all’autonomia e dell’inserimento lavorativo.

A ottobre partirà presso l’associazione a Istanbul la I Down Accademy rivolta a giovani adulti con sindrome di Down con l’obiettivo di far loro acquisire autonomie all’esterno della famiglia e orientarli al lavoro. Il corso per i giovani utilizzerà in gran parte la metodologia e gli strumenti messi a punto in questi anni da AIPD.

Decreto semplificazioni, convertito in legge

Avevamo parlato su questo sito del decreto legge n. 90/2014 appena pubblicato lo scorso 24 giugno.
Trascorsi i 60 giorni previsti per la sua conversione o decadimento, il decreto è stato convertito, con modificazioni, nella legge n. 114, 11 agosto 2014, pubblicata sul supplemento ordinario n. 70 della Gazzetta Ufficiale 190 del 18 agosto scorso, entrata in vigore il 19 agosto.

Resta l’art. 25 “Semplificazioni per i soggetti con invalidità” quello di nostro maggiore interesse. In particolare i commi 5 e 6  introducono novità sul tema del riconoscimento dell’invalidità civile.

Il comma 5 recita:
Ai minori già titolari di indennità di frequenza, che abbiano provveduto a presentare la domanda in via amministrativa entro i sei mesi antecedenti il compimento della maggiore età, sono riconosciute in via provvisoria, al compimento del diciottesimo anno di età, le prestazioni erogabili agli invalidi maggiorenni. Rimane fermo, al raggiungimento della maggiore età, l’accertamento delle condizioni sanitarie e degli altri requisiti previsti dalla normativa di settore.

Rispetto al testo del decreto non ci sono modifiche, l’INPS ha pubblicato il messaggio n. 6512/2014 nel quale fornisce alcune indicazioni operative. Un’informazione importante è che per queste domande non è necessario presentare il certificato medico. Non c’è invece alcun riferimento a quale provvidenza economica viene erogata in attesa del nuovo riconoscimento, se pensione o assegno (l’importo è lo stesso ma il limite di reddito personale è diverso).

Il comma 6 dispone:
Ai minori titolari dell’indennità di accompagnamento per invalidi civili (…), ovvero dell’indennità di accompagnamento per ciechi civili (…), ovvero dell’indennità di comunicazione (…), nonché ai soggetti riconosciuti dalle Commissioni mediche, individuate dall’articolo 20, comma 1, del decreto-legge 1 luglio 2009, n. 78, convertito con modificazioni dalla legge 3 agosto 2009, n. 102, affetti dalle patologie di cui all’articolo 42-ter, comma 1, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, sono attribuite al compimento della maggiore età le prestazioni economiche erogabili agli invalidi maggiorenni, senza ulteriori accertamenti sanitari, ferma restando la sussistenza degli altri requisiti previsti dalla normativa di settore“.

Rispetto al testo del decreto è stata eliminata l’incombenza di presentare comunque domanda in via amministrativa, quindi i titolari di indennità di accompagnamento al compimento della maggiore età non devono fare nulla.

In sede di conversione è stato inoltre introdotto il comma 6-bis:
Nelle more dell’effettuazione delle eventuali visite di revisione e del relativo iter di verifica, i minorati civili e le persone con handicap in possesso di verbali in cui sia prevista rivedibilita’ conservano tutti i diritti acquisiti in materia di benefici, prestazioni e agevolazioni di qualsiasi natura. La convocazione a visita, nei casi di verbali per i quali sia prevista la rivedibilità, è di competenza dell’Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS)“.
Ricordiamo che il certificato di handicap ai sensi della legge 104/92 per le persone con sindrome di Down non deve avere mai una rivedibilità (art. 94 legge 289/2002) e sull’invalidità civile si può fare riferimento al messaggio INPS 31125/2010 ed eventualmente utilizzare l’autotutela.

Rimandiamo alla lettura delle pagine di Handylex per l’approfondimento sugli altri temi presi in considerazione dall’articolo 25.